Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Padre Thomas de Saint Laurent
Libro della Fiducia

IntraText CT - Lettura del testo

  • Si compiace della mancanza di soccorsi umani
Precedente - Successivo

Clicca qui per attivare i link alle concordanze

Si compiace della mancanza di soccorsi umani

 

Non scoraggiarsi quando svanisce il miraggio delle speranze umane, non contare se non sull'aiuto del Cielo, non è già un'alta virtù? Con le sue ali vigorose, la vera fiducia si slancia però verso regioni ancora più sublimi; giunge ad esse per mezzo di una specie di sublimazione dell'eroismo; essa tocca finalmente il grado più alto della sua perfezione.

Questo grado "consiste nel rallegrarsi quando ci si vede privati di ogni soccorso umano, abbandonati dai propri parenti, dai propri amici e da tutte le creature, che non vogliono o non possono aiutarci, che non possono né darci un consiglio né aiutarci con il loro talento e il loro credito, che non hanno alcun mezzo di venire in nostro soccorso"17.

Quale profonda saggezza viene rivelata da tale gioia in circostanze così crudeli! Per intonare il cantico della gioia sotto i colpi che dovrebbero naturalmente infrangere il nostro coraggio, bisogna conoscere a fondo il Cuore di Nostro Signore; bisogna credere perdutamente alla sua pietà misericordiosa e alla sua onnipotente bontà; bisogna avere l'assoluta certezza che egli sceglie per i suoi interventi l'ora delle situazioni disperate.

Dopo la sua conversione, san Francesco d'Assisi disprezzò i sogni di gloria che per qualche tempo lo avevano abbagliato. Egli fuggiva le riunioni mondane, si ritirava nei boschi per dedicarsi lungamente all'orazione, faceva abbondanti elemosine. Questo cambiamento spiacque al padre del giovane santo, che portò suo figlio davanti all'autorità diocesana, rimproverandogli di dissipare i suoi beni. Allora, in presenza del vescovo meravigliato, Francesco rinunziò all'eredità paterna e abbandonò perfino i vestiti ricevuti dalla sua famiglia: si spogliò di tutto. Poi, vibrando di una felicità sovrumana, esclamò: "Ora, o mio Dio, potrò chiamarti più giustamente di prima: Padre Nostro che sei nei cieli".

Ecco come agiscono i santi.

Anime colpite dalla prova, non mormorate nell'abbandono in cui siete ridotte. Dio non vi domanda un'allegria sensibile, impossibile alla nostra debolezza. Solamente, rianimate la vostra fede, riprendete coraggio e, secondo l'espressione cara a san Francesco di Sales, sforzatevi di rallegrarvi nel "fondo ultimo dell'anima".

La Provvidenza vi sta dando il segnale da cui si riconosce la sua ora: essa vi ha privato di ogni appoggio. E' il momento di resistere all'inquietudine della natura. Siete arrivati a quel punto dell'officio interiore in cui si deve cantare il magnificat e far fumigare l'incenso: "Rallegratevi sempre nel Signore; ve lo ripeto rallegratevi: il Signore è vicino"18.

Seguite questo consiglio e vi troverete bene. Se il Divino Maestro non si lasciasse commuovere da una tale fiducia, non sarebbe più quello che i Vangeli ci mostrano compassionevole, colui che era scosso da un fremito doloroso alla vista delle nostre sofferenze.

Nostro Signore diceva ad un'anima privilegiata: "Se io sono buono per tutti, sono buonissimo verso coloro che hanno fiducia in me. Sai quali sono le anime che approfittano di più della mia bontà? Quelle che prima di tutto hanno fiducia ... Le anime fiduciose rubano le mie grazie"19

 

 

 

 




17 - J.B. Saint-Jure, op. cit., t. III, p. 4.



18 - Gaudete in Domino semper: iterum dico, gaudete: Dominus prope est, Phil., IV, 4 e 5.



19  - Suor Benigna Consolata Ferrero, Lione Roudil 1920, pp. 95, 96. Questa vita è stata pubblicata con l'imprimatur dell'arcivescovo e le dichiarazioni prescritte dei decreti di Urbano VIII.

Suor Benigna Consolata Ferrero (1885-1916) fu religiosa nel monastero della Visitazione di S. Maria a Como e ha lasciato numerosi scritti, in parte inediti. Ne è stata introdotta la causa di beatificazione. Cfr. La breve vita della Serva di Dio, Como, Casa Divina Provvidenza 1939, p. 98 [n.d.t.].






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License