Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
celebrativa 1
celebrativo 2
celebrato 1
celebrazione 30
celebri 1
celeste 1
centesimus 1
Frequenza    [«  »]
34 vita
33 i
32 un
30 celebrazione
30 cristo
29 alla
24 chiesa
José Saraiva Martins
47 Congresso Eucaristico Internazionale

IntraText - Concordanze

celebrazione

   Capitolo, Paragrafo
1 Intro | continuato mistericamente nella celebrazione e la necessità del lieto 2 I,2 | nel battesimo, accede alla celebrazione per ascoltare, nell'oggi 3 I,2 | cfr Sal 84, 4). E nella celebrazione, il Dio, che ripetutamente 4 I,2 | speranza. Il tutto approda alla celebrazione sacramentale. Di fatto, 5 I,2 | sacramentale. Di fatto, ogni celebrazione è sacramentum fidei. Anzi, 6 I,2 | evangelizzazione filtrati dalla celebrazione passano, dunque, «dalla» « 7 I,2 | previa e concomitante alla celebrazione stessa, all'«auditus fidei», 8 I,2 | sfociano necessariamente nella celebrazione dei sacramenti, al centro 9 I,2 | delle forme ai tempi, e la celebrazione dei sacramenti.~ 10 I,3 | cosciente partecipazione alla celebrazione dell'Eucaristia, esse devono 11 II,1 | realizzatore della redenzione alla celebrazione dell'Eucaristia.~Ogni Eucaristia 12 II,1 | l'Eucaristia, e senza la celebrazione dell'Eucaristia nella Ecclesia 13 II,1 | fedeli, si intersecano nella Celebrazione Eucaristica compiuta dalla 14 II,1 | Trinità. L'annuncio che la Celebrazione Eucaristica fa della Parola 15 II,2 | alimenta. Non per nulla la Celebrazione Eucaristica si modula e 16 II,2 | la Parola di Dio «si fa» celebrazione, e la celebrazione null' 17 II,2 | si fa» celebrazione, e la celebrazione null'altro è che la Parola 18 II,2 | evento di salvezza, qual è la celebrazione dell'Eucaristia.~La differenza 19 II,2 | evangelizzazione «prepara» la Celebrazione Eucaristica; la Celebrazione 20 II,2 | Celebrazione Eucaristica; la Celebrazione Eucaristica «attualizza» 21 II,3 | Esso quando penetra nella Celebrazione Eucaristica, fomenta la 22 II,3 | alla sua II edizione: «La celebrazione liturgica, che poggia fondamentalmente 23 II,3 | comunità in assemblea per la celebrazione) e la celebrazione (della 24 II,3 | per la celebrazione) e la celebrazione (della quale l'assemblea 25 II,3 | inseriscono i dinamismi della Celebrazione Eucaristica come punti di 26 II,3 | ascoltatori della medesima nella Celebrazione Eucaristica, porta a creare 27 II,3 | male ricordare che, nella Celebrazione Eucaristica, «la Chiesa 28 II,4 | Dio che si ascolta nella celebrazione. Chi asserisce così è Cesario 29 II,4 | 131, 1).~Anzi, se nella Celebrazione Eucaristica ci si ciba di 30 II,4 | rappresenta. È singola nella celebrazione, ma supera lo spazio ristretto


IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 EuloTech SRL