Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
José Saraiva Martins
47 Congresso Eucaristico Internazionale

IntraText - Concordanze

(Hapax - parole che occorrono una sola volta)
intel-ugual | ulter-vuoto

     Capitolo, Paragrafo
502 II,4 | positus intellexi. Ex quo intellectu et hoc quoque intelligere 503 II,4 | scirem ex quorum mihi merito intellectus daretur» (in Ezech. Lib. 504 II,4 | coram fratibus meis positus intellexi. Ex quo intellectu et hoc 505 II,2 | istruzione, ~·         all'intendimento persuasivo, ~·         per 506 I,1 | annuncio della Parola~Non intendo qui trattare tutte le implicanze 507 I,3 | purificata e rinvigorita da una intensa vita sacramentale.~ 508 I,2 | un continuo processo di intensificazione dell'ascolto, dell'accoglimento, 509 II,3 | interiorizzazione sfociano nell'interazione fra la Parola annunciata, 510 II,3 | tracciato sulla linea che intercorre dalla fenomenologia della 511 I,3 | adeguatamente il rinnovamento interiore dei destinatari dell'evangelizzazione 512 II,3 | rispondere alle interpellanze che la Parola di Dio pone 513 I,2 | trasmette fedelmente, la interpreta autorevolmente.~Si crea 514 I,3 | e sociale, la Chiesa si interroghi sul modo di annunciare più 515 II,4 | esprime così in proposito: «Interrogo vos fratres et sorores, 516 Intro | per sottolineare i mutui interscambi e l'osmosi dei dinamismi 517 II,1 | privilegiato con i fedeli, si intersecano nella Celebrazione Eucaristica 518 II,4 | dinanzi ai fratelli, l'aveva inteso. Ecco le sue parole: «Scio 519 II,1 | imago» (eikôn) della vita intratrinitaria. Ivi le Persone Divine, 520 II,1 | quale le Persone Divine si introducono nel cuore dei fedeli, giunge 521 | invece 522 II,1 | agisce con la sua presenza invocata con la preghiera dell'apiclesi 523 | ipsa 524 | ipso 525 I,1 | come una parte essenziale e irrinunciabile: non si può amare l'altro, 526 II,4 | ispirandoci a un testo liturgico ispano-visigotico: «La comunità è una nella 527 II,4 | possono essere così delineate, ispirandoci a un testo liturgico ispano-visigotico: « 528 I,2 | situazioni varie e concrete istanze del tempo, nel continuo 529 II,2 | l'evento sacramento fosse istituito da Cristo).~La loro differenza 530 II,2 | dall'informazione e dall'istruzione, ~·         all'intendimento 531 | Ivi 532 I,2 | compito solo con l'annuncio (Kerygma) della Parola. Esso deve 533 I,1 | lui li ha amati (cfr Gv l3, 34).~La nuova evangelizzazione 534 II,4 | flumen est, cuius impetus laetificat civitatem Dei, bibe Christum, 535 II,4 | testamento conpunctio, in novo laetitia est (...) utrumque ergo 536 I,2 | o meglio: quella forse languente del fedele è pur sempre 537 II,1 | è la Parola di Dio (cfr Lc 7, 11), raggiunge lo scopo 538 I,3 | l'intimo e inscindibile legame tra le due realtà essenziali 539 II,1 | dell'evangelizzazione è legata al soffio dello Spirito 540 II,2 | la loro importanza sono legate, dunque, non alla dignità 541 II,1 | me». Egli, il Cristo, ha legato la sua volontà di realizzatore 542 II,4 | stesso narra che più volte leggendo e rileggendo non era riuscito 543 I,1 | uomo» (Giovanni Paolo II, Lett. Centesimus annus 25), e 544 II,4 | scritto quell'appassionato lettore e commentatore della Scrittura, 545 | li 546 II,4 | fra i non credenti» (cfr Liber Mozarabicus sacramentorum 547 II,4 | singoli fedeli e si presenta libera fra i non credenti» (cfr 548 I,3 | nell'Eucaristia.~Essa può lievitare tutti i valori umanamente 549 I,1 | Chiesa tutta, si smorza in un limite radicale e insuperabile.~ 550 I,3 | evangelizzazione ed Eucaristia» non si limitino alla modifica di alcune 551 II,3 | sarebbe tracciato sulla linea che intercorre dalla fenomenologia 552 I,3 | capacità dell'uomo moderno, linguaggi adeguati che aiutino il 553 II,2 | considerato ad un triplice livello:~·         dall'informazione 554 II,3 | creano le diverse Chiese locali, secondo l'espressione di 555 II,3 | 65, 67), ha come scopo lodare Dio, nel vincolo della comunione, 556 II,3 | Ecclesia Dei, in sacrificio di lode con «Cristo Altare, vittima, 557 I,2 | Parola e sacramento~Il filo logico e cronologico su cui corrono 558 II,4 | suoi fratelli, vicini e lontani. E ciò per portarli alla 559 II,1 | il Padre celeste sarebbe lontano, il Cristo apparterrebbe 560 II,4 | aliud aut cogitamus aut loquimur, de corde nostro depereat: 561 I,1 | Mentre dura il tempo, la lotta tra il bene e il male continua 562 II,4 | Ambrogio (cfr Exposito in Lucam, lib. 3, 38). Un Corpo che 563 I,1 | questa è quello di portare la luce della fede a chi è avvolto 564 | lui 565 II,4 | Mozarabicus sacramentorum ed. M. Ferotin, nr. 1131). Vi è 566 II,4 | fu il Papa san Gregorio Magno. Di se stesso narra che 567 II,1 | fraintesa, frastornata, mal partecipata, segue una evangelizatio 568 II,4 | integra. Agostino esclama: «Manduca vitam, bibe vitam; habebis 569 II,4 | ipsa veritate spiritualiter manducetur, spiritualiter bibatur» ( 570 II,4 | ci si ciba di Cristo, si mangia e si beve spiritualmente 571 II,4 | nihil ex ipso de nostris manibus in terram cadat, tanta sollicitudine 572 I,1 | salvezza pienamente compiuta e manifestata, cioè la «trasfigurazione 573 II,2 | per essere proteso alla maturazione dei modi cristiani di vivere. ~ 574 I,3 | evangelizzazione e senza che essi maturino l'attiva e cosciente partecipazione 575 I,3 | evangelizzazione ed Eucaristia è mediata dalla Chiesa. Anzi, proprio 576 II,3 | stesso ·Amenº che Cristo, Mediatore tra Dio e gli uomini, pronunziò 577 I,2 | quella del singolo fedele; o meglio: quella forse languente 578 II,4 | non potui, coram fratibus meis positus intellexi. Ex quo 579 II,1 | delle mutue relazioni tra i membri della Ecclesia. Il «convenire 580 II,2 | modula e si struttura con due mense: la Mensa verbi Dei e la 581 II,4 | Eucaristia.~Il discorso merita di essere ulteriormente 582 II,1 | vita trinitaria. Per cui meritatamente si dice pregando che la 583 II,1 | del 3· formulario, della Messa» per la Chiesa universale, 584 II,1 | Chiesa universale, tra le messe «ad diversa»). Tanto più 585 II,4 | il senso del testo sacro. Messo, però, dinanzi ai fratelli, 586 I,1 | complesso contenutistico e metodologico» che è l'evangelizzazione, ( 587 I,1 | accettarlo incondizionatamente e metterlo sul nostro stesso piano, 588 I,2 | rimane altrettanto vero che i mezzi fondamentali di questa missione 589 | Mi 590 | mie 591 | mihi 592 II,4 | ministri e illibata nei ministeri che espleta, incorrotta 593 II,4 | quando nobis corpus Christi ministratur, ut nihil ex ipso de nostris 594 II,4 | non divisa... Santa nei ministri e illibata nei ministeri 595 Intro | gli uomini, aprendoli ai mirabili orizzonti della filiazione 596 II,1 | un'orazione dell'antico missale gothicum annovera, tra gli 597 Intro | nell'enciclica Redemptoris Missio - è di ridurre il cristianesimo 598 Intro | evento storico continuato mistericamente nella celebrazione e la 599 II,1 | Eucaristia, è, per eccellenza, il misterium fidei attuato. La conversione 600 II,1 | ed ecclesiale, in corpore mistico di Cristo che è la Chiesa.~ 601 II,4 | poteris. Bibe primum ut sitim mitiges, bibe secundum ut bibendi 602 II,1 | fedeli che si moduli e si modelli su quella esistente tra 603 II,1 | orans». Questa imita il modello della vita trinitaria. Per 604 I,3 | sulle capacità dell'uomo moderno, linguaggi adeguati che 605 II,2 | proteso alla maturazione dei modi cristiani di vivere. ~L' 606 I,3 | Eucaristia» non si limitino alla modifica di alcune espressioni o 607 I,3 | nella vita dei fedeli e modificarne quelli meno retti. Anzi, 608 II,2 | Celebrazione Eucaristica si modula e si struttura con due mense: 609 II,1 | comunione di fedeli che si moduli e si modelli su quella esistente 610 I,2 | talvolta su un altro della sua molteplice azione e degli intrecci 611 II,2 | 243-280). Si tratta di due momenti successivi, dei quali l' 612 I,3 | evangelizzazione-Eucaristia» come momenti-eventi separati, se non addirittura 613 I,3 | di dottrina o/e di norme morali utili da conoscersi ma che 614 I,3 | di contenuto biblico, di mordente apostolico, di impegno di 615 II,1 | segue una evangelizatio mortalis che si chiude su di sé stessa, 616 Intro | semetipsum» (cfr Gal 2, 20) e al «mortem Domini annuntiabitis» (cfr 617 II,1 | lo Spirito Santo sarebbe mortificato nel suo agire, e il lieto 618 Intro | È salvezza che ha le sue movenze in Dio. Di fatto è salvezza 619 II,4 | non credenti» (cfr Liber Mozarabicus sacramentorum ed. M. Ferotin, 620 | multa 621 II,1 | principio dell'unità, delle mutue relazioni tra i membri della 622 Intro | riflessioni, per sottolineare i mutui interscambi e l'osmosi dei 623 II,3 | Chiesa si fa celebrando i «mysteria» (cfr Agostino, In Joannis 624 II,1 | più completo in via, il «mysterium», ossia il piano della salvezza (= 625 II,4 | Gregorio Magno. Di se stesso narra che più volte leggendo e 626 II,2 | dunque, non alla dignità di natura di cui tutte e due sono 627 I,2 | suoi dinamismi che sfociano necessariamente nella celebrazione dei sacramenti, 628 Intro | volitum, quin praecognitum». Necessita, pertanto, essere propagato 629 Intro | nella celebrazione e la necessità del lieto annuncio «donec 630 I,3 | ripercussioni quanto mai negative sulla formazione della coscienza 631 II,4 | reus erit qui verbum Dei neglegenter audierit, quam ille qui 632 II,4 | Christi in terram cadere neglegentia sua permiserit».~Rimane 633 | negli 634 II,1 | evangelizzazione~Per scoprire il nesso tra quello che è stato fin 635 | nessuna 636 | nessuno 637 | nisi 638 II,3 | esaltato tra i popoli il suo nome».~3) Ora, mentre l'Eucaristia 639 I,3 | trasmissione di dottrina o/e di norme morali utili da conoscersi 640 | nostris 641 II,4 | poculum bibe veteris et novi testamenti, quia in utroque 642 II,4 | testamento conpunctio, in novo laetitia est (...) utrumque 643 | null' 644 | nulla 645 II,4 | professione di fede, ma numerosa per la cattolicità che rappresenta. 646 I,1 | l'instaurazione dei cieli nuovi e della terra nuova (cfr 647 I,2 | 10), per approdare alla obedientia fidei (cfr Rom 1, 5) con 648 II,4 | ideo quanta sollicitudine observamus, quando nobis corpus Christi 649 II,4 | cadat, tanta sollicitudine observemus, ne verbum Dei, quod nobis 650 II,4 | ardore.~Ma questo non basta. Occorre che ogni cristiano abbia 651 I,1 | di cui è assetato l'uomo odierno. Gioia che non può non essere 652 II,3 | Sacrosantum Concilium 47); offrirsi da pede dell'Ecclesia Dei, 653 | ognuno 654 II,1 | piano della salvezza (=l'oikonomia trinitaria). L'evangelizzazione 655 II,1 | Persone Divine, tributandosi onore e gloria l'una all'altra 656 I,3 | Tess 2, 13). Certo che l'ontologia dell'evangelizzazione non 657 I,2 | si incrocia con il filo ontologico. Di fatto, la fede crea 658 II,3 | Cristo, quale evidenziazione ontologico-operativa della unione già provocata 659 II,1 | dei figli di Dio, che è opera del Padre nel Figlio in 660 II,3 | di Dio. Possono ambedue operare la progressiva interiorizzazione 661 I | Evangelizzazione: azione per la fede operativa~ 662 I,2 | conversione concretizzata in opere di carità, alimentate dalla 663 II,1 | fine della stessa «Ecclesia orans». Questa imita il modello 664 II,2 | ordinato all'altro. La parola è ordinata al sacramento dove trova 665 II,2 | successivi, dei quali l'uno è ordinato all'altro. La parola è ordinata 666 II,2 | Gentes 6, 15; Presbyterorum Ordinis 18).~Tra la Mensa Verbi 667 II,1 | ognuno di loro.~L'Eucaristia orienta alla Trinità, perché la 668 II,2 | realtà non perdono la loro originalità, ed il fatto di essere parti 669 Intro | ridotto alla sola dimensione orizzontale. Noi, invece, sappiamo che 670 Intro | uomini, aprendoli ai mirabili orizzonti della filiazione divina» ( 671 Intro | i mutui interscambi e l'osmosi dei dinamismi del binomio. 672 II,1 | gloria. San Paolo parla di ossequio spirituale, di oblazione 673 II,3 | della Parola di Dio possa ottenere efficacia la più grande 674 I,2 | dello scambio del segno di pace (Ordo missae).~A sua volta, 675 II,4 | della Scrittura, che fu il Papa san Gregorio Magno. Di se 676 II,1 | parola e costituiscono il paradigma per la comprensione del 677 Intro | me» (cfr 1 Cor 11, 25 e paralleli), si perpetua l'evento di 678 II,2 | Mensa Eucaristica, esiste un parallelismo esistenziale. Quanto si 679 II,3 | necessario considerare in parallelo l'impatto dei fedeli con 680 II,1 | affermare, con San Germano da Parigi, che l'Eucaristia è summa 681 II,4 | di Arles, Sermo 78, 2).~Parimenti sant'Ambrogio nella Enarratis 682 I,3 | maturino l'attiva e cosciente partecipazione alla celebrazione dell'Eucaristia, 683 I,1 | della salvezza, che ci rende partecipi della vita stessa di Dio, 684 II,3 | evangelizzazione e come punti di partenza per un nuovo dinamismo evangelizzatore.~ 685 II,1 | vero che una Eucharistia partialis cioè equivocata, fraintesa, 686 I,1 | Mi preme sottolineare, in particolkare, che il lieto annuncio, « 687 I,2 | filtrati dalla celebrazione passano, dunque, «dalla» «fides 688 II,1 | Cristo apparterrebbe al passato, solo allo ieri, e non anche 689 I,1 | della vita, che con la sua Passione-Morte-Resurrezione, ci redime e ci porta al 690 II,4 | Dei, bibe Christum, quia pax est, bibe Christum, quia 691 II,3 | Concilium 47); offrirsi da pede dell'Ecclesia Dei, in sacrificio 692 I,3 | il messaggio cristiano a penetrare nel cuore dei destinatari 693 I,2 | parola di Dio sia accolta e penetri nella vita dei fedeli, si 694 I,3 | può portare i fedeli a non percepire l'intimo e inscindibile 695 II,3 | sacramento dell'Eucaristia.~Il percorso sarebbe tracciato sulla 696 II,2 | una e l'altra realtà non perdono la loro originalità, ed 697 I,2 | fede stessa e protese ad un perfezionamento in forza della speranza. 698 I,1 | resurrezione di Gesù e nella sua permanenza «sacramentale» nella vita 699 II,4 | terram cadere neglegentia sua permiserit».~Rimane certamente vero 700 Intro | 11, 25 e paralleli), si perpetua l'evento di salvezza del 701 I,2 | fidei», concretizzato sia personalmente sia comunitariamente. L' 702 II,2 | all'intendimento persuasivo, ~·         per essere proteso 703 II,4 | est, bibe Christum, quia petra est quae vomuit aquam, bibe 704 II,3 | per tutti, «sacramentum pietatis, signum unitatis, vinculum 705 I,2 | Agostino Epistula 98, 9: Pl 33, 364).~I dinamismi dell' 706 II,1 | la «congregatio» della «plebs sancta», dalla preghiera 707 II,4 | Verbi semine et Spirito Dei plena, Christi corpus effudit, 708 II,4 | parole: «Scio enim quia plerumque multa in sacro eloquio quae 709 II,4 | dicite uniti, quid vobis plus esse videdur, verbum Dei 710 II,4 | est (...) utrumque ergo poculum bibe veteris et novi testamenti, 711 II,3 | celebrazione liturgica, che poggia fondamentalmente sulla Parola 712 I,3 | c'è chi considera i due poli del binomio «evangelizzazione-Eucaristia» 713 I,1 | terminus ad quem»).~È ponendo l'attenzione sulla Parola 714 Intro | esprime l'attuale Sommo Pontefice nell'enciclica «Dives in 715 II,3 | glorificato e venga esaltato tra i popoli il suo nome».~3) Ora, mentre 716 II,4 | Christi corpus effudit, populum scilicet christianum», come 717 II,3 | della Ecclesia Dei, del populus Dei, della familia Dei cui 718 I,2 | hanno indotto la Chiesa a porre l'attenzione e l'accento 719 I,2 | catechizzando ad alimentare la fede, portandolo a credere sempre più in 720 II,4 | vicini e lontani. E ciò per portarli alla Mensa dell'Eucaristia, 721 II,2 | in un nuovo annuncio che porti ad una continua edificazione 722 II,4 | potui, coram fratibus meis positus intellexi. Ex quo intellectu 723 | possa 724 II,3 | efficacia la più grande possibile. Infatti deve progressivamente 725 II,2 | Verbi Dei, che formalmente possiede in se quanto è proprio della 726 II,3 | stessa Parola di Dio. È posta così la base per la visibilizzazione 727 I,2 | nella vita dei fedeli, si postula quel «big-bang» iniziale 728 II,4 | questo testo liturgico la potenzialità esplosivo-missionaria della 729 Intro | Essa è ritmata, alimentata, potenziata dalla sua sorgente e dal 730 II,4 | biberis, secundum bibere non poteris. Bibe primum ut sitim mitiges, 731 II,4 | quae solus intelligere non potui, coram fratibus meis positus 732 I,2 | Signore non guarda alla povertà dei singoli, ma alla fede 733 Intro | che «nihil volitum, quin praecognitum». Necessita, pertanto, essere 734 II,3 | espressione di Agostino: «Praedicaverunt (Apostoli-Episcopi) verbum 735 II,2 | la liturgia della parola precede quella eucaristico-sacramentaria; 736 I,3 | ogni tipo di catechesi e di predicazione sarà arricchita di contenuto 737 I,1 | dell'evangelizzazione.~Mi preme sottolineare, in particolkare, 738 II,2 | Dio / evangelizzazione «prepara» la Celebrazione Eucaristica; 739 II,3 | in concreto:~·         prepararsi ad asssumere gli impegni 740 II,4 | dell'Eucaristia, le cui prerogative possono essere così delineate, 741 I,3 | traduzione di essi per far presa sulle capacità dell'uomo 742 II,3 | presidenza del Vescovo e del presbitero; celebrare il Mistero Pasquale 743 II,2 | 25, 26; 10 Gentes 6, 15; Presbyterorum Ordinis 18).~Tra la Mensa 744 II,4 | nei singoli fedeli e si presenta libera fra i non credenti» ( 745 I,3 | i valori umanamente sani presenti nella vita dei fedeli e 746 II,1 | Spirito che agisce con la sua presenza invocata con la preghiera 747 II,3 | della comunione, sotto la presidenza del Vescovo e del presbitero; 748 | presso 749 I,1 | entro un binario in cui ogni pretesa di successo, non solo del 750 I,2 | dalla» «fides ex auditu», previa e concomitante alla celebrazione 751 I,1 | illuminazione.~La fede è, primariamente, un dono divino (cfr Gv 752 I,1 | riconoscimento dell'assoluto primato di Dio: riconoscimento che 753 II,1 | della Trinità per l'incontro privilegiato con i fedeli, si intersecano 754 I,2 | richiede, però, un continuo processo di intensificazione dell' 755 II,4 | incombe su ogni battezzato, di proclamare la Parola accolta, vissuta 756 II,3 | partecipanti, in modo che la proclamazione della Parola di Dio possa 757 I,2 | sempre più in quella Parola, professadola con la bocca, confessandola 758 II,4 | La comunità è una nella professione di fede, ma numerosa per 759 II,1 | Effettivamente, l'effetto più profondo dell'Eucaristia si trova 760 II,1 | vita dei fedeli, tutto il progetto salvifico trinitario. L' 761 II,3 | Possono ambedue operare la progressiva interiorizzazione del messaggio 762 II,3 | possibile. Infatti deve progressivamente trasformare i partecipanti 763 II,3 | Mediatore tra Dio e gli uomini, pronunziò una volta sola, per tutti 764 II,4 | Agostino, si esprime così in proposito: «Interrogo vos fratres 765 I,2 | alimentate dalla fede stessa e protese ad un perfezionamento in 766 II,2 | persuasivo, ~·         per essere proteso alla maturazione dei modi 767 I,1 | Croce di Cristo, la suprema prova del suo amore verso gli 768 II,3 | ontologico-operativa della unione già provocata tra i fedeli dall'annuncio-accolto 769 I,1 | della terra nuova (cfr 2 Pt 3, 13; Ap 21, 1), si avrà 770 II,1 | Eucaristia costituiscono il punto di raccordo e di concentrazione 771 | pur 772 II,4 | del Corpo di Cristo, così pure si deve usare attenzione 773 II,3 | accresce la sua capacità di purificare e di santificare (cfr 1 774 I,3 | formare una mentalità di fede, purificata e rinvigorita da una intensa 775 | quanta 776 | quattro 777 | quell' 778 | quem 779 | queste 780 | quid 781 Intro | vero che «nihil volitum, quin praecognitum». Necessita, 782 | quoque 783 | quorum 784 Intro | cfr 1 Cor 11, 26), che racchiudono l'evento storico continuato 785 I,1 | della nostra speranza resta racchiusa nei «segreti di Dio» (1 786 II,1 | costituiscono il punto di raccordo e di concentrazione di quelli 787 I,1 | evangelizzazione da una parte, si radica nella volontà divina di 788 I,1 | si smorza in un limite radicale e insuperabile.~In ogni 789 I,1 | errore. Ma è anche quello di radicare sempre più nella fede stessa, 790 II,1 | Evangelizzazione che sfocia nel radunare i figli di Dio dispersi ( 791 II,3 | cfr 1 Cor 11, 18 ss), il radunarsi nello stesso luogo da varie 792 II,1 | pregando che il popolo è radunato dall'unità del Padre, del 793 I,3 | espressioni o forme, senza raggiungere adeguatamente il rinnovamento 794 II,1 | annuncio (=evanghelion) non raggiungerebbe gli scopi che sono connaturati 795 II,2 | sono fornite, ma solo in ragione delle diversità di funzioni: 796 II,4 | numerosa per la cattolicità che rappresenta. È singola nella celebrazione, 797 I,1 | forma con cui la salvezza si realizza in noi, fino al ritorno 798 II,1 | legato la sua volontà di realizzatore della redenzione alla celebrazione 799 I,1 | Centesimus annus 25), e la realizzazione della nostra speranza resta 800 Intro | Paolo II nell'enciclica Redemptoris Missio - è di ridurre il 801 II,4 | ut bibas sanguinem quo redemptus es, bibe Christum, ut bibas 802 II,1 | volontà di realizzatore della redenzione alla celebrazione dell'Eucaristia.~ 803 I,1 | Passione-Morte-Resurrezione, ci redime e ci porta al Padre.~ 804 II,3 | costituzione pratica del Regno di Dio concretizzato nella 805 II,1 | dell'unità, delle mutue relazioni tra i membri della Ecclesia. 806 II,4 | Christi? Si vultis verum respondere, hoc utique dicere debetis, 807 I,1 | realizzazione della nostra speranza resta racchiusa nei «segreti di 808 I,1 | già presente nella morte e resurrezione di Gesù e nella sua permanenza « 809 I,3 | modificarne quelli meno retti. Anzi, la evangelizzazione, 810 II,4 | depereat: quia non minus reus erit qui verbum Dei neglegenter 811 I,1 | presso tutte le genti, si riassume in un'affermazione centrale: 812 II,1 | Parola di Dio rievoca e riattivalizza la storia della salvezza. 813 II,1 | storia della salvezza e riattualizza, per la vita dei fedeli, 814 II,2 | tra queste due parti è da ricercarsi nell'ordine cronologico ( 815 I,1 | comporta la risposta di chi lo riceve. Risposta che consiste fondamentalmente 816 Intro | comunicato il dono della salvezza ricevuto gratuitamente (cfr Mt 10, 817 I,3 | destinata. Di fatto, si richiedono approfondimenti dei contenuti, 818 II,3 | della Parola, non sarà male ricordare che, nella Celebrazione 819 II,1 | che diremo in seguito, va ricordato che i dinamismi della Eucaristia 820 Intro | ma per un uomo dimezzato, ridotto alla sola dimensione orizzontale. 821 Intro | Redemptoris Missio - è di ridurre il cristianesimo a una sapienza 822 II,4 | mie riflessioni senza un riferimento ai SS Padri che spesso sottolineano 823 I,3 | sua vita e, quindi, senza riflesso nel vissuto ecclesiale.~ 824 II,4 | sottolineano con particolare rigore il rapporto tra il dono 825 I,1 | cfr Ebr 13, 8] per quanto riguarda i contenuti, ma nuova come 826 II,4 | che più volte leggendo e rileggendo non era riuscito a comprendere 827 I,3 | raggiungere adeguatamente il rinnovamento interiore dei destinatari 828 I,3 | mentalità di fede, purificata e rinvigorita da una intensa vita sacramentale.~ 829 I,3 | addirittura autonomi, con ripercussioni quanto mai negative sulla 830 I,2 | celebrazione, il Dio, che ripetutamente ci parla, ascolta la nostra 831 II,4 | luogo citato. In ogni caso, riporto il testo integro che afferma 832 II,3 | Eucaristica, «la Chiesa riprende fedelmente quello stesso · 833 II,3 | particolare dove l'Ecclesia si riscopre unica, vera e verace depositaria 834 I,1 | come ardimento), che si riscoprono i dinamismi della medesima 835 I,2 | accogliendo la parola, le dà risonanza e consistenza storica, la 836 Intro | vittoria sulla morte e fa risplendere la vita e l'immortalità, 837 II,4 | celebrazione, ma supera lo spazio ristretto in cui si è raccolta; così 838 I,3 | sarebbe un susseguirsi di riti, un complesso di parole 839 Intro | presente e futura. Essa è ritmata, alimentata, potenziata 840 I,3 | chiamata a imprimere un nuovo ritmo nella vita e nell'azione 841 I,1 | realizza in noi, fino al ritorno glorioso di Cristo, è la 842 II,4 | leggendo e rileggendo non era riuscito a comprendere tutto il senso 843 Intro | nella quale Dio Uno-Trino si rivela e si comunica come Amore, 844 II,4 | raccolta per celebrare e per rivivere dell'Eucaristia, le cui 845 II,2 | parte di colui al quale si rivolge. Ascolto, questo, che esige 846 I,3 | pratica azione pastorale. Esse ruotano attorno alla forza insita 847 II,3 | Cristo Altare, vittima, sacerdote» (cfr il V Prefazio Pasquale).~ 848 II,4 | cfr Liber Mozarabicus sacramentorum ed. M. Ferotin, nr. 1131). 849 II,3 | atteggiamento di preghiera (cfr Sacrosanctum concilium 48; Dei Verbum 850 I,2 | celebrativo, la voce di Dio (cfr Sal 84, 4). E nella celebrazione, 851 I,1 | Gesù il Cristo è venuto a salvarci, per santificarci e per 852 II,4 | Eucaristia, un popolo di salvati, la Chiesa che, «Verbi semine 853 II,1 | fedeli, tutto il progetto salvifico trinitario. L'evangelizzazione 854 II,1 | congregatio» della «plebs sancta», dalla preghiera dell'Eucaristia 855 II,1 | ultimo della congregatio sanctorum seu fidelium attorno alla 856 I,2 | celebratione, per Spiritum sanctum fit sacramentum».~Così, 857 II,4 | bibe Christum, ut bibas sanguinem quo redemptus es, bibe Christum, 858 II,4 | unicuique erit corpus et sanguis Christi, si quod in Sacramento 859 I,3 | tutti i valori umanamente sani presenti nella vita dei 860 II,4 | è diffusa, non divisa... Santa nei ministri e illibata 861 I,1 | è venuto a salvarci, per santificarci e per ciascuno di noi è 862 II,3 | capacità di purificare e di santificare (cfr 1 Tim 4, 5). Anzi, 863 II,2 | la più alta modalità di santificazione, di rendimento di grazie 864 II,3 | spargendo il suo sangue, sanzione divina della nuova alleanza 865 Intro | ridurre il cristianesimo a una sapienza veramente umana, quasi scienza 866 Intro | orizzontale. Noi, invece, sappiamo che Gesù è venuto a portare 867 II,4 | bibe secundum ut bibendi satietatem haurias, in veteri testamento 868 II,2 | vi è presente Cristo: SC, 7), che la stessa Parola 869 I,2 | eucaristica prima dello scambio del segno di pace (Ordo 870 I,2 | suscita la fede. Da essa scaturisce la conversione concretizzata 871 Intro | immagine e fin dal principio «scelti nel Figlio per la grazia 872 II,4 | Arles, ad esempio, sulla scia di sant'Agostino, si esprime 873 Intro | sapienza veramente umana, quasi scienza del buon vivere. In un mondo 874 | scilicet 875 I,2 | quel «big-bang» iniziale o scintilla della grazia, che è la fede 876 II,4 | inteso. Ecco le sue parole: «Scio enim quia plerumque multa 877 II,4 | quoque intelligere studui, ut scirem ex quorum mihi merito intellectus 878 II,1 | non raggiungerebbe gli scopi che sono connaturati al 879 II,1 | dell'evangelizzazione~Per scoprire il nesso tra quello che 880 Intro | In un mondo fortemente scristianizzato è avvenuta una «grande secolarizzazione 881 II,4 | certamente vero quanto ha scritto quell'appassionato lettore 882 II,4 | lettore e commentatore della Scrittura, che fu il Papa san Gregorio 883 II,4 | Cristo dal calice delle Scritture come da quello eucaristico, 884 Intro | La tentazione oggi - scrive Giovanni Paolo II nell'enciclica 885 Intro | scristianizzato è avvenuta una «grande secolarizzazione della salvezza», per cui 886 I,1 | speranza resta racchiusa nei «segreti di Dio» (1 Cor 2, 11).~In 887 II,1 | detto e quello che diremo in seguito, va ricordato che i dinamismi 888 I,2 | dinamismi dell'evangelizzazione seguono la traiettoria che parte 889 II,1 | frutto delle energie del seme che è la Parola di Dio ( 890 | semetipsum 891 II,3 | di Dio, ai suoi germi e semi che sono energia dello Spirito 892 II,4 | salvati, la Chiesa che, «Verbi semine et Spirito Dei plena, Christi 893 II,4 | fedele ascolti con umiltà e semplicità la Parola di Dio, la accolga 894 II,4 | riuscito a comprendere tutto il senso del testo sacro. Messo, 895 II,1 | efficax (cfr Ebr 4, 12).~I sentieri della Trinità per l'incontro 896 I,3 | comprensione e a una pratica più sentita dei sacramenti, ed, in particolare, 897 I,3 | vita cristiana seriamente sentito e vissuto, che valga oggi 898 I,3 | evangelizzazione-Eucaristia» come momenti-eventi separati, se non addirittura autonomi, 899 I,3 | impegno di vita cristiana seriamente sentito e vissuto, che valga 900 II,4 | spiritualiter bibatur» (Sermone 131, 1).~Anzi, se nella 901 II,4 | bibe Christum, ut bibas sermones eius; sermo eius testamentum 902 | seu 903 II,1 | dell'Evangelizzazione che sfocia nel radunare i figli di 904 I,3 | vissuto ecclesiale.~Di qui lo sforzo pastorale e le concrete 905 I,3 | complesso di parole di cui sfugge il vero significato, che, 906 | 907 I,2 | ascolto della parola di Dio sigillato nel battesimo, accede alla 908 II,2 | Sacrosantum Concilium 56. Ciò significa che il dinamismo della Eucaristia 909 II,3 | sacramentum pietatis, signum unitatis, vinculum Caritatis» ( 910 II,1 | oblazione viva (cfr Rom 12,1 e simili). Gesù asserisce che si 911 | simul 912 II,4 | cattolicità che rappresenta. È singola nella celebrazione, ma supera 913 | sit 914 II,4 | poteris. Bibe primum ut sitim mitiges, bibe secundum ut 915 I,3 | sorprendere se oggi, in una nuova situazione cultuale e sociale, la Chiesa 916 I,2 | trova l'Eucaristia.~Ora situazioni varie e concrete istanze 917 II,3 | evangelizzazione sfociano in un situs particolare dove l'Ecclesia 918 I,1 | ma della Chiesa tutta, si smorza in un limite radicale e 919 I,2 | della Parola di Dio. Essa smuove e suscita la fede. Da essa 920 I,3 | nuova situazione cultuale e sociale, la Chiesa si interroghi 921 II,1 | evangelizzazione è legata al soffio dello Spirito Santo, nell' 922 I,1 | sua dignità di persona, di soggetto di diritti e di doveri. 923 II,4 | multa in sacro eloquio quae solus intelligere non potui, coram 924 II,3 | pastorale. Innanzitutto, la somma venerazione con la quale 925 Intro | come si esprime l'attuale Sommo Pontefice nell'enciclica « 926 II,4 | Interrogo vos fratres et sorores, dicite uniti, quid vobis 927 I,3 | sacramenti~Non deve, però, sorprendere se oggi, in una nuova situazione 928 I,1 | Spirito Santo ci anima e ci sospinge al Signore della vita, che 929 II,1 | la causa, la finalità, il sostegno di ogni convocazione eucaristica 930 II,4 | Ferotin, nr. 1131). Vi è sotteso in questo testo liturgico 931 II,4 | riferimento ai SS Padri che spesso sottolineano con particolare rigore il 932 I,1 | medesima Parola di Dio. Essi si sovrappongono a quelli dell'evangelizzazione. 933 II,3 | sola, per tutti i tempi, spargendo il suo sangue, sanzione 934 | specialmente 935 I,2 | altri e costituisce una specie di tessuto vitale che accomuna 936 I,2 | vero che la Chiesa ha una specifica missione, che è quella di 937 I,2 | sia quella concretamente spesa nella vita di speranza e 938 II,4 | riferimento ai SS Padri che spesso sottolineano con particolare 939 I,1 | dare all'altro ciò che gli spetta per la sua dignità di persona, 940 I,1 | Spirito Santo, e ci abilita e spinge a donarci, come Cristo, 941 II,4 | Cristo, si mangia e si beve spiritualmente della stessa verità.~La 942 I,2 | verbum in celebratione, per Spiritum sanctum fit sacramentum».~ 943 II,1 | Eucaristia, l'aeternitas Spiritus.~Ora se è vero che qualis 944 | sta 945 I,1 | contenuti, ma nuova come stile, come modalità, come ardimento), 946 I,2 | risonanza e consistenza storica, la custodisce, la trasmette 947 Intro | che racchiudono l'evento storico continuato mistericamente 948 I,3 | usufruisce di tutta quella forza straordinaria che proviene dalla Parola 949 II,4 | più profonda del dovere stringente che incombe su ogni battezzato, 950 II,2 | Eucaristica si modula e si struttura con due mense: la Mensa 951 II,4 | et hoc quoque intelligere studui, ut scirem ex quorum mihi 952 I,2 | generazioni di fedeli che si succedono nel fluire del tempo.~In 953 II,2 | Si tratta di due momenti successivi, dei quali l'uno è ordinato 954 I,1 | binario in cui ogni pretesa di successo, non solo del singolo credente, 955 I,2 | la nostra risposta e ci suggerisce la parola stessa con cui 956 I,3 | concrete coordinate che sono suggerite da una pratica azione pastorale. 957 | sulle 958 II,4 | in Sacramento visibiliter sumitur, in ipsa veritate spiritualiter 959 II,1 | Parigi, che l'Eucaristia è summa charismatum. Di fatto un' 960 II,4 | singola nella celebrazione, ma supera lo spazio ristretto in cui 961 I,1 | attraverso la Croce di Cristo, la suprema prova del suo amore verso 962 I,2 | quella appena formulata e sussurrata in noi, sia quella cantata 963 I,1 | che non comporta né una svalutazione delle capacità umane, né 964 I,1 | supplisce la giustizia e non si sviluppa al di di essa. Secondo 965 | tale 966 | tanta 967 I,1 | chi è avvolto ancora nelle tenebre dell'errore. Ma è anche 968 Intro | La tentazione oggi - scrive Giovanni Paolo 969 II,4 | approfondito sia sotto l'aspetto teologico sia sotto l'aspetto pastorale. 970 II,4 | voce dei Padri~Non vorrei terminare le mie riflessioni senza 971 I,2 | fluire del tempo.~In altri termini, i dinamismi dell'evangelizzazione 972 I,1 | della Chiesa, suo Corpo terreste. Anche se la salvezza pienamente 973 I,3 | e non di uomini» (cfr 1 Tess 2, 13). Certo che l'ontologia 974 I,2 | costituisce una specie di tessuto vitale che accomuna e tiene 975 II,4 | poculum bibe veteris et novi testamenti, quia in utroque Christum 976 II,4 | satietatem haurias, in veteri testamento conpunctio, in novo laetitia 977 I,1 | contrapposizione fra Dio e l'uomo, ma testimonia un rapporto di amore tra 978 I,3 | essenziale importanza è poi la testimonianza di vita dell'evangelizzatore. 979 II,3 | difficoltà che insorgono per testimoniare il Cristo; ~·         rispondere 980 Intro | partecipata, tanto da essere testimoniata da ciascuno che l'ha accolta.~ 981 I,2 | tessuto vitale che accomuna e tiene unite le generazioni di 982 I,1 | nuova evangelizzazione si tinge cosi della tonalità dell' 983 I,3 | avvantaggeranno se ogni tipo di catechesi e di predicazione 984 I,1 | evangelizzazione si tinge cosi della tonalità dell'amore. L'amore cristiano 985 II,3 | Eucaristia.~Il percorso sarebbe tracciato sulla linea che intercorre 986 Intro | Essi gravitano attorno al «tradidit semetipsum» (cfr Gal 2, 987 I,3 | dei contenuti, modalità di traduzione di essi per far presa sulle 988 I,2 | evangelizzazione seguono la traiettoria che parte dall'annuncio 989 Intro | Dio. Di fatto è salvezza trascendente, assolutamente gratuita 990 I,1 | e manifestata, cioè la «trasfigurazione del mondo» con l'instaurazione 991 II,3 | Infatti deve progressivamente trasformare i partecipanti all'Eucaristia, 992 I,3 | Eucaristia, esse devono essere trasfuse, con tutti i suoi effetti, 993 I,2 | storica, la custodisce, la trasmette fedelmente, la interpreta 994 II,2 | Notitiae 18 [1982] 243-280). Si tratta di due momenti successivi, 995 I,1 | della Parola~Non intendo qui trattare tutte le implicanze contenute 996 II,1 | Ivi le Persone Divine, tributandosi onore e gloria l'una all' 997 II,1 | tutto il progetto salvifico trinitario. L'evangelizzazione lo porta 998 II,2 | essere considerato ad un triplice livello:~·         dall' 999 | Tunc 1000 Intro | tutta la persona umana e di tute le persone. È salvezza personale 1001 I,1 | che è l'evangelizzazione, (uguale ieri, oggi e nei secoli [


intel-ugual | ulter-vuoto

IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 EuloTech SRL