Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Plinio Corrêa de Oliveira
Nobiltà ed élites tradizionali analoghe…

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

6. Aristocrazia politica

 

Fino ad ora abbiamo parlato dell'aristocrazia considerata come classe sociale in se stessa. Passiamo ora a considerare la missione della classe aristocratica nella vita politica e sociale del Paese.

Alle persone alle quali questi insegnamenti sembrino eccessivamente conservatori o perfino reazionari, causeranno forse gradevole sorpresa le parole con le quali viene abbordato nello schema il tema dell'aristocrazia politica:

“L'aristocrazia sociale ha una funzione da svolgere direttamente e immediatamente presso il popolo.

“Ma, in virtù della legge naturale, svolgerà sempre una funzione politica presso il potere, partecipando del potere a beneficio del popolo”.

Dopo aver fato riferimento di passaggio al governocosiddetto misto, nel quale hanno una funzione la monarchia, l'aristocrazia e il popolo”, essendo “la miglior forma di governo secondo il pensiero cattolico”, lo schema continua:

“L'aristocrazia, situata tra l'autorità suprema, ossia la monarchia nel suo senso filosofico - governo di uno solo - e il popolo, è elemento di moderazione, di valutazione, di continuità e di unione”. In questa prospettiva:

“1) la monarchia senza aristocrazia conduce facilmente all'assolutismo.

“2) il popolo senza aristocrazia non è popolo ma massa.

“3) l'aristocrazia difende la monarchia e la modera.

“4) l'aristocrazia è la testa del popolo, la sua educatrice, l'orientatrice delle sue energie.

“5) l'aristocrazia senza il popolo è oligarchia, cioè il privilegio odioso di una casta nella società”.

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA