Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Plinio Corrêa de Oliveira
Nobiltà ed élites tradizionali analoghe…

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

5. Nostro Signore Gesù Cristo volle nascere povero, ma volle pure avere un'insigne relazione con l’aristocrazia

 

Dall'allocuzione di Benedetto XV al Patriziato ed alla Nobiltà romana, del 5 gennaio 1917:

 

“Non havvi dinanzi a Dio preferenze di persone. Ma è indubitato, scrive San Bernardo, che la virtù dei nobili gli torna più accetta, perché più risplende.

“Fu nobile anche Gesù Cristo, e nobili furono Maria e Giuseppe, quali discendenti da regale prosapia, sebbene la virtù ne ecelissasse lo splendore nei poveri natali, che la Chiesa ha commemorato nei passati giorni. Cristo adunque, che tanto insigne attinenza volle avere con l'aristocrazia terrena, accolga nella onnipotente umiltà della sua culla il caldo voto che Noi oggi vi deponiamo: che, cioè, come nel presepe la più alta nobiltà fu socia della più gloriosa virtù, tal sia dei diletti figli Nostri, i Patrizi ed i Nobili di Roma. Ed apporti la loro virtù la sociale rigenerazione cristiana, e con essa quelle grazie che ne sono inseparabili: il benessere delle famiglie di ognuno e la sospirata pace del mondo”. 210

 

 




210 L'Osservatore Romano, 6/1/1917.






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA