Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Plinio Corrêa de Oliveira
Nobiltà ed élites tradizionali analoghe…

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

1. La disuguaglianza dei diritti e dei poteri proviene dello stesso Autore della natura

 

Leone XIII, nell'Enciclica Quod apostolici muneris (28/12/1878), insegna:

 

“Sebbene i socialisti, abusando dello stesso Vangelo, allo scopo di ingannare più facilmente gli spiriti sprovveduti, si siano abituati a distorcerlo per adattarlo alle loro dottrine, la divergenza fra i loro dogmi perversi e la purissima dottrina di Cristo è tale che non potrebbe essere maggiore. 'Che v'è quindi in comune tra la giustizia e l'iniquità? 0 quale alleanza può esserci tra la luce e le tenebre?' (2 Cor. 6, 14). I socialisti non cessano, come sappiamo, di proclamare che tutti gli uomini sono, per natura, uguali fra loro, e perciò pretendono che al potere sovrano non sia dovuto onorerispetto, né ubbidienza alle leggi, ad eccezione forse di quelle che sono state sancite dalla loro volontà.

“Al contrario, secondo le dottrine del Vangelo, l'uguaglianza degli uomini consiste nel fatto che tutti, dotati della stessa natura, sono chiamati alla stessa ed eminente dignità di figli di Dio e che, avendo tutti lo stesso fine, ognuno sarà giudicato dalla stessa Legge e riceverà il castigo o la ricompensa che meriterà. Tuttavia, la disuguaglianza dei diritti e del potere proviene dallo stesso Autore della natura, 'dal quale ogni paternità prende nome, in Cielo come in terra' (Ef.,3, 15)”. 215

 

 




215 Acta Sanctae Sedis, Typis Polyglottae Officinae, Romae 1878, vol. XI, p. 372.






Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA