Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Libro dei Giubilei

IntraText CT - Lettura del testo

    • IV.
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

IV.

 

[1] E nel terzo settennio del secondo giubileo (Eva) generò Caino, nel quarto generò Abele e nel quinto generò la figlia Awan. [2] E all'inizio del terzo giubileo Caino uccise Abele, poiché (Iddio) aveva accettato l'offerta dalle sue mani e non aveva accettato il sacrificio dalle mani di Caino. [3] E (Caino) lo uccise nella campagna. E il suo sangue gridò dalla terra fino al cielo, piangendo a causa di colui che lo aveva ucciso, [4] ed il Signore rimproverò Caino, perché aveva ucciso Abele. E, a causa del sangue di suo fratello, lo scacciò dalla terra e lo maledisse. [5] E perciò, sulle tavole del cielo, sta scritto: "Maledetto chi percuote il proprio amico in cattiveria e (maledetti) tutti coloro che hanno udito (ciò) e lo approvano; e colui che ha visto (ciò) e non (lo) ha detto, (sia) maledetto come lui" .

[6] E perciò, avendo noi udito, siamo venuti ad esporre, innanzi al Signore Dio nostro, tutti i peccati che sono nel cielo e nella terra, nella luce e nella tenebra, e ovunque. [7] E Adamo e la sua donna stettero quattro settenni a dolersi per Abele. E nel quarto anno del quinto settennio (Adamo) fu felice e conobbe per la seconda volta la sua donna e costei gli generò un figlio che egli chiamò Set "perché, disse, Iddio ci ha dato, sulla terra, altra prole in sostituzione di Abele, ucciso da Caino" . [8] Nel sesto settennio egli generò la figlia Azura. [9] E Caino prese per s‚, in moglie, sua sorella Awan e costei, alla fine del quarto giubileo, gli generò Enoh. E nel primo anno del primo settennio del quinto giubileo furon costruite case sulla terra e Caino costruì un paese e lo chiamò, col nome di suo figlio Enoh .

[10] E Adamo conobbe Eva, la sua donna, e costei gli generò altri nove figli. [11] E nel quinto settennio del (quinto) giubileo Set prese in moglie la sorella Azura e costei, nel quarto (anno), gli generò Enosh . [12] Ed egli cominciò, per primo, ad invocare il nome del Signore sulla terra . [13] E nel settimo giubileo, nel quinto settennio, Enosh prese in moglie la propria sorella Noemi e questa, nel terzo anno del quinto settennio, gli generò un figlio ed egli lo chiamò Kenan.

[14] E alla fine dell'ottavo giubileo, Kenan prese in moglie sua sorella Mualet e costei, nel terzo anno del primo settennio del nono giubileo, generò un figlio ed egli lo chiamò

Mahlaleel. [15] E nel secondo settennio del decimo giubileo

Mahlaleel prese in moglie Dina, figlia di Barakehel, (e) figlia

della sorella di suo padre e costei, nel terzo settennio, nel

sesto anno, gli generò un figlio ed egli lo chiamò Yared poiché,

ai suoi tempi, scesero sulla terra gli Angeli del Signore, chiamati "vigilanti", ad insegnare ai figli dell'uomo a fare

giustizia e rettitudine sulla terra.

[16] E nell'undicesimo giubileo Yared prese in moglie Baraka, figlia di Rasuyal, figlia della sorella di suo padre ,

nel quarto settennio di questo giubileo e costei, nel quinto

settennio, nel quarto anno del giubileo, gli generò un figlio

ed egli lo chiamò Enoc.

[17] Egli fu il primo, fra gli uomini nati sulla terra, ad imparare la scrittura, la dottrina e la scienza e affinché gli uomini conoscessero i periodi degli anni secondo la regola di ogni luna, scrisse nel libro i segni del cielo secondo la regola delle lune . [18] Egli fu il primo a scrivere le notizie (lett.: testimonianze) e le fece ascoltare alla umanità, nelle famiglie della terra, e indicò i settenni dei giubilei, indicò i giorni degli anni, così come noi gli avevamo indicato.

[19] Egli vide il passato ed il futuro in visioni notturne, in sonno, e quel che accadrà all'umanità , alle sue generazioni, fino al giorno del giudizio. Tutto egli vide e conobbe, lo scrisse e lo pose a testimonianza, sulla terra, per l'umanità e le sue generazioni. [20] E nel dodicesimo giubileo, nel settimo settennio, prese in moglie una donna chiamata Edena, figlia di Danel (e) figlia della sorella di suo padre e costei, nel sesto anno di quel settennio, gli generò un figlio ed egli lo chiamò Matusalemme [21] e stette, poi, sei giubilei con gli Angeli di Dio e (costoro) gli mostrarono tutto quel che era in terra e nei cieli, la potenza del sole, e scrisse tutto [22] e testimoniò contro i "vigilanti" che avevano peccato insieme con le figlie dell'uomo poiché avevano cominciato ad unirsi con le figlie della terra e ad essere impuri e testimoniò, Enoc, contro tutti loro.

[23] Ed egli fu preso di tra i figli dell'uomo e noi lo portammo, per la (sua) grandezza e la (sua) gloria, nel giardino di Eden ed eccolo, colà, a scrivere il giudizio e la condanna del mondo e tutta la malvagità dell'umanità. [24] E (il Signore), a causa sua, mandò il diluvio su tutta la terra di Eden, poiché colà egli fu posto come segno per testimoniare contro tutti i figli dell'uomo (e) per dire tutte le azioni delle generazioni fino al giorno del giudizio.

[25] Ed egli suffumigò di incenso la plaga occidentale del santuario, caro al Signore, sul monte a sud [26] poiché nella nuova creazione, per la santificazione della terra, quattro luoghi sono, sulla terra, consacrati al Signore: il giardino di Eden e, nel suo interno, il monte dell'est; questo monte sul quale tu stai oggi (e, cioé,) il monte Sinai e il monte Sion .

Per questo la terra é santificata da tutti i peccati e dalla impurità delle generazioni del mondo. [27] E nel quattordicesimo giubileo Metusalemme prese in moglie Edena , figlia di Ezzaele (e) figlia della sorella di suo padre , nel primo anno del terzo settennio e generò un figlio e lo chiamò Lamek. [28] E nel terzo settennio del quindicesimo giubileo Lamek prese in moglie una donna di nome Bitanos, figlia di Barakel (e) figlia della sorella di suo padre e, in questo settennio, ella gli generò un figlio ed egli lo chiamò Noé, dicendo: "(E') colui che mi consolerà da tutto il mio lavoro e dalla terra che il Signore ha maledetta".

[29] E alla fine del diciannovesimo giubileo, nel settimo settennio, nel sesto anno, Adamo morì e tutti i suoi figli lo seppellirono nella terra ove era stato creato ed egli fu il primo ad esser seppellito nella terra [30] e mancavano settanta anni ai mille anni poiché, nella testimonianza dei cieli, mille anni equivalgono a un solo giorno. E perciò, a proposito dell'albero della conoscenza, fu scritto: "Nel giorno in cui mangerete da esso, morrete". E perciò (Adamo) non compì gli anni di questo giorno : perché morì in quello stesso giorno .

[31] E al compimento di questo giubileo, nello stesso anno, dopo di lui, fu ucciso Caino: gli cadde la casa addosso, morì in mezzo alla casa, colpito dalle sue pietre, perché con una pietra aveva ucciso Abele e di pietra, per giusta condanna, fu ucciso. [32] Perciò, sulle tavole del cielo, é stato stabilito: "Colui che uccide di arma il proprio compagno sia ucciso con essa (arma); come lo ferì, così facciano a lui!".

[33] E nel venticinquesimo giubileo Noé prese in moglie una donna di nome Emmezara, figlia di Rachele, figlia di sua sorella , nel primo anno del quinto settennio e costei, nel terzo anno, gli generò Sem, nel quinto anno gli generò Cam e nel primo anno del sesto settennio gli generò Yafet.

 

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License