Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Libro dei Giubilei

IntraText CT - Lettura del testo

    • XXIII.
Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

XXIII.

 

[1] E pose due dita di Giacobbe sui suoi occhi, benedì il Dio degli déi, si coprì il volto, stese i piedi, si addormentò nel sonno eterno e si unì coi suoi padri. [2] In tutto questo frattempo Giacobbe aveva dormito sul suo grembo e non si era accorto che Abramo, padre di suo padre, era morto.

[3] E Giacobbe si destò del suo sonno e Abramo era freddo come ghiaccio. Gridò "Padre, Padre!"; nessuno parlò né si accorse che Abramo era morto. [4] Si alzò dal suo grembo, corse e lo disse a Rebecca, sua madre. Rebecca andò da Isacco quella notte, glielo disse e andarono insieme - Giacobbe era con loro (portando) in mano una lampada - e, essendo arrivati, trovarono Abramo morto. [5] Isacco cadde sul volto di suo padre Abramo, pianse, lo benedisse e lo baciò. [6] E furono udite voci nella casa di Abramo e Ismaele, suo figlio, si alzò, andò dal padre Abramo e lui e tutta la famiglia di Abramo piansero gran pianto.

[7] E Isacco ed Ismaele lo seppellirono nella doppia grotta, vicino alla moglie Sara e tutti i familiari, Isacco e Ismaele, tutti i loro figli ed i figli di Ketura piansero per quaranta giorni nelle loro case e, (in tal modo), ebbe termine il lamento ed il pianto per Abramo.

[8] Egli visse tre giubilei e quattro settenni, e si compì il tempo della sua vita ed invecchiò al tempo giusto [9] poiché il tempo di vita degli antenati era di diciannove giubilei e, dopo il diluvio, cominciarono a scendere al di sotto dei diciannove giubilei, a sottrarre giubilei, ad invecchiare presto e a esser sazi dei loro giorni di fronte alle molte malattie e alla cattiveria del loro modo di vivere, eccettuato Abramo , [10] poiché Abramo era perfetto in tutte le sue azioni con il Signore ma, mentre abbelliva, con - giustizia - tutto il tempo della sua vita, ecco (che) non compì, poiché invecchiò al cospetto del male e si saziò di vivere, quattro giubilei di vita!

[11] E tutte le generazioni che sorgeranno da ora fino al giorno del Grande Giudizio, invecchieranno presto, senza compiere (neanche) due giubilei e accadrà che la loro intelligenza, a causa della loro vecchiezza, li abbandonerà e svanirà. [12] In quel tempo, se un uomo avrà vissuto un giubileo e mezzo, si dirà, di lui, che ha vissuto molto. E la maggior parte dei suoi giorni (sarà) malattia, fatica, afflizione e non vi sarà pace [13] perché (saranno) flagelli su flagelli, odio su odio , afflizione su afflizione, male su male, malattia su malattia e ogni simile condanna malvagia e, cioé: vermi intestinali (?) , grandine, neve, cenere, infiammazione, gelo, torpore, carestia, morte, spade, predazione ed ogni (altro) flagello e malattia.

[14] E tutto ciò verrà con la stirpe malvagia che farà peccare la terra con la fornicazione impura, con la impurità e con l'abbominia delle loro azioni . [15] "Allora - essi diranno - il tempo della vita degli antichi era molto, fino a mille anni, ed era bello. Ora, al tempo della nostra vita, un uomo vive al massimo settant'anni e, se é forte, ottanta; e tutto é cattivo: non vi é salvezza al tempo di questa progenie cattiva. [16] E, in questa progenie, i figli rimprovereranno i loro padri e i loro vecchi a causa dei loro peccati, della iniquità, dei loro discorsi, delle grandi cattiverie che essi faranno e per aver essi violato il Patto che il Signore stabilì fra loro e Lui affinché rispettassero ed eseguissero tutti i Suoi ordini, le Sue disposizioni e le Sue leggi senza deviare né a destra né a sinistra. [17] Poiché tutti loro avranno agito male ed ogni bocca dirà cose peccaminose e tutte le loro azioni (saranno) impure ed abbominio e tutto il loro modo di agire (sarà) impurità, turpitudine e corruzione, [18] ecco che la terra perirà per tutte le loro azioni e non vi sarà né seme di viteolio, perché il loro modo di agire (sarà solo) ribellione e, a causa dei figli dell'uomo, periranno tutti insieme: fiere, animali, uccelli e tutti i pesci del mare.

[19] E si combatteranno gli uni con gli altri: i giovani coi vecchi e i vecchi coi giovani, il povero col ricco, l'umile col grande, il povero col dignitario, a causa della legge e del Patto, poiché avranno dimenticato il Suo ordine e il Suo Patto, la festa, il mese, il sabato, il giubileo e tutto quel che é giusto. [20] E staranno con le spade e in guerra per ricondurli sulla via, ed essi non ritorneranno finché non sarà sparso molto sangue sulla terra, gli uni contro gli altri. [21] E quelli che si salveranno non si convertiranno, dalla loro cattiveria, alla via della giustizia poiché tutti quanti, per la cupidigia delle ricchezze, si solleveranno per prendersi, ognuno, quello dell'altro e avranno un gran nome, non realmente e giustamente, (ma perché) insozzeranno il santo dei santi con la sozzura della corruzione della loro impurità. [22] E, sulle azioni di questa progenie vi sarà gran flagello da parte del Signore ed Egli li consegnerà al coltello, alla condanna, alla cattività, alla rapina, alla consumazione. [23] Ed Egli susciterà, contro di Loro, i peccati di (quei) popoli i quali, verso di loro, non avranno misericordia e clemenza e non faranno particolarità per alcuno, né per il grande, né per il giovane, per nessuno, poiché essi sono cattivi e capaci di esser cattivi più di tutti i figli dell'uomo. Provocheranno turbamenti fra (i figli di) Israele e crimini contro Giacobbe e sarà versato molto sangue sulla terra e non vi sarà chi raccoglierà e seppellirà (i cadaveri). [24] Ed allora grideranno, invocheranno e pregheranno per salvarsi dalla mano dei popoli peccatori e non vi sarà chi si salvi. [25] E si imbiancheranno di canizie i capelli dei fanciulli ed un fanciullo di tre settimane apparirà vecchio di cento anni e la loro statura, per i patimenti e le afflizioni, andrà in rovina.

[26] E, allora, i fanciulli cominceranno ad osservare scrupolosamente le leggi e gli ordini ed a ritornare sulla via della giustizia. [27] Ed il tempo comincerà ad aumentare ed a crescere e (così pure) i figli degli uomini, di generazione in generazione e di tempo in tempo, fin quando i giorni (della) loro (vita) si avvicineranno ai mille anni o più.

[28] E non vi sarà vecchio o chi sarà sazio dei (suoi) giorni (di vita) poiché tutti saranno fanciulli e giovani. [29] Ed essi compiranno tutto il loro tempo e vivranno in pace ed in gioia e non vi sarà alcun demonio o alcun corruttore malvagio poiché tutti i giorni saranno giorni di pace, di risanamento, di benedizione. [30] Ed allora il Signore sanerà i suoi servi ed essi sorgeranno e vedranno una gran pace, respingeranno i loro nemici e i giusti vedranno e lauderanno e gioiranno di gioia, in eterno, e vedranno, nei loro nemici, tutta la loro condanna e la loro maledizione.

[31 ] E riposeranno, le loro ossa, nella terra ed il loro spirito abbonderà in letizia ed essi sapranno che esiste il Signore, esecutore di giustizia e (che) fa clemenza a cento, a mille e a tutti coloro che lo amano.

[32] E anche tu, o Mosé, scrivi queste parole perché così é scritto e innalzato, nelle tavole del cielo, per le generazioni in eterno.

 

 

 




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License