Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Memorie apostoliche di Abdia

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

[6] Dopo la crocifissione di Pietro e la scomparsa del mago Simone, Paolo rimaneva nella città ancora sotto la libera custodia di un soldato: nello stesso giorno, infatti, era stato sottratto alla corona del martirio per divina disposizione affinché per mezzo suo tutti i popoli fossero arricchiti dalla predicazione del vangelo. Così, condotto a Roma dal centurione Giulio, Paolo, rimase fino allora sotto la sorveglianza di un solo soldato; dopo tre giorni radunò i capi dei Giudei; quando giunsero dove albergava, disse loro: "Fratelli, io pur non commettendo alcun reato verso il popolo e la tradizione dei padri, sono stato condotto prigioniero da Gerusalemme nelle mani dei Romani. Costoro, dopo avermi processato, avevano deciso dapprima di rilasciarmi perché non vedevano alcun motivo di condanna per me. Ma siccome i Giudei si opponevano, sono stato costretto ad appellarmi a Cesare. Per questo dunque, essendo di passaggio, vi ho pregato di farvi vedere per parlarvi: difatti è per la speranza di Israele che sono avvinto da questa catena". Ma essi gli risposero: "A tuo riguardo noi non abbiamo ricevuto nessuna lettera di presentazione dalla Giudea, alcuno dei fratelli, giungendo, ci ha parlato di te e della tua posizione. Desideriamo quindi ora udire da te ciò che pensi Infatti non ignoriamo l'esistenza di questa setta perché ovunque la si avversa".

Fu così che il giorno convenuto giunsero molti Giudei nella sua casa d'affitto. Egli espose loro le Scritture testimoniando il regno di Dio: insegnò loro dal mattino alla sera, traendo argomenti dalla legge di Mosè e dai Profeti. Ma siccome non tutti credevano in Gesù, Paolo disse loro: "Lo Spirito santo ha detto giustamente per bocca di Isaia: Vai da questo popolo e digli: avete orecchie per udire e non capite; vedete con gli occhi, ma non potete penetrare. Il cuore di questo popolo difatti si è ispessito; hanno chiuso gli occhi per non vedere, le orecchie per non sentire e affinché il loro cuore non comprenda, affinché non si convertano e io non li risani. Desidero quindi che sappiate che questa salvezza di Dio è stata mandata anche ai pagani e che essi perverranno alla salvezza". Quando ebbe detto questo i Giudei lo lasciarono discutendo animatamente tra loro.

Paolo rimase a Roma per tutti quei due anni nella sua casa d'affitto e accoglieva tutti coloro che lo visitavano predicando il regno di Dio e insegnando le cose riguardanti il Signore Gesù Cristo con fede, senza restrizione.




Precedente - Successivo

Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (V89) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2007. Content in this page is licensed under a Creative Commons License