0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
                                           grassetto = Testo principale
                                           grigio = Testo di commento

23116   I1889   11,   VI - 306            |          le forbici, la sega, il martello, il ¶ cuneo
23117   I1889    2,   VI - 275            |  l’avena, il miglio, la segale, cibo povero, ed a
23118   1PaAn    I- 205                   |        per aiutarlo <a> segare legni, a piallare assami
23119  I1891b    3,    7,   VI - 419      |     3. Tagliapietre. 4. Segatore di assami. 5. Carbonaio.
23120   I1910    1,    8,   VI - 627      |        ai ¶ pastori, ai segatori, ‹ai› braccianti, agli
23121   I1913   12,   VI - 746            |       trave spaccata un seggiolone ¶ che poi al Guanella
23122   Vmeco  III- 398                   |  quella lor mente. Un ¶ segnacolo spirituale, carattere di
23123  II1899   IV- 210                   |   lettore a quel testo, segnalandovi in nota, con ¶ l’
23124   2PaAn    I- 466                   |     i celesti? Dobbiamo segnalarci ¶ in un combattimento.
23125   3PaMa    I- 133                   |    che subito ottennesegnalatissimi favori. Quel giovinotto
23126   2Apio  II1- 450                   |      pietà. Talvolta si segnalavano nelle stesse arti
23127   3Apio  II1- 707                   |       In questo periodo segnalavansi ¶ per affetto alla
23128   IlMon  III- 986                   |      furono omessi (con segnalazione in ¶ nota) i capitoli
23129   3Apio  II1- 857(555)              |       Fra i generali si segnalòLescure,
23130   Vmeco  III- 395                   |         La mamma nostra segnandoci in fronte pregò tante
23131   Mfior    I-1039                   |   occhi in alto e parve segnar il cammino che avrebbe ¶
23132   I1883   15,   VI -  41            |  pensare che io sia una segnatrice »; « Si quieti figliuola
23133   I1887     ,   VI - 138            |     diletta ». Intan­to segnavala in fronte e tutta la
23134   9Ferv  II2- 333                   |     come un uomo solo e segnavasi in fronte e non levava
23135   Vmeco  III- 428                   |       acquabenedetta segniamo in forma di croce i
23136   3Apio  II1- 821(480)              |              Originale: Segnori; cfr. Rohrbacher ¶ XIV,
23137   1Apio  II1-  33                   |       Seboim47 e Bala o Segor. Quest'ultima peraltro
23138 III1899   IV-1104                   |   male attaccaticcio si segregano e si ¶ affidano ad una
23139 III1910   IV-1260                   |     si ¶ dimostri, è da segregare prima che il contagio
23140   PAS86  III-1048                   |  una casta immonda, non segregati e avuti a schifo come
23141   3OrFr  II2- 229                   |         regist. ¶ nella Segret. de' Brevi, I. Cugnoni
23142  II1899   IV- 275                   |   carità,~ ~11) ¶ della segreteria,~ ~12) ¶ della sagrestia
23143   9Ferv  II2- 331                   | re di Spagna mandò pure segretissimamente il suo fedelministro
23144   1PaAn    I- 239                   |       di GesùCristo! Seguiamoli tutti. Pazzo chi non s'
23145   1PaAn    I- 392                   |  un Padresantissimo. Seguiamone le inspirazioni. Iddio
23146   AnPar  III- 522                   |   padri dell'anima tua. Seguili come il tuo angelo
23147   1Apio  II1-  99                   |    a quella di Platone. SeguilloSeneca, il quale tolse
23148   AnPar  III- 445                   | si invitano con bontà a seguirci. Piaccia al cielo ¶ che
23149   I1907    2,   VI - 446            |           or perché non seguirei io questo suo buon
23150   Mfior    I-1027                   |  Salvatore?~ ~ 3. Tu lo seguiresti volontieri il divin
23151   3PaAn    I- 716                   |       inspirazioni ed a seguirle.~ ~ 4. Maddalena in
23152   3Apio  II1- 853                   | amore". Quei del popolo seguiron <a> batter le mani palma
23153   Mfior    I-1030                   |      sulle spalle e poi seguirovvi su per la via del ¶
23154   IlMon  III-1022                   | pastori vostri e non li seguiste! Su, ¶ venite e
23155   4Croc  II2- 452                   | stivate che bisognavaseguitar la calca fosse l'uno a
23156   Vmeco  III- 325                   |      le massime sante a seguitarsi da ognuno. E una luce di
23157   FIPop  II2- 106                   | del popolo cristiano, ¶ seguitate <a> parlare che io vi
23158   3PaAn    I- 676                   | parenti. ¶ Ed hanno poi seguitato Gesù con fedeltà, quando
23159   MFerv    I-1196                   |   patibolo, eppur ¶ che seguitavano a bestemmiare Iddio.
23160  II1913   IV- 833                   |     le norme datevi.~ ~ Seguitele ¶ come meglio sapete.~ ~
23161   50Rmi  III-1111                   |           i discorsi, ¶ seguitene come meglio potete gli
23162   Mfior    I-1008                   |          con ¶ lena, la seguiterò con diletto finché
23163   1PaAn    I- 390                   | vivrà. Gesù levatosi lo seguitò in compagnia de' suoi ¶
23164   I1907   14,   VI - 470            | Messe, e per il ritardo segui­tone ne domandava poi scusa
23165   2Apio  II1- 327                   |    al cielo e Benedetto seguivala ¶ pochi giorni di poi.
23166   CfrMo  II2- 266                   | accommiatava. Gli altri seguivanla ciascuno fino alla casa ¶
23167   3Apio  II1- 862                   | Intanto nella Franciaseguivasi <a> predicare l'odio ai
23168   SAFam  III-  25                   | con cui i rivoluzionari seguon mai ¶ sempre a
23169   Vmeco  III- 299                   |       in ogni . ¶ Poi seicentomila cadaveri in due mesi,
23170   SILou    I-1077                   |    alla damigella Elisa Seisson per una bronchite
23171   1Apio  II1-  11                   |   producono un corpo di selce o lo disciolgono, come
23172   1PaAn    I- 350                   |       su per una strada selciata con pietre preziose. E ¶
23173  I1891b    4      ,   VI - 437      |   giornata ». Bernucca, Seller 107 , tonno - « Se è
23174   1Apio  II1-  18                   |    e rettili e ¶ bestie selvatiche della terra secondo la
23175   I1889   IV-  33                   |  come troppa vivacità o selvatichezza rubesta, carattere ¶
23176   IlMon  III-1009                   |    stesso al pian della Selvetta, e nell'alta Valtellina
23177   I1889    1,   VI - 267            |      viticoltura, della selvicoltura, della sericoltura,
23178   1Apio  II1-  29                   | apostoli discendenti di Sem.~ ~ I figli di Sem con i
23179   I1889    2,   VI - 274(47)        |   Originale: colle /che sem‹...›
23180   SILou    I-1108                   |           esempio~ ~ La Semainereligieuse de Tours
23181   3OrFr  II2- 220                   |   degli animi potesse ¶ sembrar impedito comechessia o
23182   CanSu  II2- 296                   |           benché non le sembrasse d'averla rotta giammai
23183   I1894    0,    IV- 148            |  fondatori in generesembrata utile> la creazione ¶ di
23184   Mfior    I- 990                   |   te n'avveda, talvolta sembrati d'aver perduto il ¶ tuo
23185   3PaAn    I- 665                   | d'abisso nelle viscere. Sembravagli ¶ che tutto il mondo
23186   3OrFr  II2- 139                   |    agli occhi del mondo sembriamo spregevoli ed insensati,
23187  I1889b   13,   VI - 327            |      e gli altri benché sembrino progredire, morranno. 4.
23188   2PaMa    I-  89                   |      la statua di Mosè. Sembrogli il ¶ personaggio storico
23189   2PaAn    I- 537                   |        poi sì dolce con Semei, sì mansueto con Saulle.
23190   CLAPe  II2- 499                   |   vescovo e ¶ martire a Semendria di Ungheria; Mattia e
23191   I1889   10,   VI - 304            | dovendo far acquisto di semenze bada a quanto di norma
semetipsum
23193   Vmeco  III- 285                   |               Gli occhi semiaperti ondeggiano in un mare di
23194   Asant  III- 239                   |     il braccio segna un semiarco.~ ~ ~ ~  ./. 3. ¶
23195   1Friv  III- 825                   |    primo verso la porta semichiusa, ¶ sospinto cadde e vi
23196 III1905   IV-1110                   |          benché tenui e semigratuite de' suoi ricoverati e
23197   I1913   15,   VI - 775            |           per il valore semigratuito di 12 mila lire ». La
23198   3Apio  II1- 814                   |          come del cieco semiguarito che diceva: Veggo uomini
23199   2PaAn    I- 481                   |   lo fa ¶ cessare dalla seminagione. Sconsigliato lavoratore
23200   I1912   46,   VI -1004            |         al rettore ‹del seminario› di Sant’Abbondio, don
23201   I1913    9,   VI - 733(34)        | 1909) e diretto dall’ex seminarista Giovanni Battista
23202   VpeIl  II2-   2                   | A. ¶ fece i primi studi seminaristici (1854-1860) presso i
23203   9Ferv  II2- 331                   |    che venuto lui parve seminarsi la zizzania ¶ nel campo
23204   Vmeco  III- 326                   |    con luce per una via seminata di prosperità e
23205   SAFam  III-  70                   |      di noi dappoiché i seminator di zizzania, che sono i ¶
23206   SAFam  III-  67                   |  i maestri sedicenti, i seminatori di zizzania, i falsi
23207   VpeIl  II2-  16                   |  promesse del Signore: "Seminerete nel lutto, ma ¶
23208   2Apio  II1- 430                   |             fu lasciato seminudo e flagellato sul
23209   I1913    8,   VI - 727            |   di conferenza, puresemipersuaso di gettare invano il
23210   Gpont  II1-1066(256)              |              Originale: semirazionalisti; cfr. Ballerini, p. 435
23211   I1907   18,   VI - 487            |       e cadeva col capo semispenta fra le mani di chi l’
23212   3OrFr  II2- 236                   |     incedens per tuorum semitam mandatorum, post
23213   I1910    1,    5,   VI - 624      |          all’ingiro del Sempione
23214   3OrFr  II2- 235                   |    Oremus~ ~ Omnipotens sempiterne Deus, qui propter ¶ tuam
23215   2PaAn    I- 558                   |    Lucifero ai tormenti sempiterni e non osi mai più ¶
23216   2Apio  II1- 123                   |   Vivat rex noster in ¶ sempiternum! Viva in sempiterno il
23217   I1913   12,   VI - 751            |  cotale al quale le due semplicette dissero: « Lei, signore,
23218  II1911   IV- 650(93)               |   contadini; significa: semplicione
23219   Mfior    I- 922                   |       al pari di quella semplicissima, e così ¶ il tuo buon
23220   1PaAn    I- 359                   | scorgiamo tuttodì anime semplicissime, nascoste agli occhi di
23221   3PaAn    I- 661                   |         ignorante ed un semplicista, ossia botanico erudito.
23222   I1913     ,   VI - 704            |       con adattamenti e semplificazioni che ne agevolano la
23223   MeMus  III- 807                   |    nel tronco di Hedera sempreviva, mettono fuori quei rami
23224   1Friv  III- 823                   | allo scopo che, come il semprevivo, umilissimo fiore di
23225   3Apio  II1- 540(21)               |              Originale: Senaar; cfr. Rohrbacher ¶ VII,
23226   SAFam  III-  12                   |         dai framassoni, sendo che framassoni sono il
23227 III1899   IV-1045                   | tante ragioni si dice: «Senectus venerabilis»; la
23228   CLAPe  II2- 581                   |        Valerio, Antonio Senese domenicano, e Giovanni
23229   I1894    0,    IV- 143            | per fiacchezza dell'età senile ovvero per acciacchi
23230   I1913    3,   VI - 708(4)         | 1813-1866) da Gaudenzio senior morto nel 1819; si
23231   2Apio  II1- 337                   |  spirò.~ ~ Il solitario Senoc viveva con ¶ catene alle
23232   I1888   10      ,   VI - 215      |           dai cosidetti sensali
23233   Svegl  III- 634                   |  costume di una persona sensata. Un padre sapiente, una
23234  I1891b    2,    2,   VI - 404      |      profondamente le ¶ sensazioni sia di bene che di male.
23235 III1905   IV-1177                   |   lavoro a ¶ lavoro, ma sensim sine sensu, in modo che
23236   1PaMa    I-   7                   |      abito. Non era già sensitivissimo, ¶ anzi infiammato, lo
23237 III1915   IV-1384                   |  attenzione almeno ad ¶ sensum, benché altamente si
23238   2PaAn    I- 568                   |  che dite? Se un di voi sentasi essere avversario a ¶
23239   SNA89  III-1166                   |    qualche cosa.~ ~ 19. Sentendovi desiderio di far cose
23240   2PaAn    I- 593                   |  ragioni o ¶ pretese, e sentenziamo scrupolosamente. Che se
23241   Gpont  II1- 975                   |  occidente. I quali non sentenziando come Costanzo voleva, l'
23242   3Apio  II1- 930                   | un capo sanguinario che sentenziava sulla vita e ¶ sulla
23243   3PaAn    I- 764                   |    di quel cuor divino, sentiamone i gemiti, scopriamone i
23244   RAS86  III-1081                   |   vita,~ ~e per ¶ torti sentier da te sfuggita~ ~mi hai
23245   3Apio  II1- 729                   |   Boemia invero era una sentina di ¶ tutti i vizii e di
23246   SNA89  III-1140                   |  in nostra mano, che di sentirci ardere di desiderio per
23247   PAS86  III-1072                   |   i miei diocesani ne ¶ sentirebbero il ~ ~  ./. suono dai ¶
23248   3PaAn    I- 656                   |            l'intrepido, sentirebbesi rispondere: "Quale ¶
23249   I1910   16      ,   VI - 571      |   questi discorsi, mi ¶ sentirei nemmeno di salutarli e
23250   IlFon  III- 903                   |    4. ¶ Filotea, non ti sentiresti salire il sangue alla
23251   I1910   14      ,   VI - 566      |       con trasporto per sentirla. ¶ Aggiungevano pure
23252   SNA89  III-1159                   | e il modo ¶ però di non sentirle consiste nello
23253  II1902   IV- 344                   |   le figlie di una casa sentissero il bisogno del ¶
23254  II1911   IV- 480                   |  dunque l'abito vostro? Sentitene il discorso ¶ che desso
23255   I1912   38,   VI - 998            |  la vita né di nulla ». Sentitesi leggere le precauzioni
23256   Gpont  II1-1041                   |  I ¶ popoli dell'Europa sentivan gran vuoto nel proprio
23257   TMort    I-1298                   |     del divin Salvatore sentivanlo scorrere nelle vene dei
23258   1Apio  II1-  59                   |     Il popolo d'Israele sentivaselo ripetere ad ogni ripresa
23259   I1888   32,    7,   VI - 260      |       voi non solo ne ¶ sentivate in cuore il peso dei
23260   2PaAn    I- 591                   |   salvo omai!". I buoni sentonlaviva questa voce. Ha
23261   I1883   24,   VI -  59            |       d’inferno, allora senzameno giu­dicate che voi siete
23262   3OrFr  II2- 236                   |    tentationibus valeat separari. Qui ¶ vivis et regnas
23263   1Cagr  II2- 393                   |   ardisca dunque l'uomo separarle, giacché Dio si è ¶
23264  I1891b    1,    6,   VI - 393      |    ai due furibondi per separarli. Ambedue gli ¶ rivolsero
23265   3Apio  II1- 543                   | lombardi, i tedeschi si separarono dai ¶ francesi, che
23266   IlFon  III- 869                   |    congiungerai per non separartene più mai in eterno
23267   I1907   20,   VI - 496            | pare che sarebbe meglio separarvi di stanza?... ». Suor
23268   I1883   17,   VI -  45            |  di voi, o Signore; non separatemi in eterno 169 . Voi mi
23269   2Apio  II1- 309                   |  cuore. I disubbidienti separavansi da mensa e dalla ¶
23270   ITSac    I- 891                   |     bugiardi, egli solo separavasi da tutti e veniva divoto
23271   I1891   36,   VI - 382            |  non patì meno che alla separazion dei genitori diletti
23272   4Croc  II2- 439                   | discordie nostre e le ¶ separazioni di cuore, benché non
23273   Mfior    I- 954                   |  gloria a ¶ Dio~ ~Se tu separerai il prezioso dal vile,
23274   Gpont  II1-1063                   | il più dei cristiani si separerebbe da lui. Sorse guidata da
23275   SAFam  III-  76                   | tempo ¶ nostro <non> si separerebbero dal mondo non dico per
23276   I1912   18      ,   VI - 698      |  che poi fu deposta nel sepolcreto della famiglia Mazzucchi
23277   I1913   14,   VI - 768            |   Mezzola. Or quanto al sepolcro-monumento romano vi pose mano, ma
23278 1/2BPEL  III-1183                   |  tu come uccidi in te e seppelisci l'abito de' tuoi vizii?~ ~
23279   1Friv  III- 858                   | in fragorose valangheseppellendo case e borgate intiere.
23280   SAFam  III-  59                   |   fin dalle fondamenta, seppellendovi sotto il degnopastore
23281   I1883    2,   VI -   9            |  non avendo voluto ella seppellir con G‹esù› C‹risto› la
23282   I1883    2,   VI -   9            | e disposta la fossa per seppellirla. Né sol questo, ma chi
23283   I1887     ,   VI - 181            |  la più indegna: vorrei seppellirmi viva... Sono di scandalo
23284   TMort    I-1295                   |           al punto di ¶ seppellirne trecento di loro, prima
23285   CfrMo  II2- 274                   |  Salvatore dalla croce, seppellironlo con alta pietà ai piedi
23286   I1883   45,   VI - 121            |  il merito tuo. Ma devi seppellirti ¶ ed entro rimanere,
23287   I1883   45,   VI - 121            |        entro la terra e seppellirvelo sì che nemmen appaia al
23288   3PaAn    I- 725                   |   vi apre una fossa per seppellirvi.~ ~ Ed or pensate che
23289   3Apio  II1- 605                   |      tra' suoi ¶ chi lo seppellisca onorevolmente. Il figlio
23290   50Rmi  III-1118                   |       che per carità il seppelliscano e si prendano  ./. poi
23291   IlFon  III- 872                   | anche tu accanto a Gesù seppellisci l'uomo vecchio della ¶
23292   2Apio  II1- 187                   |         Appena spirato, seppelliscimi ¶ nella fossa da me
23293   2Apio  II1- 399                   |    poi che in chiesa si seppellissero ¶ solamente i corpi dei
23294   3Apio  II1- 608                   |    spossato. I crociati seppellivanlo e in proseguire la via
23295   1Apio  II1-  38                   |      si imbalsamavano e seppellivansi con mesto lutto nelle
23296   2Apio  II1- 333                   |     del Signore che non seppimo prevenire; ¶
23297   CLAPe  II2- 480                   |        Mediolani die 5. sept. 1885. / Admittitur /
23298   3OrFr  II2- 237                   |           unctio.~ ~ Tu septiformis munere,~ ~ digitus
23299 III1915   IV-1407(51)               |       Mount of the Holy Sepulchre, realizzato dall’
23300   3OrFr  II2- 242                   |    tuo.~ ~ Deinde stans sequentem recitet orationem:~ ~
23301   3OrFr  II2- 242                   |     altare ¶ genuflexus sequentibus verbis Dei opem imploret
23302   I1891   35,   VI - 381(28)        |                   Nella sequenza delle lettere che
23303   1PaAn    I- 352                   | che son del mondo. "Non sequeris turbam ad ¶ faciendum
23304   I1883   29,   VI -  81            |        fu una delle più serafiche nella religione e
23305   I1912    5,    2,   VI - 668      |  si sarebbe creduta una serafina davanti alla divina ¶
23306   I1875 Corso,    4,   VI - 848     |           conservava un seraglio di schiavi per tagliarli
23307   3OrFr  II2- 151(76)               | altro degli Historiarum seraphicae ¶ Religionis libri tres (
23308   3OrFr  II2- 116(4)                |   il ¶ titolo di doctor seraphicus (cfr. Lorenzo Di Fonzo,
23309   2Apio  II1- 248                   |  il mondo, il tempio di Serapide, con idolo che occupava
23310   2Apio  II1- 186                   | altra che mi rimane a ¶ Serapione, vescovo di Thmouis81;
23311   I1886   IV-   8                   |    schema di programma, serbando le basi ivi tracciate, ¶
23312   CLAPe  II2- 519                   |  impongono l'obbligo di serbarlo anche coi più prossimi ¶
23313   1Apio  II1-   7                   |      e datemi grazia di serbarmifedele alle
23314   TMort    I-1346                   |       che Dio vi porge, serbatene una moneta di tempo ¶ in
23315   1Apio  II1-  12                   |   perpetue che son come serbatoi per dissetare la terra e
23316   MeMus  III- 800                   |         Laura e Cecilia Serbelloni, che in una casa di
23317   TMort    I-1304                   |           Quanta non ne serberebbe un'animabenedetta del
23318   1Cagr  II2- 398                   |     e semplici e rozzi, serberemmosilenzio, ma la causa
23319   2Apio  II1- 442                   |           signore della Serbia e ¶ della Dalmazia,
23320   3PaMa    I- 133                   |     sì nobile onore?... Serbiamo ¶ sempre in mansuetudine
23321   1PaAn    I- 194                   |        la ¶ compassione serbiamola per noi. Siamo noi quei
23322   2Apio  II1- 485                   | che languono, il denaro serbiamolo per ¶ le chiese spoglie,
23323 III1899   IV-1033                   |     i riti sacri; ~ ~c) serbino silenzio nella sagrestia
23324   3Apio  II1- 672                   |      re di Francia, suo sergente!" Intanto ¶ si accingeva
23325   SAFam  III-  11                   |  sotto pena di morte. I sergents de ¶ ville, le guardie
23326   2Apio  II1- 325                   |        pur la chiesa di Sergiopoli”. Il barbaro vi accorse
23327   I1889   IV-  25                   |     dare i pensieri più seri della mente ¶ per l'
23328  I1891b    2,    1,   VI - 402      |  col lavoro d’industria serica, colle fatiche della
23329   I1913   12,   VI - 747            |   l’apertura dei lavori serici. Santa Messa e
23330 III1897 III1897,    IV- 889         |  e proprio stabilimento serico (incannatoio) ¶ mosso da
23331   I1889    1,   VI - 267            |     selvicoltura, della sericoltura, della ¶ veterinaria,
23332   1PaAn    I- 194                   |          ancora nei più serii momenti, nei quali si
23333   3Apio  II1- 940(707)              |              Originale: Serkis; cfr. Rohrbacher XV, p.
23334   MFerv    I-1151                   |      di ¶ Gesù. In ogni sermoncino si svolgerà una massima
23335   I1912   28,   VI - 991            |   auditus, non effundas sermonem 35 ». 4. Don Bosco mi
23336  II1911   IV- 588                   |   PROVVIDENZA~ ~ALL'ORA SEROTINA DEL GIOVEDÌ~ ~ED ALL'ORA
23337   I1910    2,    1,   VI - 515      | vuol dire il crepuscolo serotino — Io vado a prendere la
23338   4Croc  II2- 468                   |    s'apprese a Napoli e serpeggiando per le campagne di Roma
23339   2PaMa    I-  78                   | vide che giù per ¶ Roma serpeggiava il calice di una
23340   I1875 Corso,    5,   VI - 856     |         dall’aspide. Il serpentaccio con due occhioni guarda
23341   SAFam  III-  41                   |       lacerano con vena serpentina il tuo nome, non è ¶
23342   9Ferv  II2- 342                   |      della gente che, ¶ serrandosegli intorno, sussurravano: "
23343   Gpont  II1-1083                   |  avvedevano parimenti e serrandosi intorno al prelato
23344   Mfior    I-1022                   |   di croce, ¶ eppur gli serrano le catene intorno e al
23345   1Friv  III- 830                   |   A Lacco Ameno 1761. A Serra<ra> Fontana 1972. A Forio ¶
23346  I1891b    4      ,   VI - 431      | varrà ». Fratelli, mano serrata sulla porta... « Che
23347   2PaAn    I- 480                   |  con loro e li ¶ scorse serrati dal sonno. Venne una
23348   3PaAn    I- 782                   |  porta, le labbra, e le serrature, i denti, per impedire
23349   2PaMa    I-  67                   |   Ah, se lo vedessi", e serrava ¶ il pugno in segno di
23350   2Apio  II1- 506                   |               Il popolo serravagli596 intorno e con lui
23351   2Apio  II1- 506(596)              |              Originale: serravangli
23352   Gpont  II1-1058                   | di ¶ eccidio la caserma Serristori.~ ~ In ¶ Francia
23353   1Apio  II1- 103(162)              |              Originale: SerseI, ripetuto nel paragrafo;
23354   CLAPe  II2- 505(78)               |              Originale: Serta; cfr. G. B. ¶
23355   CLAPe  II2- 499                   |       Giorgio, gesuita; Sertoli Giovanni da Sondrio;
23356   I1887     ,   VI - 174            |   serva ordinem et ordo servabit te... Tanto buona
23357   2PaAn    I- 499                   |    i ¶ piedi più di una servaccia ignobile, la passione
23358   2Apio  II1- 425                   |  Levigildo, Rogelo441 e Servadio, sant'Anastasio, santa ¶
23359   I1912   14      ,   VI - 692(48)  |    mediis opportunis ad servandam castitatem atque in ¶
23360   3OrFr  II2- 242                   |            III.~ ~Ritus servandus in danda pontificia
23361   I1886   IV-   8(3)                |     dell'Istituto delle Server povere con ¶ l'acquisto
23362   CfrMo  II2- 276                   |      Giovanni e Giacomo Servetti, padre e figlio, che
23363   2PaAn    I- 570                   |  Il nostro padre è Dio. Serviamogli con amore di figli
23364   2Apio  II1- 346                   |  slavi, dei croati, dei serviani, ma ancor non bastava.~ ~
23365   Svegl  III- 709                   |     in modo speciale lo serviate. Vi ha chiamate Iddio
23366   3OrFr  II2- 212                   |         loro umilissimo servidore, li saluta e bacia loro
23367   Asant  III- 236                   |       in piano anche il serviente volgendo il capo verso ¶
23368 III1910   IV-1300                   |   genere di occupazione servile come di occupazione ¶
23369   I1912   43,   VI -1002            |   stare in guardia: non servilismi, non legarmi, eccetera.
23370   IlMon  III- 992                   |  dato, dateci grazia di servircene in bene". Nei giorni ¶
23371   4Croc  II2- 451                   |       a ¶ tanta gente e servirla di pane, vino e biada e
23372   FIPop  II2-  84                   |    patria, ma io vorrei servirle più con la penna o ¶ con
23373   Vmeco  III- 365                   |   ancora avrebbe potuto servirli. Per soccorrere a ¶
23374   I1913   12,   VI - 745            |  fermo nel sostenere: « Servirò la parrocchia ma come
23375   MFerv    I-1242                   |   fratello è disposto a servirti con tutte le forze del
23376   3Apio  II1- 854                   |    tosto ti ridurrà a ¶ servirtù"549.~ ~ ~ ~ 4. I
23377  II1913   IV- 846                   | voi potete avvicinare e servirvene ¶ come di altrettante
23378   1Cagr  II2- 388                   |   t'ho dissodata perché servissi di mezzo ad ¶ educare le
23379  II1911   IV- 602                   |  adorate. E in adorare, servitevi delle giaculatorie che
23380   I1910   16      ,   VI - 571(32)  |            an humiliora servitia domi respuerit, vel
23381   3PaAn    I- 676                   |           E noi, poveri servitorelli, ¶ possiamo come gli
23382   1PaAn    I- 335                   |         a Dio ¶ come il servitorello che spontaneo si
23383   2Apio  II1- 239                   |  sanMartino in casa, servivalo colle sue mani e
23384   1Apio  II1-  38                   |  vestivansi con pompa e servivansi con altorispetto.
23385   2Apio  II1- 325                   |          di onore e poi servivasene per trucidare le persone
23386   I1883   14,   VI -  37            |      che ancor non mi ¶ servivi, sempre ho esaudito le
23387   I1910   16      ,   VI - 572      |      affabile, cortese, servizievole. CXXXI. So che la Serva
23388   I1875 Corso,    2,   VI - 833     |      tenerezza di amore servolla il Signore per te. Iddio
23389   3OrFr  II2- 243                   |  malo.~ ~ V/ Salvos fac servos tuos.~ ~ R/ Deus meus,
23390   3OrFr  II2- 237                   |           Deus ¶ qui ut servum redimeres, Filium tuum
23391   1Apio  II1-   6(5)                |         considerée dans ses rapports avec l’ordre
23392   I1912   13      ,   VI - 691      |  Ardennoadoperare il sesino (due centesimi) per la
23393   PAS86  III-1026                   | Galperti / povera serva sessagenaria / generosa di cuore /
23394   2Apio  II1- 137                   |  Ai 29 giugno dell'anno sessagesimo <sesto>16 dell'era
23395  I1891b           ,   VI - 388      |   ventisei pagine delle sessantaquattro totali, successivamente ¶
23396   CLAPe  II2- 519                   | contro la Chiesa da una sessantina ¶ d'anni (or più che
23397   2Apio  II1- 170                   |   raccolse 100 <mila>59 sesterzi, che sono in moneta ¶
23398   I1889    9,   VI - 298            | riempiono fino a cinque sesti. E quando accada di
23399   2Apio  II1- 505                   |   con ¶ una spazzola di setole?... E nella sera dei
23400   I1893   IV-  72                   |        maggiormente nei settagli organizzativi.~ ~Il
23401   I1886   IV-  12                   |    somma almeno di lire settantacinque, e queste ¶
23402   2Apio  II1- 403(405)              |       di vita [...] nel settantesimo secondoanno di sua
23403   I1913   28,   VI - 811            |    locali varii per una settantina di poveri vecchi uomini
23404   Gpont  II1-1045                   |   parlava e scriveva in settantotto lingue coi loro dialetti
23405   3Apio  II1- 901                   |           Pio vii aveva settantun anno, si mostrò desioso
23406   Mfior    I- 973                   |   errori dei molteplici settarii che infestavano la
23407   3Apio  II1- 831                   | precisamente uguali. Il settario Guglielmo Penn da
23408   2Apio  II1- 203                   |   e ¶ con la musica. Al settentrion di Mesopotamia medesima,
23409   3OrFr  II2- 154                   |       la vedova Giacoma Settesoli. ¶ Questa, per seguir
23410   2Apio  II1- 401                   |   certi cristiani della Settimania, che dicevano: “Che
23411   I1893   IV-  72                   |     assistenziali ¶ nel settore maschile, esso si
23412   2Apio  II1- 337(296)              | fatta nella Vita di san Severeo, abate ¶ d'Agda
23413   CLAPe  II2- 501                   |         di Santa ./. Severina52; Ottavio Paravicini,
23414   3Apio  II1- 739                   |               pure pene severissime contro ai falsi
23415   Gpont  II1-1029(167)              |       Originale: Fu pur Sevier; cfr. Rohrbacher XIV, p.
23416   2Apio  II1- 408                   |         la giustizia in sevizie, il coraggio in temerità
23417   I1912   19,   VI - 981            |     spirito (e nulla de sexto22 , non per altro.
23418 III1899   IV-1012                   |       in materia contra sextum e ¶ sia anche più cauto
23419   9Ferv  II2- 348                   |      ac devoti foeminei sexus precibus se ¶
23420   Nscuo  III- 610                   |  simili.~ ~ 2. In altra sezion di biblioteca ripone i
23421  I1891b    4      ,   VI - 428(83)  | in montagna sgrossava e sezionava i tronchi d’albero per
23422   3Apio  II1- 701                   |  pietà, ma una turba di sfac<c>endati e di facinorosi vi ¶ s'
23423   3Apio  II1- 829                   |       come una figliasfacciata osava giudicare la
23424   3PaAn    I- 775                   |   compare ¶ in tutta la sfacciataggine sua e manifestamente
23425   IlFon  III- 912                   |    3. ¶ E poi un pane a sfamarci, un cencio a ricoprirci
23426   1Cagr  II2- 413                   |              un pane da sfamarsene, ei si professa
23427   AMFel  III- 205                   |  mi avete e ricoperto e sfamato nel corpo, che mi avete
23428   2Apio  II1- 352                   |       alle ¶ vestimenta sfarzose, alle bellezze vane.~ ~
23429 III1899   IV-1024                   |   uso della casa. Canti sfarzosi e che richiedono ¶ molto
23430   2Apio  II1- 490                   |    senza te il regno si sfascerebbe”. Obbedì Enrico.~ ~ I
23431   1Friv  III- 853                   |      non si udirono gli sfasciamenti delle case, ¶ giacché
23432   IlFon  III- 945                   |    un Luigi Gonzaga che sfasciandosi in duolorallegra il
23433   CLAPe  II2- 569                   |   entro quella voglio ¶ sfasciare le passioni dell'uomo
23434   1Apio  II1-  51                   | Le mura con ciò solo si sfasciarono e gli ebrei vi
23435   IlMon  III- 989                   |          l'abitazionesfasciata a<i> piè di monte, ¶
23436   I1875 Corso,    7,   VI - 869     |  destra paterna, cadeva sfasciato nelle braccia del
23437   1Friv  III- 824                   |  mucchio ¶ dei morti si sfasciavano le membra in mano agli
23438   CLAPe  II2- 536                   |      il quale già tutto sfasciavasi in putridume di piaghe
23439   I1883   42,   VI - 113            |   che non tutto cada in sfascio. Convien essere come i
23440   SILou    I-1067                   |   come d'un ¶ subito ha sfatato i miracoli
23441   I1913   14,   VI - 764            |           s’incontrò lo sfavore e le minacce della
23442 III1899   IV-1031                   |   innanzi dei preventivisfavorevoli e difficili a dissiparsi
23443   1Apio  II1- 107                   |  maestosi apparsi testé sferzavanlo ai fianchi. Eliodoro
23444   SchMi  III- 792                   |    Due maestosi giovani sferzavano il cavallo. ¶ Eliodoro
23445  II1911   IV- 630                   |     non è raro che si ¶ sfianchino anche le costituzioni
23446   Svegl  III- 622                   |       necessario che vi sfiatiate in tenere lungo discorso
23447   1Cagr  II2- 386                   |    sul Monte Cassino e, sfidate ¶ ivi le battaglie del
23448   3Apio  II1- 857                   |   santa Comunione, indi sfidavano il ¶ combattimento. In
23449   I1883    5,   VI -  16            |     una istituzione che sfiderà l’imperversare delle
23450   2Apio  II1- 415                   |   nostri consigli, o ti sfidiamo in aperto combattimento”.
23451   3Apio  II1- 679                   |   con eguale severità e sfidollo a duello nelle terre di
23452   2Apio  II1- 516                   |           dal presente, sfiduciato dalle speranze troppo
23453   4Croc  II2- 474                   | che ¶ ora è quasi tutta sfigurata e coperta di cenci sarà
23454   Vmeco  III- 313                   |    importa che la morte sfiguri il corpo, che lo
23455   SILou    I-1049                   |   di maggiori solennità sfilano come soldati intrepidi: ¶
23456   1Friv  III- 825                   |      cadaveri giacevano sfilati nel cortile, in mezzo
23457   I1887     ,   VI - 178            |        a ¶ debolezze, a sfinimenti, a 109 con­su­ma-~zione.
23458   I1913   12,   VI - 755            |        Bosatta si sentì sfiorare il velo da uno scaglione
23459   I1883   39,   VI - 107            |      maggiori appena mi sfiorino la tonaca... Sono come
23460  I1891b           ,   VI - 385      |       vi risul­ta molto sfocata su uno sfondo di
23461   3Apio  II1- 814                   |       invero comodo". E sfoderando la spada della divina ¶
23462   3Apio  II1- 708                   | celebrare trenta Messe, sfoderò la spada, segnò a tre
23463   Mfior    I- 956                   |      e della terra!". E sfogando ¶ i suoi affetti così,
23464   AnPar  III- 548                   |     e del purgatorio, e sfogandoti ¶ in affetto accesissimo
23465   SAFam  III-   9                   |           Però a fin di sfogarla discesero in Italia per
23466   I1875 Corso,    1,   VI - 824     |   verrebbe lo zelo di ¶ sfogarmi contro i tempi! Ma
23467   3Apio  II1- 869                   |            di Franciasfogarono per ultimo la rabbia
23468   VpeIl  II2-  10                   |    benedetta? Se volete sfogarvi, fatelo addosso a me che
23469   1PaAn    I- 228                   |   di carnefici perché ¶ sfogassero tutto il loro furore
23470   3Apio  II1- 548                   |     ma a condizione che sfogata la vostra ¶ divozione ve
23471   VpeIl  II2-  19                   |    o divoti pellegrini, sfogate appieno il cuor vostro.~ ~
23472   2Apio  II1- 428                   |  spassi costosi, ¶ agli sfoggi superbi, facendosi belli
23473   1PaAn    I- 304                   | perché non può. L'avaro sfoggia per ¶ tiranneggiare.~ ~
23474   1Cagr  II2- 424                   |     poi che i potentisfoggino, ma a costo delle
23475   I1875 Corso,    8,   VI - 880     |   estremo, ma allora si sfogherà tutto in terrore di
23476   I1912   29,   VI - 992            |   giorno di Pasqua e mi sfogherò allora
23477   Svegl  III- 667                   |   di mal occhio che voi sfoghiate i capricci ¶ vostri,
23478   IlMon  III-1007                   | l'impeto del ¶ torrente sfonda la porta e dentro vi
23479   ITSac    I- 849                   |     essere stati ricchi sfondolati, a guisa di pianta che
23480   AnPar  III- 581                   | felicità che il riccosfondolato nell'abbondanza e
23481   2Apio  II1- 444                   |      e le superiori, si sformano il viso e appariscono in
23482   I1893   17,    IV- 101            |        e non fors'anche sformate di configurazione, sono
23483   1PgDo  II2- 366                   |    Ed Enrico viii erasformato sì in grossezza a motivo
23484   2Apio  II1- 375                   | si> tagliò il naso e si sformò nel viso. ¶ Quaranta
23485   MeMus  III- 801                   |  et ¶ Francisco secundo Sfortiae illatam navali praelio
23486   3PaAn    I- 731                   |  mestizia in volto alla sfortunata e dicevasi: "Quella è
23487   2Apio  II1- 327                   |    navi di frumento che sfortunatamente caddero in ¶ mano ai
23488   Mfior    I- 947                   |      ad imitarle. Ma le sfortunate vennero con il ¶ capo
23489   1PaAn    I- 295                   |      e lungo le siepi e sforzagli a venire, affinché si
23490   3PaAn    I- 718                   |      e lungo le siepi e sforzali a venire, affinché si
23491   I1883    4,   VI -  14            |     che vedeva in esse, sforzandomi d’aiutarle e non por mai
23492   MFerv    I-1170                   |        re dell'Etruria. Sforzandosigiunse a presenza del
23493   Mfior    I- 986                   |   pregando il Signore e sforzandoti, tu potrai di leggieri
23494   I1889    2,   VI - 275            | cuori ¶ più fragili che sforzansi a dare qualche atto di
23495   1PgDo  II2- 358                   |   del basilisco. Non ti sforzare a far bene veruno,
23496   I1907    7,   VI - 455            |     di Dina non bisogna sforzarla: ella inclina
23497   1PaMa    I-   7                   |      che ¶ appunto devi sforzarti per acquistare quest'
23498  II1911   IV- 470                   |         voi dovete pure sforzarvi a dire: «Vada tutto, ma
23499   3Apio  II1- 914                   |           si tacque, ma sforzato da' suoi parlò indi a 15
23500   Vmeco  III- 423                   | di cristiana sacrilega. Sforzavali <ad> uscir di Chiesa. Li
23501   3Apio  II1- 543                   |   a ¶ Spira, a Treveri. Sforzavanli altresì a ricevere il
23502   9Ferv  II2- 324                   |       E tutti a gara si sforzavano di ¶ approssimarsi ai
23503  II1902   IV- 329                   | nell'amore di Dio.~ ~Si sforzeranno di seguire Gesù Cristo
23504   MeMus  III- 796                   |  1532 da ¶ grigionesi e sforzeschi, abbandonò il castello
23505   1Friv  III- 859                   |    a mucchi di cadaveri sfracellati dalle rovine, ¶ in mezzo
23506   3PaAn    I- 665                   |  contro ai figli e ¶ li sfracellò. Sentissi a questo punto
23507   I1875 Corso,    1,   VI - 825     |   lo ha sino all’ultimo sfregiato? Onde per la grazia e
23508   2Apio  II1- 417                   |       calarono con orde sfrenate sulla Germania e
23509   2PaAn    I- 597                   |  non osano parlare così sfrontatamente, ma vengono a ¶ dire lo
23510  II1913   IV- 778                   |           Siete qui per sfruttarci.~ ~Questo ¶ non è
23511   ITSac    I- 844(24)               |         Nell'originale: sfrutti
23512   2PaAn    I- 511                   |         Cattivi sempre, sfuggiamo da praticare quelle
23513   I1887     ,   VI - 141            |        Sei mia e non mi sfuggirai più... Sei mia e nol
23514   50Rmi  III-1091                   |   quando i godimenti ti sfuggiranno ¶ dalle mani, ti
23515   Vmeco  III- 298                   |   Che non ¶ faresti per sfuggirgli?... Fallo ora e tosto
23516   I1912    7      ,   VI - 674      |  sentiva portata come a sfuggirle non solo, ma preferiva
23517   SAFam  III-  86                   |      è cosa facile lo ¶ sfuggirne. Onde, il mio caro
23518   3PaAn    I- 773                   |  demoni, dai quali sono sfuggiti per mettersi sotto alla
23519   1PaAn    I- 309                   |         per uno sguardo sfuggitogli, si ¶ legò al collo un
23520   I1910   17      ,   VI - 572      |    inginocchiata su uno sgabellinobarcollante da lei
23521   1Friv  III- 839                   |  atti violenti e parole sgarbate, della moltiplicità
23522   TMort    I-1292                   | gli ¶ usi anche qualche sgarbatezza, ovvero che gli irroghi
23523 III1899   IV-1047                   |  si perde con un tratto sgarbato.~ ~q) Si faccia loro
23524   1PgDo  II2- 360                   |       poscia agli amici sghignazzava dicendo: "Non è in nome
23525   3PaAn    I- 739                   | scottature ne facessero sgocciolar il ¶ grasso. Intanto si
23526   1Apio  II1-  52                   |  al popol suo: "Tu devi sgomberare il suolo della terra di
23527   2PaAn    I- 537                   |  che, ¶ compiuto quello sgombramento, subito le turbe gli
23528   1Apio  II1-  25                   |         dagli inglesi a sgombrare dalla natia sua terra, ¶
23529   3Apio  II1- 722                   |      Mi manda il cielo; sgombrate la ¶ città o sopra di
23530   Vmeco  III- 274                   | è il più caro conforto. Sgombriamo ogni sensomelanconico
23531   1PaMa    I-  36                   |    te, che è un affetto sgombro da imperfezioni, è un
23532   I1875 Corso,   15,   VI - 931     |  piano nella valle ¶ si sgomentano a salire il monte e fa
23533   ITSac    I- 892                   |  da questi.~ ~ 3. Né ti sgomenta<re> se a far ¶ il male vedi
23534  I1889b   45,   VI - 356            |   con energia. 6. E non sgomentarsi alle difficoltà. 7.
23535   Gpont  II1-1089                   |     apparve in conclave sgomentato e pallido.~ ~ Pochi
23536   2Apio  II1- 361                   |   frontiere di ¶ Arabia sgominando gli eserciti musulmani.~ ~
23537   3Apio  II1- 671                   |    sarebbe stato facile sgominarlo. Allora l'imperator
23538   I1913   13,   VI - 759            | Guanella coi suoi senza sgominarsi guariproseguirono il
23539   Gpont  II1-1006                   |    ruggiti di terroresgominò quelle belve del deserto
23540   Nscuo  III- 609                   |          ovvero ¶ dallo sgorbio di pensiero.~ ~ 7.
23541   I1912    3,    1,   VI - 653      |  tagliuzzava le pustole sgorgandole copioso sangue, ella più
23542   1Cagr  II2- 385                   |       il crine e faceva sgorgar lagrime e ¶ giugnendo le
23543   3PaAn    I- 625                   |    che continuarono <a> sgorgargli dagli ¶ occhi per tutta
23544 III1915   IV-1397                   |    Le nostre Opere sono sgorgate dal Cuore augustissimo
23545   2Apio  II1- 214                   |   manata del sangue che sgorgavagli dal cuore.~ ~ I pagani
23546   I1875 Corso,    4,   VI - 850     |      e che dalle pareti sgorghino pure saette ¶ di fuoco e
23547   2Apio  II1- 448                   |   La Francia invero era sgovernata ¶ e scissa in piccoli
23548   2Apio  II1- 500                   |    fascia bianca.~ ~ Lo sgoverno era proprio appo ¶ molti
23549   2Apio  II1- 344                   |     il sangue cristiano sgozzarono, dicesi, novanta ¶ mila
23550   Gpont  II1- 968                   |    imperatori vi furono sgozzati dal livido dell'invidia,
23551   IlMon  III- 992                   | meschinello in venire ¶ sgozzato faceva piangere i
23552   1PaAn    I- 228                   | le vittime adunate. Gli sgozzatorientrarono allora nelle
23553   TMort    I-1311                   |            Conservatevi sgravati dal peso di peccati,
23554   3Apio  II1- 658                   |      felice, io me ne ¶ sgraverei la coscienza". Luigi
23555 III1910   IV-1235                   | è conveniente che se ne sgravino in tutto o in parte al ¶
23556   2Apio  II1- 378                   |            ma poi se ne sgravò. Adunati i principali
23557   2PaAn    I- 549                   |     Pianse sopra quella sgraziata città e intanto diceva: "
23558   Vmeco  III- 358                   |    tali padroni non gli sgridano punto e per ciò si fanno
23559   2PaAn    I- 417                   |    Vengono confessori a sgridarli, predicatori a intimare,
23560   I1910   13      ,   VI - 565      | scansare ai fratelli le sgridate del padre ». CXIII. So
23561  I1891b    4      ,   VI - 428(83)  | operaio che in montagna sgrossava e sezionava i tronchi d’
23562   3Apio  II1- 525                   |      sorge, il prefetto sguaina la spada, ma Gregorio ¶
23563   2Apio  II1- 206                   |      può?” L'imperatore sguainò la spada e ¶ minacciò <
23564   SILou    I-1068                   |    cogli abiti per metà sgualciti. ¶ Solo lo scritto era
23565   3Apio  II1- 600                   | iniquo, tua madre una ¶ sgualdrina e tu un imbecille". Dopo
23566   2Apio  II1- 405                   |   sbirraglia di soldati sguerniti e li incontrò. D'un
23567   3Apio  II1- 798                   |              come belve sguinzagliate. Si tagliavano a pezzi
23568   I1883   36,   VI -  99            |      mai cose in cui si sgusciafacilmente, senza
23569   Gpont  II1-1017(117)              |              Originale: Shiavonia; cfr. Rohrbacher XI, p.
23570   50Rmi  III-1088                   |     ci ¶ pare che tutto siaci ritornato più giocondo,
23571   FIPop  II2-  96(43)               |              Originale: Siam-nin-hien
23572   1PaAn    I- 290                   |     Maria santissima. ¶ Siamole divoti e ci darà ben
23573 III1910   IV-1242                   |   o che, come ¶ meglio, sian assistiti nelle case
23574   FIPop  II2-  96                   | nuove cristianità del ¶ Siang-ni-scien43 il neofita Giovanni
23575   SAFam  III-  88                   |   fanno, che in America sianvi pericoli assai per ¶ l'
23576   I1910   12      ,   VI - 563      |        per ¶ un momento siasene pentita. CVII. So che la
23577   Vmeco  III- 344                   |    della Vergine, tutti siatele divoti, perché chi ha
23578   SAFam  III-  80                   | temono il Signore81, ma sibben molte volte a quelli che
23579   2Apio  II1- 209(117)              |              Originale: Siberio; cfr. Rohrbacher ¶ III,
23580   I1875 Corso,    9,   VI - 885     |    s’avvolge, crepita e sibila per la forza con cui
23581   I1875 Corso,    2,   VI - 835     |  s’addensa e i serpenti sibilano. Ma nessun di voi sia
23582   3Apio  II1- 642                   |      figura di serpente sibilante, ma l'intrepida eroina
23583   3OrFr  II2- 197(190)              |              Originale: sibillando
23584   2Apio  II1- 214                   |       consultò tutte le sibille. Ne ebbe in risposta
23585   2Apio  II1- 122                   |    Presso al pozzo di ¶ Sicar6 lesse in cuore alla
23586   2Apio  II1- 294                   |  bue.~ ~ A Lara229 ed a Sicca due ¶ conti ariani li
23587   Gpont  II1-1054                   | traditore al fianco.~ ~ Siccardi, piemontese, in abolire
23588   1Apio  II1-  59                   | diedero poi la città di Siceleg perché vi abitasse in
23589   2Apio  II1- 340                   |             San Teodoro Siceota, stando ¶ nell'osteria
23590   Svegl  III- 714                   |  nella colpamortale. Siché voi cadrete nello stato
23591   1Apio  II1-  35(51)               |         la strage dei ¶ sichimiti
23592   I1910    0,   16,   VI - 607      |          del seminario: Sichirollo, Dossi, Vallin, ¶
23593   CLAPe  II2- 491                   |      da Milano, Camillo Siciliano, Francesco ¶ Niger,
23594   3Apio  II1- 935                   |         Il re delle Due Sicilie, come un figlio che
23595 1/2BPEL  III-1176                   |  primogenito con cinque sicli. Ave.~ ~ L'offre all'
23596   ITSac    I- 836                   |     conduce per una via sicurissima, perché è nel cammino
23597   1Friv  III- 857                   |  lo contrappone di modo sicurissimo, ¶ che mostra la
23598   I1891   29,   VI - 379            |      Gli scrissi ieri a Sidney (Australia) nel convento
23599   1Apio  II1-  85(114)              | tre uomini giudei [...] Sidrac, Misac e Abdenago, i
23600   SILou    I-1107                   |           Il Débats, il Siècle, la Presse, l'
23601 III1910   IV-1288                   |     è troppo giusto che sieda in tribunale nella sua ¶
23602   3OrFr  II2- 232                   |        i quali però non siederanno in ¶ consiglio
23603   50Rmi  III-1128                   |            voi vincendo s<i>ederete con me nel mio regno ¶
23604   3OrFr  II2- 221                   |  Francesco nel modo che siegue rinnoviamo e ¶
23605   3Apio  II1- 925(695)              |              Originale: Siemanko; cfr. Rohrbacher XV, p.
23606   3Apio  II1- 925                   |    mai la ¶ soglia".~ ~ Siemaszko695 a tai dettigetta
23607  II1911   IV- 662                   |    qualche bronco ossia siepespinosa, spanderà il
23608   ASGot  II2-  42(17)               |   dal molto Rev[erendo] Sig[nor] Pietroantonio
23609   2Apio  II1- 361                   |       di Rodi.~ ~ 7. In Siganfou, allora capitale ¶ della
23610   2Apio  II1- 342(311)              |              Originale: Sigesberto; cfr. Rohrbacher V, p.
23611   CLAPe  II2- 584                   | addì 27 maggio 1641 ¶ e sigillata".~ ~ Buoni fratelli di
23612   2Apio  II1- 147                   |   di turiboli, di libri sigillati. La santa Chiesa ci ¶
23613   3Apio  II1- 728                   |   in pace. L'arciducaSigismondo alla sua volta mandò
23614  II1911   IV- 550                   |     del santo sono alti significati, che è bene ./. siano
23615   I1875            ,   VI - 820     |    ben note e care, che significativamente precedono gli accenni
23616   1Cagr  II2- 393                   |   diventerò, secondo la significazione del nome di ministero
23617   3PaAn    I- 690                   |  3. Intanto dirovvi che significhi ¶ il dire d'esser fedeli
23618   3OrFr  II2- 214                   |      ciò che Cristo gli significò dandogli le stimmate,
23619   I1910   17      ,   VI - 576(37)  | incolae externis quoque signis particularem ¶
23620   I1889   IV-  31                   |       per la gloria del Signoree per la santificazione
23621   SAFam  III-  39                   |       luridotiranno, signoreggi il vizio nefando? Figli
23622   1Cagr  II2- 385                   | venuta in occidente e ¶ signoreggia oggidì fra noi! A' suoi
23623   1Apio  II1-  84                   |       ai gentili che li signoreggiano. Il popolo, che or viene
23624   2PaMa    I-  63                   |  sue passioni e le ha ¶ signoreggiate. Ha fra di noi chi abbia
23625   3PaAn    I- 780                   |     i monarchi che vi ¶ signoreggiavano? Non si trova più il
23626   I1907   22,   VI - 505(230)       |          Sr. CaterinaSignorelli - Sr. Anna Cornalba - Sr
23627   SAFam  III-  79                   |     città per ¶ vivervi signorilmente ./. parvero impinguare
23628   1PaAn    I- 259                   |    e gli ¶ mostra  il signorotto colpito dalla peste e
23629   3OrFr  II2- 238                   |        lumen Christi in signum ¶ immortalitatis tuae,
23630   3Apio  II1- 849                   |      L'abate lorenese ¶ Sigorgne540 scrisse Parallelo
23631   MeMus  III- 819                   |      villa del Merlo. ¶ Siici tu, Löga, cortese di un
23632   2PaMa    I-  87                   | di questo giorno.~ ~ Il Siiono gli uomini <in> questi
23633   2Apio  II1- 477(533)              |              Originale: Silero; cfr. Rohrbacher VII, p.
23634  II1913   IV- 773                   |     e proseguono alla ¶ sillabazione e poi alla lettura
23635   Nscuo  III- 601                   |       si ¶ dice sistema sillabico, utile in molte sue
23636   1Apio  II1-  97                   |     quale si fonda il ¶ sillogismo, da Aristotile  ./. 
23637   I1910   20      ,   VI - 582      |  suddetto. Il sacerdote Silva Luigi di Milano depone
23638   3Apio  II1- 867                   | estrema ferocia.~ ~ ~ ~ Silvano Bailly, antico podestà
23639   2Apio  II1- 331                   | dei genitori Gordiano e Silvia, che si resero santi, ed
23640   I1889     ,   VI - 265            |      selvatici utili, ¶ silvicoltura, economia, orto,
23641   2Apio  II1- 464                   |   incontrò nel piano di Simanca501 e ne uccise ottanta
23642   I1912    2      ,   VI - 645(4)   |      lucem aspexit et ¶ similiter quo anno, mense et die,
23643  II1913   IV- 770                   |         sa applicare il similoro ad un ordine di ¶
23644   I1889    8,   VI - 294            |   reale e la gran città simmetrica, regolare. Il palazzo è
23645   2Apio  II1- 131                   |    strette, le case non simmetricheappieno. Nerone fecevi
23646   4Croc  II2- 473                   |         i delitti delle simonie, il pareggiovile
23647  II1899   IV- 321                   | peste.~ ~ Le ¶ passioni simpatiche e antipatiche sono pure
23648   I1889   IV-  34                   |     antipatie od ¶ alle simpatie, che sono una perdita
23649   2Apio  II1- 296                   |    scrisse al pontefice Simplicio che in Antiochia ¶ un'
23650   3OrFr  II2- 184                   |      la mia e la vostra simplicità non vi ¶ sgomenti,
23651   MSMed  III-  98                   | con il titolo Méthode ¶ simplifiée de méditation (Proposée
23652   Mfior    I- 932                   |  le compagne intorno al simulacro della Vergine e ripeteva
23653   1Apio  II1-  47(59)               |              Originale: Sina; cfr. Rohrbacher ¶ I, p.
sinché
23655   2Apio  II1- 388                   |            Un GiorgioSincleto387, mandato dal
23656   I1913   18,   VI - 798            |     come si disse, ¶ da sincope che in brevi giorni lo
23657   MeMus  III- 818                   | spiegate. Il Pitosporum sinense, con le sue foglie
23658   MeMus  III- 817                   |      romana, la Glycine sinensis, il Ficus repens piegano
23659   SNA89  III-1168                   |   è vicino". Mentre san Sinforiano veniva condotto al
23660   SILou    I-1098                   |   tutta rattrap<p>ita e singhiozzante. ¶ Il direttore della
23661   CLAPe  II2- 542                   |      vostre". In diresinghiozzò come un fanciullo ed
23662   Apadr  III- 111                   | Lot, per Tobia graziasingolarissima ricevere la visita di
23663   3OrFr  II2- 216                   |  patrocinio e ¶ di doni singolarissimi rimeritò sempre la
23664  I1891b    2,    1,   VI - 402      |   intentus minor fit ad singula sensus, non sono molto
23665   3OrFr  II2- 245                   |        tantum numero in singularemimmutato
23666   FIPop  II2-  98                   |     non poté frenare il singulto e uscì ¶ in amaro pianto
23667   2Apio  II1- 385                   |  di Fano, di Cesena, di Sinigalia, di Iesi384, di ¶
23668   3Apio  II1- 665                   |  chicchessia, quando il siniscalco Joinville gli disse: "Un
23669   2Apio  II1- 407                   |      Michele vescovo di Sinnada, Eutimio metropolita di ¶
23670   2Apio  II1- 261                   |    ne recava le lettere sinodali a Roma al santo ¶
23671   PAS86  III-1055                   |    di gesuita, come per sinonimo d'ogni ribalderia e per ¶
23672   Nscuo  III- 597                   |  una tavola che si dice sinottica. Serve allo scolaro ¶
23673   Nscuo  III- 606                   |  meglio, delle ¶ tavole sinottiche ovvero dei sunti, come a
23674   I1875            ,   VI - 820     |           ortografica e sintattica. Il divario tra i
23675   Gpont  II1- 948                   |        contemporanea, è sinteticamente ripercorsa con l'intento
23676   I1889     ,   VI - 265            |  i capitoli vii e viii, sintetici e frammentari, il
23677   I1875            ,   VI - 819     |      per ­suddividere e sintetizzare il testo di alcune
23678   I1893 p>                          | nota 1). Vi si trovano, sintetizzati, lo scopo ¶ della
23679   I1883   17,   VI -  44(162)       |   raccontare l’episodio sintetizzato dall’A.: « Imaginarono
23680   I1875            ,   VI - 819     |     alle pp. 11-33 l’A. sintetizzò le sedici meditazioni in
23681   SILou    I-1077                   |   non trovo più alcun ¶ sintomo di malattia, in fede di
23682   IlMon  III- 993                   |     la ¶ quale a mo' di sipario in un palcoscenico d'un
23683   3Apio  II1- 705(295)              |              Originale: Sira; cfr. Rohrbacher X, p.
23684   1PaAn    I- 331                   |     voce modulata della sirena, amfibio di mare, avesse
23685   CLAPe  II2- 499                   |   di Novate, vescovo di Sirmio; Giovanni e Paolo,
23686   3Apio  II1- 822                   |        e ¶ Bollando485, Sirmond e Petavio faticarono
23687   2Apio  II1- 346                   |       Il capitano persa Siroe fu gridato imperatore ed
23688   2Apio  II1- 339                   |        in dono vini e ¶ siroppi. Gregorio alla sua volta
23689   Gpont  II1-1077(280)              |              Originale: Sirr; cfr. BALAN I, p. 952
23690   IlMon  III-1009                   |            Quei della ¶ Sirta si videro ingoiar dalla
23691   1Friv  III- 854                   |    e ¶ ad altri effetti sismici sulle coste d'Africa".
23692   I1912   21,   VI - 983            |   Provvidenza che ci fa sistemare finanziariamente (a ¶
23693  II1911   IV- 512                   |  si trovano in case ben sistemate e nelle ¶ quali, per
23694   I1913   14,   VI - 764(91)        |  A. comincia a scrivere sistematicamente da Como a partire dal 2
23695   I1875            ,   VI - 820     | evidenzia in numerose e sistematiche imprecisioni: equivoci ¶
23696   I1912     ,   VI - 960            |        Tale mancanza di sistematicità, tipica di un lavoro che
23697   AnPar  III- 537                   |    sereno! L'anima tua, sitibonda della divina grazia, ¶
23698   I1887     ,   VI - 170            |   grup­po di figlie che sitibonde corrono alla fonte. Buon
23699   I1912   11      ,   VI - 686(39)  | plures horas ardentem ¶ sitim, ut jejuna Communionem
23700   2Apio  II1- 495                   |     nella solitudine di Sitria570 e vi dimorò per anni
23701   RAS86  III-1078                   |    l'anno santo 1886 si situa un momento rilevante ¶
23702   I1913     ,   VI - 702            |         uscito nel 1913 situandone la ¶ pubblicazione nel «
23703   SILou    I-1044                   |        del testo si può situare tra la fine del 1886 e i
23704   I1889     ,   VI - 265            |        convenientemente situarsi ¶ nel decennio
23705  I1891b    4      ,   VI - 436(101) |   della valle Cavargna, situata tra il lago di Como e il
23706   I1887     ,   VI - 136            |         in molteplicisituazioni legate soprattutto all’
23707   3Apio  II1- 615(132)              |              Originale: Sivonia; cfr. Rohrbacher VIII,
23708   SILou    I-1129                   |     1871. Emilia Skrzyn'ska nata contessa
23709   MeMus  III- 812                   | di ¶ perseveranza, e lo Skimmia, pianta del pesce,
23710   SILou    I-1129                   |     luglio 1871. Emilia Skrzyn'ska nata contessa
23711   I1907    1,   VI - 443            |   uomini ben sovente si slanciano ai lavoritemporanei
23712   SILou    I-1082                   |  come la creatura che è slanciata in alto e non sa dove
23713   AnPar  III- 519                   |       al volto paterno, slanciati ¶ verso le braccia sue e
23714   2Apio  II1- 424                   | l'alfabeto della lingua slava.~ ~ Tefrica435, città ¶
23715   2Apio  II1- 490                   |    in visita alle città slave. Il danno alla ¶
23716   I1889    6,   VI - 289            |  il divin Salvatore che slegato un giumento 129 dal
23717   3Apio  II1- 843                   | arti. Per vendicar la ¶ Slesia, statale rapita da
23718   I1913    4,   VI - 711            |    di rimanere sotto le slitte della diligenza
23719   I1883   32,   VI -  89            |   mani sono ancora come slogate e rotte con dolori
23720   CfrMo  II2- 250                   |         Il corpo è come slogato. La spalla destra
23721   1PaAn    I- 344                   |    mondo. Che ¶ fulgore smagliante! Chi ben scorge si sente
23722   3Apio  II1- 868                   |    questo mostro vada a smaltire nell'inferno tutto il
23723 III1899   IV-1087                   |   servono esse stesse e smaltiscono di preferenza i cibi ¶
23724   3Apio  II1- 537                   |     adulatore". Il resmaniavasi di furore e minacciava
23725   1PgDo  II2- 362                   |          Sette città si smantellarono, furono atterrati mille
23726   3Apio  II1- 755                   |      ma macelli. Furono smantellate sette città. Furono ¶
23727   I1875 Corso,    2,   VI - 835     |    di vista la casa, si smarisce nella ¶ foresta, e 
23728   I1875 Corso,    4,   VI - 847     |       come il pelegrino smarito in una forestaoscura
23729   SILou    I-1069                   |  ci si frapponga noi ci smarriamo? Oh come riconosciamo d'
23730  II1913   IV- 783                   |   è? È che voi non vi ¶ smarriate, se non vi sembra far
23731   3Apio  II1- 554                   |   Antiochia. Stenti e ¶ smarrimenti. Soccorrono genovesi e
23732   2PaAn    I- 504                   |          dobbiamo punto smarrirci di coraggio. ¶ Sallo
23733   I1907   19,   VI - 494            |      meno spirituali si smarrirebbero, ma leggete La notte
23734   CLAPe  II2- 513                   |   e per poco sembravasmarrirsi quando, levato lo
23735   AnPar  III- 476                   |      e che tu ¶ per non smarrirti devi ritornare alla
23736   2PaAn    I- 534                   |   la ¶ mente par che si smarrisca. Il dotto conoscitor
23737  II1911   IV- 522                   | l'ama.~ ~«Alle volte mi smarrisco e mi pare essere perduta
23738   Vmeco  III- 430                   | luogo od a quest'altro, smarrisse il ¶ sentiero. Allora
23739   50Rmi  III-1093                   |       del secolo che vi smarrite in sollecitudini
23740   9Ferv  II2- 320                   |   anime delle pecorelle smarritesi finalmente si
23741   ITSac    I- 892                   |    turba di gente ¶ che smarriva i sensi dietro un idolo
23742   CanSu  II2- 284                   |         o di cena, ella smarrivasi dalle compagne e correva
23743   2Apio  II1- 390                   |       a due palmenti si smascellava ¶ dalle risa.~ ~ ./. 6.
23744   3Apio  II1- 872                   |   pelle di agnello e li smaschera e li confonde.~ ~ ~ ~
23745   3Apio  II1- 582                   |      per farsi credere, smascherando loro artisottili;
23746   1PaAn    I- 386                   |  tenersi ~ ~ ./. da non smascherarli, perché ¶ gli impostori
23747   Gpont  II1- 986                   |    fratellevole, furono smascherati le tante volte dai
23748   2Apio  II1- 121                   |     ribelle allo Stato. Smascheravali allora Gesù con gridar
23749   2Apio  II1- 374                   | beni di molte chiese, ¶ smembra molte diocesi, aggrava
23750   3Apio  II1- 924                   |      ed Austria, che la smembrarono, ¶ ebbero giurato di
23751   SAFam  III-  21                   |     anch'essi di essere smembrati a pezzi. Or quali
23752   3Apio  II1- 843                   |  minacciava <di> essere smembrato. Se ne dolse però ¶
23753   Gpont  II1-1043                   |        Prussia, Austria smembravano la infelice Polonia, in
23754   CanSu  II2- 285                   |  dire che ell'era una ¶ smemorata, atta solo a servir di
23755   I1912    6      ,   VI - 672      |   travagli e stenti mai smentì la sua gioconda serenità
23756   2PaAn    I- 453                   | intanto, ah come spesso smentiamo con l'opera e con l'
23757   2Apio  II1- 216                   |         il tentativo di smentire Gesù Cristo con
23758   CLAPe  II2- 487                   | fede illimitata che mai smentisce, ¶ ei può gareggiare con
23759   Gpont  II1- 958                   |   i popoli belligeranti smettano il dissanguarsi ¶ a
23760   CLAPe  II2- 549                   |          s'addormenta e smette poi qualsiasi attentato.
23761  II1899   IV- 309                   |  coperture; ~ ~f) ¶ non smetterle con facilità al
23762   PAS86  III-1074                   |        se non perché le smettiate. Anzi fatene più di
23763   I1894    0,    IV- 144            |       o ¶ impiantati si smettono.~ ~ Devono gli
23764   2PaMa    I- 106                   |      pure attendono per sminuirla più che per accrescerla.~ ~
23765   I1889    5,   VI - 285            |       a capovolgerla, a sminuzzarla. Poi 106 l’erpice che
23766   2PaAn    I- 610                   |  un masso di macigno li sminuzzasse. Pregheranno i monti che
23767   I1889   10,   VI - 300            |      sottili, composti, sminuzzati, come il ¶ giovanetto
23768   I1889    1,   VI - 271            |    tenerello, tanto gli sminuzziate il terreno di cui dovrà
23769   1Apio  II1-  44                   | Legge contro ai sassi e sminuzzolle e quelle figure infami
23770   1Apio  II1-  50                   |   28, e fichi parimenti smisurati.~ ~ Conchiusero poi: "La
23771 III1899   IV- 981                   |         ma non conviene smodare né ¶ perder tempo in
23772  II1913   IV- 849                   |  che confina ¶ coi modi smodati.~ ~Il ¶ carattere fa le
23773   Svegl  III- 643                   |   che cresce in affetto smodato, e perciò pericoloso,
23774   3PaAn    I- 763                   |      l'apparenza di uno smoderato costume di crapula, di
23775   3Apio  II1- 899                   |       una battaglia a ¶ Smolensko, ma trova che i russi vi
23776  II1911   IV- 658                   | la guardi, una ¶ monaca smonacata è abbandonata, perché
23777   I1875 Corso,    5,   VI - 856     |  così vi guardate dalle smorfie di uno scandaloso. L’
23778   Mfior    I-1036                   |      non erano pochi né smorti desideri. Maria
23779  I1891b    4      ,   VI - 431      |   i sforzi del vomito - smortò, uscirono boccate, e
23780   ITSac    I- 876                   |   della ¶ divina grazia smorza in te la sete cattiva
23781   Mfior    I- 971                   |      fu pericolo che si smorzasse quaggiù, perché ad ¶
23782   3Apio  II1- 666                   | gli abusi di giustizia, smorzò le guerre civili,
23783   I1889    1,   VI - 269            |       un letto di terra smosso e ben ­preparato, e
23784 III1899   IV- 990                   |          e santità, non smozzichi parola o sillaba veruna
23785   ASGot  II2-  28                   |  del pio meditare. Sono smunti ¶ in viso, infiacchiti
23786   1Apio  II1-  11                   |      giammai. Vengono a smuoverla fin negli abissi
23787   Apadr  III- 146                   |     gettati dalle madri snaturate nelle acque ¶ dei fiumi
23788 III1910   IV-1269                   |     di diligenza e di ¶ snellezza nelle facoltà mentali,
23789   3Apio  II1- 568                   | infiacchisce gli animi, snerva i ¶ cuori". Avete
23790   3Apio  II1- 931                   |     un popolo corrotto, snervato, avvilito dalla ¶
23791   1Cagr  II2- 411                   | atterrati allo scopo di snidarvi i ¶ malviventi. Alcuni
23792   50Rmi  III-1100                   |  che passa le ore nello snocciolare suoi rosari, ella fu
23793  I1891b    2,    4,   VI - 408      |   ponevasi a sedere e ¶ snocciolava dei rosari dicendo: «
23794   I1910   20      ,   VI - 583      |       gli impedivano lo snodamento delle ginocchia, come
23795   I1875 Corso,    6,   VI - 862     |    volto impronto, e  snodano discorsi seducentissimi,
23796   3PaAn    I- 624                   |   male o di ferita o di snodatura, ma intanto quel male
23797   4Croc  II2- 445                   | giovine Rocco sorrideva soavissimamente e ¶ rispondeva: "Oh, non
23798   CLAPe  II2- 548                   |      di quelle ¶ labbra soavissime. Intrattenersi con
23799   9Ferv  II2- 342                   |           gli altri con soavissimi discorsi, ¶ traevali a
23800   1Friv  III- 850                   |     nella vita da nuovi sobbalzi, parlano in tutto il
23801   ASGot  II2-  37                   |  voleredivino". E si sobbarcò al gravame delle cure
23802   I1875 Corso,    4,   VI - 849     | città intiere. Talaltra sobbissano i monti, sicché i popoli
23803   3Apio  II1- 703                   |  fedeli d'Europa. Parve sobbissar ¶ l'universo. Il
23804   Vmeco  III- 405                   |   scellerati e le acque sobbissarli e i fulmini ¶
23805   TMort    I-1316                   |        la terra ché non sobbissasse.~ ~ Una regina di virtù
23806   Svegl  III- 716                   |       che un fiume ha ¶ sobbissata una borgata, che un
23807   2PaAn    I- 507                   |     furono in una notte sobbissati da fuoco, zolfo e bitume
23808   Vmeco  III- 359                   | di tanta iniquità ¶ non sobbissi la terra.~ ~ Così è vero
23809   Gpont  II1-1055                   |   ai colerosi scrive la Soberania nacional: "Oggi il ¶
23810   1PgDo  II2- 365                   |  Stuarda e intanto fece sobillare tra il popolo: "Chiedete
23811   1Apio  II1- 105                   |  non ber vino, ¶ vivere sobri. I fanciulli dovevano
23812   Vmeco  III- 370                   |    è sostenere. Siamo ¶ sobrii anzitutto. Il gusto del
23813   2PaMa    I- 105                   |      contenti a rimaner socchiusi, presto ¶ passerete ad
23814   Svegl  III- 691                   |  che ¶ lasciate l'uscio socchiuso più volte affinché, se
23815   2Apio  II1- 186                   |    errore, non pertanto soccomberà la fede santa. Voi ¶
23816   1Friv  III- 842                   |       100 casi oltre 50 soccombono.~ ~ 2. ¶ Addì 24 giugno
23817   4Croc  II2- 451                   |        ma i pellegrini, soccorendosi a vicenda, si ¶
23818   I1875 Corso,    6,   VI - 867     |         i santi, che ci soccorono: ¶ ma qual è quel
23819   I1888   32,    9,   VI - 262      |   vitto o sul sonno per soccorrer ai poverelli. Oh perché
23820   IlFon  III- 957                   |  le sepolture, chi ci ¶ soccorrerà? Almeno con gemiti, con
23821   3OrFr  II2- 112                   | buoni in nome di Dio ci soccorreranno".~ ~ Nell'anno 1219
23822   1PaAn    I- 291                   |  Gesù Cristo. Se noi lo soccorreremo, il ¶ meschinello
23823   AMFel  III- 204                   |  a tremar di freddo, lo soccorreresti, nevvero? Se vedessi
23824   Svegl  III- 647                   |           con ¶ pietà a soccorrerle! Quest'è cosa santa.
23825   MSMed  III- 102                   |          Affrettatevi a soccorrermi!... Maria, mia Madre,
23826   Vmeco  III- 441                   |  amore di amarsi ¶ e di soccorrersi sino alla morte.
23827   Vmeco  III- 368                   |    mendico, io non ti ¶ soccorressi179? E come al maestro,
23828   Vmeco  III- 300                   |     di freddo, e voi mi soccorreste73. Orbene, venite, che
23829  II1911   IV- 464                   |   amatele nel Signore e soccorretele; lo replico: ¶ tenetele
23830   1Apio  II1-  43                   |   fratelli, ¶ amatevi e soccorretevi. Quello che è d'altri
23831   2Apio  II1- 509                   |  con manifesto miracolo soccorrevalo dal cielo.~ ~ Come san
23832   I1883   23,   VI -  58            |     che stesemi manosoccorrevole! ». « Donna Guiomara mi
23833   3Apio  II1- 840                   |    avevano i così detti soccorristi che infliggevano ¶ loro
23834   I1889    5,   VI - 285            |    più quand’egli a suo soccorritore ha l’aiuto del cavallo,
23835  II1911   IV- 438                   |  loro veri protettori e soccorritori dell'orfano che ¶
23836   I1889    6,   VI - 289            |   i lavori campestri, e soccorritrici le gio­venche a darvi
23837   1PaAn    I- 363                   |     ed è ¶ buono, io lo soccorro... Quest'altro è povero,
23838  II1911   IV- 704                   |        dell'uomo, che è socievole e che ha bisogno di
23839  II1913   IV- 776                   |      meno che non siete socievoli; e non saranno tentate
23840   1Apio  II1-  40                   |        da Ramesse per ¶ Socot, ma giunti alle sponde
23841   Nscuo  III- 598                   |   Si chiama anche forma socratica, perché il ¶ filosofo
23842   I1889   10,   VI - 302            |          il sellero, la soda‹da›, lo sparagio, lo
23843   3OrFr  II2- 224                   |      visiti d'officio i sodalizi, ¶ convochi in generale
23844   Vmeco  III- 412                   |  di san Francesco od ai sodalizii cosiffatti di pietà e di
23845   SNA89  III-1154                   |     volontà.~ ~ 12. Noi soddisfacciamo certamente per le nostre
23846   AnPar  III- 503                   |         Gesù, volendo ¶ soddisfar ai bisogni tuoi, ti
23847   2Apio  II1- 492                   |   evo. Troveremo di che soddisfarci ¶ e ne avremo
23848   Mfior    I- 990                   |  perché lui solo poteva soddisfarle ¶ il cuor di madre.~ ~
23849   1Apio  II1-  43                   |    hanno potuto innanzi soddisfarli, ¶ perché dei poveri
23850   Apadr  III- 147                   | stesso non sei capace a soddisfarne un sol centesimo. ¶
23851   2PaAn    I- 490                   |   terra promettono di ¶ soddisfarvi in avvenire, ma non
23852  II1911   IV- 452                   |  pretendere; o non sarà soddisfatta la bontà del Signore,
23853   IlFon  III- 939                   |      al Padre e prego e soddisfo per voi. Questo solo ¶
23854   3Apio  II1- 704                   |     e la beata Giovanna Soderini furono ¶ esemplare
23855   2Apio  II1- 327                   |    contro ai ¶ reati di sodomia e di bestemmia che in
23856   AnPar  III- 567                   | esca da quella paludesodomitica.~ ~ 6. Ah, quanto è bene
23857   AMFel  III- 186                   |   acque morte del marsodomitico, che esalano vapori
23858   2Apio  II1- 226(138)              | alani, i mezzageti, gli soevi [...] i gebidi; cfr.
23859   3Apio  II1- 739                   |      I pontefici, malsofferendo, richiamavano a sé l'
23860   3Apio  II1- 924                   |    speculazione.~ ~ ./. Sofferentissima è ¶ la Polonia dopo il
23861   3OrFr  II2- 173                   |          se stesso e di sofferirvolentieri per amor di
23862   3OrFr  II2- 128                   |   non sia risoluto di ¶ sofferire con allegrezza, né cosa
23863   1PaAn    I- 185                   |  intiera la giornata, ¶ soffermandosi in crapule ed in
23864   CfrMo  II2- 257                   |    ai piè di un albero, soffermavasi a pregare. Quando
23865   3Apio  II1- 638                   |    la sua Chiesa. E qui soffermiamoci in affetto di viva
23866   ASGot  II2-  32                   |   della porta di chiesa soffermossi dicendo: "Tocca a voi
23867   Vmeco  III- 357                   |       fra i suoi nemici sofferse di sostenere crudo
23868   I1883   42,   VI - 114            |      antichi quanto non soffersero?... ./. E questo corpo
23869   Gpont  II1-1076                   |   spirito delle tenebre soffiato nel mondo il veleno del ¶
23870  I1889b   13,   VI - 327            |    19. Il vento da alto soffierà e allora si procede
23871   Gpont  II1-1069                   |      ci salva. "I venti soffieranno -- esclama ¶ l'illustre
23872   1PaAn    I- 355                   |    certe loro cannuccie soffino entro un'acqua infusa di
23873   3Apio  II1- 654                   |      posero innanzi che soffismi e fallacie. I cattolici
23874   1Friv  III- 852                   |          scricchiolò il soffitto della camera, e
23875   I1889    7,   VI - 293            |         un momento di ¶ soffocamento, una corrente stagnante
23876   Gpont  II1- 975                   |       e Costantino, non soffocando il mal germe, fu causa
23877 III1910   IV-1318                   |  del sole e del caldosoffocante.~ ~Non tutti i tralci di
23878   Gpont  II1- 975                   |        dai precipizii o soffocarci nelle ¶ acque e
23879   2PaAn    I- 457                   | fra le spine e queste ¶ soffocaronlo cresciuto. Finalmente
23880   MFerv    I-1262                   |   loro cuore già pareva soffocarsi per l'estremo ¶ della
23881   2Apio  II1- 231                   |    sì che nelle dispute soffocavan le ragioni dei più
23882  II1913   IV- 818                   |           del cuore non soffochi la vostra esistenza, ¶
23883   Gpont  II1-1018                   |   della Messa, od io ti soffoco vivo". Lutero obbedisce ¶
23884 III1899   IV-1047                   |    e si moltiplichino i soffragi della cristianacarità
23885   SNA89  III-1161                   |        ma non ¶ so come soffriremmo che altri così parlasse
23886   AnPar  III- 561                   |     di quello e non può soffrirlo a sé vicino.~ ~ 4. Il
23887   MFerv    I-1278                   | sostenere ogni disagio. Soffrirò fame e sete e ¶ non mi
23888   MFerv    I-1214                   |    non ¶ addolorarsene! Soffrivane e per avviso a' suoi
23889   I1883   23,   VI -  58            |  pregare a vicenda ». « Soffrivo io molti mali corporali,
23890   I1889    6,   VI - 291            |         in altri luoghi soffron perfin di pellagra.
23891   I1910    5,    1,   VI - 534      |      di luce di cui era soffusa. L. Ricordo che la Serva
23892   Gpont  II1-1076                   |   mondo il veleno del ¶ sofisma di "libera Chiesa in
23893   3Apio  II1- 689                   |      dei greci, collesofisticherie, colla bassezza d'idee,
23894   I1883   41,   VI - 110            |   s’accosti pure... Non sofistichi troppo su d’ogni piccolo
23895 III1915   IV-1400                   |   a cui bisognerà tutti soggettarci con ossequi e generosità
23896   1Cagr  II2- 398                   |       voi?... Non ponno soggettarsi e non sanno governare...
23897  II1913   IV- 770                   | della lingua inglese.~ ~Soggettatevi ¶ dunque allo studio, se
23898   1Apio  II1-  29                   | i pesci del mare ¶ sono soggettati al vostro potere".~ ~
23899   I1887     ,   VI - 160            |  sempre l’ultimo posto, soggettavasi a tutte le leggi,
23900     App   VI - 814                  |      ed inevitabilmente soggettiva.  ./. Motivi contingenti
23901   I1912   32,   VI - 993            | delle attenuanti almeno soggettive. 5. Ripete: « Io non ho
23902   3PaAn    I- 761                   |         disdegnano125la soggezion paterna, ed o non
23903   3OrFr  II2- 186                   |    da fieraprocella, soggiac<c>iono ad ¶ immeritate pressure
23904   1Apio  II1-  88                   |       ma che finalmente soggiace. Un trono celestiale si ¶
23905   SAFam  III-  92                   |   quale son costretti a soggiacere a ¶ tanti pericoli di
23906   Gpont  II1- 997                   |  oriente alla sua volta soggiacque al servaggio dei barbari
23907   3Apio  II1- 616                   |    un accento di parola soggioga le volontà degli uomini ¶
23908   Gpont  II1- 963                   |   popoli che io verrò ¶ soggiogando colle armi".~ ~ La ¶
23909   2Apio  II1- 258                   |  alla volta di Roma per soggiogarla, ma arrestato a
23910   3PaMa    I- 138                   |      è la nemica che va soggiogata. E noi a questa carne
23911   1Apio  II1-  37                   |    gli uomini potenti e soggiogatori che son parte di Dio.
23912   1Friv  III- 838                   |   gli ¶ italiani che  soggiornano, a guardare pietosi agl'
23913   I1913    8,   VI - 726            |             a piedi per soggiornare la sera a Traona presso
23914   I1910    5      ,   VI - 531      |  ad Avers dei Grigioni: soggiornavano la ¶ notte in casa
23915   I1889    5,   VI - 287            |     ed il maestro ¶ gli soggiungano immediatamente oggi il
23916   SAFam  III-  24                   |             Or ¶ che mi soggiungerai tu, o popolo, se io ti
23917   SAFam  III-  54                   |     è questo", io gli ¶ soggiungerei di cuore: "Generoso
23918   2PaAn    I- 555                   |   un ", ditelo, che ¶ soggiungereste voi?... Ma meschini
23919   I1888   32,    5,   VI - 258      | della casa », e poi che soggiungeste: « In questo è la
23920   SAFam  III-  56                   |     piccolaOrsolina, soggiungevagli: "Il mio onore è costei
23921   3PaAn    I- 685                   | del Signore", gli altri soggiungongli con asprezza: "Andate,
23922   SAFam  III-  13                   |   tremerebbero sui loro sogli, come ¶ né la sposa ~ ~  ./. 
23923   I1889   IV-  24                   |  e li fa santi.~ ~Noi ¶ sogliamo dire: «Dimmi chi
23924   I1913    8,   VI - 728            |    e nessuno si sarebbe sognato di toccare. Ricordo la
23925   2PaAn    I- 489                   |  miseria. Non siamo noi sognatori illusi! ¶ L'
23926   I1913    6,   VI - 718            | fu. Il don Balestra non sognava che il suo tempio di
23927  I1889b   50,   VI - 361            |       avvicinato a lui. Sognavo spesso a lui, e pareami
23928   3Apio  II1- 751                   |      stesso filosofando sognò. "L'uomo -- disse Lutero
23929   FIPop  II2-  96(45)               |              Originale: Sokum
23930   Vmeco  III- 433                   |  zelo, sono ¶ molti che solcano i mari, che vengono
23931   ITSac    I- 902                   |  per terra, la nave nel solcar le onde.~ ~ Confronta
23932 III1910   IV-1254                   |   nave, mette forza per solcare il mare ¶ della vita.~ ~
23933   2Apio  II1- 229                   |   calvo, con il ¶ volto solcato dalle lagrime e scarnato
23934   P14Ab  II2- 605                   |         tenerezza ¶ gli solcavano le gote, fiamme di
23935   CfrMo  II2- 257                   |   ginocchia in mezzo al solco, volgeva gli occhi in ¶
23936   Svegl  III- 708                   |  piedi ed egli accorse. Solcò71 con gioia la soglia
23937   I1888   24      ,   VI - 242      |  valertene in ritornare solecita onde ¶ sei partita e
23938   I1875 Corso,    2,   VI - 830     |      forze della nostra solecitudine. Preghiamo anzitutto il ¶
23939   CLAPe  II2- 577                   |    beato inter Missarum solemnia fatto ¶ dal celebre
23940   I1913   11,   VI - 741            |      sospendere ratione solemnitatis; il signor arciprete
23941   SNA89  III-1153                   | da una volta all'altra, solendovi succedere grandi ¶
23942 III1899   IV-1051                   |         p) Specialmente solennizzano il mese e la festa di S.
23943 III1897 III1897,    IV- 889(1)      |          le feste che ¶ solennizzarono tale anniversario furono
23944   3Apio  II1- 702                   |        fu dagli elvezii solennizzato come la festa di un
23945   I1912   21,   VI - 984            |   dimesso dal seminario solennizzò in parrocchia la sua
23946   3Apio  II1- 921                   | vii mandò bolla Provida solersque per ordinare la
23947   2PaAn    I- 474                   | l'uno è intelligente, ¶ solerte e schivo di ogni
23948   1PaAn    I- 335                   |       Così voi genitori solete amare maggiormente quei
23949   I1910   15      ,   VI - 567      |  in colore di bianco le solette delle calze, perché nel
23950   3Apio  II1- 586                   |      il contrario. ¶ La solfa musicale, il telescopio,
23951   1Friv  III- 843                   |    acqua mista ad acido solforico.~ ~ III. Conviene
23952   SILou    I-1095                   | da lire 5 a cinquecento solidali quelli che ¶ oseranno
23953 III1915   IV-1361                   |        particolare sono solidalmenteresponsabili dinanzi a
23954   I1912    3,    2,   VI - 656      |    di veder costruita e solidificata la fondazione di questa
23955   IlFon  III- 968                   | intrepidi sopra le basi solidissime delle virtù cardinali.~ ~
23956   I1912    7      ,   VI - 675(24)  |     Servam Dei [...] b) solitam fuisse dicere sibi
23957   ITSac    I- 817                   |  punto di morte? Però i solitarii della Tebaide, non ¶
23958   MeMus  III- 809                   | solari in ¶ quest'amena <solitudine.>
23959  II1913   IV- 777                   |      in confronto quasi sollazzevole.~ ~In ¶ questo senso la
23960   50Rmi  III-1108                   |       da ¶ spettacoli o so<l>lazzi che ¶ mettono al cimento
23961   4Croc  II2- 470                   |    gagliardi, i ¶ quali sollecitando furono in mezzo agli
23962 III1899   IV-1074                   | mese dell'anno.~ ~e) Si sollecitano i corsi, perché si
23963 III1905   IV-1154                   |   Chiesa convien talora sollecitarle in modo speciale negli
23964   I1889   IV-  19                   |    qualche sferzata per sollecitarlo alla ¶ corsa.~ ~Nella ¶
23965   Apadr  III- 150                   | manda ¶ i suoi angeli a sollecitarti, manda a te uomini
23966   I1875 Corso,   13,   VI - 918     |       io? Non posso che sollecitarvi a fare subito quello che
23967   4Croc  II2- 447                   |    e Rocco propose <di> sollecitarvisi con fervore. Né sol
23968   I1883    6,   VI -  19            |     di riposare, ma che sollecitassi a fondare queste ¶ case,
23969   2Apio  II1- 430                   | impero”. E i cortigiani sollecitavanlo con pugni e con ¶
23970   I1910    1,   13,   VI - 631      |    Opere fallite Dietro sollecitazione viva degli
23971   I1883    7,   VI -  22            |  meglio il dire, ~Iddio solleciterà a porgervi aita. Teresa
23972   CLAPe  II2- 521                   |     desiosi omai. ¶ Noi solleciteremo in nome del Signore
23973   Mfior    I- 993                   |      alla religione. Fu sollecitissima in ottenergli di farsi
23974   TMort    I-1319                   |  sollecito alla gioia e sollecitissimo al ¶ compatimento. E il
23975  II1911   IV- 626                   |        in mezzodì ¶ del solleone tener gli occhi
23976   Svegl  III- 660                   | quando le passioni ¶ vi solleticano, o che anche i compagni
23977   AnPar  III- 526                   |  è caduto nella ¶ fossa sollevalo, se è fuor strada
23978   IlFon  III- 970                   |  ti addita i pericoli e sollevandoti segna colla destra il ¶
23979   50Rmi  III-1107                   | chi con cuore maternosollevandovi tra le braccia vi
23980   3Apio  II1- 703                   |     rara. Ma i ¶ romani sollevaronsi. Nicolò umiliossi
23981   MFerv    I-1224                   |  già Dio non si muova a sollevartene? Ad ogni modo i ¶
23982   AnPar  III- 507                   |  Padre tuo ¶ scenderà a sollevarti da terra al paradiso
23983   I1875 Corso,    2,   VI - 834     |    di questo stesso per sollevarvi a maggiore grandezza.
23984   1PaAn    I- 316                   |     vostri? E se dippiù sollevasse ¶ i figli in guerra fra
23985   SNA89  III-1158                   |  perdere il ¶ coraggio, sollevassimo il nostro cuore
23986   AnPar  III- 570                   |  vostri ¶ figli santi e sollevateci dal peso di castigo
23987   Mfior    I-1033                   | terra. Verginesanta! Sollevatela più alta voi la mia
23988   9Ferv  II2- 338                   |  quello che desiderano. Sollevateli ad ogni modo e non
23989   IlMon  III-1007                   |    per ¶ l'alpeggio. Or sollevatemene voi buoni, e voi
23990   2PaAn    I- 420                   |    patire. Signore, non sollevatemi mai da una croce
23991   4Croc  II2- 462                   | intanto mille ¶ affetti sollevavansi dal cuore alla mente sua
23992   I1888   32,    7,   VI - 260      |         attenzione li ¶ sollevavate. O buona mia protettrice
23993   2Apio  II1- 135                   |    avvenivanosoventi sollevazioni, ed egli riparava
23994   1Apio  II1-  24                   |   se <se> ne ¶ diletta, solleverà voi e tutta la terra ed
23995   Mfior    I-1039                   |  Presto gli angeli ¶ ne solleveranno il medesimo corpo,
23996   Apadr  III- 180                   |     Quando, Signore, mi solleverete da questa terra di
23997   2PaMa    I-  72                   |       Dio ci fa grazia, solleviamoci ¶ a considerare lo
23998  II1911   IV- 564                   | la vostra? Basta che vi solleviate tanto quanto il Signore
23999 III1910   IV-1315                   |  per ¶ l'anima mia e mi sollevo l'animo nelle amarezze,
24000   3Apio  II1- 593                   |  dello stesso antipapa, sollevolla con due pezzetti di
24001   2PaAn    I- 532                   |      a Dio e il Signore sollevollo con l'ali ¶ dell'amore
24002   Gpont  II1-1041                   |        nella contessaSolms194 <Bareuth> e nella
24003   3Apio  II1- 908                   | alla Chiesa la contessa Solms-Bareuth649 e la ¶ principessa
24004   3OrFr  II2- 244                   |           ligandi atque solvendi, ille vos absolvat ab ¶
24005 III1910   IV-1237                   |    si può, e della loro solvibilità per quel mensile che
24006   I1912   10      ,   VI - 685(36)  |        possibile est, ¶ solvisse erga Deum amore,
24007   I1887     ,   VI - 182            |    com’ella chiamava il somarello del suo corpo.  ./. 
24008   VpeIl  II2-  19(21)               | Clericorum regularium a Somascha, Roma 1931, Appendix, p.
24009   1Apio  II1-  19                   |      di cavalcatura, di somiere e insiemefornisce
24010   2Apio  II1- 456(483)              |              Originale: Somières; cfr. Rohrbacher VII, p.
24011   I1883    4,   VI -  15            |   fanciulletti che loro somigliano ». Il demonio,
24012   CLAPe  II2- 568                   |   confronto delle altre somigliantissime, lavorate nel principio
24013   I1913    4,   VI - 711            |       I fanciulli parmi somigliarli a quelle nostre ¶
24014   Gpont  II1-1058                   |         ogni sua parola somigliava ad una sentenza".~ ~ Pio
24015   3Apio  II1- 540                   |    quanto son numerosi! Sommano ad un million di ¶
24016   Nscuo  III- 605                   |          aritmetiche di sommare e di sottrarre.~ ~ 4.
24017   I1887     ,   VI - 137            | sono redatti come brevi sommari, con parole abbreviate,
24018   3PaAn    I- 616                   |       con una giustizia sommaria, come si fa dei ribelli
24019   3OrFr  II2- 229                   |  bastando quindi alcune sommarissimedisposizioni per
24020   1Apio  II1-  93                   |  compresi i vivandieri, sommava a cinque millioni. Ma fu
24021   1PaAn    I- 249                   |    di mali che par ¶ ci sommerga omai in un abisso di
24022   3PaAn    I- 635                   |     si accosta, essa la sommerge con un urto ¶ della sua
24023   3Apio  II1- 710                   |          o tempeste per sommergerla, non ne dubitate punto.
24024   2PaAn    I- 532                   |       così che parevano sommergersi. Lo che vedendo, Simone
24025   SchMi  III- 741                   |  tremare e fendersi e ¶ sommergervi in parte l'isola già
24026   CLAPe  II2- 505                   | Valledrana ¶ poco lungi sommersero quasi intiere borgate
24027   4Croc  II2- 441                   |        a lui basta la ¶ sommession di chi dice: "Dio è uno
24028   I1889   IV-  25                   |  in tutto e con fede si sommettano alla ¶ dipendenza  ./. 
24029   Gpont  II1-1023                   | fa padron del Messicosommettendo il Montezuma132 che
24030   Gpont  II1- 992                   |      giammai fra ¶ noi. Sommetteremo le nostre fronti all'
24031   3Apio  II1- 686                   |    della ¶ Svizzera per sommetterla, ma una mano di pastori
24032   3PaAn    I- 747                   |  proprie passioni ¶ con sommetterle sempre alla ragione. Chi
24033   I1889   IV-  19                   |      suo, lo spirito, e sommetterlo.~ ~Perciò ¶ le persone
24034   I1888    6      ,   VI - 206      |       poi ¶ discreta in sommetterti in tutto 34 e guardati
24035   Svegl  III- 733                   |      vi manda patimenti sommettetevi con maggior confidenza.
24036   MFerv    I-1254                   |   che è sì capricciosa, sommettila a Dio. ¶ Quel tuo
24037   3Apio  II1- 596                   |  da spavento gridò: "Mi sommetto a Roma". I milanesi non
24038   I1912    3,    3,   VI - 658      |       io mi affrettai a somministrarle gli oliisanti. b)
24039   9Ferv  II2- 339                   |            che i medici somministrassero agl'infermi ordinazioni
24040   AnPar  III- 564                   |   fosse abbondantemente somministrata.~ ~ 7. Ma se le pene
24041   SNA89  III-1167                   |   dei mezzi e documenti somministratici per la nostra perfezione
24042  II1911   IV- 504                   |          Vi hanno anche somministrato secondo le loro forze un
24043 III1899   IV-1087                   |       il servizio delle somministrazioni, si ¶ chiudono gli
24044   Vmeco  III- 381                   |  grazia. Iddio buono la somministrerà nell'estremo . ¶
24045   IlMon  III-1004(8)                | il Lemma, il Bodrio, il Sona, […] il Gerla, il ¶
24046   I1910    5      ,   VI - 531      |  di altro giovane che ¶ sonando la campana a sbalzo fu
24047   I1910   18      ,   VI - 578      |     in parrocchia a far sonare i tocchi dell’agonia
24048   2PaAn    I- 442                   |   campanello in atto di sonarlo, come per dire: "Temere ¶
24049   Vmeco  III- 397                   |     Salvatore al cielo. Sonava l'ora terza del , ¶
24050   I1910    3,    1,   VI - 519      |     I suoi discorsi non sonavano che fede e pietà, od
24051  II1913   IV- 798(54)               |        di Campodolcino (Sondiro), il 25 marzo 1841. ¶
24052   1PgDo  II2- 360                   |  occuparsi a ¶ scrivere sonetti tanto alla nascita di un
24053  II1911   IV- 596                   |   stesso, ritornarono a sonnecchiare; ¶ quando Giuda cogli
24054   Svegl  III- 707                   |  per caso avete fin qui sonnecchiato, non dormite più del ¶
24055  II1913   IV- 777                   |   prova talvolta che un sonnellino soddisfa più che un buon
24056   2Apio  II1- 486                   |  già in due ¶ sette, di sonniti552 o maomettani puri, e
24057   3OrFr  II2- 177                   |  neghittoso, poltrone e sonnolento nell'orazione, nelle
24058   I1888    1      ,   VI - 197      |     del comun Padre più sonogli cari i figli che con
24059   Svegl  III- 715                   | perché sono pericolose, sonomi ¶ odiosissime". La
24060   2Apio  II1- 499                   | stipulato dava schiaffi sonori o tirava ¶ le orecchie
24061   50Rmi  III-1120                   |            uno schiaffo sonoro al vetturale che l'
24062   I1888   10      ,   VI - 215      |      non ti sono madri, sonoti matrigne. ¶ Guardatene
24063   3Apio  II1- 798                   |    sedevano al fianco a sontuose cene. Marat e ¶
24064   SILou    I-1092                   |    maestà di due templi sontuosissimi per darricetto a'
24065   2PaAn    I- 601                   |          ancor questi ¶ soperchiatori scaltri. Lo vediamo con
24066   2PaAn    I- 600                   |       di ¶ calunnia, di soperchieria. Allora se ne scusano
24067   3Apio  II1- 689                   |  d'egualnome, che lo soppianta con il pericolo di
24068   ITSac    I- 897                   |     gli uomini che si ¶ soppiantano per occupar un'altura
24069   2Apio  II1- 230                   |          in vescovo e ¶ soppiantare Gregorio. Non aveva
24070   1Apio  II1-  72                   | Le quattro monarchie si soppiantavano a vicenda. ¶ Nembrod,
24071   I1883   14,   VI -  37            |       e travagli che io sopportai, e con questo puoi
24072 III1915   IV-1362                   |          dei supplenti, sopportandone con ¶ pazienza le
24073 III1910   IV-1262                   |  si usi sempre carità e sopportarsi a vicenda gli uni gli ¶
24074   1PaAn    I- 382                   |    vivere quaggiù se ci sopportassimo a vicenda... che meglio
24075   2Apio  II1- 303                   | compenso della calunnia sopportata con rassegnazione otto ¶
24076   TMort    I-1292                   |  ed elleno con stentosopportavano per amor di Gesù Cristo
24077   IlFon  III- 891                   |    a quando, o Filotea, sopporterai che i tuoi lavori,
24078   SNA89  III-1141                   |       sarà che di cuore sopporteremo il nostro prossimo?
24079   2Apio  II1- 325                   | l'intiera somma disse: “Sopporterò che spogliate ¶ pur la
24080  I1891b    2,    4,   VI - 407      |   e bisogna che gli uni sopportino i difetti degli altri, e
24081   I1883    5,   VI -  17            |   gridando eglino: « Si sopprima il convento di san
24082   3Apio  II1- 895                   |   7. Napoleone nel 1809 sopprimette ¶ ogni specie di
24083 III1910   IV-1267                   |   porti una specie ¶ di soprabito leggero fino alle
24084   2Apio  II1- 389                   |  barbe, i capegli, le ¶ sopracciglia dei cattolici,
24085 III1899   IV-1004                   |     e catalogne con una sopraccopertauniforme e strapuntino
24086   3OrFr  II2- 206                   |  fanno gli autori della sopracitataleggenda. Giova
24087   2Apio  II1- 480                   |  esempio degli illustri sopracitati.~ ~ Abbone, abate di
24088   3PaAn    I- 643                   |     tremante l'apostolo sopracitato.~ ~ Qual beneficio per
24089   I1910   18      ,   VI - 578      |  nulla da aggiungere al sopradetto 39 . CXLVI. Spossata
24090   Svegl  III- 688                   |    cittadini dei santi, sopraedificati sul fondamento degli
24091   I1910   15,    1,   VI - 569      |   per monacarsi, finché soprafatta da difficoltà e da
24092   I1883   27,   VI -  73            | malinconia alcune volte sopraffà la ragione, benché lasci
24093   2Apio  II1- 446                   |  incammina quaggiù ed è sopraffatta da impetuosi nembi.
24094   ITSac    I- 871                   | come periscono le genti sopraffatte dalle acque ¶ del
24095   2Apio  II1- 390                   |   tua”. Il Copronimo lo sopraf<f>ece di nuovi maltrattamenti. ¶
24096   2PaAn    I- 599                   |        coprire con arte sopraf<f>ina le ¶ proprie iniquità.
24097   1Cagr  II2- 413                   |  nel resto, quando il ¶ sopraggiunge l'afflizion di speciale
24098   I1912   11      ,   VI - 687      | per ospitare quelli che sopraggiungevano, di dovercedere i
24099   1Apio  II1-  79                   |   fame e ¶ morivansene. Soprag<g>iunservi caldei da altro lato e
24100   SILou    I-1136                   |   forte infiammazionesopraggiuntale alla gola. Nel  26
24101   I1889   11,   VI - 307            |         la morte che li sopragiunge. Ammalano per cumulo di
24102   SAFam  III-  73                   |       che i sacerdotisopraintendano soprat<t>utto alle
24103   1PaAn    I- 369                   |  donna santa quella che sopraintende alla famiglia e che è
24104   Gpont  II1-1066                   |      che si dissero poi sopran<n>aturalisti256, tradizionalisti, ¶ i
24105   2Apio  II1- 210                   |   quella di ¶ Giuliano, sopran<n>omato per ischerno ¶ l'
24106  II1899   IV- 259                   |    superiore le ¶ suore soprannominate, le quali hanno uffici
24107   2Apio  II1- 300(238)              |   Questi ne prese] ¶ la soprantendenza del temporale, e san
24108   I1887     ,   VI - 164            |   me... Se ¶ io dovessi soprantendere, che peni­tenza per me,
24109   I1887     ,   VI - 161            |          che n’aveva un soprapensiero e poi il tutto assieme
24110   I1910    1,    9,   VI - 628      |      estiva. Ma quei di Sopraporta, ossia della mezza valle
24111   I1913   12,   VI - 746            |   la vecchia Martina di soprassalto corse ad aprire. Alle 11
24112   1PaAn    I- 222                   | quel tristo che venne a sopras<s>eminare la zizzania. ¶ Costui è
24113   3PaAn    I- 753                   | di iniquità! Il Signore soprassiede a castigarli come pur
24114   SILou    I-1144                   |  i cadaveri, dicevano i soprastanti.~ ~ La partenza per
24115  II1913   IV- 768                   |    in quelle che devono soprastare, di ¶ profonda docilità
24116   3OrFr  II2- 229                   |       del Terz'ordine è sopratutto assicurato dallo spirito
24117 III1910   IV-1337                   |       di pane che fosse sopravanzato al pasto ordinario, ¶
24118   3Apio  II1- 801                   |  Il ¶ pontefice Paolo v sopravanzava ¶ come Saulle dalle
24119  II1899   IV- 291                   |      di pane, che rotto sopravanzi o che per ragionevole
24120  II1909   IV- 402                   |  mandare il terzo del ¶ sopravanzo alla cassa generalizia.~ ~
24121   2PaAn    I- 479                   |        a sazietà e ne ¶ sopravanzò66 minuzzoli di pane e di
24122   I1883   43,   VI - 117            |  qualsiasi tentazionesopravenga. L’anima si purga dalla
24123   I1907   20,   VI - 495            |    malattia.  ./. Ma le sopravenne un tormento gravissimo.
24124   I1910    0,   10,   VI - 599      | dicembre, presto i geli sopravennero, si scavarono le
24125   1Apio  II1-  66                   |      con ricco velo con sopravi ¶ ricamati dei cherubini
24126   I1887     ,   VI - 141            |   Finché la Marcellina, sopravissuta alla sorella, la udremo
24127 III1910   IV-1337                   |  determina  ./. che del sopravvanzo annuale ¶ almeno un
24128   2PaAn    I- 479(66)               |         Nell'originale: sopravvanzò
24129   1Cagr  II2- 391                   |   il dovere che ¶ ha di sopravvedere tutte12 le Chiese... Se
24130   I1894    3,    IV- 138            |     di assistere e ¶ di sopravvegliare alle officine del pane e
24131   1Friv  III- 859                   |      dei cantonieri che soprav<v>egliavano lungo il ¶ colle di
24132   3PaAn    I- 649                   | semina ottimo grano, ma sopravvenendo ¶ poco di poi un uomo
24133   2PaAn    I- 447                   | gara ¶ di puntiglio non sopravvenga, finché un motivo di
24134   3PaMa    I- 146                   |     dei ¶ patimenti che sopravvengono in ogni 
24135   SchMi  III- 770                   |       che si temeva non sopravvenne, ¶ ma nel 398 si 
24136   SILou    I-1080                   | di predicazioni, mi era soprav<v>enuta una gravemalattia di
24137   2Apio  II1- 315                   |   Storia delle calamità sopravvenute ad Edessa, ad Amida e a
24138   1PaAn    I- 370                   |  se l'importunofosse soprav<v>enuto, si faceva ¶ daccapo
24139   3Apio  II1- 627                   |     per impalmarmi o ti sopravver<r>à grave male". Rispose il
24140   1Friv  III- 826                   |       e ¶ per le vedove soprav<v>issute". Buon operaio! Sei
24141   3Apio  II1- 615                   |    com<m>edia. Una sola soprav<v>ive a tutti, la morte, ¶ la
24142   2PaMa    I- 116                   |     moltiplicasse e che sopravvivesse per otto secoli fino ad
24143   3Apio  II1- 628                   |  inghiottiti. Chi ancor soprav<v>iveva gridava atterrito: "Ecco
24144   9Ferv  II2- 340                   | fulminante, altri ¶ non soprav<v>ivevano che poche ¶ ore, pochi
24145   PAS86  III-1073                   |  delle nostre montagne, sopravvola alle Alpi dell'Italia, ¶


0-accor | accos-amass | amat-asper | aspet-beltr | belze-casti | casto-compr | compu-corri | corro-dicat | dicea-dormi | dorno-facen | facer-gebid | gebit-immag | imman-infra | infre-ispir | isple-malau | malav-mostr | motas-oscur | osera-piega | piegh-profi | profl-refiz | refra-rinch | rinco-salis | salit-sees | sega-sopra | sopre-strof | strom-traev | traff-venut | verac-«sovr
IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 Èulogos SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma