Luigi Guanella: Opere edite e inedite
Luigi Guanella
Statuto F. s. M. P. - 1898
Lettura del testo

STATUTO DELLE FIGLIE DI SANTA MARIA DELLA PROVVIDENZA (1898)

CAPITOLO VI DEI VOTI RELIGIOSI DI POVERTÀ, DI CASTITÀ ED OBBEDIENZA IN SPECIE

Articolo VII MODO DI PRATICARE L'OBBEDIENZA

«»

[- 205 -]

Articolo VII

MODO DI PRATICARE L'OBBEDIENZA

 

1. Si deve praticare l'obbedienza non solo nelle cose facili di proprio genio, ma anche nelle cose difficili e ripugnanti.

2. Uno spirito di retta obbedienza farà scansare in parte assai la pena di purgatorio nell'altra vita.

3. Non bisogna mai con sotterfugi sottrarsi all'obbedienza.

4. Devono guardarsi da influire sulla volontà dei superiori per guidarla negli accontentamenti propri.

5. L'indole per altro della congregazione è di mostrare soavità e dolcezza con tutte e di non imporre mai una obbedienza che torni troppo gravosa alla virtù di una persona.

6. Sono poi casi nei quali una cosa si impone in virtù di santa obbedienza;[14] altre cose poi si espongono semplicemente - 206 -in forma di esortazione e di consiglio.

Evidentemente la prima obbliga, la seconda obbedienza raccomanda semplicemente.


«»

IntraText® (VA2) Copyright 1996-2016 Èulogos SRL
Copyright 2015 Nuove Frontiere Editrice - Vicolo Clementi 41 - 00148 Roma