Indice | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Alfabetica    [«  »]
burla 1
burlare 1
burlarmi 1
c' 30
caccia 1
caduta 1
caffè 18
Frequenza    [«  »]
32 sia
31 quando
30 alla
30 c'
29 altro
29 no
28 così
Carlo Goldoni
Le avventure della villeggiatura

IntraText - Concordanze

c'
   Atto, Scena
1 1, 1| TITA: E le mie padrone non c'è dubbio che si sveglino 2 1, 3| questa mattina no, perché non c'è a Montenero. È andato a 3 1, 4| di ? Chi è di ? Non c'è nessuno? Che dormano ancora 4 1, 5| FILIPPO: Sì, ora che non c'è nessuno; se aspetto l'ora 5 1, 7| niente di raro.~COSTANZA: C'erano de' beccafichi sontuosi.~ 6 1, 8| deve fare.~FERDINANDO: Non c'è dubbio. Dice benissimo. 7 1, 10| stagione che corre, non c'è male.~COSTANZA: (Ora capisco, 8 1, 10| giocassero a piccioli giochi, ma c'è quel maladettissimo faraone, 9 2, 1| signor Leonardo, ch'egli non c'entra. Egli soffre anche 10 2, 2| volontà stamattina.~SABINA: C'era anche il signor Guglielmo. ( 11 2, 6| giocato a dama finora, e non c'è stato, e non ci può essere 12 2, 8| Favorisca, signor Guglielmo, qui c'è una seggiola vuota. vicino 13 2, 8| signora compita, e fra di noi c'intendiamo. Ma il signor 14 2, 8| sapere.~GIACINTA: Finora non c'è stata gran confidenza fra 15 2, 8| potrebbe darsi.~ROSINA: Oh! non c'è nessun che mi voglia.~TOGNINO: ( 16 2, 9| lettere di premura.~VITTORIA: C'era anche da noi il calamaio 17 2, 11| Tutti giocano, e per me non c'è da giocare?~GIACINTA: Vuol 18 2, 11| A bazzica?~GIACINTA: Non c'è altra partita. Il signor 19 3, 1| padrona?~BRIGIDA: Eh! no, non c'è niente. E la signora Vittoria 20 3, 3| replicare.~GIACINTA: Non c'è bisogno.~GUGLIELMO: Dunque 21 3, 4| facciate di queste scene. C'è bisogno de' complimenti? 22 3, 6| bisogno di compagnia, non c'era io da poterla servire?~ 23 3, 9| sospetto. Basta, da qui a sera c'è poco. Sentirò che cosa 24 3, 10| fare un gran pasto, e non c'era da cavarsi la fame.~TITA: 25 3, 10| tavola netti netti, che non c'erano appena l'ossa.~BELTRAME: 26 3, 12| Questa faccia tosta non c'è caso che mi voglia dir 27 3, 14| FILIPPO: E per me, non c'è da sedere?~BRIGIDA: Io, 28 3, 15| Leonardo.)~LEONARDO: Cosa c'è?~PAOLINO: Un messo, spedito 29 3, 15| scordate di me).~PAOLINO: (Non c'è pericolo. Vi do parola). ( 30 3, ul| Parte.)~FILIPPO: (Se non c'è altro, giocherò due partite


IntraText® (V89) © 1996-2005 Èulogos