Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText
Niccolò Machiavelli
Mandragola

IntraText CT - Lettura del testo

Precedente - Successivo

Clicca qui per nascondere i link alle concordanze

Canzone.

 

da dirsi innanzi alla commedia,

cantata da ninfe e pastori insieme

 

 

Perché la vita è brieve

e molte son le pene

che vivendo e stentando ognun sostiene;

 

dietro alle nostre voglie,

andiam passando e consumando gli anni,

ché chi il piacer si toglie

per viver con angosce e con affanni,

non conosce gli inganni

del mondo; o da quai mali

e da che strani casi

oppressi quasi sian tutti i mortali.

 

Per fuggir questa noia,

eletta solitaria vita abbiamo,

e sempre in festa e in gioia

giovin leggiadri e liete Ninfe stiamo.

Or qui venuti siamo

con la nostra armonia,

sol per onorar questa

lieta festa e dolce compagnia.

 

Ancor ci ha qui condutti

il nome di colui che vi governa,

in cui si veggon tutti

i beni accolti in la sembianza eterna

Per tal grazia superna,

per sì felice stato,

potete lieti stare,

godere e ringraziare chi ve lo ha dato.

 

 

 

 




Precedente - Successivo

Indice: Generale - Opera | Parole: Alfabetica - Frequenza - Rovesciate - Lunghezza - Statistiche | Aiuto | Biblioteca IntraText

IntraText® (V89) Copyright 1996-2007 Èulogos SpA