I mercatanti
    Atto, Scena
1 1, 14| detto; poi un giovine~ ~RAIN. Buon giorno, signor Pancrazio.~ 2 1, 14| cappello e col bastone?~RAIN. Andava fuori di casa.~PANC. 3 1, 14| a buon'ora? A che fare?~RAIN. A fumare una pipa col capitano 4 1, 14| volete prima bever il ?~RAIN. Sì, beviamo il .~PANC. 5 1, 14| Rainmere, sediamo un poco.~RAIN. Obbligato. (siedono)~PANC. 6 1, 14| anderete via così presto.~RAIN. Anderò col capitano Corbrech 7 1, 14| compagnia mi è carissima.~RAIN. Bene obbligato.~PANC. Questi 8 1, 14| sono sembrati tre giorni.~RAIN. Bene obbligato.~PANC. Dovreste 9 1, 14| qui tutto questo inverno.~RAIN. Non posso.~PANC. Madamigella 10 1, 14| sta volentieri a Venezia.~RAIN. Mia nipote è più italiana 11 1, 14| in queste nostre parti.~RAIN. Mia nipote studia volentieri.~ 12 1, 14| mesi, si è fatta adorare.~RAIN. Bene obbligato.~PANC. La 13 1, 14| volete condurre in Olanda?~RAIN. Farò tutto quello che piace 14 1, 14| dovreste maritare in Venezia.~RAIN. La mariterò dove a lei 15 1, 14| un partito a proposito?~RAIN. Bisognerebbe trovare un 16 1, 14| mia casa vi dispiacerebbe?~RAIN. Oh, signor Pancrazio!~PANC. 17 1, 14| degnereste di casa mia?~RAIN. Mi fate onore.~PANC. Mio 18 1, 14| Mio figlio vi piacerebbe?~RAIN. Questo ha da piacere a 19 1, 14| lei, voi sareste contento?~RAIN. Perdonate... non sarei 20 1, 14| PANC. No? Per qual cagione?~RAIN. Perdonate.~PANC. Dunque 21 1, 14| non istimate la mia casa?~RAIN. Mi maraviglio. La darei 22 1, 14| PANC. E a mio figlio no?~RAIN. No.~PANC. Ma perché a me 23 1, 14| perché a me sì, e a lui no?~RAIN. Perdonate.~PANC. Ditemi 24 1, 14| Ditemi almeno il perché.~RAIN. Voi siete onest'uomo.~PANC. 25 1, 14| uomo.~PANC. E mio figlio?~RAIN. Perdonate, non è puntuale.~ 26 1, 14| PANC. Come lo potete dire?~RAIN. Ho prestato a lui cento 27 1, 14| restituirò io. Vi fidate di me?~RAIN. Sì.~PANC. E se vi risolvete 28 1, 14| e ne sarei il debitore.~RAIN. Certamente.~PANC. Dunque 29 1, 14| facciamo questo matrimonio?~RAIN. Perdonate.~PANC. Ho capito. 30 1, 14| che sono. Voi mi adulate.~RAIN. Signore, voi non mi conoscete.~ ~ ~ 31 1, 15| Beviamo il . (beve il )~RAIN. Ben obbligato. (beve il 32 1, 15| di me così poco concetto.~RAIN. Sì, anzi tutto. (bevendo)~ 33 1, 15| vostra dote sarebbe sicura.~RAIN. Sicurissima.~PANC. E la 34 1, 15| giovine non istarebbe bene?~RAIN. No; perdonate.~PANC. Ma 35 1, 15| perdonate.~PANC. Ma perché no?~RAIN. Vostro figlio non è puntuale.~ 36 1, 15| matrimonio lo assoderà.~RAIN. Prima si assodi; poi si 37 1, 15| Finalmente son io che la chiede.~RAIN. Per chi?~PANC. Per mio 38 1, 15| chi?~PANC. Per mio figlio.~RAIN. Perdonate.~PANC. E se la 39 1, 15| chiedessi per me, me la dareste?~RAIN. Sì, con tutto il cuore.~ 40 1, 15| se ella fosse contenta.~RAIN. Lo sposo ha da piacere 41 1, 15| Dunque non faremo niente.~RAIN. Buon , buon . (bevendo)~ 42 1, 15| monsieur, voi mi burlate.~RAIN. Io? Mi maraviglio.~PANC. 43 1, 15| che mi avete protestata.~RAIN. Provatemi.~PANC. Io son 44 1, 15| fareste lo stesso per me.~RAIN. Provatemi.~PANC. Se vi 45 1, 15| pretesti per disimpegnarvi.~RAIN. Voi mi offendete. Non conoscete 46 1, 15| difficoltà a farmi l'imprestito?~RAIN. Quando li vorreste?~PANC. 47 1, 15| Questa mattina a mezzogiorno.~RAIN. Disponetene.~PANC. Mi darete 48 1, 15| per moglie al mio figlio?~RAIN. Voi siete onesto, voi siete 49 1, 15| PANC. E mio figlio?...~RAIN. Perdonatemi.~PANC. (Ah, 50 1, 15| dice la verità). (da sé)~RAIN. I diecimila ducati ve li 51 1, 15| per puntiglio; e poi...~RAIN. Voi non mi conoscete.~PANC. 52 1, 15| conoscete.~PANC. Più tosto...~RAIN. Non altro. Ve li scriverò 53 1, 15| siete contento? (si alza)~RAIN. Non parlo.~PANC. Monsieur 54 1, 15| voi siete un vero amico.~RAIN. Per farmi credere buon 55 1, 15| Come? Siete forse pentito?~RAIN. Ve li scriverò in Banco. ( 56 2, 4| so dove battere il capo.~RAIN. (Diecimila ducati? Ho data 57 2, 4| potrebbe aiutare). (da sé)~RAIN. (Bisogna andare al Bancogiro. 58 2, 4| GIAC. Monsù, votre servan.~RAIN. (Lo guarda e lo deride)~ 59 2, 4| Coman ve portè vu, monsù?~RAIN. (Sorride e non risponde)~ 60 2, 4| GIAC. Io sto malissimo.~RAIN. Che male avete?~GIAC. Non 61 2, 4| avete?~GIAC. Non ho denari.~RAIN. Signore, questa è la vostra 62 2, 4| GIAC. Perché la mia salute?~RAIN. Il perché voi mi dispenserete 63 2, 4| Ditelo, che mi fate piacere.~RAIN. Perdonate; perché quando 64 2, 4| sono io? un malgoverno?~RAIN. Perdonate.~GIAC. Ho bisogno 65 2, 4| e non per gettarli via.~RAIN. Bene.~GIAC. Ho comprato 66 2, 4| trenta per cento di utile.~RAIN. Bene.~GIAC. Avrei necessità 67 2, 4| che monsù me li presti?~RAIN. Aspettate. (mette le mani 68 2, 4| mi dirà di no). (da sé)~RAIN. Favorite: conoscete questo 69 2, 4| timore che non ve li dia?~RAIN. Quando avrete pagati questi, 70 2, 4| olandese! (con disprezzo)~RAIN. (Lo guarda bruscamente 71 2, 4| si può avere un servizio.~RAIN. Vi pagherò l'incomodo di 72 2, 4| nostra non è una locanda.~RAIN. È vero; in una locanda 73 2, 4| zecchini ve li renderò.~RAIN. Dovevate avermeli resi.~ 74 2, 4| GIAC. Son un galantuomo.~RAIN. Vi è alcuno che non lo 75 2, 4| Chi è che non lo crede?~RAIN. La piazza.~GIAC. Mi maraviglio 76 2, 4| GIAC. Mi maraviglio di voi.~RAIN. Ed io niente di voi.~GIAC. 77 2, 4| GIAC. Che vorreste dire?~RAIN. Perdonate.~GIAC. Via, siamo 78 2, 4| quella stima che meritate.~RAIN. Bene obbligato.~GIAC. Mi 79 2, 4| siete amico? mi volete bene?~RAIN. O signore... (con riverenza)~ 80 2, 4| GIAC. Datemi un bacio.~RAIN. Bene obbligato. (si danno 81 2, 4| prestate questi dugento ducati?~RAIN. No, perdonate.~GIAC. Mi 82 2, 4| perdonate.~GIAC. Mi siete amico?~RAIN. Sì, amico.~GIAC. E non 83 2, 4| prestare dugento ducati?~RAIN. No, perdonate.~GIAC. Andate, 84 2, 4| che siete un tanghero.~RAIN. (Lo guarda bruscamente)~ 85 2, 4| credete di farmi paura?~RAIN. (Lo guarda come sopra)~ 86 2, 4| si può avere un servizio.~RAIN. (Smania per la scena, movendo 87 2, 5| Rainmere, poi Faccenda~ ~RAIN. Gioventù scorretta, mal 88 2, 5| che gli preme assaissimo.~RAIN. (Rimproveri? temerità? 89 2, 5| ella non va a consolarlo.~RAIN. (Il figlio fa disonore 90 2, 5| sopra)~FACC. M'ha capito?~RAIN. Ho inteso. (come sopra)~ 91 2, 5| che anderà a sollevarlo...~RAIN. Di' al tuo padrone che 92 2, 15| Monsieur, la riverisco.~RAIN. Servitore obbligato.~GIAC. 93 2, 15| incomodo a madamigella.~RAIN. Bene obbligato. Andate 94 2, 15| GIAC. È piena di scienze.~RAIN. Obbligato. In camera. ( 95 2, 15| serva? (vuol darle braccio)~RAIN. Non importa, non importa. ( 96 2, 15| GIAC. Il mio dovere...~RAIN. Bene obbligato.~GIANN. ( 97 2, 16| imparano dalla di lei nipote!~RAIN. O ne sono contento.~GIAC. 98 2, 16| signore, farla andar via?~RAIN. Vi avrà incomodato bastantemente.~ 99 2, 16| insegnava delle bellissime cose.~RAIN. Mia nipote non è nata per 100 2, 16| Ragionando sempre s'impara.~RAIN. Non vorrei che ella imparasse 101 2, 16| Che può imparare da me?~RAIN. Perdonatemi. A non conoscere 102 2, 16| onore.~GIAC. Come parlate?~RAIN. Vi dico in casa quello 103 2, 16| Io sono un uomo incivile?~RAIN. Con me non avete usata 104 2, 16| Io non conosco l'onore?~RAIN. Se conosceste l'onore, 105 2, 16| soffrir nulla. (alza la voce)~RAIN. Io non parlerò con voi, 106 2, 16| de' fatti vostri. (forte)~RAIN. Non alzate la voce.~ ~ ~ ~ 107 2, 17| V.S. (a monsieur Rainmere)~RAIN. Ditegli che or ora io e 108 2, 17| FACC. Ma perché, signore?~RAIN. Perché suo figlio è un 109 3, 1| Signor zio, mi è permesso?~RAIN. Che cosa volete? (con un 110 3, 1| risoluzione che siete per fare.~RAIN. La risoluzione è fatta; 111 3, 1| padrone di questa casa.~RAIN. Ne ho ricevuti dei peggio. ( 112 3, 1| parlato col signor Pancrazio?~RAIN. Non l'ho veduto. (porta 113 3, 1| convenienza, che gli parlaste.~RAIN. Andate nella vostra camera.~ 114 3, 1| GIANN. Ma... signore...~RAIN. Andate a far della vostra 115 3, 1| Rispetto gli ordini vostri.~RAIN. Bene. (ripone un sacchetto 116 3, 1| lasciarmi dire due parole.~RAIN. Parlate. (si ferma ad ascoltarla)~ 117 3, 1| allontanarvi da questa casa.~RAIN. Mi hanno insultato.~GIANN. 118 3, 1| insultato? Il signor Pancrazio?~RAIN. No, il suo figliuolo.~GIANN. 119 3, 1| nelle debolezze del figlio?~RAIN. Tutti sono nella medesima 120 3, 1| merita qualche compatimento.~RAIN. Egli è un pazzo. (voltandosi 121 3, 1| gioventù si correggono.~RAIN. Con tutta la vostra filosofia 122 3, 1| saranno savi, signor zio.~RAIN. Non so compatirvi. (camminando 123 3, 1| compatir più di ogni altro.~RAIN. Perché? (voltandosi col 124 3, 1| Signore, vi dimando perdono.~RAIN. Perché? Parlate.~GIANN. 125 3, 1| so che amate anche voi.~RAIN. Io?~GIANN. Sì, signore, 126 3, 1| perdonatemi. Voi amate.~RAIN. Come potete... (corre a 127 3, 1| si può tenere nascosto.~RAIN. Credete voi che io ami 128 3, 1| Lo credo con fondamento.~RAIN. Se io l'amassi, amerei 129 3, 1| il burò)~GIANN. Ed io...~RAIN. E voi amereste un pazzo. ( 130 3, 1| più virtuoso del vostro.~RAIN. Perché? (voltandosi, stando 131 3, 1| degna dell'amor vostro.~RAIN. Il mio abbandonamento non 132 3, 1| mortifica e la fa piangere.~RAIN. Piange madamigella Beatrice? ( 133 3, 1| GIANN. Sì, fa compassione.~RAIN. Perché piange?~GIANN. Per 134 3, 1| lasciassi il di lei fratello.~RAIN. Beatrice non ha per me 135 3, 1| persona che non si ama.~RAIN. Piange? (con tuono compassionevole)~ 136 3, 1| compassionevole)~GIANN. Sì; per voi.~RAIN. (Senza parlare va lentamente 137 3, 1| motivo delle sue lagrime.~RAIN. Credete che ella le versi 138 3, 1| per me?~GIANN. Certamente.~RAIN. Voi m'adulate. (ripone 139 3, 1| accenna di vederla in lontano)~RAIN. Non mi pare che pianga.~ 140 3, 1| suol trattenere le lagrime.~RAIN. Osservate. Ella vi chiama.~ 141 3, 1| io la faccia venir qui?~RAIN. Cerca di voi, non cerca 142 3, 1| cenno che vorrebbe parlarvi.~RAIN. Nipote, voi vi prendete 143 3, 1| volete me, o il signore zio?~RAIN. (Si volta, come per rossore)~ 144 3, 1| Desidererebbe parlar con voi.~RAIN. Con me?~GIANN. Sì, signore; 145 3, 1| uno che mostrava d'amarla.~RAIN. Fatela venire. (va a chiudere 146 3, 1| fratello). (da sé, parte)~RAIN. (Chiuso il burò, va per 147 3, 2| Monsieur. (inchinandosi)~RAIN. Madamigella. (con bocca 148 3, 2| BEAT. Perdonate l'ardire.~RAIN. Mi fate onore.~BEAT. Son 149 3, 2| BEAT. Son qui venuta...~RAIN. Perdonate. (va per due 150 3, 2| se vi riuscirò). (da sé)~RAIN. Accomodatevi.~BEAT. Anche 151 3, 2| Accomodatevi.~BEAT. Anche voi.~RAIN. (Con un risetto s'inchina, 152 3, 2| augurarvi un buon viaggio.~RAIN. Ben obbligato. (con riverenza 153 3, 2| vogliate abbandonare sì presto?~RAIN. Vi ho dato un incomodo 154 3, 2| BEAT. Vi sarete annoiato.~RAIN. No, madamigella, io ci 155 3, 2| Ma dunque perché partite?~RAIN. Perdonate.~BEAT. Forse 156 3, 2| leggerezze di mio fratello?~RAIN. Le sue leggerezze pesano 157 3, 2| la rovina di questa casa.~RAIN. Me ne dispiace infinitamente.~ 158 3, 2| padre è fuor di se stesso.~RAIN. Il signor Pancrazio è onest' 159 3, 2| vecchio! Piange amaramente.~RAIN. Me ne dispiace infinitamente.~ 160 3, 2| unitamente a suo padre.~RAIN. Padre buono di un figliuolo 161 3, 2| la più afflitta di tutti.~RAIN. Voi? Perché?~BEAT. Ho troppe 162 3, 2| cose che mi tormentano.~RAIN. E quali sono, madamigella?~ 163 3, 2| madamigella?~BEAT. Il padre.~RAIN. Bene.~BEAT. Il fratello.~ 164 3, 2| Bene.~BEAT. Il fratello.~RAIN. Sì.~BEAT. La casa.~RAIN. 165 3, 2| RAIN. Sì.~BEAT. La casa.~RAIN. Giustamente.~BEAT. E un' 166 3, 2| che non ardisco di dire.~RAIN. Se non ardite dirla, crederò 167 3, 2| cose che non vi premono.~RAIN. Se si tratta del vostro 168 3, 2| sapete fare dei complimenti.~RAIN. No, madamigella, non ne 169 3, 2| questa nostra famiglia.~RAIN. Perché pensate questo?~ 170 3, 2| gli occhi col fazzoletto)~RAIN. Seguitate. (con premura)~ 171 3, 3| può venire? (di dentro)~RAIN. Che vuoi?~FACC. Perdoni; 172 3, 3| FACC. Niente, signora...~RAIN. Che vuoi?~FACC. Il mio 173 3, 3| parlando a Beatrice)~RAIN. Dove vi è la figliuola, 174 3, 3| Signore, io partirò. (si alza)~RAIN. Potete restare.~BEAT. Non 175 3, 3| padre così poco rispetto.~RAIN. (Buona figliuola). (da 176 3, 3| sinistramente le mie parole.~RAIN. Io non penso male di chi 177 3, 3| non ho detto di amarvi.~RAIN. Ma lo capisco...~BEAT. 178 3, 3| mio padre. Vi sono serva.~RAIN. Vostro servitore, madamigella.~ 179 3, 4| Rainmere, poi Pancrazio~ ~RAIN. In questa casa tutti non 180 3, 4| se vengo a disturbarvi.~RAIN. Mi fate onore.~PANC. Mi 181 3, 4| date licenza che sieda?~RAIN. Sì, accomodatevi; lo farò 182 3, 4| Non so come principiare...~RAIN. Volete fumare una pipa?~ 183 3, 4| quarto d'ora per carità.~RAIN. Parlate quanto vi piace. 184 3, 4| voi unicamente confida.~RAIN. Datemi la vostra mano. ( 185 3, 4| si prendono per la mano)~RAIN. Giuratemi sul vostro onore 186 3, 4| lo giuro sull'onor mio...~RAIN. Andiamo. Io vi voglio aiutare. ( 187 3, 11| uomo con lui. Chi mai è?~RAIN. Metti . (l'uomo pone 188 3, 11| Rainmere. (con allegrezza)~RAIN. Quelli sono seimila ducati.~ 189 3, 11| ducati.~PANC. Seimila?...~RAIN. E quattromila val questa 190 3, 11| Lasciate che vi dia un bacio.~RAIN. Bene obbligato. (si danno 191 3, 11| principiava a guastarsi.~RAIN. Fatemi la lettera di cambio, 192 3, 11| PANC. Subito ve la faccio.~RAIN. L'ho fatta io, sottoscrivetela. ( 193 3, 11| Subito. (vuol sottoscriverla)~RAIN. Leggetela. Non si negozia 194 3, 11| così.~PANC. Di voi mi fido.~RAIN. Tutti gli uomini possono 195 3, 11| siate mille volte benedetto.~RAIN. Voi mi dovete settecento 196 3, 11| settecento ducati.~PANC. È vero.~RAIN. E vostro figliuolo mi deve 197 3, 11| zecchini.~PANC. Verissimo.~RAIN. Per queste due partite 198 3, 11| pagherò prima di tutti.~RAIN. E poi so il mio dovere 199 3, 11| da dare una buona nuova.~RAIN. Consolatemi.~PANC. Mio 200 3, 11| sospira, mi dimanda perdono.~RAIN. Gli credete?~PANC. Si voleva 201 3, 11| Si voleva fino ammazzare.~RAIN. Voglia il cielo che il 202 3, 11| perdonategli per amor mio.~RAIN. Se sarà pentito davvero, 203 3, 11| creditori che mi tormentano.~RAIN. Voi siete il padrone.~PANC. 204 3, 11| porterò il vostro avere.~RAIN. Non ne dubito.~PANC. Io 205 3, 12| più. (parte col sacchetto)~RAIN. Non si può far servizio 206 3, 13| Rainmere~ ~GIANN. Signor zio.~RAIN. Nipote... Madamigella. ( 207 3, 13| così presto. (a Rainmere)~RAIN. No, la partenza è sospesa.~ 208 3, 13| abbia consolato mio padre.~RAIN. L'ho fatto per lui, e l' 209 3, 13| detto che mio zio vi ama?~RAIN. Mia nipote non suol dire 210 3, 13| se voi volete partire...~RAIN. Io non parto per ora.~GIANN. 211 3, 13| Cara amica, voi mi adulate.~RAIN. Nipote, mi lodereste voi, 212 3, 13| Oh cara amica!) (da sé)~RAIN. L'amate molto questa vostra 213 3, 13| GIANN. Sì, l'amo assai.~RAIN. Senza interesse?~GIANN. 214 3, 13| interesse posso avere con lei?~RAIN. Non l'amereste per ragion 215 3, 13| GIANN. Può anche darsi.~RAIN. Eh donne! vi conosco.~BEAT. 216 3, 13| Siete furbo la vostra parte.~RAIN. Siete adorabile.~ ~ ~ ~ 217 3, 14| Monsieur, vi chiedo perdono...~RAIN. Basta così. Arrossisco 218 3, 14| mostri il mio pentimento.~RAIN. Lo voglio credere senza 219 3, 14| GIAC. Vi chiedo scusa...~RAIN. Non altro. Tenete. (lo 220 3, 14| GIANN. Che dite, signor zio?~RAIN. Questo giovine è stato 221 3, 14| GIANN. Che dite, signor zio?~RAIN. Il pensier vostro non mi 222 3, 14| GIANN. E se sarà mio sposo?~RAIN. Vi caccerò in Italia con 223 3, 15| qui senza mio fratello?~RAIN. No, madamigella. (ridente)~ 224 3, 15| ridente)~BEAT. Ma... dunque.~RAIN. Voi verrete in Olanda con 225 3, 15| con noi.~BEAT. Davvero?~RAIN. Se vorrete...~GIANN. Oh 226 3, 16| fa tutto quello che vuoi.~RAIN. Signor Pancrazio...~PANC. 227 3, 16| Rainmere.~PANC. Dici davvero?~RAIN. Se vi contentate.~PANC. 228 3, 16| che io non l'approvassi?~RAIN. A vostra figlia quanto 229 3, 16| ma con un poco di tempo.~RAIN. Il denaro di mia nipote
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License