La madre amorosa
    Atto, Scena
1 1, 7 | di sangue. (a Florindo)~LAUR. Signor zio, non perdiamo 2 1, 7 | impertinente; e giuro al cielo...~LAUR. Ecco mia madre. (con timore 3 1, 11 | a decidere tocca a voi.~LAUR. Se stesse a me, vi darei 4 1, 11 | Potete darmela, se volete.~LAUR. Il mondo poi che direbbe?~ 5 1, 11 | un comando di vostra zia.~LAUR. Questa ragione non mi dispiace.~ 6 1, 11 | dispiace.~FLOR. Animo dunque...~LAUR. Oh diamine! mia madre è 7 1, 12 | facevate qui con Florindo?~LAUR. Niente, signora.~AUR. Così 8 1, 12 | comandi di vostra madre?~LAUR. È passato per accidente.~ 9 1, 12 | ragione vi siete andata?~LAUR. Perché mi ha mandata a 10 1, 12 | Che cosa voleva da voi?~LAUR. Non so niente, signora.~ 11 1, 12 | dico: che cosa volevano?~LAUR. Non l'avete sentito da 12 1, 12 | trattare di matrimonio?~LAUR. Finalmente... è mia zia.~ 13 1, 12 | che cerca di rovinarvi.~LAUR. Volendo darmi marito, mi 14 1, 12 | si richiede l'egualità?~LAUR. Circa all'età, non vi è 15 1, 12 | carattere, del costume.~LAUR. Cara signora madre, conosco 16 1, 12 | che cosa vorreste dire?~LAUR. Gli anni passano anche 17 1, 12 | occasione opportuna per voi.~LAUR. Ma nessuno me ne propone 18 1, 12 | temesse sborsare la dote.~LAUR. Ma se trovasi uno che mi 19 1, 12 | Perché non è vostro pari.~LAUR. A me poco importa, signora 20 1, 12 | importa a voi, importa a me.~LAUR. Ah! se mi volete bene...~ 21 1, 12 | sacrificherei la mia quiete per te.~LAUR. Cara signora madre, se 22 1, 12 | No, questo non sarà mai.~LAUR. No? Pazienza. (vuol partire)~ 23 1, 12 | partire)~AUR. Dove andate?~LAUR. Vado via, signora.~AUR. 24 1, 12 | nelle camere di vostra zia.~LAUR. Eh sì, in verità facevo 25 1, 12 | AUR. A far che, signora?~LAUR. Così... a ritrovarla.~AUR. 26 1, 12 | andate nella vostra camera.~LAUR. Morirò; sarete contenta.~ 27 1, 12 | amo quanto l'anima mia?~LAUR. No, che non mi amate. Se 28 1, 12 | Florindo, cara, non è per te.~LAUR. L'amo; non posso vivere 29 1, 12 | coraggio di dire lo voglio?~LAUR. Sì, ammazzatemi, trucidatemi, 30 1, 15 | Donna Laurina e Florindo.~ ~LAUR. Signor Florindo, ho tanta 31 1, 15 | sorpresi da vostra madre.~LAUR. L'ho veduta passare dall' 32 1, 15 | amore peggio d'una ragazza.~LAUR. E poi vuol impedire ch' 33 1, 15 | ella intenzione di farlo.~LAUR. Lo faccia, e lo lasci fare. 34 1, 15 | certamente che siate mia.~LAUR. Ma qual risoluzione poss' 35 1, 15 | non ci potrà fare paura.~LAUR. Darvi la mano... Se ci 36 1, 15 | scambievolmente la destra.~LAUR. Questi è un amico di mia 37 1, 16 | servirle dove che posso.~LAUR. Ma per amor del cielo, 38 1, 16 | che la farò volentiera.~LAUR. Oh, in quanto a questo, 39 1, 16 | testimonio.~PANT. Una bagattella!~LAUR. Mia zia lo acconsente.~ 40 1, 16 | Aurelia xe una donna prudente.~LAUR. Non ve l'ho detto io ch' 41 1, 16 | lassarli soli). (da sé)~LAUR. Se ha qualche affare, signor 42 1, 16 | pochetto in conversazion.~LAUR. (Vecchiaccio). (da sé)~ 43 1, 16 | quanto vi ho suggerito?~LAUR. Dispostissima, signor Florindo.~ 44 1, 16 | Laurina, la ghe pensa ben.~LAUR. Voi non siete mio padre.~ 45 1, 16 | PANT. Cossa voravelo far?~LAUR. Ecco mia zia.~FLOR. Ci 46 1, 16 | PANT. Bon pro ghe fazza.~LAUR. Mia zia mi ama molto più 47 1, 17 | voi altri che fate qui?~LAUR. Mia madre non vuole assolutamente 48 1, 17 | donna da mantener la parola.~LAUR. Conosco, signora zia, che 49 1, 17 | da fare come van fatte.~LAUR. Eh via, signora zia, a 50 1, 17 | tornare.~FLOR. Pazienza.~LAUR. Chi sa se saremo più in 51 1, 17 | grande risoluzione. (parte)~LAUR. Se perdo Florindo, signora 52 2, 1 | colpiscano le mie parole.~LAUR. Signora, eccomi ai vostri 53 2, 1 | Dove siete stata sinora?~LAUR. Nella mia camera.~AUR. 54 2, 1 | che nella vostra camera?~LAUR. A piangere liberamente.~ 55 2, 1 | medesima le vostre pene.~LAUR. Ah signora madre, voi non 56 2, 1 | desidero di vedervi contenta.~LAUR. Se fosse vero, voi non 57 2, 1 | credetemi, son pronta a farlo.~LAUR. Dite davvero, signora madre?~ 58 2, 1 | sedete ed ascoltatemi.~LAUR. (Questa volta Florindo 59 2, 1 | sconcertano la nostra casa.~LAUR. Signora, il rispetto...~ 60 2, 1 | sposa senza l'assenso mio.~LAUR. Voi continuate a rimproverarmi.~ 61 2, 1 | di sacrificare la vita.~LAUR. Via, non mi fate piangere.~ 62 2, 1 | franchezza: siete voi innamorata?~LAUR. Sì, signora, lo sono.~AUR. 63 2, 1 | oggetto de' vostri amori?~LAUR. Non vi è bisogno che lo 64 2, 1 | con un poco di temerità.~LAUR. Già lo vedo: voi volete 65 2, 1 | amate il signor Florindo?~LAUR. In verità, signora, non 66 2, 1 | un così grande affetto?~LAUR. Eppure, signora, io l'amo 67 2, 1 | Laurina, voi non l'amate.~LAUR. Volete voi saperlo meglio 68 2, 1 | far rilevare a voi stessa.~LAUR. In che maniera?~AUR. Voi 69 2, 1 | il fine del vostro amore.~LAUR. (Tutto il sangue mi si 70 2, 1 | Laurina, voi arrossite.~LAUR. Io, signora? V'ingannate.~ 71 2, 1 | di questo mio vaticinio?~LAUR. Se desidero maritarmi, 72 2, 1 | col desiderare Florindo.~LAUR. Eccoci al punto. Voi non 73 2, 1 | anzi desidero maritarvi.~LAUR. Ma come? Non la capisco.~ 74 2, 1 | Vi troverò io uno sposo.~LAUR. Perché volete affaticarvi 75 2, 1 | non è per voi. (alterata)~LAUR. Ecco qui il bell'amore! 76 2, 1 | ve lo concedo in isposo.~LAUR. Dite davvero?~AUR. Sì, 77 2, 1 | che veramente lo amiate.~LAUR. E come?~AUR. Ascoltatemi. 78 2, 1 | qualche comodo dalla fortuna.~LAUR. Per questo...~AUR. Ascoltatemi. 79 2, 1 | dissolutezze, in giuoco, in donne.~LAUR. Non credo...~AUR. Lasciatemi 80 2, 1 | effetto d'un amore imprudente.~LAUR. Signora, avete ancor terminato?~ 81 2, 1 | prendereste voi per marito?~LAUR. Se tale ei fosse... certamente... 82 2, 1 | dalle mani di vostra madre?~LAUR. Se voi me lo aveste proposto, 83 2, 1 | sareste in grado di ricusarlo?~LAUR. Il mio dovere sarebbe, 84 2, 1 | conoscete dunque questo dovere.~LAUR. Sì, signora: non sono mai 85 2, 1 | principiate ora ad usarlo.~LAUR. Ma come, signora?~AUR. 86 2, 1 | AUR. Licenziate Florindo.~LAUR. Licenziar Florindo? Vi 87 2, 1 | comando di vostra madre.~LAUR. Ciò non potrà difendermi 88 2, 1 | suggerirebbe la vostra prudenza?~LAUR. Per esempio... un altro 89 2, 1 | L'avrete, ve lo prometto.~LAUR. Fin che io non l'abbia, 90 2, 1 | desista d'importunarvi.~LAUR. Signora, vi prego non far 91 2, 1 | a regolarvi. (alterata)~LAUR. Ah, lo vedo. Voi mi volete 92 2, 1 | incontro alla morte. (parte)~LAUR. In verità, che mi ha intenerita. 93 2, 2 | qui la signora cognata?~LAUR. Non signora, non ci è.~ 94 2, 2 | vedere una certa carta.~LAUR. Che carta, signora?~LUCR. 95 2, 2 | avete da vedere anche voi.~LAUR. Dunque, se non ci è mia 96 2, 2 | vostra persona in un ritiro.~LAUR. Io in un ritiro?~LUCR. 97 2, 2 | mano al signor Florindo.~LAUR. Perdonatemi, signora zia, 98 2, 2 | casa più non vi voglio.~LAUR. Mi mariterò.~LUCR. Sì, 99 2, 2 | Sì, col signor Florindo.~LAUR. E se non mi mariterò con 100 2, 2 | vostra madre, e lo vedrete.~LAUR. Ella me l'ha promesso.~ 101 2, 2 | impedirebbe che prendeste questo.~LAUR. Dice ch'è nato vile.~LUCR. 102 2, 2 | né si fa star da nessuno.~LAUR. Dice ch'è discolo, e pieno 103 2, 2 | starete da principessa.~LAUR. Ma se mia madre dice che 104 2, 2 | ventimila scudi di contraddote!~LAUR. Son confusa... Non so che 105 2, 2 | fa fare tutto a suo modo.~LAUR. Certo; parlano sempre fra 106 2, 2 | della vita vostra. (parte)~LAUR. Io in un ritiro? Piuttosto 107 2, 6 | meco, e lasciatela dire.~LAUR. Ah, signora zia, difendetemi.~ 108 2, 6 | difendetemi.~ERM. Che cosa c'è?~LAUR. Mia madre grida, minaccia.~ 109 2, 8 | Laurina, porgetemi la destra.~LAUR. Eccola, signore.~ ~ ~ 110 2, 9 | Andate innanzi, Laurina.~LAUR. Sì, signora...~LUCR. Andate 111 2, 9 | LUCR. Andate , vi dico.~LAUR. (Ora è il tempo ch'io mi 112 2, 9 | nemmeno? (a donna Laurina)~LAUR. Parto mortificata. (Mia 113 3, 2 | Donna Laurina e detta.~ ~LAUR. Signora, se mi permettete...~ 114 3, 2 | Avanzatevi. Che volete voi dirmi?~LAUR. Vorrei domandarvi perdono.~ 115 3, 2 | dato la mano a Florindo?~LAUR. Non signora, ma era in 116 3, 2 | tua rovina e la mia morte?~LAUR. Le parole, le lusinghe, 117 3, 2 | trattenuto sul momento di farlo?~LAUR. L'amore ed il rispetto 118 3, 2 | AUR. Oimè! posso crederlo?~LAUR. Se voi non lo credete, 119 3, 2 | cielo ti ha illuminata.~LAUR. Non sono poi sconoscente 120 3, 2 | condurre sino a quel passo.~LAUR. Vi domando perdono.~AUR. 121 3, 2 | allora della tua cara madre.~LAUR. Voi volete ch'io pianga: 122 3, 2 | Florindo penserai in avvenire?~LAUR. Non ci penserò più.~AUR. 123 3, 2 | la mia adorata figliuola.~LAUR. Lo so che mi volete bene.~ 124 3, 2 | amo quanto l'anima mia.~LAUR. Tant'è vero che voi mi 125 3, 2 | è vero, e ti mariterò.~LAUR. E mi avete promesso anche 126 3, 2 | ora d'allontanarti da me.~LAUR. Quando sarò maritata, verrò 127 3, 2 | sollecitudine per accasarti?~LAUR. Per liberarmi dalle persecuzioni 128 3, 2 | non ardirà importunarti...~LAUR. E per liberarmi da quelle 129 3, 2 | io posso di te disporre.~LAUR. Fate dunque valere la vostra 130 3, 2 | maritatemi.~AUR. Lo farò.~LAUR. Ma quando?~AUR. Lo farò, 131 3, 2 | consiglierà ch'io lo faccia.~LAUR. Ecco qui; io sarò sempre 132 3, 2 | amore che tu hai per me!~LAUR. Se non vi amassi, non parlerei 133 3, 2 | Laurina, non ti so intendere.~LAUR. (Non lo capisce ch'io voglio 134 3, 2 | che penserò a maritarti.~LAUR. (Non intende che l'indugiare 135 3, 2 | Che pensi, Laurina mia?~LAUR. Penso che mia zia mi ha 136 3, 2 | ritroverò quanto prima.~LAUR. Davvero?~AUR. E spero d' 137 3, 2 | d'averlo anche trovato.~LAUR. Davvero? (ridendo)~AUR. 138 3, 2 | ridendo)~AUR. Tu ridi, eh?~LAUR. Mi consolo, vedendo che 139 3, 2 | Vedrai che cosa farò per te.~LAUR. Cara la mia signora madre. 140 3, 3 | assicurato Laurina ancora.~LAUR. Sì, signora, le ho detto 141 3, 3 | marito non istà bene in casa.~LAUR. Mia madre ha già pensato 142 3, 3 | Come? Quando? Con chi?~LAUR. Sentite, signora madre, 143 3, 3 | quando.~LUCR. E con chi?~LAUR. Con chi non importa tanto. 144 3, 3 | ritroverà quanto prima.~LAUR. Avete sentito? Ci giuoco 145 3, 3 | farlene l'assegnamento.~LAUR. Signora zia...~LUCR. L' 146 3, 3 | tal dote per qualche anno.~LAUR. Ah, io non aspetto.~AUR. 147 3, 3 | e poscia ne parleremo.~LAUR. Questa è una cosa che non 148 3, 3 | AUR. Bene, pensiamoci.~LAUR. Intanto mi mariterò...~ 149 3, 3 | intanto anderete in un ritiro.~LAUR. In un ritiro?~AUR. Mia 150 3, 3 | figliuola è custodita da me.~LAUR. Sì signora, ho mia madre 151 3, 3 | non lo potete impedire.~LAUR. Signora madre... (raccomandandosi)~ 152 3, 3 | che non esca più). (da sé)~LAUR. Signora madre... (come 153 3, 3 | non disgustare sua madre.~LAUR. Certo non la disgusterei 154 3, 3 | mano.~AUR. Senti, Laurina?~LAUR. Non è vero, signora.~LUCR. 155 3, 4 | Aurelia e donna Laurina~ ~LAUR. Signora madre... (raccomandandosi)~ 156 3, 4 | carattere, per quel che vedo.~LAUR. Via, non mi fate piangere...~ 157 3, 14 | adesso subito di maritarvi.~LAUR. Che siate benedetta. Con 158 3, 14 | qui, col signor Florindo.~LAUR. Con lui?~FLOR. Con me, 159 3, 14 | dite? Siete voi contenta?~LAUR. E mia madre?~LUCR. Vostra 160 3, 14 | fatti. Lo sposo eccolo qui.~LAUR. Lo vedo io.~ERM. E così?~ 161 3, 14 | Lo vedo io.~ERM. E così?~LAUR. Non so che dire.~LUCR. 162 3, 14 | dire.~LUCR. Lo prenderete?~LAUR. Lo prenderò.~FLOR. Mi consolate, 163 3, 14 | consolate, cara Laurina.~LAUR. Ma se mia madre lo sa?~ 164 3, 15 | avete detto due ore sono?~LAUR. Sì signora, me ne ricordo; 165 3, 15 | Che cosa vi ha ella detto?~LAUR. Signora zia, mostratele 166 3, 15 | il tempo della sua vita.~LAUR. Una bagattella! Che dite, 167 3, 15 | AUR. Laurina, accostatevi.~LAUR. Perché, signora?~AUR. Perché 168 3, 15 | mani riceviate lo sposo.~LAUR. Eccomi ai vostri comandi. ( 169 3, 15 | affaticava per impedirla.~LAUR. Mi vien da piangere in 170 3, 15 | sposo che vi ho procurato?~LAUR. Lo sarei, se il signor 171 3, 15 | desiderate ch'ei vi ami.~LAUR. Eh signora...~AUR. Dite, 172 3, 15 | signora...~AUR. Dite, parlate.~LAUR. Egli è avvezzo ad amare 173 3, 15 | Eccola. (le il foglio)~LAUR. Ehi, non ci voglio andare.~ 174 3, 15 | sacrificarmi per sempre.~LAUR. Ah no, signora madre.~OTT. 175 3, 15 | compassione di donna Aurelia.~LAUR. E a me non mi vorrete bene?~ 176 3, 15 | in mia presenza la mano.~LAUR. Per me son pronta.~OTT. 177 3, 15 | accompagnata dal cuore.~LAUR. Amerete voi una sposa, La scuola moderna Atto, Scena
178 2, 5| detti, poi NINETTA~ ~ ~~~LAUR.~~~~Eccomi a' vostri cenni.~~~~~~ 179 2, 5| donerà qualche freddura.~~~~~~LAUR.~~~~Signore, io non ne so;~~ 180 2, 5| regalar, ma non ho nulla.~~~~~~LAUR.~~~~Signor, io vi ringrazio.~~ 181 2, 6| Lauretta e Ninetta~ ~ ~~~LAUR.~~~~Sorella, che volete 182 2, 6| meglio che cantiamo.~~~~~~LAUR.~~~~E che cosa cantar?~~~~~~ 183 2, 6| Qualche duetto.~~~~~~LAUR.~~~~Senza compagnatura?~~~~~~ 184 2, 6| e canta a orecchia.~~~~~~LAUR.~~~~Dunque a orecchia cantiamo.~~
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License