grassetto = Testo principale
                       grigio = Testo di commento
La locandiera
    Atto, Scena
1 0, per| locandiera~Ortensia, comica~Dejanira, comica~Fabrizio, cameriere 2 1, 17| Diciassettesima. Ortensia, Dejanira, Fabrizio~ ~Altra camera 3 1, 17| comandi di V.S. illustrissima~DEJANIRA: (Ci delle illustrissime). ( 4 1, 18| Scena Diciottesima. Dejanira e Ortensia~ ~DEJANIRA: Ci 5 1, 18| Diciottesima. Dejanira e Ortensia~ ~DEJANIRA: Ci dell'illustrissime. 6 1, 18| Così ci tratterà meglio.~DEJANIRA: Ma ci farà pagare di più.~ 7 1, 18| assai, che cammino il mondo.~DEJANIRA: Non vorrei che con questi 8 1, 18| carattere sopra di una locanda?~DEJANIRA: Verranno i nostri compagni, 9 1, 18| vogliono almeno tre giorni.~DEJANIRA: Guardate che bestialità! 10 1, 18| siamo venute noi in calesse.~DEJANIRA: È stata buona quella recita 11 1, 19| Occorrendo, mi varrò di voi.~DEJANIRA: (Ortensia queste parti 12 1, 19| calamaio ed un libriccino.)~DEJANIRA: (Ora viene il buono).~ORTENSIA: 13 1, 19| facessimo, meschini noi.~DEJANIRA: (Amica, i titoli sono finiti). ( 14 1, 19| Ella, illustrissima? (A Dejanira.)~DEJANIRA: Ed io... (Non 15 1, 19| illustrissima? (A Dejanira.)~DEJANIRA: Ed io... (Non so che mi 16 1, 19| ORTENSIA: Via, Contessa Dejanira, dategli il vostro nome.~ 17 1, 19| FABRIZIO: Vi supplico. (A Dejanira.)~DEJANIRA: Non l'avete 18 1, 19| supplico. (A Dejanira.)~DEJANIRA: Non l'avete sentito? (A 19 1, 19| illustrissima signora Contessa Dejanira... (Scrivendo.) Il cognome?~ 20 1, 19| Scrivendo.) Il cognome?~DEJANIRA: Anche il cognome? (A Fabrizio.)~ 21 1, 19| ne mancheranno). (Parte.)~DEJANIRA: Serva umilissima della 22 1, 19| burlano vicendevolmente.)~DEJANIRA: Qual fortuna mi offre la 23 1, 20| Ventesima. Mirandolina e dette~ ~DEJANIRA: Madama, voi mi adulate. ( 24 1, 20| Da sé, in disparte.)~DEJANIRA: (Oh quanto mi vien da ridere!). ( 25 1, 20| qui la padrona. (Piano a Dejanira.)~MIRANDOLINA: M'inchino 26 1, 20| giorno, quella giovane.~DEJANIRA: Signora padrona, vi riverisco. ( 27 1, 20| ORTENSIA: Ehi! (Fa cenno a Dejanira, che si sostenga,)~MIRANDOLINA: 28 1, 20| obbligante. (Le la mano.)~DEJANIRA: (ride da sé.)~MIRANDOLINA: 29 1, 20| illustrissima. (Chiede la mano a Dejanira.)~DEJANIRA: Eh, non importa...~ 30 1, 20| Chiede la mano a Dejanira.)~DEJANIRA: Eh, non importa...~ORTENSIA: 31 1, 20| MIRANDOLINA: La supplico.~DEJANIRA: Tenete. (Le la mano, 32 1, 20| Il Barone mio marito...~DEJANIRA: (ride forte).~MIRANDOLINA: 33 1, 20| Perché ride, signora? (A Dejanira.)~ORTENSIA: Via, perché 34 1, 20| ORTENSIA: Via, perché ridete?~DEJANIRA: Rido del Barone di vostro 35 1, 20| marito della Contessina.~DEJANIRA (fa forza per trattenersi 36 1, 20| anche il signor Conte? (A Dejanira.)~ORTENSIA: Ma via, Contessina, 37 1, 20| ridere la signora Contessa.~DEJANIRA: Eh via, che serve?~ORTENSIA: 38 1, 20| dire, illustrissima. (A Dejanira.)~DEJANIRA: Se l'indovinate, 39 1, 20| illustrissima. (A Dejanira.)~DEJANIRA: Se l'indovinate, vi stimo 40 1, 20| pedine? Ah! non è vero?~DEJANIRA: E che sì che ci conoscete? ( 41 1, 20| sostenere un carattere.~DEJANIRA: Fuori di scena io non so 42 1, 20| dei camerini assai comodi.~DEJANIRA: Sì, volentieri.~ORTENSIA: 43 1, 21| MARCHESE: Servo di lor signore.~DEJANIRA: Serva umilissima.~ORTENSIA: 44 1, 21| Eccellenza! Capperi!), (Da sé.)~DEJANIRA: (Già Ortensia lo vorrà 45 1, 21| Poggio, e questa la Contessa Dejanira dal Sole.~MARCHESE: Oh compitissime 46 1, 21| Marchese di Forlipopoli.~DEJANIRA: (La locandiera vuol seguitare 47 1, 21| Contessa, fate capitale di me.~DEJANIRA: Potrò ben chiamarmi felice, 48 1, 21| Questo viene da Londra. (A Dejanira.)~DEJANIRA: È bello, mi 49 1, 21| da Londra. (A Dejanira.)~DEJANIRA: È bello, mi piace assai.~ 50 1, 21| MARCHESE: Son di buon gusto io?~DEJANIRA: (E non dice a' vostri comandi). ( 51 1, 21| in collera, lo prenderò.~DEJANIRA: (Oh che bel lazzo!). (Ad 52 1, 21| dicono delle commedianti). (A Dejanira.)~MARCHESE: Ah! Che dite? 53 1, 21| quel fazzoletto). (Da sé.)~DEJANIRA: Signor Marchese, se ne 54 1, 21| tenerci un poco di compagnia.~DEJANIRA: Favorirà a pranzo con noi.~ 55 1, 21| la nostra conversazione.~DEJANIRA: Non conosciamo nessuno. 56 1, 22| di quell'altro). (Piano a Dejanira.)~DEJANIRA: (Ma io non sono 57 1, 22| altro). (Piano a Dejanira.)~DEJANIRA: (Ma io non sono buona per 58 1, 22| vi ho donato.~(Ortensia e Dejanira osservano, e parlano piano 59 1, 22| lo prenderò.~(Ortensia e Dejanira parlano come sopra, osservando 60 1, 22| Albafiorita, per obbedirvi.~DEJANIRA: Capperi! È una famiglia 61 1, 22| Sono a' vostri comandi. (A Dejanira.)~ORTENSIA: È qui alloggiato? ( 62 1, 22| Conte.)~CONTE: Sì, signora.~DEJANIRA: Si trattiene molto? (Al 63 1, 22| patrioti. Io sono palermitana.~DEJANIRA: Io son romana; ma sono 64 1, 22| favorirmi? (Ad Ortensia e Dejanira.)~ORTENSIA: Riceveremo le 65 1, 22| un'altra volta. (Parte.)~DEJANIRA: Signor Marchese, se trova 66 2, 10| d'Albafiorita, Ortensia e Dejanira~ ~Camera del Conte.~ ~CONTE: 67 2, 10| generoso, ma non ne ha.~DEJANIRA: Dona quel poco che può, 68 2, 10| darsi che ce lo godiamo.~DEJANIRA: Abbiamo noi dei personaggi, 69 2, 10| ORTENSIA: Io lo farò certo. Ma Dejanira subito di bianco.~DEJANIRA: 70 2, 10| Dejanira subito di bianco.~DEJANIRA: Mi vien da ridere, quando 71 2, 10| sarà il nostro protettore.~DEJANIRA: Siamo amiche, goderemo 72 2, 10| perda con una locandiera!~DEJANIRA: Sarebbe minor male, che 73 2, 10| e non la vo' disgustare.~DEJANIRA: Ma che cosa ha di buono 74 2, 10| buono assai.~ORTENSIA: Ehi, Dejanira. È bella, rossa. (Fa cenno 75 2, 10| CONTE: Ha un grande spirito.~DEJANIRA: Oh, in materia di spirito, 76 2, 10| Mirandolina è una dea Venere.~DEJANIRA: Sì, sì, vero. Ha dello 77 2, 10| non può vedere le donne.~DEJANIRA: Oh che pazzo!~ORTENSIA: 78 2, 10| farei cambiare opinione.~DEJANIRA: Veramente una gran cosa! 79 2, 10| lo farò per mio spasso.~DEJANIRA: Se il signor Conte vuol 80 2, 10| ha ben poca stima di noi.~DEJANIRA: Non siamo vezzose come 81 2, 11| pensate altro. Vi servirò io.~DEJANIRA: A me aveva il signor Marchese 82 2, 11| fazzoletti ne troveremo.~DEJANIRA: Egli è che ne avevo proprio 83 2, 11| Le offre il suo di seta.)~DEJANIRA: Obbligatissima alle sue 84 2, 11| di Ripafratta, toscano.~DEJANIRA: Ha moglie?~CONTE: Non può 85 2, 11| Ritirandosi.)~CONTE: Sì, Molto.~DEJANIRA: È generoso? (Ritirandosi.)~ 86 2, 11| Ritirandosi.)~CONTE: Piuttosto.~DEJANIRA: Venga, venga. (Si ritira.)~ 87 2, 12| intendo di recargli incomodo.~DEJANIRA: Una parola in grazia, signor 88 2, 12| due parole vi sbrighiamo.~DEJANIRA: Due paroline, e non più, 89 2, 12| CAVALIERE: Sì, signora.~DEJANIRA: Avrete degli amici in Firenze?~ 90 2, 12| amici, e ho de' parenti.~DEJANIRA: Sappiate, signore... Amica, 91 2, 13| Scena Tredicesima. Ortensia, Dejanira ed il Cavaliere~ ~ORTENSIA: 92 2, 13| non ho volontà di sedere.~DEJANIRA: Così rustico colle donne?~ 93 2, 13| Che cosa vi è accaduto?~DEJANIRA: I nostri mariti ci hanno 94 2, 13| mariti? (Con alterezza.)~DEJANIRA: Amica, non vado avanti 95 2, 13| Come! Così ci trattate?~DEJANIRA: Un cavaliere tratta così?~ 96 2, 13| amabilissimo Cavaliere.~DEJANIRA: Sì, parliamogli con sincerità.~ 97 2, 13| siamo dame.~CAVALIERE: No?~DEJANIRA: Il signor Conte ha voluto 98 2, 13| CAVALIERE: Che cosa volete?~DEJANIRA: Degnateci per un momento 99 2, 13| vogliamo già mangiar niente.~DEJANIRA: Non vi leveremo la vostra 100 2, 13| ORTENSIA: Diteglielo voi, Dejanira.~DEJANIRA: Glielo potete 101 2, 13| Diteglielo voi, Dejanira.~DEJANIRA: Glielo potete dire anche 102 2, 13| prevenzione non ho paura di voi.~DEJANIRA: Signore, fuori di scena 103 2, 13| La signora Sincera? (A Dejanira.)~DEJANIRA: Io mi chiamo...~ 104 2, 13| signora Sincera? (A Dejanira.)~DEJANIRA: Io mi chiamo...~CAVALIERE: 105 2, 13| tratta, padrona mia? (A Dejanira.)~DEJANIRA: Non son di quelle...~ 106 2, 13| padrona mia? (A Dejanira.)~DEJANIRA: Non son di quelle...~CAVALIERE: 107 2, 13| siete due impertinenti.~DEJANIRA: A me questo?~ORTENSIA: 108 2, 13| Bello quel tuppè finto! (A Dejanira.)~DEJANIRA: (Maledetto). ( 109 2, 13| tuppè finto! (A Dejanira.)~DEJANIRA: (Maledetto). (Parte.)~ ~ 110 3, 10| Scena Decima. Dejanira e detto~ ~DEJANIRA: Signor 111 3, 10| Decima. Dejanira e detto~ ~DEJANIRA: Signor Marchese, che fa 112 3, 10| Veniva or ora per riverirla.~DEJANIRA: Che cosa stava facendo?~ 113 3, 10| questa piccola macchia.~DEJANIRA: Con che, signore?~MARCHESE: 114 3, 10| questo spirito di melissa.~DEJANIRA: Oh perdoni, lo spirito 115 3, 10| Dunque, come ho da fare?~DEJANIRA: Ho io un segreto per cavar 116 3, 10| piacere a insegnarmelo.~DEJANIRA: Volentieri. M'impegno con 117 3, 10| MARCHESE: Vi vuole uno scudo?~DEJANIRA: Sì, signore, vi pare una 118 3, 10| provare lo spirito di Melissa.~DEJANIRA: Favorisca: è buono quello 119 3, 10| sentite. (Le la boccetta.)~DEJANIRA: Oh, io ne so fare del meglio. ( 120 3, 10| Sapete fare degli spiriti?~DEJANIRA: Sì, signore mi diletto 121 3, 10| damina, brava. Così mi piace.~DEJANIRA: Sarà d'oro questa boccetta?~ 122 3, 10| del princisbech). (Da sé.)~DEJANIRA: È sua, signor Marchese?~ 123 3, 10| e vostra se comandate.~DEJANIRA: Obbligatissima alle sue 124 3, 10| MARCHESE: Eh! so che scherzate.~DEJANIRA: Come? Non me l'ha esibita?~ 125 3, 10| migliore, se ne avete voglia.~DEJANIRA: Oh, mi meraviglio. È anche 126 3, 10| Non è oro. È princisbech.~DEJANIRA: Tanto meglio. La stimo 127 3, 10| Un filippo?). (Da sé.)~DEJANIRA: Il signor Marchese è un 128 3, 10| quella boccetta fosse d'oro.~DEJANIRA: In verità, pare propriamente 129 3, 10| ma io lo conosco subito.~DEJANIRA: Anche al peso par che sia 130 3, 10| MARCHESE: E pur non è vero.~DEJANIRA: Voglio farla vedere alla 131 3, 10| ciarliera. Non so se mi capite.~DEJANIRA: Intendo benissimo. La fo 132 3, 10| MARCHESE: Alla Baronessa?~DEJANIRA: Sì, sì, alla Baronessa. ( 133 3, 12| CONTE: Erano qui: Ortensia e Dejanira.~MARCHESE: Come! Non sono
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License