Il genio buono e il genio cattivo
    Atto, Scena
1 2, 8| très zamble. (fa lo stesso)~FONT. Scusate, amico, se ho trattenuto 2 2, 8| forzatamente e con pena)~FONT. Signore, io ho fatto il 3 2, 8| stanno che due persone.~FONT. E due nella mia.~COR. Bene; 4 2, 9| Vuol che andiamo anche noi?~FONT. Vi sovverrete, che passeggiando 5 2, 9| scordata di dirlo a mio marito.~FONT. Scusatemi, non è necessario 6 2, 9| paura di esser ringraziata.~FONT. Così è. Volete che andiamo 7 2, 10| la conosco: ascoltiamo).~FONT. Vedrete un appartamento 8 2, 10| bisogno di una gran casa.~FONT. Farò tutto quello che potrò, 9 2, 10| Signor marito. (avanzandosi)~FONT. (Oh diavolo! mia moglie). ( 10 2, 10| a monsieur la Fontaine)~FONT. Sì signora. (confuso)~COR. 11 2, 10| Fontaine) Chi è questa signora?~FONT. Una forastiera.~COR. Vostra 12 2, 10| a monsieur la Fontaine)~FONT. Ma io ho debito di servir 13 2, 10| della sua signora consorte.~FONT. (Io sono nel più bell'imbroglio 14 2, 10| a monsieur la Fontaine)~FONT. Andiamo... Signora, con 15 2, 10| monsieur la Fontaine?) (piano)~FONT. (Andiamo, andiamo. Vi racconterò). ( Il matrimonio per concorso Atto, Scena
16 2, 1| personaggi siano sentiti.~ ~FONT. Monsieur la Rose, che cosa 17 2, 1| bello?~ROSE Il Mercurio.~FONT. Vi è qualche articolo interessante?~ 18 2, 1| alcune commedie italiane.~FONT. Può dir quel che vuole. 19 2, 1| E perché non ci andate?~FONT. Perché non intendo la lingua.~ 20 2, 1| e ci vado, e mi diverto.~FONT. Bene, divertitevi, tanto 21 2, 1| qualche tempo un maestro.~FONT. Sì, è vero, l'ho tenuto 22 2, 1| violentemente una all'altra.~FONT. Che importa a noi di sapere 23 2, 1| nazione ha le sue bellezze...~FONT. Eh! che bellezze trovate 24 2, 1| critico per dirne male.~FONT. E bene! che cosa volete 25 2, 1| che dice il Mercurio...~FONT. Scusatemi, io non ne sono 26 2, 2| GARZ. Sarà servita. (parte)~FONT. Ecco qui, tutti cercano 27 2, 2| che corrono alla giornata.~FONT. Ma non si portano via?~ 28 2, 2| persone apposta per questo.~FONT. Per dire la verità, in 29 2, 4| di un talento bizzarro...~FONT. Sarà qualche impostore.~ 30 2, 4| una figlia da maritare...~FONT. Oh bella!~LOL. Bellissima.~ 31 2, 4| pazzo!~PLU. Oh che animale!~FONT. Oh che bestia!~PAND. (Eh, 32 2, 4| bestialità più grande di questa.~FONT. Quest'uomo merita di essere 33 2, 4| ci vedo questo gran male.~FONT. Già, basta che sia un italiano, 34 2, 4| riputazione. (Pandolfo smania)~FONT. Per altro io sarei curiosa 35 2, 4| Pandolfo)~PAND. (Uh diavolo!)~FONT. Bello!~PLU. Grazioso!~LOL. 36 2, 5| caricatura del padre). (parte)~FONT. Monsieur la Rose, volete 37 2, 5| maraviglia?~ROSE Ben volentieri.~FONT. Oh si sa: quando si tratta 38 2, 5| la curiosità di vederla.~FONT. Andiamo, andiamo a ridere 39 2, 5| bisogna usare prudenza.~FONT. La locanda dell'Aquila 40 2, 5| è?~ROSE Lo so benissimo.~FONT. Andiamo. (lo prende sotto 41 2, 8| Quale italiana, signore?~FONT. Quella rarità che si è 42 2, 8| Non so se sarà visibile.~FONT. Con una donna di tal carattere 43 2, 8| facile che si lasci vedere.~FONT. Mi fate ridere. La credete 44 2, 9| madame Fontene; poi Filippo~ ~FONT. Io credo che il locandiere 45 2, 9| riputazione ad una locanda.~FONT. Eh, che cosa si può dare 46 2, 9| dunque venite voi a vederla?~FONT. Per curiosità.~FIL. Signore, 47 2, 10| facile, come vi pensate.~FONT. Oh, sapete perché fa la 48 2, 10| Converrà aspettare suo padre.~FONT. Eh, che questa sorta di 49 2, 10| entrare nelle mie camere?~FONT. Oh! il piacere di vedervi, 50 2, 10| persona che mi favorisce.~FONT. (Ci trovate voi queste 51 2, 10| piano a madama Fontene)~FONT. (Sì, del merito!) (a monsieur 52 2, 10| che cosa posso servirvi?~FONT. Avete tanta premura d'andarvene? ( 53 2, 10| attenzioni che si convengono.~FONT. Sapete parlar francese?~ 54 2, 10| non parlo bene, signora.~FONT. (Oibò, oibò, non val niente, 55 2, 10| che abbia del sentimento).~FONT. (È un gran cattivo giudice 56 2, 10| licenza. (vuol partire)~FONT. Dove andate, madamigella?~ 57 2, 10| avete niente da comandarmi.~FONT. Ci verremo anche noi.~DOR. 58 2, 10| vostro umilissimo servitore.~FONT. E protettore delle italiane...~ 59 2, 10| nome di madama a Doralice)~FONT. , , se volete ch'ella 60 2, 10| saperlo. (con caricatura)~FONT. Graziosa! veramente graziosa! ( 61 2, 10| ne vada. (vuol partire)~FONT. Ehi, dite.~DOR. Che cosa 62 2, 10| si ferma dove si trova)~FONT. (È una virtuosa feroce).~ 63 2, 10| merita). (a madame Fontene)~FONT. Dite: non volete che veniamo 64 2, 10| voi della mia condotta.~FONT. (Ah, che bel talento!) ( 65 2, 10| voi, madama). (a madame)~FONT. Ehi? come va il concorso? 66 2, 10| a madame la Fontene)~FONT. (E che sì, che v'intenerisce?) ( 67 2, 10| poco). (a madame Fontene)~FONT. Non siete dunque contenta 68 2, 10| soffrire un sì nero oltraggio.~FONT. (Or ora sento intenerirmi 69 2, 10| ch'ei vi ponga rimedio.~FONT. Cosa volete voi parlar 70 2, 10| prudente uomo del mondo.~FONT. Oh, oh, ho capito. Se difendete 71 2, 10| maltrattar in tal guisa.~FONT. Vostro padre è un pazzo. 72 2, 11| mortificarlo soverchiamente.~FONT. Come?~ROSE Chi?~DOR. Non 73 2, 11| mio genitore?~ROSE Questi?~FONT. Non è egli?...~ANS. Sì 74 2, 11| lei? Cosa vogliono da me?~FONT. (Non capisco niente). ( 75 2, 11| mia figlia.~ROSE Oh cieli!~FONT. Non è questa la giovane 76 2, 11| impossibile). (a madame Fontene)~FONT. (Penava a crederlo anch' 77 2, 11| verso madame la Fontene)~FONT. Sì, madama Fontene si 78 2, 11| passare nelle mie camere.~FONT. Accetto con soddisfazione 79 3, 2| Servitore di locanda.~ ~FONT. Signore, vorrei far recapitare 80 3, 2| mandare per la Picciola Posta?~FONT. Cercate un uomo che vada 81 3, 2| cosa è la Picciola Posta?~FONT. La cosa più bella e più 82 3, 2| servita della Picciola Posta?~FONT. Perché questa ha le sue 83 3, 2| instruirmi sopra di ciò.~FONT. Questo si deve fare co' 84 3, 2| specialmente in Venezia.~FONT. Oh sì, lo credo. Ho sentito 85 3, 2| ho gran bisogno di voi.~FONT. Non avete che comandarmi.~ 86 3, 2| conoscete monsieur la Rose.~FONT. Lo conosco perfettamente.~ 87 3, 2| voi ch'egli sia maritato?~FONT. Al contrario, signore. 88 3, 2| Mi pareva impossibile).~FONT. Credetemi, che s'ei fosse 89 3, 2| dispiacerebbe per un altro verso).~FONT. Scusatemi, signore, avete 90 3, 2| esempio, vi dispiacesse...~FONT. Oh no no; non abbiate nessuna 91 3, 2| passioni, non ci sono amoretti.~FONT. Perdonatemi. Tutto il mondo 92 3, 2| domandato la mia figliuola.~FONT. Mi consolo con voi, che 93 3, 2| avevano detto ch'aveva moglie.~FONT. È un uomo d'onore, incapace 94 3, 3| ch'è prevenuto!) (da sé)~FONT. Vi assicuro che con lui 95 3, 3| questa perpetua malinconia?~FONT. Signora, voi avete qualche 96 3, 3| dover essere sfortunata.~FONT. Eh signora mia, ho un poco 97 3, 3| vostra bontà di rasserenarla.~FONT. Favorite. Venite con me 98 3, 3| lei mi confidi). (da sé)~FONT. (Scommetto ch'ella è innamorata 99 3, 6| madame Fontene e detti.~ ~FONT. Finalmente, signore, l' 100 3, 6| l'ho penetrato ancor io.~FONT. Che una giovane sia innamorata, 101 3, 6| amante di quell'indegna?~FONT. Mi ha detto qualche cosa; 102 3, 6| Oh cieli! che sarà mai?)~FONT. È qualche persona vile, 103 3, 6| mi ha detto di essere?)~FONT. Ditemi chi è, se lo conoscete. ( 104 3, 7| Filippo non sarà contento).~FONT. Ma cara signora Doralice, 105 3, 7| disordini! Che confusioni!~FONT. Andiamo, andiamo ad aspettar 106 3, 7| obbliga a doverlo sposare?~FONT. Se poi vostro padre vi 107 3, 11| tutte le ore in sua libertà.~FONT. Chi è che domanda la forestiera? ( 108 3, 11| Come! voi qui, madama?~FONT. Oh monsieur Traversen, 109 3, 11| che ci siate venuta voi.~FONT. Vi dirò. In questi appartamenti 110 3, 11| famosa giovane del concorso?~FONT. So ch'era nell'appartamento 111 3, 11| permettete ch'io guardi se c'è?~FONT. Servitevi. Ma fatemi prima 112 3, 11| stamane al Palazzo Reale.~FONT. È vero, ma sapete voi dove 113 3, 11| può trovare alla Borsa.~FONT. Benissimo. Vi rendo grazie.~ 114 3, 11| Avete altro da comandarmi?~FONT. Andate, vedete se c'è la 115 3, 11| TRAV. La porta è aperta.~FONT. Potete entrare liberamente.~ 116 3, 11| venuta la sua carrozza.~FONT. Bene, che aspetti, e date 117 3, 11| mi ha risposto nessuno.~FONT. Mi dispiace. Povero monsieur 118 3, 11| importa, non mancherà tempo.~FONT. Ora che non pregiudico 119 3, 11| Comandatemi con libertà.~FONT. Fatemi la grazia di montar 120 3, 16| si avanza modestamente)~FONT. (Via, via, fatevi animo. 121 3, 16| desiderava. (a Roberto)~FONT. Scusatemi: sono io, signore, 122 3, 16| cos'è questo imbroglio?~FONT. Ecco scoperto ogni cosa, 123 3, 16| equivoco mi ha tradito.~FONT. Due donne italiane, figlie 124 3, 16| non vuole che mi mariti.~FONT. Bravissimo, la risoluzione 125 3, 16| signore? (a monsieur la Rose)~FONT. Eh via, signor Anselmo, 126 3, Ult| favorirmi di restar con noi.~FONT. Volentieri, l'occasione
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License