Lo scozzese
    Atto, Scena
1 1, 2| questi è un buon cavaliere.~MURR. Fabrizio, vi do il buon 2 1, 2| faccio umilissima riverenza.~MURR. Avete ancora veduta stamane 3 1, 2| signore. È ancor di buon ora.~MURR. Si è veduta la di lei cameriera?~ 4 1, 2| cameriera?~FABR. Nemmeno.~MURR. Son bramoso di sapere, 5 1, 2| premura per questa giovane.~MURR. Vi pare che non la meriti?~ 6 1, 2| delle vostre attenzioni.~MURR. Io trovo in lei una bellezza 7 1, 2| saprete la sua condizione.~MURR. No: ancora non ho potuto 8 1, 2| fanciulla, o vedova, o maritata.~MURR. Per quel che ho potuto 9 1, 2| in un pubblico albergo?~MURR. Io ne sono all'oscuro al 10 1, 2| impegnato con miledi Alton?~MURR. Sì, miledi Alton mi fu 11 1, 2| d'un matrimonio discorde.~MURR. Ah! Lindana mi potrebbe 12 1, 2| mostra di esser nata bene.~MURR. Così credo ancor io.~FABR. 13 1, 2| nascondere la sua povertà.~MURR. Somministratele quanto 14 1, 2| piuttosto si contenta patire.~MURR. Una simile delicatezza 15 1, 2| Veggo aprire la camera.~MURR. Il cuore mi si altera immediatamente.~ 16 1, 2| FABR. Esce la cameriera.~MURR. Lasciatemi solo con lei.~ 17 1, 3| tenendo in mano un ricamo.~ ~MURR. Non avrò mai pace, s'io 18 1, 3| Milord. (inchinandosi)~MURR. Buon giorno, Marianna. 19 1, 3| padrona?~MARIAN. Sta bene.~MURR. Si può riverire?~MARIAN. 20 1, 3| buona copia di testimoni.~MURR. Dove siete diretta presentemente?~ 21 1, 3| Dalla padrona di casa.~MURR. Avete qualche cosa di bello, 22 1, 3| Sì, signore, è un ricamo.~MURR. È opera vostra?~MARIAN. 23 1, 3| opera della mia padrona.~MURR. Si può vedere?~MARIAN. 24 1, 3| dite a lei d'averlo veduto.~MURR. Sdegna ella che si sappia 25 1, 3| ben fatto questo ricamo?~MURR. Perfettamente: ella mostra 26 1, 3| Per un paio di scarpe.~MURR. Per lei, m'immagino.~MARIAN. 27 1, 3| servire per lei. (sospirando)~MURR. Per voi dunque.~MARIAN. 28 1, 3| dunque.~MARIAN. Peggio.~MURR. Ma per chi?~MARIAN. Per 29 1, 3| MARIAN. Per tutte e due.~MURR. Non capisco.~MARIAN. Permettetemi 30 1, 3| travaglio delle sue mani.~MURR. Oimè! voi mi colpite nell' 31 1, 3| Oh! morirebbe piuttosto.~MURR. Tenete: datele questa borsa.~ 32 1, 3| riceverebbe a verun patto.~MURR. E voi avete cuore di ricusarla?~ 33 1, 3| ma non la posso ricevere.~MURR. E pure sarete costretta 34 1, 3| lei.~MARIAN. Pur troppo.~MURR. E siete voi purevirtuosa?~ 35 1, 3| occasione di disgustarla.~MURR. Siete veramente ammirabile.~ 36 1, 3| essere qualche cosa di buono.~MURR. Facciamo così. Vendete 37 1, 3| Basta che non lo diciate.~MURR. Non vi è pericolo. Eccovi 38 1, 3| Bastano bene quattro scellini.~MURR. Così poco?~MARIAN. È il 39 1, 3| prezzo che si può sperare.~MURR. Non potreste voi dire d' 40 1, 3| padrona non è sì sciocca.~MURR. Tenetevi il rimanente per 41 1, 3| posso farlo. (sospirando)~MURR. Non è necessario ch'ella 42 1, 3| accorgerebbe senz'altro.~MURR. (Io non ho più trovato 43 1, 3| ma convien resistere).~MURR. Tenete. datemi il resto 44 1, 3| la stampa delle monete.~MURR. Tenete la ghinea: mi darete 45 1, 3| MARIAN. Ma se non mi trovo...~MURR. Tenete, dico. La virtù, 46 1, 3| restante. (prende la ghinea)~MURR. Non siate così rigorosa. ( 47 1, 3| non la vorrei disgustare.~MURR. Possibile ch'ella non voglia 48 1, 3| fosse in caso di farlo.~MURR. Sa pure, ch'io ho della 49 1, 3| vi nomina che sospirando.~MURR. Sì, allora quando mi scopersi 50 1, 3| forte la tenga oppressa.~MURR. Non saprei. Voi che le 51 1, 3| tradisca la mia padrona?~MURR. Chiamate voi tradimento 52 1, 3| di confidarvi il segreto.~MURR. Via, fatelo che ne resterete 53 1, 3| fidare che non parlaste...~MURR. Io non credo di meritar 54 1, 3| ed il restante malissimo.~MURR. Si può sapere il nome della 55 1, 3| ma per amor del cielo!...~MURR. Non dubitate ch'io parli.~ 56 1, 3| della sua vita medesima.~MURR. Voi mi offendete.~MARIAN. 57 1, 3| cieli! la padrona mi chiama.~MURR. Non mi lasciate in quest' 58 1, 3| sventurato Sterlingh...~MURR. Come?~MARIAN. Sì, del Conte 59 1, 4| QUARTA~ ~Milord solo.~ ~MURR. Ahimè! qual fulmine mi 60 3, 6| giornata delle stravaganze.~MURR. (No, non mi soffre il cuore 61 3, 6| o finge di non vedermi).~MURR. Ardir, mio cuore... Voi 62 3, 6| Non mi avevate veduta?~MURR. No certo. (Il mio dolore 63 3, 6| parlare alla mia padrona?~MURR. Sì, lo bramerei, s'ella 64 3, 6| casa sian ite a pranzo.~MURR. Per questa volta almeno, 65 3, 6| sapere quel che vi ho detto?~MURR. No, non tradirò il segreto: 66 3, 6| vi consiglio per ora...~MURR. E perché?~MARIAN. Perché, 67 3, 6| vorrei la seconda far peggio)~MURR. Ho qualche cosa da dirle, 68 3, 6| volesse. ma non lo credo.~MURR. Avvisatela.~MARIAN. Non 69 3, 6| Avvisatela.~MARIAN. Non ardisco.~MURR. Non fate che la vostra 70 3, 7| SETTIMA~ ~Milord solo.~ ~MURR. Se non parliamo liberamente, 71 3, 8| ora insolita ad onorarmi?~MURR. Spronato dal desiderio 72 3, 8| ilarità: mi parete confuso.~MURR. Non sarebbe fuor di proposito 73 3, 8| morir di fame). (parte)~MURR. (Vuol restar sola! che 74 3, 8| io sia oltremodo agitata?~MURR. Ah! sì, pur troppo. Sparita 75 3, 8| della più dolorosa passione.~MURR. Deh! svelatemi la trista 76 3, 8| cui derivano le mie pene?~MURR. No, Lindana, non mi crediate 77 3, 8| mio e della mia famiglia?~MURR. Pur troppo mi è noto con 78 3, 8| a traverso del tavolino)~MURR. Deh! se v'intenerisce il 79 3, 8| alzandosi con agitazione)~MURR. Consolatevi, o cara...~ 80 3, 8| svelato chi sono? (agitata)~MURR. Non vi svelate da voi medesima? 81 3, 8| Voi siete stato avvertito.~MURR. Sì, vel confesso, sono 82 3, 8| avvertito.~LIND. E da chi?~MURR. Impegnatevi in parola d' 83 3, 8| dalla perfida mia cameriera.~MURR. Non la trattatemale: 84 3, 8| altra donna è impegnato?~MURR. Ah! sì, v'intendo. Miledi 85 3, 8| le vostre proposizioni.~MURR. Voglia il cielo che il 86 3, 9| necessità di riposo. (a Milord)~MURR. Servitevi. Calmate il vostro 87 4, 5| Milord Murrai solo.~ ~MURR. Ognora s'accrescono le 88 4, 7| Milord e le suddette.~ ~MURR. Ah! qual perfida lingua, 89 4, 7| Milord, sostenendo Lindana)~MURR. A me un tale insulto? In 90 4, 7| informato della padrona?~MURR. Lo sarà stato meglio di 91 4, 7| ricusato. (con mestizia)~MURR. Vorreste farmi anche in 92 4, 8| Cosa sono questi rumori?~MURR. Ah! Fabrizio, disingannatele. 93 4, 12| collere e il mio risentimento.~MURR. (Uscendo dalla camera di 94 4, 12| potrà vantarsi almeno...~MURR. Voi qui, Miledi?~MIL. Sì, 95 4, 12| ci sono per mio rossore.~MURR. Veramente non è cosa degna 96 4, 12| indegno che mi faceste.~MURR. Ah! Miledi, ritornate in 97 4, 12| scrittura e la getta in terra)~MURR. (Raccoglie i pezzi del 98 4, 12| deridete ancora, indiscreto?~MURR. No, calmatevi per un momento, 99 4, 12| una femmina avventuriera.~MURR. Miledi, giudicate meglio 100 4, 12| pace e la libertà. (parte)~MURR. Sian grazie ai numi. Vadasi 101 5, 2| SECONDA~ ~Milord e detti.~ ~MURR. Vorrei pur sollevare dal 102 5, 2| grida forte verso Milord)~MURR. Chi sei tu, traditore? ( 103 5, 2| desidera il vostro sangue.~MURR. Qual ira contro di me vi 104 5, 3| dell'odio e della vendetta.~MURR. Qual vendetta? Qual odio? ( 105 5, 3| miei colpi. (attaccandolo)~MURR. Siate voi testimoni della 106 5, Ult| spada ed abbraccia Lindana)~MURR. Oh stelle! Il padre dell' 107 5, Ult| che avvenimento felice!)~MURR. Deh! cessino i vostri sdegni. 108 5, Ult| morte. (accennando Milord)~MURR. Conte, trattenete le vostre 109 5, Ult| Oh adorato mio genitore!~MURR. Oh cieli! avrò finito anch' 110 5, Ult| della Giustizia? (a Milord)~MURR. Pochi giorni mi bastano. 111 5, Ult| mi allontani. (a Milord)~MURR. E non vi rincresce in questi 112 5, Ult| Oh adorabile genitore!~MURR. Ah! Conte, ah! mio adorato 113 5, Ult| consorte. (si porgono la mano)~MURR. Signor Friport, lasciate 114 5, Ult| venire, io parto. (al Conte)~MURR. Conte, partite di buon
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License