La donna di governo
    Atto, Scena
1 2, 1| VALENTINA e TOGNINO.~ ~TOG.~Signora Valentina. (incontrandosi)~ 2 2, 1| Che cosa c'è, Tognino?~TOG.~Ho da dirvi una cosa.~VAL.~ 3 2, 1| raccontate.~Non è così?~TOG.~Egli è vero. Han fatto 4 2, 1| l'accusa qual sia stata.~TOG.~Hanno detto al padrone 5 2, 1| VAL.~Ed egli l'ha creduto?~TOG.~Parvemi da suoi detti,~ 6 2, 1| casa ad aspettarmi andrà.~TOG.~Volentieri, vi servo con 7 2, 1| la chiave è in mano mia.~TOG.~Ma che nessun di casa lo 8 2, 1| non son io la padrona?~TOG.~Due salviette vorrei, e 9 2, 1| VAL.~Due posate? per chi?~TOG.~Per me e la mia signora.~ 10 2, 1| Hai la signora adunque?~TOG.~L'ho certo; già si sa.~ 11 2, 1| sa nulla, e fidasi di me.~TOG.~Vo a trovar Baldissera.~ 12 2, 1| Lo farai di buon core?~TOG.~Vi servirò d'incanto. ( 13 5, 5| QUINTA~ ~TOGNINO e detti.~ ~TOG.~Certo signor Ippolito vorria 14 5, 5| Chiamate Valentina. (a Tognino)~TOG.~Valentina, signora, è in 15 5, 5| Dov'è il signor Ippolito?~TOG.~Eccolo ch'ei s'appressa.~ 16 5, 8| il padrone. (a Tognino)~TOG.~Sì signora.~DOR.~Cammina. ( 17 5, 8| DOR.~Cammina. (a Tognino)~TOG.~(Voglio veder, s'io posso La gelosia di Lindoro Atto, Scena
18 3, 9 | detta~ ~FIL. Si può venire?~TOG. Venga, venga.~FIL. Vi riverisco, 19 3, 9 | riverisco, quella giovane.~TOG. Serva sua. Che cosa comanda?~ 20 3, 9 | qui la signora Barbara?~TOG. Sì signore.~FIL. È in casa?~ 21 3, 9 | signore.~FIL. È in casa?~TOG. Sì signore; è in casa, 22 3, 9 | in tutta la sua libertà.~TOG. Signore, scusatemi, io 23 3, 9 | affare ch'ha per le mani.~TOG. Oh mi pare difficile che 24 3, 9 | trattarla per quel teatro.~TOG. Se non è altro che questo, 25 3, 9 | potrebbe perdere l'occasione...~TOG. Non serve a niente. Credo 26 3, 9 | per qualch'altro teatro?~TOG. No, signore, ma vi dirò. 27 3, 9 | ma non importa. E così?~TOG. E così, è in trattato di 28 3, 9 | Veramente di maritarsi?~TOG. Veramente di maritarsi! 29 3, 9 | qualche volta de' matrimoni...~TOG. Sì, v'ho capito. Ma la 30 3, 9 | le impedirà di cantare?~TOG. Oh, se prende questo, v' 31 3, 9 | che la vorrebbe sposare?~TOG. Siete venuto qui per proporle 32 3, 9 | merito illuminando lei.~TOG. In verità, voi mi mettete 33 3, 9 | non mancano di profittare.~TOG. Se questo fosse, mi darei 34 3, 9 | Conoscete voi la persona?~TOG. La conosco sicuramente.~ 35 3, 9 | sicuramente.~FIL. Come si chiama?~TOG. È un gentiluomo di questo 36 3, 9 | paese...~FIL. Un gentiluomo?~TOG. È figlio unico...~FIL. 37 3, 9 | unico...~FIL. Figlio unico?~TOG. Alle corte, è un certo 38 3, 9 | del signor Don Roberto?~TOG. Per l'appunto. Lo conoscete?~ 39 3, 9 | non conosco altri che lui.~TOG. Vi pare che sia cattivo 40 3, 9 | partito?~FIL. Sarebbe ottimo.~TOG. Lo credete capace d'ingannare 41 3, 9 | impegnato, come voi dite.~TOG. Oh per impegnato lo è, 42 3, 9 | Non l'avrei mai creduto.)~TOG. Sento gente. (guardando 43 3, 9 | quel che m'avete detto.~TOG. Non serve, io non posso 44 3, 13 | Tredicesima. Tognina e detti~ ~TOG. Signora, è una giovane 45 3, 13 | vi domanda.~BAR. E chi è?~TOG. Non so, non l'ho mai veduta.~ 46 3, 13 | veduta.~BAR. Cosa vuole?~TOG. Dice che v'ha da parlare.~ 47 3, 13 | parlare.~BAR. Fatela entrare.~TOG. Signora, se mai fosse una 48 3, 13 | v'inquietate per questo.~TOG. (In oggi v'è tanta carestia 49 3, 16 | poi Lindoro da viaggio~ ~TOG. Dov'è la padrona? V'è qui 50 3, 16 | macchine, le imposture.~TOG. (da sé) (Cos'è questo negozio?)~ 51 3, 16 | perfida, ad un'indegna.~TOG. (a Lindoro) Ehi, parlate 52 3, 16 | sapete quel che vi dite.~TOG. (a Don Flaminio) Ehi, ehi, 53 3, 16 | un seduttor dell'onestà.~TOG. (a Lindoro) Che parole? 54 3, 16 | marito mio, cosa dite?~TOG. (da sé) (È sua moglie, 55 3, 16 | si può fidar delle donne?~TOG. (a Lindoro) Ehi, ehi, parlate 56 3, 16 | sentire altro, vi dico.~TOG. (da sé) (Gli spaccherei 57 3, 16 | LIN. Non vo' sentir altro.~TOG. (a Lindoro) Ma ascoltateli, 58 3, 16 | non rispettassi Zelinda!!!~TOG. (a Flaminio) Fermatevi! ( 59 3, 16 | farmi conoscere. (parte)~TOG. Va, che il diavolo ti trascini. ( Gli innamorati Atto, Scena
60 1, 2 | Seconda. Tognino e dette~ ~TOG. Servo di lor signore.~EUG. 61 1, 2 | Tognino. Che fa il padrone?~TOG. Sta bene. La riverisce 62 1, 2 | FLA. E qui che ci avete?~TOG. Un po' di frutta.~FLA. 63 1, 2 | la risposta. (a Tognino)~TOG. Dove vuole ch'io posi questo 64 1, 3 | iersera, il vostro padrone?~TOG. È venuto prima del solito, 65 1, 3 | veduto venir sì presto?~TOG. Ha mostrato di aver piacere.~ 66 1, 3 | compagnia la signora Clorinda?~TOG. Oh, da lei non ci vien 67 1, 3 | compagnia il signor Fulgenzio?~TOG. Quando è in casa procura 68 1, 3 | con un poco di sdegno)~TOG. (Se parlo, non vorrei far 69 1, 3 | EUG. Ridono, a tavola?~TOG. Qualche volta.~EUG. È grazioso 70 1, 3 | sua cognata: è egli vero?~TOG. Sì signora, giocano, qualche 71 1, 3 | vanno a spasso la sera.~TOG. Io non lo so, veramente.~ 72 1, 3 | a spasso anche ier sera.~TOG. Può essere.~EUG. Mi fareste 73 1, 3 | essere? dite che è di sicuro.~TOG. Lo sa di certo?~EUG. Fate 74 1, 3 | conto ch'io l'abbia veduto.~TOG. Bene. Quando lo sa, perché 75 1, 3 | ora son tornati a casa?~TOG. A tre ore in circa.~EUG. 76 1, 3 | EUG. Hanno cenato subito?~TOG. Subito.~EUG. E poi avranno 77 1, 3 | avranno giocato una partitina.~TOG. Hanno giocato una partitina.~ 78 1, 4 | EUG. Venite qui, Tognino.~TOG. Eccomi.~EUG. Dite al vostro 79 1, 4 | risposta in voce. (a Tognino).~TOG. Come comanda.~FLA. Non 80 1, 4 | do un testone di mancia.~TOG. Sarà per sua grazia, non 81 1, 4 | dite nulla! (a Tognino)~TOG. Perdoni, la sua signora 82 3, 1 | quello di questa mattina! ~TOG. Io non ne saprei indovinare 83 3, 1 | e il signor Fulgenzio. ~TOG. La mia padrona è di temperamento 84 3, 1 | delirar la signora Eugenia. ~TOG. Me ne sono avveduto questa 85 3, 1 | Non è vero che sia gelosa.~TOG. E che cos'è dunque?~LIS. 86 3, 1 | timore, vanità, e sospetto. ~TOG. E quale, di queste passioni, 87 3, 1 | credesse di essere amata? ~TOG. Ma quando termineranno 88 3, 1 | Fulgenzio l'avrà sposata.~TOG. E perché non la sposa?~ 89 3, 1 | torna il di lui fratello.~TOG. Io credo che debba esser 90 3, 1 | risento anch'io la mia parte!~TOG. Parmi sentir del rumore 91 3, 1 | Avranno gli spiriti in moto.~TOG. Ho curiosità di sentire. 92 3, 1 | guarda dal buco della chiave)~TOG. È un po' troppo caldo il 93 3, 1 | scostandosi dalla porta)~TOG. Lasciate che senta.(si 94 3, 1 | finir in bene). (da sé)~TOG. Vi sono de' guai, la mia 95 3, 1 | corre a vedere alla porta) ~TOG. (Quella buona signora non 96 3, 1 | stando presso la porta) ~TOG. E il mio padrone che cosa 97 3, 1 | LIS. Aspettate. (guarda)~TOG. (Dubito di qualche gran 98 3, 1 | egli non gli risponde. ~TOG. Lasciatemi un po' vedere. ( 99 3, 1 | si ritira dalla porta)~TOG. (Non vorrei nemmeno conoscerlo, 100 3, 1 | io non ci sto). (da sé) ~TOG. La signora Eugenia è balzata 101 3, 1 | corre alla porta e guarda)~TOG. Che cosa fa? (con ansietà)~ 102 3, 1 | Se ne va via. (osserva)~TOG. E la mia padrona?~LIS. 103 3, 1 | asciuga gli occhi. (osserva)~TOG. E il padrone?~LIS. Non 104 3, 1 | Non si move. (osserva)~TOG. E la signora Flamminia?~ 105 3, 1 | pianga ella pure. (osserva)~TOG. E quel forastiere?~LIS. 106 3, 2 | LIS. Perdoni. (ad Eugenia)~TOG. Compatisca. (ad Eugenia)~ 107 3, 2 | davvero). (da sé e parte) ~TOG. (Povero padrone! Voglio
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License