L’apatista
   Atto, Scena
1 4, 4 | stabile e sincero.~~Se la mia gradite, d'ogni rival mi 2 4, 4 | libertà.~~~~~~LAVINIA:~~~~La che prometteste, ad osservar Il bugiardo Atto, Scena
3 1, 4 | ARL. Mi no so come diavolo a inventarve tante filastrocche, 4 3, 5 | perdono.~PAN. Mo via, no me penar.~LEL. Briseide è una Il burbero benefico Atto, Scena
5 1, 1 | negarmela?~Martuccia: Per mia , credo di sì.~Valerio: Come?~ Il campiello Atto, Scena
6 1, 1 | tutto par bon.~Via, no ve pregar.~Pute, chi zoga al 7 1, 1 | se pol gnanca?~LUCIETTA pur quel, che volè.~ZORZETTO 8 1, 2 | PASQUA Come!~DONNA CATTE Me peccà,~Cusì sorda.~DONNA 9 2, 5 | quindese.~ZORZETTO Mo adesso~Me rabbia anca vu.~LUCIETTA 10 3, 1 | CATTE Mi no digo, che el , co no podè;~Ma intanto 11 3, 1 | ANZOLETTO Co sto parlar me vegnir la freve.~No voria, 12 3, 1 | novizzi.~ANZOLETTO Squasi me da rider.~DONNA CATTE Mo 13 3, 4 | poderia pentir.~LUCIETTA Me cascar el cuor.~DONNA CATTE 14 3, 9 | dolce bon, e che la vaga;~E pulito, che el compare paga.~ 15 3, 10 | degne de disnar con vu;~Ma sta grazia, vegnì via con 16 5, 4 | Che bisogno ghe ,~Che pettegolezzi? (ad Orsola)~ 17 5, 14 | Gnanca per questo no me paura.~DONNA CATTE Anca La casa nova Atto, Scena
18 1, 1 | Lucietta: Eh, caro vu, no me parlar La gh'ha dei totani, 19 1, 2 | cusì, no se parla gnanca. el vostro debito, avè da 20 1, 5 | de ste malinconie, che me vegnir mal.~ ~ 21 1, 6 | gnanca, ve depeno de sorela; conto che sia morto per 22 1, 6 | drento dei denti, e no me andar in colera, che sarà 23 2, 1 | no ghbisogno, che me sti sermoni. Savè, che putta 24 2, 1 | veder mi.~Checca: No ve veder su i balconi.~Rosina: 25 2, 5 | ma abbiè giudizio, no ve smatar.~Lorenzino: Benedetta 26 2, 7 | desordine. Aveu inteso? pulito.)~Servitore: La lassa 27 3, 2 | grande dasseno.~Rosina: Me strasecolar.~Checca: E cossa 28 3, 2 | Checca: Sì, giusto elo. una cossa, fia, andè da 29 3, 8 | no digo altro; andè , quel che volè, montè in 30 3, 8 | gran omo de poco spirito. , che vegna con mi vostra Il cavaliere di spirito Opera, Atto, Scena
31 SPI, 1, 7| anzi a serbar costante~~La che prometteste al sposo 32 SPI, 2, 3| Avrete da una donna di le prove usate.~~Vuol l' Il contrattempo Atto, Scena
33 2, 12 | piedi in terra?~Oh nemica di macchina errante!~Ecco amor De gustibus non est disputandum Atto, Scena
34 1, 8 | Coperta da un velo~~La degli amanti;~~Son tutti 35 2, 4 | è l'amore,~~Sincera è la .~~Tradire non so,~~Schernire 36 2, 5 | disponete~~Del mio amor, di mia , che vostra io sono.~~~~~~ La diavolessa Atto, Scena
37 2, 10 | se ve crede,~~No, no ve stupor,~~Che se cognosce Il filosofo di campagna Atto, Scena
38 2, 14 | Ha forse altrui~~Data la di sposa?~~~~~~LENA~~~~Eh, Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
39 1, 1 | fia ghe bisogna gnente; qualcossa, se ghe n'avè 40 1, 2 | a tola saremo diese; e parechiar de per i putti.~ 41 1, 3 | ELENETTA Sior no: no me inrabiar.~ZAMARIA Animo, 42 1, 10 | con disprezzo)~LAZARO a vostro modo, che viverè 43 2, 1 | andar, e tornar?~ZAMARIA conto de tornar donca.~ANZOLETTO 44 2, 2 | ZAMARIA Via, da bravi, e de le bele cazzade.~BASTIAN 45 2, 2 | scempiezzi!)~ZAMARIA Putto, a modo mio. Stè a casa, 46 2, 3 | ridesto?~MARTA Vardè, vedè! sbarar i mascoli per sta 47 3, 2 | parlarghe con libertà.~DOMENICA per mi, che anca mi farò 48 3, 7 | in bona età, pulita, la vostra fegura.~MADAMA 49 3, 11 | LAZARO Co l'acqua me lo el prindese?~ALBA Con cossa? 50 3, 11 | accennando Polonia)~POLONIA giudizio, e ve sposerò. ( 51 3, 12 | perché se gh'avè torto, pezo a parlar; e se gh'avè 52 3, 13 | che comandè.~ZAMARIA Ma da omo.~MOMOLO Se ho da 53 3, 13 | disè altro, che debotto me contaminar. Sior Zamaria, 54 3, 13 | ZAMARIA Via, siora Polonia, anca vu quel, che avemo Il filosofo inglese Atto, Scena
55 1, 4 | più di un istrumento,~~La che a noi si presta, prevale La mascherata Opera, Atto, Scena
56 MAS, 2, 2| i déi;~~Se bei, - no per mi.~~Vu premè,~~Vu stalì,~~ Monsieur Petition Parte, Scena
57 2, 4 | esser carezzà:~~Se a ghe qualche strapazz,~~Tiran Il padre per amore Atto, Scena
58 3, 3 | senza mostrarvi irata,~~Alla rinunziate che avvi il mio 59 4, 4 | non si crede il vero.~~La che mi ha promessa, la fè 60 4, 4 | fè che mi ha promessa, la che mi ha giurata,~~A una Le pescatrici Opera, Atto, Scena
61 PES, 2, 13| Buon vecchio, a prestar . Donne, che altere~~Bramate Componimenti poetici Parte
62 Dia1 | glorie e il nome, ~Di lei la , non ordinario vanto; ~E 63 Dia1 | A vu, che per lodarla ve capo de squadra,~Ve parlo 64 Dia1 | se ve crede, ~No, no ve stupor, ~Ché se cognosse 65 Dia1 | filo si regge. Oh, per mia , ~Star agiato in cassetta 66 Dia1 | Zovene senza barba, no a la 127, ~Che nol me piase un 67 Dia1 | ad ascoltar: ~Siori, me da rider, da cristian, ~ 68 TLiv | ghe n’astu? mi no so a la . ~Vardè quanto che ho scrito I rusteghi Atto, Scena
69 1, 3 | fia. Mi no me n'impazzo;53 pur quel che volè vu.~LUNARDO 70 1, 5 | ligadure.~MAURIZIO Sior sì; ligar ogni dies'anni le 71 1, 6 | Povero puto; dasseno me peccà. vero; la zoventù, 72 1, 6 | MARINA Mo via, deboto me rabia. Cossa credeu, che 73 1, 7 | MARINA Un bel acèto, che ghe a mio nevodo!~SIMON Mi v' 74 1, 8 | sta bona grazia?~SIMON Me vegnir suso el mio mal.~ 75 1, 8 | natural, che de le volte rabia.~SIMON No lo cognosseu 76 1, 9 | di notte.~FELICE Dasseno? ben a governarve, fio mio. ( 77 2, 1 | la me burla?~MARGARITA Me da rider. Cossa voressi?~ 78 2, 2 | piangendo)~MARGARITA Mo se me andar in colera.~LUCIETTA 79 2, 3 | MARGARITA Caro vu, no me parlar.~LUCIETTA Sior padre.~ 80 2, 6 | so più quala far.~MARINA de tuto, che la se destriga.~ 81 2, 8 | siora Margarita, che me torto. Stè sora de mi, no 82 2, 14 | SIMON Stè saldo.~CANCIANO No . (Simon e Canciano strascinano 83 3, 1 | che mai.~SIMON Ho capìo; cusì, compare.~LUNARDO Come?~ 84 3, 2 | òggio fato?~CANCIANO No me parlar.~FELICE Parlè.~CANCIANO 85 3, 2 | LUNARDO Cara siora, no me parlar.~FELICE Perché? son 86 3, 2 | v'ha licenza, che lo vegnir?~FELICE Vostra muggier.~ 87 3, 2 | ma nol andà in fumo. cusì, sior Lunardo, se volè, 88 3, ul | star in bona co le muggier, da omeni, ma no da salvadeghi, Il servitore di due padroni Atto, Scena
89 1, 18 | fecero ammutolire.~PANTALONE che el respetto e la suggizion 90 2, 12 | in tola. Ve insegnerò mi. conto che questa sia la Il teatro comico Atto, Scena
91 1, 8 | contentano di poco.~GIANNI Vu de tutto per metterme in 92 2, 6 | tanto; se me disè cusì, me andar in bruo de lasagne. ~
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License