grassetto = Testo principale
                      grigio = Testo di commento
Le donne gelose
   Atto, Scena
1 Per | orefice, suo marito.~Sior TODERO merciaio.~Siora TONINA sua 2 1, 1| da senno? La pratica sior Todero?~TON. Siora sì, el ghe va. 3 1, 7| SCENA SETTIMA~ ~Sior Todero e siora Lugrezia~ ~TOD. 4 1, 7| Lugrezia.~LUG. Oh patron, sior Todero! Che bon vento?~TOD. Vento 5 1, 7| altre spese. Credeme, sior Todero, che no ghe n’ho.~TOD. M’ 6 1, 7| codegugno50.~LUG. Oh sior Todero, sta roba no val sti bezzi.~ 7 1, 11| codegugno e camisiola de sior Todero, e detto.~ ~LUG. Andè , 8 2, 7| SCENA SETTIMA~ ~Sior Todero e dette.~ ~TOD. Cospetto 9 2, 7| posso refar.~GIU. (Oe! sior Todero, el mario de siora Tonina). ( 10 2, 7| vedemo dove che va sior Todero.~TOD. Chi xe ste mascare?~ 11 2, 14| SCENA QUATTORDICESIMA~ ~Sior Todero di casa di Lugrezia, serra 12 2, 14| GIU. E mi aveva visto sior Todero.~TON. Dov’ela custia? Che 13 2, 21| capace de andar a trovar sior Todero o sior Boldo, e contarghe 14 2, 30| SCENA TRENTESIMA~ ~Sior Todero in bautta, e detti.~ ~TOD. ( 15 2, 33| cava la scatola di sior Todero)~GIU. (Andemo). (s’avvia 16 3, 3| Via mo, a chi?~BOL. A sior Todero marzer.~GIU. Al mario de 17 3, 3| sappia mi?~GIU. Che sior Todero ghe l’abbia donada elo?~ 18 3, 3| ghe l’averà donada sior Todero.~BOL. Oh vago via, che xe 19 3, 4| flusso e reflusso. Tolè, sior Todero gh’ha donà la scatola, e 20 3, 5| prubrico187.~TON. Ma sior Todero no el xe de sti donnini. 21 3, 5| GIU. Gieri mattina sior Todero l’ha comprada da mio mario.~ 22 3, 5| e ghe l’ha donada sior Todero.~TON. Mio mario gh’ha donà 23 3, 7| Poveretta mi! Se vien sior Todero a rescuoder la so roba, 24 3, 9| SCENA NONA~ ~Sior Todero e siora Lugrezia~ ~TOD. 25 3, 10| LUG. Cossa diseu, sior Todero? Avemo vadagnà un terno.~ 26 3, 10| BOL. Sì ben. Anca vu, sior Todero.~TOD. Bisognaria che andasse 27 3, 12| GIU. Sior Boldo?~TON. Sior Todero?~ARL. Le se ferma, le senta. 28 3, 12| Mo de cossa?~ARL. Sior Todero, per causa de siora Lugrezia, 29 3, 12| del lotto.~TON. Anca sior Todero, gramazzo, l’andava per 30 3, 13| Lugrezia, sior Boldo, sior Todero. Un Giovine con moscato 31 3, 13| tavolino.~ ~LUG. Evviva sior Todero; almanco el se fa onor.~ 32 3, 13| Boldo metterà i vovi, sior Todero el zucchero, e mi el latte.~ 33 3, 14| diana! La scatola de sior Todero). (da sé) Come l’aveu abua 34 3, 14| parte)~LUG. Oh apponto, sior Todero, me desmentegava. El facchin 35 3, 17| che ghe diga una cossa? (a Todero e a Boldo)~BOL. Cossa gh’ 36 3, 17| Lassè far a mi. (Boldo e Todero fanno dei moti alla finestra, 37 3, 18| un poco m’avè dito. Sior Todero, ve darò el zendà, e ve 38 3, 18| sticcarla220 onoratamente. (a Todero)~GIU. Perché no se maridela?~ 39 3, 18| anca mi!) (da sé)~LUG. Sior Todero, vardè ben, che se tornerè Sior Todero brontolon Atto, Scena
40 | SIOR TODERO BRONTOLON~ ~ 41 0, aut | L'autore a chi legge~ ~Todero è il nome proprio della 42 0, aut | è il nome di famiglia di Todero, ma un adiettivo che deriva 43 0, aut | da se stesso in ridicolo.~Todero, se fosse anche della famiglia 44 0, aut | e si fa odiare da tutti. Todero in questa commedia non è 45 0, aut | servitù? Eppure non è il mio Todero un carattere immaginario. 46 0, per | Personaggi~ ~TODERO mercante vecchio~PELLEGRIN 47 0, per | vecchio~PELLEGRIN figliuolo di Todero~MARCOLINA moglie di Pellegrin~ 48 0, per | Marcolina~DESIDERIO agente di Todero~NICOLETTO figliuolo di Desiderio~ 49 0, per | rappresenta in Venezia, in casa di Todero.~~ 50 1, 3 | che dirò mi.~FORT. E sior Todero?~MARC. La sarave bella, 51 1, 5 | Scena Quinta. Todero e Gregorio~ ~Camera di Todero.~ ~ 52 1, 5 | Todero e Gregorio~ ~Camera di Todero.~ ~TOD. Vegnì qua mo, sior.~ 53 1, 6 | Scena Sesta. Todero, poi Desiderio~ ~TOD. Nissun 54 1, 6 | domattina?~DESID. Mo, caro sior Todero...~TOD. Sior Todero, sior 55 1, 6 | sior Todero...~TOD. Sior Todero, sior Todero! Una volta 56 1, 6 | TOD. Sior Todero, sior Todero! Una volta ve degnevi de 57 1, 6 | ducati.~DESID. Caro sior Todero...~TOD. Coss'è sto sior 58 1, 6 | TOD. Coss'è sto sior Todero? Siben che mia nezza sarà 59 1, 7 | Scena Settima. Todero, e poi Pellegrin~ ~TOD. 60 2, 1 | Scena Prima. Todero, poi Gregorio~ ~Camera di 61 2, 1 | poi Gregorio~ ~Camera di Todero.~ ~TOD. Oh! che cara spuzzetta! 62 2, 4 | NICOL. Indivinè mo! Sior Todero el me vol maridar.~CEC. 63 2, 4 | vostro sior pare?~NICOL. Sior Todero m'ha ditto de sì, che el 64 2, 8 | m'ha ditto cussì che sior Todero lo vol maridar.~MARC. E 65 2, 8 | No savè, el dise, sior Todero me vol maridar. Digo mi: 66 2, 14 | grazia: vôi parlar co sior Todero, vôi tentar de vencerlo, 67 3, 1 | Scena Prima. Todero e Desiderio~ ~Camera di 68 3, 1 | e Desiderio~ ~Camera di Todero.~ ~TOD. Chi èlo sto sior 69 3, 1 | pettena.~DESID. Mo, caro sior Todero...~TOD. Sior diavolo che 70 3, 2 | Scena Seconda. Todero, e poi Meneghetto~ ~TOD. 71 3, 2 | prodotte. La soffra, sior Todero, la soffra con bontà che 72 3, 4 | Ve digo cussì, che sior Todero me vol dar so nezza.~CEC. 73 3, 5 | vostro bisogno. Se sior Todero ve manderà via, ve farò 74 3, 8 | la sappia l'onor che sior Todero m'ha volesto far. (a Marcolina)~ 75 3, 9 | Scena Nona. Todero e detti~ ~TOD. Cossa feu 76 3, 9 | siora Marcolina.~FORT. Sior Todero, patron.~TOD. Patrona. ( 77 3, 9 | ghe la volentiera. (a Todero)~TOD. (Manco mal. No credeva 78 3, 9 | novizza.~DESID. Védela, sior Todero? (con allegria)~TOD. Sior 79 3, 10 | Scena Decima. Marcolina, Todero e Fortunata~ ~FORT. (Oe, 80 3, 11 | l'ha sposà la massera. (a Todero, forte)~TOD. L'ha sposà 81 3, 13 | respetto che gh'ho per sior Todero, mi trovarò la maniera de 82 3, 13 | FORT. E Cecilia, se sior Todero no la vol in casa, la vegnirà 83 3, 14 | Scena Quattordicesima. Todero, Marcolina, Fortunata, Meneghetto 84 3, 14 | pagherà da so posta. (a Todero, forte)~DESID. Cossa gh' 85 3, 14 | Meneghetto lo assisterà. (a Todero)~TOD. Cossa gh'ìntrelo elo 86 3, 14 | intreria, sel volesse. (a Todero, dolcemente)~MARC. Intèndelo, 87 3, 14 | Intèndelo, sior missier? (a Todero, dolcemente)~TOD. Coss'è, 88 3, 14 | Meneghetto)~MENEG. Sior Todero, la vede che quella scrittura 89 3, 15 | Scena Quindicesima. Todero, Marcolina, Fortunata, Meneghetto,
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License