Pamela maritata
    Atto, Scena
1 Per | maggiordomo di Bonfil.~Madama JEVRE governante.~ISACCO cameriere.~ ~ 2 1, 10| lasciate pensare a madama Jevre.~PAM. (Oimè, non si ricorda 3 1, 10| quando volete.~BONF. Dite a Jevre, che venga qui.~PAM. Sarete 4 1, 11| Milord Bonfil, poi madama Jevre~ ~BONF. Infelice quel cuore, 5 1, 11| averanno fatto a malizia. Ecco Jevre; sentiamo da lei, come accaduto 6 1, 11| Per sicurissimo.~BONF. Jevre, non principiate a dirmi 7 1, 12| camera.~BONF. Vi era madama Jevre?~ISAC. Non ho veduto madama 8 1, 12| ISAC. Non ho veduto madama Jevre.~BONF. Fosti in camera?~ 9 1, 12| BONF. E non vi era madama Jevre?~ISAC. Non signore.~BONF. ( 10 1, 15| voluto credere a mia sorella; Jevre è d'accordo; Artur è mendace, 11 2, 2| Milord Bonfil, poi madama Jevre~ ~BONF. La flemma di costui 12 2, 3| cosa fuor di natura, che Jevre tenesse più dalla parte 13 2, 3| presso di noi. Oltre di ciò Jevre ha sempre amato Pamela; 14 2, 3| costei e, diffidando di Jevre, posso dubitare ancor di 15 2, 4| Miledi Pamela e madama Jevre~ ~JEV. Poc'anzi il padrone 16 2, 8| OTTAVA~ ~Pamela e madama Jevre~ ~PAM. Madama Jevre, consigliatemi 17 2, 8| madama Jevre~ ~PAM. Madama Jevre, consigliatemi voi nella 18 2, 9| poi miledi Daure~ ~PAM. Jevre procura invano di sollevarmi. 19 3, 8| SCENA OTTAVA~ ~Madama Jevre e detti.~ ~JEV. Signori, 20 3, 10| DECIMA~ ~Pamela, madama Jevre e detti.~ ~PAM. (No, Jevre, 21 3, 10| Jevre e detti.~ ~PAM. (No, Jevre, non ricuso umiliarmi ai 22 3, 10| questo passo). (piano a Jevre)~JEV. (Lo stato miserabile 23 3, 11| effetto delle insinuazioni di Jevre). (da sé)~ERN. (Non son 24 3, 15| parimenti Pamela con madama Jevre. Se viene milord Artur, 25 3, 16| milord Artur, Pamela, madama Jevre, e monsieur Longman~ ~MAJ. Pamela nubile Atto, Scena
26 Per | padre di Pamela.~MADAMA JEVRE, governante.~MONSIEUR LONGMAN, 27 1, 1| qualche cosa di bianco. Madama Jevre filando della bavella sul 28 1, 1| Siete adorabile.~PAM. Madama Jevre, voi mi mortificate.~JEV. 29 1, 2| Ora che non vi è madama Jevre, posso piangere liberamente. 30 1, 3| BON. Dove vai?~PAM. Madama Jevre mi aspetta.~BON. Io sono 31 1, 3| qualche volta. (chiama) Jevre?~ ~ ~ 32 1, 4| SCENA IV~ ~Madama Jevre e detto.~ ~JEV. Eccomi.~ 33 1, 4| in oggi si usa poco.~BON. Jevre, io amo Pamela.~JEV. Me 34 1, 5| Sento gente. Sarà madama Jevre.~ ~ ~ 35 1, 6| Pamela, avete veduto madama Jevre?~PAM. Da che vi lasciai, 36 1, 6| permettetemi che io chiami madama Jevre.~BON. Non c'è bisogno di 37 1, 6| PAM. (chiama forte) Madama Jevre?~BON. Chetati.~PAM. M'accheterò, 38 1, 7| SCENA VII~ ~Jevre e detto.~ ~JEV. Signore.~ 39 1, 7| che si conoscano.~BON. Ah Jevre, Jevre, trovatemi la mia 40 1, 7| conoscano.~BON. Ah Jevre, Jevre, trovatemi la mia Pamela.~ 41 1, 7| diavolo ancora voi.~BON. Ah Jevre, fatemi venire Pamela.~JEV. 42 1, 7| alquanto, poi s'acquieta) Ma Jevre non dice male. Quest'amore 43 1, 11| signore.~BON. Dite a madama Jevre che venga ella pure.~LON. 44 1, 17| fortuna? Dovrò lasciare madama Jevre, che mi ama come una figlia? 45 1, 18| Sento gente. Sarà madama Jevre.~LON. Pamela, parleremo 46 1, 18| Ecco Miledi con madama Jevre.~LON. Pamela, non partite 47 1, 19| SCENA XIX~ ~Miledi, Madama Jevre e detta.~ ~MIL. Pamela.~ 48 1, 19| Pamela!) (piange)~PAM. (a Jevre) Madama, che avete voi, 49 1, 19| Pamela, andiamo. Madama Jevre ti manderà poscia i tuoi 50 1, 19| Tu piangi?~PAM. Madama Jevre, vi ringrazio della bontà 51 1, 20| sia maledetta.~PAM. Madama Jevre, aiutatemi.~JEV. Signore, 52 1, 20| adirar d'avvantaggio.~PAM. (a Jevre) Se venite voi, non ricuso 53 1, 20| s'inchina, ed entra con Jevre)~BON. (da ) (Ah Pamela, 54 2, 1| povera Pamela, la povera Jevre sono ancora imprigionate. 55 2, 1| ancor per poco Pamela e Jevre la pena de' loro timorosi 56 2, 2| Orsù, diciamolo a madama Jevre. Ella è donna di senno; 57 2, 2| Pamela lo sposo.~BON. Sì, Jevre l'ama. Niuno meglio di lei 58 2, 3| sagrifichi il cuore. Madama Jevre trovi a Pamela lo sposo. 59 2, 4| SCENA IV~ ~Madama Jevre e detto.~ ~JEV. Signore, 60 2, 4| scordare della sua onestà.~BON. Jevre, non mi stancate. O qui 61 2, 5| SCENA V~ ~Jevre conducendo Pamela per la 62 2, 5| dispiacere.)~PAM. (piano a Jevre) (Ha giurato?)~BON. (Resta 63 2, 5| rimane pensoso)~PAM. (piano a Jevre) (Io non intendo bene il 64 2, 5| lusinga.)~PAM. (piano a Jevre) (Non vi è pericolo.)~BON. ( 65 2, 5| resta pensoso)~PAM. (piano a Jevre) (Madama, di chi mai parla 66 2, 5| resta pensoso)~PAM. (piano a Jevre) (Sentite?)~JEV. (a Pamela) ( 67 2, 5| mai sarà di me?) (piano a Jevre)~JEV. (piano a Pamela) ( 68 2, 5| padrona.)~PAM. (piano a Jevre) (Ah, non mi tormentate.)~ 69 2, 5| pensieroso)~PAM. (piano a Jevre) (Vedete com'è confuso?)~ 70 2, 5| pensieroso)~PAM. (piano a Jevre) (Che dite, madama Jevre? 71 2, 5| Jevre) (Che dite, madama Jevre? Belle speranze!)~JEV. ( 72 2, 5| mi converrà maritarti. Jevre, voi che l'amate, provvedetele 73 2, 5| del cielo.)~PAM. (piano a Jevre) (Lasciatemi andare, madama. 74 2, 5| giubileranno di contento.~BON. (a Jevre) Oggi devo partire. Preparatemi 75 2, 7| nel cuore!)~BON. (chiama) Jevre.~ART. Ma se tornate dopo 76 2, 7| BON. (chiama più forte) Jevre.~ ~ ~ 77 2, 8| SCENA VIII~ ~Madama Jevre e detti.~ ~JEV. Signore.~ 78 2, 8| parte)~BON. (chiama) Jevre.~JEV. (sulla porta) Eccomi 79 2, 9| Pamela sulla porta, e Madama Jevre.~ ~PAM. È partito il padrone?~ 80 2, 9| Dov'è egli andato, madama Jevre?~JEV. Io non lo so, ma non 81 2, 10| e dette.~ ~ISAC. Madama Jevre.~JEV. Che c'è?~ISAC. È venuta 82 2, 12| PAM. (vuol fuggire) Madama Jevre!~ERN. Senti!~PAM. Isacco!~ 83 2, 13| SCENA XIII~ ~Madama Jevre e detti.~ ~JEV. Oimè! Che 84 2, 13| venire con me.~PAM. (piano a Jevre) (Madama Jevre, mi raccomando 85 2, 13| piano a Jevre) (Madama Jevre, mi raccomando a voi.)~JEV. 86 2, 14| soccorso.~PAM. Presto, madama Jevre, andatelo ad ajutare.~JEV. 87 3, 1| Milord Bonfil, Madama Jevre e Isacco. Isacco colla spada 88 3, 1| denudandola corre verso la porta, Jevre ed Isacco intimoriti fuggono, 89 3, 2| mia ha strapazzata madama Jevre; ha fatte delle impertinenze 90 3, 3| SCENA III~ ~Madama Jevre e detti.~ ~JEV. Signore.~ 91 3, 3| JEV. Sposarla?~ART. Madama Jevre, questi sentimenti non sono 92 3, 7| cappellino all'inglese, e Jevre.~ ~JEV. Presto, Pamela, 93 3, 8| Longman?~LON. Ah! madama Jevre, non so che dire.~JEV. Se 94 3, 9| gioviale.)~PAM. (piano a Jevre) (Sarà lieto, perchè io 95 3, 9| partir adesso?~PAM. (piano a Jevre) (Non mi può più vedere.)~ 96 3, 9| una gran mutazione.)~BON. Jevre, preparate l'appartamento 97 3, 9| questa sera.~PAM. (piano a Jevre) (Ora intendo, perchè ei 98 3, 9| vedervi contento.~BON. Ah Jevre, quant'è mai bella la mia 99 3, 9| tempo che lo sappiate. (a Jevre) Partite.~JEV. Signore...~ 100 3, 9| signore?...~BON. Non più; (a Jevre) obbeditemi.~JEV. (da sé) ( 101 3, 16| SCENA XVI~ ~Madama Jevre, e detti.~ ~JEV. È permesso 102 3, 16| di tanto giubilo?~BON. Ah Jevre! Ecco la vostra cara Pamela.~
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License