La villeggiatura
   Atto, Scena
1 0, per| EUSTACHIO~Don RIMINALDO~Don CICCIO~La LIBERA~La MENICHINA~ZERBINO~ 2 1, 1| che taglia al faraone, Don Ciccio, Don Mauro, che puntano; 3 1, 1| Riminaldo.~EUS. Al solito. E don Ciccio?~MAU. Perde.~EUS. Perdo 4 1, 2| Mauro Don Riminaldo, Don Ciccio che giocano.~ ~MAU. (Don 5 1, 3| Lavinia; Don Riminaldo e Don Ciccio che giocano.~ ~LAV. In fatti 6 1, 3| Spiacemi questo gioco. Don Ciccio non ne ha da perdere, e 7 1, 3| resto.~LAV. Via, caro don Ciccio. Siate buono, e contentatevi 8 1, 3| guadagnati tutti al povero don Ciccio.~RIM. In tre ore che si 9 1, 3| parte.~LAV. No, signor don Ciccio: non vi prendete tanta libertà 10 1, 3| Un'altra volta, signor don Ciccio. Non voglio disgustare donna 11 1, 3| parte)~LAV. Caro signor don Ciccio, risparmiateli quei dieci 12 1, 4| finezza che ci vuol fare. Don Ciccio è un di quei poveri superbi, 13 1, 5| a mangiar il nostro. Don Ciccio per il primo non ci verrebbe.~ 14 2, 2| quello scroccone di don Ciccio, che li ha domandati. Dopo 15 2, 11| SCENA UNDICESIMA~ ~Don Ciccio e dette.~ ~CIC. Oimè non 16 2, 11| LIB. Che c'è, signor don Ciccio?~CIC. Ho mangiato tanto, 17 2, 11| venuto da noi il signor don Ciccio. Ha mangiato egli solo quello 18 2, 11| il mangiare, signor don Ciccio.~CIC. In che cosa credete 19 2, 11| LIB. Ha sonno, signor don Ciccio?~CIC. Quando ho mangiato, 20 2, 12| SCENA DODICESIMA~ ~Don Ciccio addormentato e legato; poi 21 2, 12| Chi è quello?~RIM. Don Ciccio.~GASP. Dorme?~RIM. Non volete 22 2, 13| TREDICESIMA~ ~Don Riminaldo, Don Ciccio come sopra; poi la Libera 23 2, 13| lo spasso di legare don Ciccio?~LIB. Ehi. (si fa un poco 24 2, 13| ancora?~LIB. Vedete don Ciccio?~RIM. L'hanno legato.~LIB. 25 2, 14| QUATTORDICESIMA~ ~Don Riminaldo, Don Ciccio come sopra, Don Gasparo~ 26 2, 14| facciamo svegliare don Ciccio, e facciamolo spiritar di 27 2, 14| anima. Ah! (tirano verso don Ciccio)~CIC. Oimè! sono assassinato. ( 28 2, 14| prendendo in mezzo don Ciccio, il quale, trovandosi legato, 29 2, 15| SCENA QUINDICESIMA~ ~Don Ciccio come sopra, poi Donna Lavinia, 30 2, 15| strepito?~FLO. Che ha don Ciccio?~CIC. Non vi è nessuno che 31 2, 15| soddisfazione.~LAV. No, don Ciccio, acchetatevi.~CIC. Ne voglio 32 2, 15| Moderate il caldo, don Ciccio.~FLO. È temerario un po' 33 2, 15| a me). Signore. (a don Ciccio)~CIC. Che cosa vuole vossignoria?~ 34 2, 15| Avete coraggio? (a don Ciccio)~CIC. Ho coraggio, sicuro.~ 35 2, 15| riverenza al signor don Ciccio, e gli manda queste due 36 2, 15| generoso.~MAU. Viva don Ciccio. Vado ora a procurarvi le 37 3, 1| riso la parte mia.~EUS. Don Ciccio è il condimento migliore 38 3, 1| vuole accomodare con don Ciccio; che non vuol perdere una 39 3, 1| noi se restiamo senza don Ciccio. È terminato lo spasso. 40 3, 2| Quella che ha domandato don Ciccio.~RIM. Ve l'averete mangiata, 41 3, 4| è andata la cosa di don Ciccio?~RIM. Benissimo. Avete dato 42 3, 10| godere una bella scena. Don Ciccio è imbestialito contro di 43 3, 13| C'è qualche novità di don Ciccio?~PAOL. No di don Ciccio, 44 3, 13| Ciccio?~PAOL. No di don Ciccio, ma di donna Lavinia. Ella 45 3, 13| Mauro, don Gasparo e don Ciccio, se vorrà venire.~FLO. La 46 3, 14| Gasparo che si complimenti don Ciccio, come egli merita; e l'idea 47 3, 17| Menichina da un lato; poi Don Ciccio e Zerbino.~ ~ZER. Favorisca 48 3, 17| si può.~GASP. Signor don Ciccio, io, come padron di casa, 49 3, 17| da sé)~FLO. Signor don Ciccio, sento che siete adirato 50 3, 17| Eccomi a voi dinanzi, don Ciccio, supplichevole in atto; 51 3, 17| PAOL. Acchetatevi, caro don Ciccio, che se finora avete avute 52 3, 17| a chieder perdono a don Ciccio della vostra audacia. (verso 53 3, 17| Menichina)~PAOL. Signor don Ciccio...~MEN. Signor don Ciccio...~ 54 3, 17| Ciccio...~MEN. Signor don Ciccio...~PAOL. Gli domandiamo 55 3, 17| umilissima del signor don Ciccio.~LIB. Serva umilissima del 56 3, 17| umilissima del signor don Ciccio.~PAOL. Serva umilissima 57 3, 17| umilissima del signor don Ciccio~MEN. Serva umilissima del 58 3, 17| umilissima del signor don Ciccio.~PAOL. Siete contento? ( 59 3, 17| Siete contento? (a don Ciccio)~CIC. Sono cose, e non sono 60 3, 18| vostri complimenti a don Ciccio.~LAV. Io posso esibire al 61 3, 18| posso esibire al signor don Ciccio un posto nella mia carrozza, 62 3, 19| Signori, ho trovato don Ciccio afflitto. Egli si duole
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License