L'amante Cabala
   Atto, Scena
1 3, 3| parole~~Proprio che fa da pianzer. (Crepa, schioppa;~~Che L'amante di sé medesimo Atto, Scena
2 1, 5| cussì;~~Me vien, co vedo a pianzer, le lagreme anca a mi). ( 3 4, 4| aver torto,~~E la vedesse a pianzer, sarave mezzo morto.~~Delle L'amante militare Atto, Scena
4 1, 8| cossa sia sto negozio; sto pianzer, sto parlar sotto ose, sto 5 2, 1| PANT. Via, cossa xe sto pianzer? Cossa xe sto suspirar? L'avvocato veneziano Atto, Scena
6 1, 3 | suttilo, de quel che fa pianzer.~FLOR. Sì questo è un tabacco La birba Atto, Scena
7 2, 4| quando ghe penso.~~Me vien da pianzer. Povero mario,~~El sarà Il bugiardo Atto, Scena
8 1, 18 | bone notizie. Me vien da pianzer dall'allegrezza.~ ~ ~ 9 2, 10 | perché non savì suspirar e pianzer, quando ve comoda. Lo sa 10 2, 10 | siora Cleonice, se savì pianzer e suspirar, se savì tirar La buona madre Atto, Scena
11 2, 1 | Barbara, che debotto la me fa pianzer anca mi.~BARB. Cussì tenera 12 3, 2 | qua).~LUN. Co vedo done a pianzer, no me posso tegnir.~BARB. 13 3, 7 | GIAC. Mo via po, no me fe pianzer. (come sopra)~MARG. Oh, 14 3, 12 | sia mi, nol farà altro che pianzer, e no ghe caveremo una parola 15 3, 15 | cara ela, no la me fazza pianzer, che ho tanto pianto, che La buona moglie Atto, Scena
16 1, 5 | che de le volte le fa da pianzer.~CAT. Cara ti, metilo zo 17 1, 5 | Uh, quanto che avè fato pianzer la mia povera mare!~CAT. 18 1, 17 | No vogio ch’el me veda a pianzer. No vogio ch’el sapia gnente 19 2, 5 | PANT. Via, fio mio, no pianzer. Fate anemo, fate coraggio. 20 2, 11 | asassinà. Butarse ai mii piè; pianzer con tanto de lagreme; suspirar, 21 2, 22 | note no l’ha fato altro che pianzer. El cercava el so papà; 22 2, 22 | gnancora stufo de farme pianzer, de farme sgangolir?~PASQUAL. 23 3, 13 | ridesto senza motivo de pianzer? Dove xe andà quela pase 24 3, 14 | far de manco de no me far pianzer la morte cussì cativa d’ La casa nova Atto, Scena
25 2, 10 | vago a tôr. (La me fa da pianzer anca mi.) (asciuga gli occhi 26 3, 4 | Checca: De diana! la farave pianzer i sassi.~Cristofolo: (a Il contrattempo Atto, Scena
27 1, 13| passion, che per el più ne fa pianzer e suspirar.~ ~ ~ ~ Le donne gelose Atto, Scena
28 1, 17| piange)~BOL. Via, feme pianzer anca mi. (gli vien da piangere)~ ~ ~ ~ Il feudatario Atto, Scena
29 1, 6| pensarghe xe l'istesso; pianzer e desperarse no giova. La La figlia obbediente Atto, Scena
30 3, 3| Adesso ghe penso, che la vedo pianzer con tanto de lagreme, che 31 3, 4| Ah! sangue mio, ti me fa pianzer dalla consolazion. (piange)~ Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
32 3, 4 | cossa dir, el m'ha fato pianzer; me diol in te l'anema, Il geloso avaro Atto, Scena
33 3, 18 | vostro amor, m'avè fatto pianzer per tenerezza. Eufemia, Le massere Atto, Scena
34 2, 9 | Poverazza! me vien da pianzer anca a mi. (Piangendo.)~~~~~~ I pettegolezzi delle donne Atto, Scena
35 3, ul | Malignaze! Debotto le me fa pianzer.~Beppo - No, vita mia, no Componimenti poetici Parte
36 TLiv | paron gh’ha da pensar.~Ma de pianzer, per dia475, no so tegnirme, ~ I rusteghi Atto, Scena
37 3, ul | FILIPPETTO (La me fa da pianzer anca mi).~LUNARDO (si asciuga La serva amorosa Atto, Scena
38 1, 1 | Florindo, vostro fio, a pianzer con tanto de lagreme, che Il servitore di due padroni Atto, Scena
39 1, 18 | fia mia, no te far veder a pianzer.~CLARICE Ma se mi sento Sior Todero brontolon Atto, Scena
40 1, 8 | poverazza, la s'ha messo a pianzer dalla contentezza.~FORT. L'uomo di mondo Atto, Scena
41 1, 16| da la rabbia me vien da pianzer32.~MOM. Via, non sarà vero. 42 2, 12| correrse drio, scampar, pianzer, andar in collera, far pase, 43 2, 13| Proprio sento che me vien da pianzer. (piange)~MOM. Brava, adesso 44 3, 9| despiase dasseno, ma no posso pianzer.~SMER. Co vegnì per burlar, L'incognita Atto, Scena
45 2, 12| Varda el to povero pare pianzer co fa un putello. No me La moglie saggia Atto, Scena
46 1, 15| PANT. Cara fia, ti me fa pianzer, e no te so cossa responder.~ ~ ~ ~ 47 3, 1| alla bocca, gh’è vegnù da pianzer; la s’è alzada dalla tavola, La putta onorata Atto, Scena
48 2, 10| el cuor.~BETT. No me fe pianzer, per carità.~PASQUAL. Ve 49 3, 20| per carità. Ghe vien da pianzer? (Bettina piange) La varda,
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License