L'adulatore
   Atto, Scena
1 1, 9| che sto sior economo abbia avudo l’ordene de pagarne.~LUIG. 2 2, 2| ha denari, e che ella ha avudo l’ordene e i bezzi per pagarne.~ 3 2, 2| BRIGH. Tutti sa che V.S. ha avudo i denari da pagarne, e se L'amore paterno Atto, Scena
4 2, 2 | Pantalone.~ARL. E ti ha avudo l'ardir de prometter senza Gli amanti timidi Atto, Scena
5 3, 4 | l'ha tolto, Camilla l'ha avudo ela. Chi sa? Spero ben). ( 6 3, 4 | avuto.~ ARL. Ve dirò. L'ha avudo in te le man Camilla; ma L'avvocato veneziano Atto, Scena
7 1, 3 | malamente e fora de tempo avè avudo ardir d’offerirme. Vederè 8 2, 2 | Florindo, che sto patron ha avudo l’ardir, la temerità, de 9 2, 5 | l’avea fioli. Se l’avesse avudo fioli, nol l’averia fatta; 10 2, 11 | parola in gola a chi avesse avudo la temerità de pronunziarla; 11 3, 2 | resto del mondo, avendo avudo più volte la preferenza 12 3, 2 | reverito sior Balanzoni non ha avudo coraggio de lezer, e che 13 3, 10 | voi.~ALB. La fede che l’ha avudo in mi, non ostante tutte La bancarotta, o sia il mercante fallito Atto, Scena
14 1, 1| roba, che vussustrissima ha avudo dalla so bottega.~SILV. 15 1, 2| della roba assae, e co s'ha avudo la roba, serrar bottega Il bugiardo Atto, Scena
16 2, 12 | e l'oscuro.~PAN. E ti ha avudo cussì poco giudizio de lassarte Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
17 2, 3 | stamattina?~CATT. Non ho avudo tempo.~RAIM. L'è quel specch62, 18 3, 2 | precipitar anca mi.~LISS. Le ha avudo zente a disnar ancuo? Le La cameriera brillante Atto, Scena
19 2, 7 | recordo, la perdoni, che l'ha avudo la bontà de dir che, se La casa nova Atto, Scena
20 3, 13 | zovene e per disgrazia no ho avudo nissun, che me avvertissa Il contrattempo Atto, Scena
21 1, 3| che non ti vedo?~BRIGH. Ho avudo un poco da far, e adesso I due gemelli veneziani Atto, Scena
22 1, 4| sempre a Venezia, dove ho avudo occasion de conosserlo: 23 1, 5| viazo; e mai più i ghe n’ha avudo nova: e questo è quanto La figlia obbediente Atto, Scena
24 1, 10| vussustrissima. (Se non ho avudo el zecchin sta volta, l’ 25 1, 13| Madrid, a Londra l’ha sempre avudo i primi appartamenti della 26 1, 13| siora Olivetta, perché l’ha avudo la sofferenza de farse far Il frappatore Atto, Scena
27 3, 6| nissun m’insegna. Ho sempre avudo, siben che giera in campagna, Il giuocatore Atto, Scena
28 1, 13| fatto domandar mia fia, ho avudo qualche difficoltà a dir 29 3, 4| Voggio saver da chi l’ha avudo sta zoggia, o se no... Basta, La donna di testa debole Atto, Scena
30 2, 3 | la bontà che l'ha sempre avudo de tollerarme, me sforza 31 3, 8 | BRIGH. L'è verissima. I ha avudo la copia della sentenza Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
32 1, 15 | mia patria, che ha sempre avudo per mi tanta clemenza e 33 2, 7 | de più de quel, che l'ha avudo qua? No s'ha visto fina La famiglia dell’antiquario Atto, Scena
34 2, 9 | BRIGHELLA La sappia che l'ha avudo una desgrazia. L'ha bisogno Le massere Atto, Scena
35 2, 1 | De mandarmelo fursi alo avudo l'ardir?~~Regali a una par Il poeta fanatico Atto, Scena
36 3, 1| che recita; perché i ha avudo paura che le mie composizion Componimenti poetici Parte
37 Dia1 | Zelenza Madre,~Che avè avudo una gran sorte, ~Che ve 38 Dia1 | signori e de Milan,~I ha avudo in Lombardia guerre e vittorie.~ Il prodigo Atto, Scena
39 3, 13| mia condotta. Ho sempre avudo dei adulatori, che m'ha Il raggiratore Atto, Scena
40 2, 4| avuto Metilde?~ARL. La l’ha avudo perché... Mi lo portava Il tutore Atto, Scena
41 2, 6| poi.~BRIGH. La guarda. Ho avudo 30 zecchini, ho speso 687 La serva amorosa Atto, Scena
42 2, 3 | lo dirò liberamente. Ho avudo tanto poco gusto, tanta Il servitore di due padroni Atto, Scena
43 1, 3 | san e vivo, quando avevimo avudo delle cattive nove. (Ma 44 3, 3 | scusa dell'ardir che ho avudo de metter quel libro in Sior Todero brontolon Atto, Scena
45 3, 8 | Mi certo non averave mai avudo sto ardir...~MARC. Oh, cossa Torquato Tasso Atto, Scena
46 3, 8 | desgrazia un .~~Cariche non ho avudo, ma poder dir me vanto~~ L'uomo di mondo Atto, Scena
47 3, 13| sé) Vedeu sta putta? L'ha avudo coraggio, credendome in La putta onorata Atto, Scena
48 3, 2| toga; dodese la ghe n’ha avudo, e questi altri vintiotto
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License