Il raggiratore
   Atto, Scena
1 Per | poi si scuopre Pasquale.~CARLOTTA di lui sorella.~ARLECCHINO 2 1, 4| SPAS. Disse ella chiamarsi Carlotta.~CON. (Povero me! sarà pur 3 1, 5| QUINTA~ ~Il conte solo; poi Carlotta e Spasimo~ ~CON. Mancavami 4 1, 6| SCENA SESTA~ ~Il Conte e Carlotta~ ~CARL. Voi siete qui dorato, 5 1, 6| terra anche la contessa Carlotta. (parte)~ ~ ~ ~ 6 1, 13| MET. Come si chiama?~CON. Carlotta.~CLA. Voglio aver l’onor 7 2, 7| Conte.~ ~Il conte Nestore, Carlotta vestita nobilmente, poi 8 2, 7| la villa soleva dirmi la Carlotta dai bei capelli.~CON. Guardatevi 9 2, 7| c’è la signora contessa Carlotta.~CARL. Che non ci sono io? 10 2, 7| CON. Padrona di venire. (a Carlotta, mezzo arrabbiato) Dille 11 2, 8| quello che dico io?) (piano a Carlotta)~CARL. (Credeva di far bene).~ 12 2, 8| giudizio, se ce n’è). (piano a Carlotta)~CARL. (Sta fresco mio fratello). ( 13 2, 8| Spropositi). (piano a Carlotta) Da bambina c’è stata; ma 14 2, 8| a far sedere la dama. (a Carlotta) Compatitela; nel ritiro 15 2, 8| CON. E voi non sedete? (a Carlotta che si era alzata)~CARL. 16 2, 8| ancora. (Giudizio). (piano a Carlotta)~CLA. Nel nostro palazzo 17 2, 8| aggradimento almeno. (a Carlotta)~CARL. Sì signora, vi ringrazio; 18 2, 8| licenza di donna Claudia. (Carlotta s’alza)~CLA. Volete privarmi 19 2, 8| Vi chiamerò: Andate). (a Carlotta) (Se va bene, è un prodigio). ( 20 2, 8| rispondete niente, voi? (a Carlotta)~CARL. Sì signora. All’onore 21 2, 11| Claudia, don Eraclio; poi Carlotta~ ~ERAC. Non avete avuto 22 2, 11| Questi è mio marito. (a Carlotta)~CARL. Sì? come si chiama?~ 23 2, 12| CON. (Non volasciare Carlotta senza di me. Coglierò un 24 3, 1| in casa di don Eraclio.~ ~Carlotta ed il conte Nestore~ ~CARL. 25 3, 2| Animo. Venite voi pure. (a Carlotta, ed entra)~CARL. Vengo. 26 3, 14| JAC. E la figlia?~NIB. Carlotta.~JAC. La contessa Carlotta?~ 27 3, 14| Carlotta.~JAC. La contessa Carlotta?~NIB. Ella è da me fuggita 28 3, 14| no el nominava el nome de Carlotta, giera impossibile che mi 29 3, 16| SCENA SEDICESIMA~ ~Il conte, Carlotta e detti.~ ~CON. Eccoci qui 30 3, 16| questa villa). (piano a Carlotta)~ERAC. Venite qui, Contessina, 31 3, 16| siedono don Eraclio e Carlotta vicino)~CLA. (Andiamo a 32 3, 16| dunque. (siede vicino a Carlotta)~CARL. Chi siete voi signore?~ 33 3, 16| un tondino di zuppa a Carlotta)~CARL. Così poca me ne date? ( 34 3, 16| Ne volete dell’altra? (a Carlotta)~CARL. Sono avvezza a mangiarmene 35 3, 17| Eccoli qui: Pasquale e Carlotta.~ERAC. Come! (tutti s’alzano)~ 36 3, 17| è messer Nibio, io sono Carlotta sua figlia, e il conte Nestore 37 3, 17| CARL. Signori, la contessa Carlotta vi fa umilissima riverenza,
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License