L’apatista
   Atto, Scena
1 2, 7 | Vi amerò eternamente, mi scorderò di tutti,~~Pur che sperare La burla retrocessa nel contraccambio Atto, Scena
2 2, 5 | ho sentito tutto. Non mi scorderò mai della vostra buona amicizia. ( 3 5, 3 | quel desinare di cui non mi scorderò mai, ho assicurato la mia Il cavaliere e la dama Atto, Scena
4 1, 4 | senza desinare? Non me ne scorderò mai più. (è picchiato)~Donna Le donne curiose Atto, Scena
5 3, 9| miei trasporti, ch'io mi scorderò di ogni vostro vano sospetto.~ L'impostore Atto, Scena
6 2, 4| figliale ossequio, che mi scorderò anche della obbedienza medesima, 7 2, 5| poi, in caso diverso, mi scorderò ch'egli sia cosa vostra, Il filosofo inglese Atto, Scena
8 5, 2 | Scrivete con del foco;~~Mi scorderò per questo le tre ghinee Il geloso avaro Atto, Scena
9 1, 2 | niente, giuro a Bacco, mi scorderò che mi siate sorella.~ASP. ( Gli innamorati Atto, Scena
10 2, 13 | Farò un viaggio; me ne scorderò). (come sopra)~EUG. (Ha Le inquietudini di Zelinda Atto, Scena
11 1, 15 | disperarmi del tutto. Non mi scorderò mai ch'egli m'ha detto e Pamela nubile Atto, Scena
12 1, 1| è morta.~PAM. Non me ne scorderò mai. Sono una povera giovane, 13 1, 20| un indegno disprezzo, mi scorderò ch'egli mi sia fratello, 14 3, 8| ricorderete di me?~LON. Non me ne scorderò mai.~JEV. Monsieur Longman, I pettegolezzi delle donne Atto, Scena
15 0, ded | compatibili ha risentito. Non mi scorderò mai l'onore che l'E. V. Il poeta fanatico Atto, Scena
16 Ded | ammutolire i più franchi.~Non mi scorderò mai, fin ch’io viva, con Componimenti poetici Parte
17 1 | la mano espose.~Né mai mi scorderò del dolce stile ~Onde dal Il prodigo Atto, Scena
18 1, 1| mio credito, altrimenti mi scorderò della parentela, dell'amicizia, Il ritorno dalla villeggiatura Atto, Scena
19 3, 12 | patria per me funesta, mi scorderò i miei deliri, gli affanni 20 3, ul | signore, che non me ne scorderò fin ch'io viva. Fo il mio L'uomo di mondo Atto, Scena
21 3, 13| tutta la fede.~SILV. Non mi scorderò mai il favore che fatto La villeggiatura Atto, Scena
22 3, 15 | servirmi in pubblico, mi scorderò di quello che mi vuol servire L'incognita Atto, Scena
23 3, 9| geloso. Sì, partirò, mi scorderò di Florindo; ma non soffrirò
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License