L'adulatore
   Atto, Scena
1 3, 1| insieme in mezzo alle nostre desgrazie. Cossa diseu de quel can, 2 3, 1| de remediar alle vostre desgrazie, sarè intrigà più che mai, L'amante di sé medesimo Atto, Scena
3 1, 1| Donca per riparar da ste desgrazie el cuor,~~Bisogna star in L'avvocato veneziano Atto, Scena
4 3, 9 | circondada da spasemi e da desgrazie.~BEAT. Siate benedetto. La bancarotta, o sia il mercante fallito Atto, Scena
5 1, 14| sentio con dolor le mie desgrazie, che no la mancarà de mandarme Il buon compatriotto Atto, Scena
6 1, 7 | fradello, per causa delle mie desgrazie, perché dovendo zirar, per La buona madre Atto, Scena
7 2, 1 | la xe nata ben, e che le desgrazie del so povero padre n'ha La buona moglie Atto, Scena
8 2, 26 | Imparè da mi. Vardè a quante desgrazie xe sogeta una puta che se La casa nova Atto, Scena
9 3, 3 | savesse, poverazza! in che desgrazie che la se trova!~Cristofolo: 10 3, 4 | che per zonta delle mie desgrazie, me tocca anca de soffrir 11 3, 13 | quanti debiti! oh quante desgrazie! oh quante miserie! I stabili 12 3, 13 | ma che illuminai da le so desgrazie, desidera de muar vita, Le donne gelose Atto, Scena
13 1, 17| che gran affanni! che gran desgrazie! Povera matta. Via, andemo L'erede fortunata Atto, Scena
14 3, 16| consolazion no le remedia le me desgrazie. Vucontenta col matrimonio, Il feudatario Atto, Scena
15 1, 6| PANT. El mondo xe pien de desgrazie. L'abbia pazienza, la se La figlia obbediente Atto, Scena
16 3, 14| semo tutti soggetti a delle desgrazie, e no bisogna metter in I morbinosi Atto, Scena
17 5, 8| sorte aspeto.~~In te le mie desgrazie el ciel me agiuterà,~~Perché Il poeta fanatico Atto, Scena
18 1, 8| cercar el remedio alle nostre desgrazie. Se me avvilì, se me opprimè, 19 1, 10| dir sfortunai e pieni de desgrazie.~OTT. Ah, pur troppo la Il tutore Atto, Scena
20 2, 20| passar. S’el cielo te darà desgrazie, se ti patirà, se ti pianzerà, Il servitore di due padroni Atto, Scena
21 1, 21 | no voggio che me succeda desgrazie. Doman se farà tutto.~BEATRICE La putta onorata Atto, Scena
22 1, 10| miseria, piene de fioi e de desgrazie, le ha maledio l’ora e el
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License