L'amante di sé medesimo
   Atto, Scena
1 2, 7| che son tanto belle! le ho lette quest'inverno.~~Ma non erano La castalda Atto, Scena
2 Ded | piacevolmente ascoltate e lette, e so altresì che vanno La donna di garbo Atto, Scena
3 Ded | Voe saranno qualche fiata lette con quello stesso favore, La donna di testa debole Atto, Scena
4 3, 14 | Per dirla... non le ho lette; erano coperte di sangue: 5 3, 14 | vo' lacerarlo. Se avessi lette queste ultime righe, se Il matrimonio per concorso Atto, Scena
6 2, 19 | pelle cose, che non afer mi lette gazzetta.~PAND. È tutto Pamela nubile Atto, Scena
7 Aut | nome, e chi le carte ha lette di tal Romanzo, vedrà sin Componimenti poetici Parte
8 Dia1 | sapea spiegare. ~Disse: Io lette latin dan mio paese ~De 9 1 | mai sempre vedute e sempre lette. ~L’orgoglio mio questo Il prodigo Atto, Scena
10 Ded | che le Commedie stampate e lette sono sempre le stesse, ma Il servitore di due padroni Atto, Scena
11 0, aut | moltissimo dall'altre mie, che lette avrai finora. Ella non è La sposa sagace Atto, Scena
12 DED | Lei vengono cortesemente lette, e della sua compiacenza La villeggiatura Atto, Scena
13 0, pre | versi. Pur troppo ne avete lette di queste arie mal rimate, L'incognita Atto, Scena
14 Ded | le Commedie mie, vengono lette con avidità e con piacere. I mercatanti Atto, Scena
15 Ded | fossero da Lei con piacere e lette e vedute rappresentare,
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License