Chi la fa l'aspetta
   Atto, Scena
1 2, 2 | sior Raimondo, la l'ha pur menada giersera al festin.~RAIM. 2 Ult | che le xe. Sta barca l'ho menada mi, e la xe arrivada a bon La buona madre Atto, Scena
3 3, 2 | puta de la mia sorte sia menada per lengua, che se diga La buona moglie Atto, Scena
4 3, 2 | levar una machina, e l’avemo menada in t’un orto. Xe arivao Le donne gelose Atto, Scena
5 1, 6| son vedoa, no voggio esser menada per lengua, no voggio che Il genio buono e il genio cattivo Atto, Scena
6 4, 4 | trova in sto liogo, chi l'ha menada, chi l'ha conseggiada, e Il gondoliere veneziano ossia gli sdegni amorosi Parte, Scena
7 1, 2| Catte lavandera;~~L'avè menada ai freschi in verso sera,~~ I pettegolezzi delle donne Atto, Scena
8 2, 20 | fatto?~Panduro - El l'ha menada a Venezia.~Salamina - E Il tutore Atto, Scena
9 2, 7| poveretto mi! Quel sassin l’ha menada via. Ma bisogna che veda 10 2, 9| che vostra nezza xe stada menada via.~OTT. Oh!~PANT. E no I rusteghi Atto, Scena
11 3, ul | cossa successo? Ve l'àlo menada via? v'àlo fato disonor L'incognita Atto, Scena
12 2, 1| condotta?~ARL. Ben, el l’ha menada all’ostaria; i è vegnù i La putta onorata Atto, Scena
13 3, 7| povera sorela! Chi mai l’ha menada via? Ah, certo no pol esser 14 3, 7| a mi, che ghe l’averave menada fin a casa? Me despiase
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License