Il contrattempo
   Atto, Scena
1 1, 12| DODICESIMA~ ~Rosaura con una bambola, e detti.~ ~ROS. Signor 2 1, 12| signora zia. (gli mostra la bambola)~PANT. Sì, fia, bella; devertive. ( 3 1, 13| nella mia borsetta. Questa bambola m'intrica, e non la vorrei 4 1, 16| suddetto.~ ~ROS. (Vorrei la mia bambola. Mi dispiace che vi sia 5 1, 16| quell'uomo). (da sé) La mia bambola. (a mezza voce verso Ottavio)~ 6 1, 16| al tavolino, e getta la bambola in terra)~ROS. Oh poverina! ( 7 1, 16| Poverina! (accarezza la bambola)~OTT. Poverina! che vi è 8 1, 16| insegnate, vi dono questa bambola.~OTT. Ve ne insegnerò quanti 9 1, 17| venuta a prendere la mia bambola.~PANT. Aveu fatto el conto, 10 1, 18| muso.~ROS. (Getta via la bambola con rabbia)~PANT. Cussì 11 2, 4| sa niente. Giuoca colla bambola. Sono cose da crepar di 12 2, 16| divertìu colla piavola?~ROS. La bambola non parla, non si muove. 13 3, 16| ROS. A salutare la mia bambola.~PANT. (Vardé che sesto
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License