Le femmine puntigliose
   Atto, Scena
1 1, 1| più. Per esser distinta a Castellamare, basta ch'io possa dire: 2 1, 3| Quanto prima tornerò a Castellamare; ma giacché sono in Palermo, 3 1, 6| piacer d'imparare; anch'io a Castellamare farò così). (da sé)~Contessa 4 1, 6| Anche questa è buona per Castellamare). (da sé)~Conte Lelio - 5 1, 8| signor Florindo Aretusi di Castellamare.~Conte Onofrio - Mercante, 6 1, 12| poste, e la riconduco a Castellamare. (parte)~ ~ ~ 7 1, 14| Beatrice - È una signora di Castellamare.~Contessa Eleonora - (guardando 8 1, 14| guardando Clarice) Ehi, di Castellamare!~Contessa Clarice - (guardando 9 2, 1| pronto, e che ritorni meco a Castellamare.~Pantalone - Ma perché sta 10 3, 1| albergo, e la manderà poi a Castellamare.~Don Florindo - Volete far
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License