L'avvocato veneziano
  Atto, Scena
1 2, 11 | mie fadighe. Quando averò trattà la causa, la farà tutto 2 2, 11 | se tornasse senza aver trattà quella causa, per la qual La buona madre Atto, Scena
3 1, 9 | diè141, e trattè come va trattà.~DAN. (Oh co bela che la I due gemelli veneziani Atto, Scena
4 3, 6| Florindo xe stà a Venezia; l’ho trattà come un proprio fradello. Il giuocatore Atto, Scena
5 1, 13| nostri amici comuni, che ha trattà con mi per sto matrimonio, Il prodigo Atto, Scena
6 3, 1| de trattar ben, vegno mi trattà mal. A tola chi me fava Sior Todero brontolon Atto, Scena
7 1, 6 | son paron, e voggio esser trattà da paron.~DESID. Benissimo. Il vecchio bizzarro Atto, Scena
8 2, 13 | Mo perché? Non aveveli trattà de sto matrimonio?~FLA.
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License