L'adulatore
  Atto, Scena
1 2, 15| pretesto.~CON. No, signora, disingannatevi. Per voi ho tutta la stima, Il buon compatriotto Atto, Scena
2 1, 5 | ha ditto.~ISAB. No certo; disingannatevi su questo punto. O Ridolfo Lo scozzese Atto, Scena
3 3, 2 | GIU. Leggete dunque, e disingannatevi. (gli un viglietto)~ALESS. L'erede fortunata Atto, Scena
4 3, 11| che abbiavi consigliato, disingannatevi, poiché Rosaura non sarà Gli innamorati Atto, Scena
5 3, 5 | preferita; ma, carda Eugenia, disingannatevi; vi amo e vi stimo sopra L'osteria della posta Atto, Scena
6 Un, 5 | o zotico, o effeminato, disingannatevi in tempo, e siate certa, Il vero amico Atto, Scena
7 3, 23| Scusatemi, signora zia, e disingannatevi; egli ama la signora Rosaura, 8 3, 25| FLOR. Ah! signora Rosaura, disingannatevi...~LEL. L’amico non ha sposata
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License