1-500 | 501-564
L'amore paterno
    Atto, Scena
1 1, 2 | SECONDA~ ~Camilla e detti.~ ~CAM. Che cos'è questo rumore? 2 1, 2 | ARL. Giusto vu ve voleva.~CAM. Ma che cosa avete, figliuoli, 3 1, 2 | vol véder un precipizio.~CAM. Caro Scapino, fatemi il 4 1, 2 | conosser la mia zelosia).~CAM. Andate, vi dico, andate, 5 1, 2 | sentite la mia ragione.~CAM. Non voglio sentire altre 6 1, 2 | ancora di guadagnarla).~CAM. Via dunque, andate, che 7 1, 3 | Camilla ed Arlecchino~ ~CAM. E bene, il mio caro Arlecchino, 8 1, 3 | ma son in collera con ti.~CAM. Con me? Per qual ragione? 9 1, 3 | consumar el nostro miseramente?~CAM. Io l'ho fatto per compassione. 10 1, 3 | pregiudicar i nostri interessi.~CAM. No, caro Arlecchino, per 11 1, 3 | per paura dei zorni magri.~CAM. Ma il bene che si fa, è 12 1, 3 | licenzi subito sior Pantalon.~CAM. Ma dove andrà questo povero 13 1, 3 | el vaga dove che el vol.~CAM. E le sue povere figlie?~ 14 1, 3 | avemo obligo de pensarghe.~CAM. Caro Arlecchino, se mi 15 1, 3 | favorìsseli d'andar via?~CAM. Spererei che presto dovessero 16 1, 3 | prossimi dei altri prossimi?~CAM. Questi italiani che vengono 17 1, 3 | resterali ancora in sta casa?~CAM. Non saprei. Dite voi, caro 18 1, 3 | mi da stabilir el tempo?~CAM. Sì stabilitelo voi.~ARL. 19 1, 3 | gnanca un minuto de più.~CAM. Così poco?~ARL. Tant'è. 20 1, 3 | Tant'è. Vintiquattr'ore.~CAM. Ma non è possibile...~ARL. 21 1, 3 | e colla to compassion.~CAM. No, ascolta, caro Arlecchino...~ 22 1, 4 | Camilla, poi Pantalone~ ~CAM. Povera me! io mi trovo 23 1, 4 | Camilla. (dalla porta)~CAM. Signore.~PANT. Seu sola?~ 24 1, 4 | Signore.~PANT. Seu sola?~CAM. Sì, signore, son sola.~ 25 1, 4 | la vostra tranquillità.~CAM. (Fortuna, ti ringrazio: 26 1, 4 | occorre pensarghe suso.~CAM. Mi dispiace infinitamente 27 1, 4 | tocca a mi a remediarghe.~CAM. Se è lecito, signore, dove 28 1, 4 | PANT. No so gnanca mi.~CAM. Come! non lo sapete? Dite 29 1, 4 | che la sorte me porterà.~CAM. E le vostre figlie?~PANT. 30 1, 4 | Miserabili, ma onorate.~CAM. Se andate in un albergo, 31 1, 4 | in caso de mantegnirme.~CAM. Volete andare in casa di 32 1, 4 | casa de nissun le so fiole.~CAM. Ma cosa dunque destinate 33 1, 4 | PANT. Andar via de Parigi.~CAM. Dove?~PANT. No so gnanca 34 1, 4 | PANT. No so gnanca mi.~CAM. Avete voi danari per far 35 1, 4 | savè in che stato che son.~CAM. Oh cieli! E come dite voi 36 1, 4 | l'onestà, la reputazion.~CAM. (Mi move sempre più a compassione. 37 1, 4 | el cielo ve benedissa.~CAM. No, signor Pantalone, fermatevi. 38 1, 4 | che vada, e bisogna andar.~CAM. No certo, voi non partirete 39 1, 4 | abbandona per causa mia.~CAM. Lasciate il pensiero a 40 2, 1 | PRIMA~ ~Camilla e Scapino~ ~CAM. Venite qui, Scapino, qui 41 2, 1 | niente più che servirvi.~CAM. Siete troppo obbligante.~ 42 2, 1 | che si metta il tavolino?~CAM. Mettetelo , se vi piace.~ 43 2, 1 | voglio). (va per il tavolino)~CAM. Queste buone figliuole 44 2, 1 | Va bene in questo sito?~CAM. Va benissimo. Favorite 45 2, 1 | grazia). (va per la spinetta)~CAM. Arlecchino sbuffa, grida, 46 2, 1 | spinetta) Ecco la spinetta.~CAM. Bravissimo, mettetela sul 47 2, 1 | sul tavolino.~SCAP. Così?~CAM. Così. Voi fate tutte le 48 2, 1 | genio alla signora Camilla.~CAM. Vi sono molto obbligata 49 2, 1 | degno della sua grazia.~CAM. Anzi ho di voi tutta la 50 2, 1 | il merito d'Arlecchino.~CAM. Arlecchino ha il suo merito, 51 2, 1 | cuore della signora Camilla.~CAM. Siete pure grazioso. Vorrei 52 2, 1 | SCAP. Volentierissima.~CAM. Abbiate pazienza.~SCAP. 53 2, 1 | spiegherò. (va per i candelieri)~CAM. Già me ne sono accorta, 54 2, 1 | mettere sulla spinetta?~CAM. Sì, sulla spinetta.~SCAP. 55 2, 1 | cantare! (mette i candelieri)~CAM. Mi vorreste voi cantar 56 2, 1 | che comoda infinitamente.~CAM. Volete che mettiamo le 57 2, 1 | cambia presto il discorso!)~CAM. Le porteremo in due, metà 58 2, 1 | mondo. (portando una sedia)~CAM. In verità, voi mi fate 59 2, 1 | Arlecchino. (come sopra)~CAM. Ma via, caro Scapino. Lasciatelo 60 2, 1 | mette la sedia con dispetto)~CAM. Non fate così, abbiate 61 2, 1 | porta un'altra sedia)~CAM. Io non so di che vi possiate 62 2, 1 | Arlecchino, e niente per me?~CAM. In quanto a questo poi, 63 2, 1 | ultima sedia rabbiosamente)~CAM. Ma che maniera è questa? 64 2, 1 | uno scimiotto come colui.~CAM. Non lo sapete? Non è bel 65 2, 1 | cosa vi piace in colui?~CAM. Tutto.~SCAP. E in me non 66 2, 1 | me non vi piace niente?~CAM. Niente.~SCAP. Mi appiccherei 67 2, 2 | coss'è sto bel apparato?~CAM. Niente, caro Arlecchino, 68 2, 2 | servir tutte ste careghe?~CAM. Per alcuni amici del signor 69 2, 2 | quel che era una volta).~CAM. Si tratta di usare una 70 2, 2 | spinetta.~SCAP. (Il villano!)~CAM. Ma io non voglio fare una 71 2, 2 | Coss'è sto parlar a pian?~CAM. Ma voi siete sospettoso, 72 2, 2 | Camilla lo possa soffrire).~CAM. (Briccone! sa quanto l' 73 2, 2 | non voggio conversazion.~CAM. Via, per oggi solamente, 74 2, 2 | No gnanca per un momento.~CAM. Ma come ho da fare, se 75 2, 2 | ripiego nobile da facchino).~CAM. No, non sono capace di 76 2, 2 | ARL. Ti non lo farà mai?~CAM. Non lo farò mai.~ARL. Pettegola, 77 2, 2 | insolente.~SCAP. (Oh buono!)~CAM. Tu sei più ostinato e impertinente 78 2, 2 | Indegna dell'amor d'Arlecchin.~CAM. Se tu mi volessi bene, 79 2, 2 | marido, vôi poder comandar.~CAM. Ti obbedirò nelle cose 80 2, 2 | Siora Camilla, la reverisso.~CAM. Serva sua, signor Arlecchino.~ 81 2, 2 | Arlecchino.~ARL. La compatissa.~CAM. Perdoni.~SCAP. (Questi 82 2, 2 | Servitor umilissimo. (partendo)~CAM. No, fermati.~ARL. Via de 83 2, 3 | TERZA~ ~Camilla e Scapino~ ~CAM. (Pazienza. Mi porta via 84 2, 3 | dispiace infinitamente.~CAM. E di che vi dispiace?~SCAP. 85 2, 3 | sposo così compiacente.~CAM. Perduto? E come l'ho io 86 2, 3 | disposta a volerlo amare?~CAM. Costantemente.~SCAP. Con 87 2, 3 | malagrazie ch'egli vi usa?~CAM. Sì, perché ha poi delle 88 2, 3 | SCAP. Siete ben ostinata.~CAM. La mia non è ostinazione, 89 2, 4 | QUARTA~ ~Camilla sola.~ ~CAM.  Tutti mi dicono che Arlecchino 90 2, 5 | c'è nessuno? (di dentro)~CAM. Venga, venga, signor Celio. 91 2, 5 | giorno, signora Camilla.~CAM. Serva sua, signor Celio.~ 92 2, 5 | Celio.~CEL. State bene?~CAM. Per obbedirla.~CEL. Me 93 2, 5 | sta la signora Clarice?~CAM. Benissimo.~CEL. Si può 94 2, 5 | Benissimo.~CEL. Si può riverire?~CAM. Or ora la vedrete. Terminata 95 2, 5 | gliela lascio tutta per lui.~CAM. Io non sapeva che il signor 96 2, 5 | tutto il mondo lo sappia.~CAM. Amate voi la signora Clarice?~ 97 2, 5 | Sì certo, teneramente.~CAM. L'amate? Ho piacere che 98 2, 5 | intenzione di maritarsi?~CAM. Amando una figlia onesta, 99 2, 5 | andare queste malinconie.~CAM. Sapete voi, signore, che 100 2, 5 | onorata?~CEL. Lo so benissimo.~CAM. E ch'io non permetterò 101 2, 6 | mettere una catena al piede.~CAM. Si accomodi qui, signor 102 2, 6 | Siete bene particolare.~CAM. Per una parte il signor 103 2, 7 | alla dritta di Clarice)~CAM. Ed ella, signor Silvio, 104 2, 7 | bellezza.~CLAR. Camilla.~CAM. Signora.~CLAR. Il signor 105 2, 7 | con animo di scherzare.~CAM. Tanto meglio per voi, signora. 106 2, 7 | intendere)~SILV. Camilla.~CAM. Signore.~SILV. Una parola...~ 107 2, 7 | Signore.~SILV. Una parola...~CAM. Eccomi. (si accosta)~SILV. 108 2, 7 | signore? (piano a Camilla)~CAM. Sì, certo, in angustie 109 2, 7 | io tutto il loro bisogno.~CAM. Non signore, non v'incomodate. 110 2, 7 | seguita a guardar la musica)~CAM. Non hanno bisogno di nulla, 111 2, 7 | occasione...~SILV. Ho capito.~CAM. E se voi aveste vera stima 112 2, 7 | SILV. Non occorr'altro.~CAM. (Chi mai può arrivare a 113 2, 7 | medesima.~CLAR. Camilla.~CAM. Mi comandi.~CLAR. Dov'è 114 2, 7 | CLAR. Dov'è mio padre?~CAM. Non so, signora; ecco qui 115 2, 8 | ANGEL. Quando dovrò cantare.~CAM. Andate, andate, signora. 116 2, 8 | padre? (piano a Camilla)~CAM. Non si è ancora veduto.~ 117 2, 8 | alla dritta di Silvio)~CAM. Ben volentieri. Sono due 118 2, 12 | licenza de lor signori.~CAM. Fermatevi, non fate scene.~ 119 2, 12 | costù, me vien el spasemo).~CAM. Arlecchino, abbiate giudizio 120 2, 12 | padroni. (in atto di partire)~CAM. No, Arlecchino, fermati...~ 121 2, 12 | vederemo mai più. (parte)~CAM. Oh povera me! sono disperata. 122 2, 12 | quest'imbroglio? (a Camilla)~CAM. Tutti mi avete rovinata. 123 2, 12 | che per causa nostra...~CAM. Lasciatemi stare per carità.~ 124 2, 12 | che per nostra cagione...~CAM. Ma non mi tormentate d' 125 2, 13 | Pantalone e Camilla~ ~CAM. Ah! per il troppo buon 126 2, 13 | Camilla. (piano, con mestizia)~CAM. Cosa volete, signore? ( 127 2, 13 | isdegno)~PANT. Seu in collera?~CAM. Sono disperata.~PANT. Quieteve, 128 2, 13 | quieteve. Voleu che vaga?~CAM. Volesse il cielo, che foste 129 2, 13 | anderò. (incamminandosi)~CAM. (Da una parte la pietà 130 2, 13 | cattivi offizi contra nissun).~CAM. (Se Arlecchino non torna, 131 2, 13 | vedo, bisognerà po andar).~CAM. (Non sarà possibile certamente 132 2, 13 | PANT. Camilla. (come sopra)~CAM. Camilla è stanca, Camilla 133 2, 13 | di Camilla.~PANT. Donca?~CAM. Donca, donca, non m'inquietate.~ 134 2, 13 | inquietate.~PANT. Anderò via.~CAM. Che tormento!~PANT. Le 135 2, 13 | Le mie povere putte...~CAM. (È una cosa insoffribile).~ 136 2, 13 | Le anderà per el mondo...~CAM. (Povere sfortunate).~PANT. 137 2, 13 | A domandar la limosina.~CAM. (Mi sento morire).~PANT. 138 2, 13 | morire).~PANT. Vago via.~CAM. Fermatevi. (Ma perché mai 139 2, 13 | vada un pochetto calmando)~CAM. Fatemi un piacere, signor 140 2, 13 | si ritira per un poco)~CAM. (Vo consigliarmi con me 141 2, 13 | PANT. Camilla. (come sopra)~CAM. Ma questo, poi, compatitemi..~ 142 2, 14 | QUATTORDICESIMA~ ~Camilla sola.~ ~CAM. Ho d'aver compassione per 143 3, 2 | Camilla ed Arlecchino~ ~CAM. (Briccone! trattarmi in 144 3, 2 | no ho da esser el primo).~CAM. (Pretenderà ch'io vada 145 3, 2 | la guardo, son fritto).~CAM. (Chi sa mai cosa pensa? 146 3, 2 | niente). (in atto di partire)~CAM. (Si schiarisce con un poco 147 3, 2 | in atto di voler partire)~CAM. Serva sua. (inchinandosi 148 3, 2 | dise gnanca, che resta?)~CAM. (Ha intenzione ancora di 149 3, 2 | no me voggio avvilir).~CAM. (È un cane, è un barbaro, 150 3, 2 | in atto di andarsene)~CAM. (Parte).~ARL. (Bisogna 151 3, 2 | andar via). (come sopra)~CAM. (Mi lascia, mi abbandona?)~ 152 3, 2 | alla scena per partire)~CAM. Ahi, mi sento morire. ( 153 3, 2 | Camilla, ve sentiu mal?~CAM. Oimè, mi sento... un'oppressione 154 3, 2 | coraggio, no sarà gnente.~CAM. Crudele! (guardandolo dolcemente)~ 155 3, 2 | Lèvete suso, Camilla.~CAM. Non posso.~ARL. Pròvete, 156 3, 2 | Pròvete, che t'aiuterò.~CAM. (Si alza, e torna cadere 157 3, 2 | Dame le man a mi tutte do.~CAM. Sostienmi. (gli le mani)~ 158 3, 2 | trova in terra)~ARL. Aiuto.~CAM. (Balza dalla sedia) Ahi 159 3, 2 | male?~ARL. Estu guarida?~CAM. Sì, sono guarita.~ARL. 160 3, 2 | guarido anca mi. (s'alza)~CAM. Caro il mio Arlecchino. ( 161 3, 2 | zoggia. (singhiozzando)~CAM. Mi vuoi tu bene? (come 162 3, 2 | ben per ti. (come sopra)~CAM. Sì, è vero, tu mi vuoi 163 3, 2 | la testa a sior Pantalon.~CAM. Cossa ti ha fatto il signor 164 3, 2 | mi no ghe vôi più vegnir.~CAM. Ma possibile che io non 165 3, 3 | TERZA~ ~Camilla sola.~ ~CAM. Per una parte ha ragione. 166 3, 4 | sentio tanto che basta.~CAM. Ah signor Pantalone! Arlecchino 167 3, 4 | persuase, e bisogna andar.~CAM. Caro signor Pantalone, 168 3, 4 | queste povere sfortunate?~CAM. (È grazioso questo signore!)~ 169 3, 4 | non dubitate. (a Camilla)~CAM. (Anche questi colla sua 170 3, 4 | mio consiglio? (a Camilla)~CAM. Non ho bisogno di altri 171 3, 4 | tutto sto ben xe Camilla.~CAM. Ah sì, io non posso bastantemente 172 3, Ult | son pronto a darte la man.~CAM. L'accetto col maggior piacere Gli amanti timidi Atto, Scena
173 1, 7 | buon figliuolo del mondo.~ CAM. (Povera me! Che nuova mi 174 1, 7 | scusate se vi ho incomodato.~ CAM. Niente, signore. Son qui 175 1, 7 | deggio partir questa sera...~ CAM. Questa sera assolutamente?~ 176 1, 7 | ROB. Senz'alcun dubbio.~ CAM. (Ah il mio Arlecchino! 177 1, 7 | tanto la mia partenza?~ CAM. Signore... mi dispiace 178 1, 7 | per me, o per Arlecchino?~ CAM. Arlecchino... ha il suo 179 1, 7 | se egli pensasse a voi?~ CAM. Io non so niente. Io non 180 1, 7 | e non mi pare). (da sé)~ CAM. (Ho taciuto finora. Sarebbe 181 1, 7 | ritratto alla signora Dorotea?~ CAM. Cosa volete ch'ella faccia 182 1, 7 | darglielo, non l'avrà.~ CAM. Date qui, date qui. (prende 183 1, 7 | signor Anselmo è in casa?~ CAM. L'ho veduto ch'era per 184 1, 7 | avvertirlo della mia partenza.~ CAM. Andate, che prego il cielo... ( 185 1, 7 | alterata)~ ROB. Di che?~ CAM. Niente, niente.~ ROB. ( 186 1, 8 | OTTAVA~ ~Camilla sola.~  ~ CAM. Mi sento proprio che l' 187 1, 9 | sugli occhi miei!) (da sé)~ CAM. È bello è rassomigliante; 188 1, 9 | diverte la signora Camilla?~ CAM. Oh sì certo! Chi sente 189 1, 9 | bello con tanta attenzione?~ CAM. Io? Niente.~ CARL. Oh! 190 1, 9 | avessi veduto, non parlerei.~ CAM. E bene, che cosa avete 191 1, 9 | CARL. Che cosa ho veduto?~ CAM. Sì, sentiamo che cosa avete 192 1, 9 | quello era un ritratto.~ CAM. Un ritratto?~ CARL. È un 193 1, 9 | ritratto. Ne son sicuro.~ CAM. È un ritratto? Bene, è 194 1, 9 | chi sarà quel ritratto.~ CAM. Di chi?~ CARL. Di Arlecchino.~ 195 1, 9 | CARL. Di Arlecchino.~ CAM. Di Arlecchino?~ CARL. Sì, 196 1, 9 | di Bacco! mi vendicherò.~ CAM. Voi non sapete quel che 197 1, 9 | padrone. (in atto di partire)~ CAM. Fermatevi, venite qua. ( 198 1, 9 | Lo contempla, lo adora!~ CAM. Se vi dico la verità, mi 199 1, 9 | Sciocca se lo crede). (da sé)~ CAM. È vero; aveva nelle mani 200 1, 9 | Arlecchino; ne son sicuro.~ CAM. Ne siete sicuro?~ CARL. 201 1, 9 | sicuro?~ CARL. Sicurissimo.~ CAM. Tenete dunque. Eccolo qui. ( 202 1, 9 | ritratto del signor Roberto?~ CAM. Oh! oh! Vede, signor politico, 203 1, 9 | è Pasquino, è Marforio.~ CAM. E avreste ardire di credere?...~ 204 1, 9 | sapere. (in atto di partire)~ CAM. No; venite qua, sentite. ( 205 1, 9 | bisogna prenderla). (da sé)~ CAM. Sentite. Vi confiderò ogni 206 1, 9 | pericolo... (ch'io taccia).~ CAM. Questo ritratto è destinato 207 1, 9 | Dorotea.~ CARL. Da chi?~ CAM. Dal signor Roberto.~ CARL. 208 1, 9 | principio di matrimonio?~ CAM. È tutto vero; ma questa 209 1, 9 | dareste alla signora Dorotea?~ CAM. Cosa volete ch'io faccia? 210 1, 9 | ancor persuaso). (da sé)~ CAM. Datemi che glielo porti.~ 211 1, 9 | CARL. Glielo porterò io.~ CAM. E bene, dateglielo voi. 212 1, 9 | diate voi. (glielo )~ CAM. Oh! sì, sarà meglio. (lo 213 1, 9 | dirmi subito la verità?~ CAM. E perché non credermi, 214 1, 9 | volte voi altre donne...~ CAM. Oh! io non direi una bugia 215 1, 9 | ritratto non mi piace.~ CAM. Se parte questa sera...~ 216 1, 9 | obbligo di avvertirlo.~ CAM. No, per amor del cielo.~ 217 1, 9 | sospettar di voler parlare)~ CAM. Avvertite bene.~ CARL. 218 1, 10 | DECIMA~ ~Camilla sola.~  ~ CAM. Ho una paura grandissima 219 1, 11 | Camilla. (con premura)~ CAM. Signora.~ DOROT. Datemi 220 1, 11 | per me il signor Roberto.~ CAM. Come lo sapete che vi ho 221 1, 11 | l'ha detto egli stesso.~ CAM. (Dubitava di Carlotto). ( 222 1, 11 | l'ha detto in passando.~ CAM. Che dite eh? Vuol partire.~ 223 1, 12 | ma subito con premura.~ CAM. (Povera me!) (da sé) Carlotto 224 1, 12 | parlano segretamente. (parte)~ CAM. (Oh! il briccon me l'ha 225 1, 12 | partire)~ DOROT. Venite qua.~ CAM. Vengo, vengo. (in atto 226 1, 12 | mio ritratto. (con forza)~ CAM. Tenete, tenete. (gli 227 2, 6 | Camilla ed il suddetto.~  ~ CAM. (Non vedendo Arlecchino 228 2, 6 | sé stando al suo posto)~ CAM. (Mi sento una smania: non 229 2, 6 | non so come far). (da sé)~ CAM. (Vorrei profittare dell' 230 2, 6 | riverisso. (con timidezza)~ CAM. Serva, signor Arlecchino. ( 231 2, 6 | le offerisce una sedia)~ CAM. No, obbligatissima: non 232 2, 6 | vegnua per mi). (da sé)~ CAM. Vedo che non c'è, vado 233 2, 6 | partire)~ ARL. Cussì presto?~ CAM. Non vorrei disturbarla. 234 2, 6 | a sta sera ghtempo.~ CAM. Si parte questa sera dunque? ( 235 2, 6 | pur troppo. (sospirando)~ CAM. Che? le rincresce di dover 236 2, 6 | ricresce assae, ma assae.~ CAM. E perché le rincresce? ( 237 2, 6 | amici... dei camerada...~ CAM. (Ah! no, non gli rincresce 238 2, 6 | ghe leveremo l'incomodo.~ CAM. Questa sera? (afflitta)~ 239 2, 6 | cossa, el la fa siguro.~ CAM. Ma perché mai questa partenza 240 2, 6 | consolandosi un poco)~ CAM. Me ne dispiace infinitamente ( 241 2, 6 | consolandosi un poco)~ CAM. Le dirò... I miei Padroni 242 2, 6 | despiasa per mi). (da sé)~ CAM. (Vo' vedere se dice niente 243 2, 6 | se burla de mi). (da sé)~ CAM. Si vede per altro che il 244 2, 6 | ritratto. (con bocca ridente)~ CAM. Anch'ella ha il suo ritratto? ( 245 2, 6 | Siora sì. (come sopra)~ CAM. E dove lo ha il suo ritratto? ( 246 2, 6 | la saccoccia sorridendo)~ CAM. Oh! non sarà poi vero. ( 247 2, 6 | galantomo. (seriamente)~ CAM. L'ha in saccoccia? (con 248 2, 6 | serietà) Vorriala véderlo?~ CAM. Lo vedrei con piacere. ( 249 2, 6 | altra parte per vergogna)~ CAM. (Prende il ritratto, lo 250 2, 6 | da sé, con dispiacere)~ CAM. Tenga, signore.~ ARL. No 251 2, 6 | degna vardarlo gnanca?~ CAM. Oh! l'ho veduto.~ ARL. 252 2, 6 | la libertà... (timoroso)~ CAM. Di che?~ ARL. De offerirghelo. ( 253 2, 6 | con riverenza e timore)~ CAM. No, no. La prego; non sono 254 2, 6 | original). (da sé, afflitto)~ CAM. Serva sua. (in atto di 255 2, 6 | Servitor suo. (mortificato)~ CAM. (Oh! quanto volentieri 256 2, 6 | no dichiararme). (da sé)~ CAM. (Sì, vo' veder se mi riesce). ( 257 2, 6 | abilità per far someggiar.~ CAM. E che sì, che il suo somiglia 258 2, 6 | Roberto?~ ARL. Me par de sì.~ CAM. Quello l'ho veduto, e l' 259 2, 6 | dare il ritratto serrato)~ CAM. Vediamo un poco. (senza 260 2, 6 | nissun. (volgendosi un poco)~ CAM. (Se mi va fatta...) (da 261 2, 6 | fuori quello di Roberto)~ CAM. Tenga, tenga. (gli vuol 262 2, 6 | paura)~ ARL. L'ala vardà?~ CAM. No, no, sento gente. Ho 263 2, 6 | era)~ ARL. La lo tegna.~ CAM. No certo.~ ARL. La prego.~ 264 2, 6 | certo.~ ARL. La prego.~ CAM. No sicuramente. (glielo 265 2, 6 | seguitando Camilla con ansietà)~ CAM. Ne faccia quello che vuole. ( 266 3, 8 | Camilla ed il suddetto.~  ~ CAM. (Ah! i cavalli sono alla 267 3, 8 | sé forte, senza vederla)~ CAM. Signore, mi chiamate? ( 268 3, 8 | e confuso) la perdona.~ CAM. Vi occorre qualche cosa? ( 269 3, 8 | confusa)~ ARL. Gnente.~ CAM. Mi ha parso che abbiate 270 3, 8 | perché el xe un bel nome.~ CAM. (Eppure mi lusingo ancora, 271 3, 8 | un altro pezzo di carta)~ CAM. E che cosa raccogliete 272 3, 8 | avanzi de certa lettera.~ CAM. Di una lettera? E di chi 273 3, 8 | so che la vegniva a mi.~ CAM. Era una lettera di qualche 274 3, 8 | Siora sì, de una donna.~ CAM. Di una donna! (prende un 275 3, 8 | veramente che l'ha strazzada.~ CAM. E chi dunque?~ ARL. Un 276 3, 8 | mio amigo... (ironico)~ CAM. E voi avete la debolezza 277 3, 8 | quella che l'ha scritta?~ CAM. Io?... no, non l'ho scritta 278 3, 8 | scaldeu in sta maniera?~ CAM. Perché so chi l'ha scritta; 279 3, 8 | ritratto in te le so man?~ CAM. Non lo so; non me l'ha 280 3, 8 | no saver cossa farghene.~ CAM. Per non saper cosa farne? 281 3, 8 | desprezzi e de villanie?~ CAM. Come questa lettera conteneva 282 3, 8 | vi scrive. (con forza)~ CAM. Come, come! Io ho veduto 283 3, 8 | scritto cussì? (con affanno)~ CAM. Io? l'amica.~ ARL. Voggio 284 3, 8 | scritto cussì? (con affanno)~ CAM. Questi sono i suoi caratteri 285 3, 8 | Ah baron de Carlotto!~ CAM. Cosa c'entra Carlotto?~ 286 3, 8 | la lettera a modo suo.~ CAM. Come! Avete dato a leggere 287 3, 8 | fusse innamorà de vu...~ CAM. Di me! Di me! Cosa c'entro 288 3, 8 | Bologna senza conosserla?~ CAM. Siete vicino a dover partire, 289 3, 8 | bontà, de compatimento?~ CAM. Oh! signor mio, una giovane 290 3, 8 | vergogna m'ha trattegnù.~ CAM. Dal modo vostro di parlare, 291 3, 9 | zio del padrone è morto.~ CAM. È morto il zio del signor 292 3, 9 | Camilla con un poco di gioia)~ CAM. (Lo volesse il cielo!) ( 293 3, 10 | nove per mi. (a Camilla)~ CAM. (E per me ancora, se potessi 294 3, 10 | contenta, che no vaga via?~ CAM. Crederei di sì.~ ARL. Mo 295 3, 10 | quella so amiga! (allegro)~ CAM. Ma se non partite oggi, 296 3, 10 | Ma intanto se poderia...~ CAM. Giacché presto o tardi 297 3, 10 | che la podesse gradir.~ CAM. Lasciatele il vostro ritratto. 298 3, 10 | la me l'ha mandà indrio?~ CAM. Vi dirò: ella è assai delicata. 299 3, 10 | tutto l'amor dell'original.~ CAM. L'amate senza conoscerla?~ 300 3, 10 | l'amo con tutto el cuor.~ CAM. Ed io vi assicuro, che 301 3, 10 | quella, vu l'amiga.~ CAM. No, no, non sono io. (con 302 3, 10 | si getta in ginocchio)~ CAM. No, l'amante... l'amica... 303 3, Ult | ritorno si faranno le nozze.~ CAM. (Povera me! S'egli parte, 304 3, Ult | Camilla. (guardando Camilla)~ CAM. (Ah furbo, furbo! Mi vengono 305 3, Ult | questa giovane? (a Camilla)~ CAM. Signore... Io non so niente. ( 306 3, Ult | È Camilla senz'altro.~ CAM. (Povera me! Non so in che 307 3, Ult | a Camilla, con calore)~ CAM. Maritarmi. (modestamente 308 3, Ult | genio per qualcheduno?~ CAM. Non lo so.~ ANS. Ti vuoi 309 3, Ult | o fuori di questa casa?~ CAM. In questa casa. (come sopra)~ 310 3, Ult | ANS. Vuoi tu Carlotto?~ CAM. Signor no. (con più spirito)~ 311 3, Ult | ANS. Ma chi vuoi dunque?~ CAM. Vorrei... (modestamente, 312 3, Ult | sopra)~ ANS. Ma parla.~ CAM. Eccolo qui. (fa vedere 313 3, Ult | siete contenta? (a Camilla)~ CAM. Signor sì. (con una riverenza La buona moglie Atto, Scena
314 2, 2 | Cameriere d’osteria e detti.~ ~CAM. Zitto, che siate maledette! 315 2, 2 | Mi gh’ho nome Pasqualin.~CAM. Compatisca, son forestiere. 316 2, 2 | PASQUAL. Cossa voleu da mi?~CAM. Vi è un certo vecchio colla 317 2, 2 | diseghe che no ghe son.~CAM. Io, che so vivere, gliel’ 318 2, 6 | dell’osteria e detti.~ ~CAM. Signore, prima di partire, 319 2, 6 | quel conto. (al Cameriere)~CAM. Prenda pure. (gli la 320 2, 6 | diavolo! Trentacinque lire?~CAM. Hanno bevuto due secchi 321 2, 6 | vinti lire el conto xe pagà.~CAM. Io non c’entro. Parli col 322 2, 9 | parla verso la scena.~ ~CAM. Sì, signore, non dubiti 323 2, 10 | dov’elo andà Pasqualin?~CAM. È andato fuori dell’osteria, 324 2, 10 | Come! l’è andà con Lelio?~CAM. Sì, signore, con lui.~PANT. 325 2, 10 | camerada? Anca co le done?~CAM. Non lo volevo dire. Anco 326 2, 10 | mi! Cossa me toca sentir.~CAM. Vuol altro da me, signore?~ 327 2, 10 | Andè in malora anca vu.~CAM. Quando suo figlio verrà Il cavalier di buon gusto Atto, Scena
328 1, 2 | onde no la pol fallar.~CAM. Illustrissimo; io ho servito 329 1, 2 | maestro di casa.~OTT. Dove?~CAM. In una città che si chiama 330 1, 2 | Vipacco? Dov’è questo Vipacco?~CAM. Nel principio della Germania, 331 1, 2 | Vipacco sia una piccola villa.~CAM. Oh illustrissimo no; è 332 1, 3 | servito? (al Cameriere)~CAM. Un cavaliere di quel paese.~ 333 1, 3 | Quanto vi dava di salario?~CAM. Tre zecchini il mese, e 334 1, 3 | La servo subito. (parte)~CAM. (Ora leggerà, e non si 335 1, 3 | avete servito da cameriere?~CAM. L’ho fatto per necessità.~ ~ ~ ~ 336 1, 4 | metterlo ad Ottavio, e detti.~ ~CAM. Date qua, non tocca a voi.~ 337 1, 4 | BRIGH. Son servitor anca mi.~CAM. Gli staffieri non mettono 338 1, 5 | tavolino, siede e legge)~CAM. (Se io arrivo a esser maestro 339 1, 5 | di casa. (al Cameriere)~CAM. Illustrissimo.~OTT. Venga 340 1, 5 | signor maestro di casa.~CAM. Grazie alla bontà di V.S. 341 1, 5 | Ella ha servito a Vipacco.~CAM. Illustrissimo sì.~OTT. 342 1, 5 | prende il nome. (leggendo)~CAM. Mi creda, illustrissimo...~ 343 1, 5 | subito dal mio servizio.~CAM. Ma perché?...~OTT. Andate 344 1, 5 | Andate in questo momento.~CAM. La supplico per carità.~ 345 1, 5 | carità.~OTT. Meno repliche.~CAM. Pazienza! Me ne anderò.~ 346 1, 5 | reverisco). (al Cameriere)~CAM. (Sian maledetti i libri, 347 1, 6 | sul gusto della sua testa.~CAM. Illustrissimo, il signor 348 1, 6 | non ricevo ambasciate.~CAM. La signora contessa ha 349 1, 8 | mezza giornata. Cameriere.~CAM. Signore.~OTT. Il segretario 350 1, 8 | di casa. (al Cameriere)~CAM. Sono in anticamera.~OTT. 351 1, 9 | BRIGH. (Gran testa!) (parte)~CAM. (Gran mente!) (parte)~SEGR. ( 352 1, 12 | cosa del mondo!) (da sé)~CAM. Illustrissima, la signora 353 1, 12 | È sola? (al Cameriere)~CAM. È colla marchesina sua 354 1, 13 | crepare di rabbia). (da sé)~CAM. Illustrissima, è arrivato 355 2, 1 | parte)~OTT. Chi è di ?~CAM. Illustrissimo.~OTT. Il 356 2, 1 | che venga il Segretario)~CAM. La signora marchesina Rosaura 357 2, 1 | pranzo questa mattina da noi.~CAM. Illustrissimo sì.~OTT. 358 2, 1 | con tutta la compagnia.~CAM. Sarà obbedita. (parte)~ 359 2, 2 | Comtesse Belvisi. À Rome.~CAM. Illustrissimo, vi è il 360 2, 2 | cercar lo stile cruschevole.~CAM. Illustrissimo, è il conte 361 2, 2 | servirete mirabilmente.~CAM. Illustrissimo, la baronessa 362 2, 2 | alla francese. Monsieur.~CAM. Il signor Pantalone de’ 363 2, 2 | son altri in anticamera?~CAM. Vi è il sarto e il tapezziere.~ 364 2, 2 | introducetelo per di qua.~CAM. Sarà obbedita.~OTT. La 365 2, 2 | ha ricevuta la baronessa?~CAM. L’ha ricevuta coi denti 366 2, 8 | dottore e il cameriere~ ~CAM. Favoriscano; si trattengano 367 2, 9 | con ello. (al Cameriere)~CAM. Si accomodi, che or ora La dama prudente Atto, Scena
368 1, 10| vivere nelle gran città!~CAM. Illustrissima, è qui il 369 1, 11| prestissimo Castelcattivo.~CAM. Illustrissima, è qui la 370 2, 20| che cosa dicono). (da sé)~CAM. Illustrissima, il signor 371 2, 20| la cena. (al Cameriere)~CAM. (Oh che prodigio! Questa 372 3, 10| Il cameriere e dette.~ ~CAM. Illustrissima, è qui la 373 3, 10| EMIL. Mi fa troppo onore.~CAM. Ma prima questa dama desidera 374 3, 15| una dama che non ha pari.~CAM. Signori, favoriscano venir La donna volubile Atto, Scena
375 2 | cosa com’è. (al Cameriere)~CAM. Sono andato a ritrovar 376 2 | con lui. (al Cameriere)~CAM. Sì, signora. (Si rallegra La figlia obbediente Atto, Scena
377 1, 13| sarà la camera da ricever.~CAM. Ma noi, signore, in questa 378 1, 13| che no gh’è l’anticamera.~CAM. Se vuole un palazzo, in 379 1, 13| appartamenti della città.~CAM. (Alle spalle de’gonzi). ( 380 1, 13| avanti quei do taolini.~CAM. Dove li vuole?~BRIGH. Qua, 381 1, 13| arzentaria. (al Cameriere)~CAM. Me ne consolo.~BRIGH. E 382 1, 13| colle so onorate fadighe.~CAM. Son persuaso.~LUM. (Tira 383 1, 13| De seo, de seo. Tanto fa.~CAM. Ma di sevo sui candelieri 384 1, 13| no se stima le candele.~CAM. Ora la servo. (parte, poi 385 1, 13| distribuisce tutto sui tavolini)~CAM. Ecco qua le candele.~BRIGH. 386 1, 13| BRIGH. qua mo, amigo.~CAM. Se comanda, farò io.~BRIGH. 387 1, 13| si netta al giustacore)~CAM. (Povero argento! in che 388 1, 13| treppiè. (al Cameriere)~CAM. Subito. (va, e torna col 389 1, 13| Olivetta non ha speso gnente.~CAM. Vossignoria negozia?~BRIGH. 390 1, 13| bagattelle. Ah! l’omo s’inzegna.~CAM. Bravissimo. (Capisco il 391 1, 13| averzi quel cofrefort.~CAM. Che significa questa parola?~ 392 1, 13| dir... Quel coso che è .~CAM. Uno scrignetto, un bauletto.~ 393 1, 13| cappello a siora Olivetta.~CAM. L’ha guadagnato colle sue 394 1, 13| perché l’ha fatto una decima.~CAM. Che cos’è questa decima?~ 395 1, 13| scatole, i anelli, le zoggie.~CAM. Che belle cose!~BRIGH. 396 1, 13| sto boccon de brillante?~CAM. Lo vedo.~BRIGH. Un prencipe 397 1, 13| farse far el so ritratto.~CAM. È fortunata.~BRIGH. Che 398 1, 13| taolini, tirar delle corde.~CAM. Per che fare?~BRIGH. Per 399 1, 13| acciò che i chiappa aria.~CAM. Ne ha molti?~BRIGH. La 400 1, 13| qualche zorno do volte.~CAM. Mi chiamano, con sua buona 401 1, 13| grazia.~BRIGH. Comodeve.~CAM. Mi dona nulla per aver 402 1, 13| fazzo vardar drio. Tolè.~CAM. Due soldi? A me due soldi?~ 403 1, 13| Cossa voleu che ve daga?~CAM. Se vostra figlia li avesse 404 1, 15| Il cameriere, e detti.~ ~CAM. Signori...~BRIGH. Oh diavolo! 405 1, 15| BRIGH. Oh diavolo! Lumaga.~CAM. Un cavaliere...~BRIGH. 406 1, 15| vecchio, tegnì sta roba.~CAM. Ma senta...~BRIGH. Tegnì 407 1, 15| sottocoppa) Adesso parlè.~CAM. Un cavalier forestiere, 408 1, 15| chi è questo cavaliere?~CAM. Un certo signor conte Ottavio, 409 1, 15| putta no riceve visite.~CAM. Anzi è ricco; è generoso.~ 410 1, 15| forestieri, che el se comoda.~CAM. Tenga. Anderò a dirgli 411 1, 15| asini, non sapete far nulla.~CAM. (Or ora le getto l’acqua 412 1, 16| da sentar. (al Cameriere)~CAM. Ma come... (accenna aver 413 1, 16| egli la brocca) Lumaga.~CAM. Si serva, illustrissimo. ( 414 1, 17| Il cameriere e detti.~ ~CAM. La comandi.~OTT. Al mio 415 1, 17| da camera e la berretta.~CAM. Sarà servita. (parte)~OLIV. ( 416 2, 8| saludar missier Brighella?~CAM. Chi è questo messer Brighella?~ 417 2, 8| è allozà in sta locanda.~CAM. È forse padre d’una ballerina?~ 418 2, 8| Giusto; el padre de Olivetta.~CAM. Olivetta! Parlate con rispetto. 419 2, 8| donca no la sarà quella.~CAM. Suo padre non è un uomo 420 2, 8| L’è Brighella senz’altro.~CAM. Bene, sono questi, e sono 421 2, 8| ARL. Li vorria saludar.~CAM. Sono a pranzo.~ARL. Cossa 422 2, 8| patron. Disnerò con lori.~CAM. Sono a pranzo con un cavalier 423 2, 8| Diseghelo, che son qua.~CAM. Or ora hanno finito; aspettate 424 2, 8| avemo sempre voludo ben.~CAM. Mi pare impossibile, perché 425 2, 8| qua, che ghe vôi parlar.~CAM. Glielo dirò; ma non verrà.~ 426 2, 8| non verrà.~ARL. Perché?~CAM. Non vorrà lasciare la figlia 427 2, 8| vôi far un’improvvisata.~CAM. Ora glielo dico. (Pensate 428 2, 11| ha dito: addio.~OTT. Ehi!~CAM. La comandi.~OTT. La pipa. ( 429 2, 11| passeggiando indietro)~CAM. La servo. (parte)~BRIGH. 430 2, 12| OTT. Oggi sarò da lei.~CAM. Eccola servita. Acciò non 431 2, 12| Bene. (gli una moneta)~CAM. Grazie a vossignoria illustrissima. ( 432 2, 12| Basta cussì.~OTT. Ehi!~CAM. Comandi.~OTT. Un’altra 433 2, 12| Comandi.~OTT. Un’altra pipa.~CAM. Subito. (Un altro filippo). ( 434 2, 12| simile, e lo fa saltare)~CAM. Servita. (gli porta la 435 2, 12| Prende la pipa, e fuma)~CAM. L’ho accesa per minorargli 436 2, 12| Mette mano alla borsa)~CAM. (Un altro filippo). (da 437 2, 12| sopra, e ripone la borsa)~CAM. Lustrissimo...~ARL. Un’ 438 2, 12| ARL. Basta cussì. (parte)~CAM. (Sta volta l’è andada sbusa). ( 439 2, 12| Non c’è altro. (adirato)~CAM. Gh’è un che la domanda.~ 440 2, 12| pezzo, e poi dice) Chi è?~CAM. Un certo signor Florindo, 441 2, 12| pezzo, e poi dice) Passi.~CAM. Oh che uomo curioso! (parte)~ 442 2, 15| tale ingiuria.~OTT. Ehi!~CAM. Comandi.~OTT. (S’avvia 443 2, 15| calzoni e sbuffando parte)~CAM. Signore, in questa locanda 444 2, 15| da un disperato. (parte)~CAM. Che diavolo è stato? Anderò 445 3, 2| disponendo per sua difesa)~CAM. Non dubiti. Siamo con lei.~ 446 3, 2| Ammazzatelo). (agli uomini)~CAM. (Per difenderla, siamo 447 3, 2| al Cameriere di locanda)~CAM. Obbligatissimo alle sue 448 3, 2| Ammazzatelo). (piano al Cameriere)~CAM. (Chi fosse pazzo!) (da 449 3, 2| vostro? Mi maraviglio di voi.~CAM. Signore, non si riscaldi 450 3, 2| parte dalla banda opposta)~CAM. Grande spirito! Gran bravura! ( 451 3, 6| parlar co sior Brighella?~CAM. Il signor Brighella non 452 3, 6| presto el vol andar via?~CAM. È tornato a casa tutto 453 3, 6| per causa de una corniola.~CAM. Ho piacere che vadano via: 454 3, 6| andar in barca de Padova.~CAM. Finalmente operano da quel 455 3, 6| avanti che la vada via.~CAM. La signora Olivetta è in 456 3, 6| Ottavio? Se i era in collera.~CAM. Sì, erano in collera, e 457 3, 6| Bravi; i se giusta presto.~CAM. Eccolo qui il signor Brighella, 458 3, 7| anderemo via. (al Cameriere)~CAM. Sarà servita.~BRIGH. Siora 459 3, 7| Siora Olivetta dov’ela?~CAM. È dal signor conte. Comanda 460 3, 7| incomodè. Avvisè el staffier.~CAM. Subito. (E poi mi darà 461 3, 9| poveretto mi! Camerier.~CAM. Comandi.~BRIGH. Dov’è Lumaga?~ 462 3, 9| Comandi.~BRIGH. Dov’è Lumaga?~CAM. Il suo staffiere?~BRIGH. 463 3, 9| suo staffiere?~BRIGH. Sì.~CAM. Ha messi i bauli in gondola, 464 3, 9| BRIGH. In che gondola?~CAM. In una gondola a quattro 465 3, 9| Presto, mandeghe drio.~CAM. Subito. (parte)~OLIV. Che 466 3, 10| E così? (al Cameriere)~CAM. La roba è andata.~OLIV. 467 3, 10| roba è andata.~OLIV. Come?~CAM. Lumaca con la gondola a 468 3, 11| avemio da far? (al Cameriere)~CAM. Pensare a pagarmi, e andare 469 3, 16| ghe calerà tutto el fumo.~CAM. Signore, mi manda il signor 470 3, 16| mi sento morire!) (da sé)~CAM. Mi manda il signor conte...~ 471 3, 16| conte...~PANT. Dove xelo?~CAM. In gondola.~PANT. Sentiu! 472 3, 16| me fe restar in vergogna.~CAM. Favorisca...~PANT. Aspettè. ( 473 3, 16| me diseu? (al Cameriere)~CAM. Lo dirò una volta. Il signor 474 3, 16| Perché no vienlo ello?~CAM. Io non so altro. Devo andare, 475 3, 19| incontra il Cameriere)~CAM. Signor Brighella, me ne 476 3, 19| rallegro.~BRIGH. È la verità?~CAM. Sì, signore, hanno fermato 477 3, 19| ladro.~OLIV. Oh cielo! Dove?~CAM. Nella laguna, prima che 478 3, 19| stada? Chi gh’è andà drio?~CAM. Il signor conte Ottavio 479 3, 19| da galantomo. (con aria)~CAM. Mi la mancia?~BRIGH. 480 3, 19| Se vederemo. (con aria)~CAM. Si ricordi.~BRIGH. Andè, 481 3, 19| Andè, vecchio. Se vederemo.~CAM. È tornato in superbia. ( L'osteria della posta Atto, Scena
482 Un, 1 | camerieri, diavoli, dove siete?~CAM. Eccomi a servirla. Comandi.~ 483 Un, 1 | Comandi.~TEN. Una camera.~CAM. Eccone qui una. Restino 484 Un, 1 | Vediamo. (entra nella camera)~CAM. Restano qui lor signori, 485 Un, 1 | di questa? (nell'uscire)~CAM. Non signore; non c'è di 486 Un, 1 | che la vogliamo vedere.~CAM. È occupata, signore.~TEN. 487 Un, 1 | occupata? Chi c'è dentro?~CAM. Un cavaliere milanese con 488 Un, 1 | figliuola.~TEN. È bella?~CAM. Non c'è male.~TEN. Da dove 489 Un, 1 | TEN. Da dove vengono?~ CAM. Da Milano.~TEN. Dove vanno?~ 490 Un, 1 | Milano.~TEN. Dove vanno?~CAM. Non glielo so dire.~TEN. 491 Un, 1 | trattengono qui in Vercelli?~CAM. Sono arrivati qui per la 492 Un, 1 | preparateci da mangiare.~CAM. Sarà servita.~TEN. Vedete 493 Un, 1 | vogliono mangiare con noi.~CAM. Il Cavaliere è sul letto 494 Un, 1 | dirò.~MAR. Sollecitatevi.~CAM. Subito. (in atto di partire)~ 495 Un, 1 | partire)~TEN. Avete buon vino?~CAM. Se vuole del Monferrato, 496 Un, 1 | beveremo del Monferrato.~CAM. Sarà servita. (parte)~ ~ ~ ~ 497 Un, 4 | chi è di , c'è nessuno?~CAM. Comandi.~BEAT. Dov'è il 498 Un, 4 | Dov'è il nostro servitore?~CAM. È giù che dorme disteso 499 Un, 4 | Portatemi un bicchier d'acqua.~CAM. Subito. Dorme il signor 500 Un, 4 | BEAT. Sì, dorme ancora.~CAM. Avrebbero difficoltà di


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License