1-500 | 501-563
L'adulatore
    Atto, Scena
1 2, 3 | quelli che mi regalano). (da , parte)~SIG. Se questo ricco 2 3, 1 | STAFF. veneziano Perché un galantomo, perché sè 3 3, 1 | sè un galantomo, perché de bon cuor anca vu, come L'amante Cabala Atto, Scena
4 1, 6 | fidar. Voggio saver~~Chi , dove che stè;~~Vôi véder 5 1, 7 | CAT.~~~~Una matta vu, siora carogna.~~ ~~~~~ ~~~ 6 2, 2 | Anca sel xe fedel). Vu paron~~Dei anei, dei manini,~~ 7 2, 2 | promesso, la veda.~~~~~~CAT.~~~~ promesso?~~~~~~FILIB.~~~~ 8 2, 2 | Oh cossa vedio mai! Vu Catina?~~~~~~CAT.~~~~Sì 9 2, 2 | De dir de no?~~Sì, lo so: una busiara.~~ ~~~~~~CAT.~~~~ 10 3, 1 | Quando la saverà che vu sposa,~~Creperà dal velen 11 3, 1 | gnancora tempo, e vu no ~~Gnancora mia muggier.~~~~~~ 12 3, Ult | CAT.~~~~Donca, si fedel, per cossa aveu~~Abandonà 13 3, Ult | CAT.~~~~Toni donca no ,~~Marzer de Marzaria?~~~ ~~~~~ L'amante di sé medesimo Atto, Scena
14 1, 1 | Che vu, caro sior Conte, amante de vu stesso.~~Ve 15 4, 3 | che importa?~~~~~~ALB.~~~~ domandà, sior Conte, de 16 5, 1 | e lighevele al cuor.~~Vu un che se stesso conosce, 17 5, 1 | xelo stà un bell'intrigo!~~ solo, sè in ti anni; chi 18 5, 1 | bell'intrigo!~~Sè solo, in ti anni; chi tardi tol 19 5, 1 | chieggio.~~~~~~ALB.~~~~Tolè, fortunà; podeu cercar de 20 5, 1 | Bravo: cussì se parla. un cavalier onesto.~~La L'amante militare Atto, Scena
21 1, 9 | PANT. Ma de quai beni? Vu spagnolo, e nu semo in Italia; 22 1, 13 | Grazie.~BRIGH. Se comandè, patron.~ARL. Riceverò le L'amore paterno Atto, Scena
23 1, 4 | disgrazie e nelle mie miserie vu stada la mia benefattrice, 24 1, 7 | sior Pantalon?~PANT. Ma vu qua sul medesimo ton.~ARL. Gli amanti timidi Atto, Scena
25 1, 4 | Tolè, amigo, e andè che un omo de garbo. (gli vuol 26 2, 4 | caro sior Carlotto, vu un galantomo... Se lo fe 27 3, 10 | sconzuro. Disème la verità: vu quella, vu sè l'amiga.~ 28 3, 10 | verità: vu sè quella, vu l'amiga.~ CAM. No, no, non L'avvocato veneziano Atto, Scena
29 1, 1 | star in villeggiatura. Vu stà quello che per un atto 30 1, 1 | Perché?~ALB. Perché so che vu un omo tutto carne.~LEL. 31 1, 10 | il cuore d’Alberto). (da , parte)~LEL. Signore mie, I bagni di Abano Atto, Scena
32 1, 13 | che ve mando~~Quanti che .~~~ ~~~~~a quattro~~~~Quanta 33 1, 13 | che ve mando~~Quanti che .~~(Luciano esce da un'altra 34 1, 13 | malizioso!~~~ ~~~~~ROS.~~~~Se putta, stè da putta. (a La bancarotta, o sia il mercante fallito Atto, Scena
35 1, 11 | ho conosciuto.~PANT. Vu stada causa del mio precipizio.~ 36 2, 10 | intenzion de pagarla. E vu, se quella donna d'onor che 37 3, 2 | vostre grazie.~PANT. Solo vegnù? Perché no menar qualchedun?~ 38 3, 7 | sti pari miei? Se sa chi , sior conte postizzo.~SILV. 39 3, 13 | a pietà de nu, e che vu la colonna della nostra 40 3, 13 | Mi son vecchio, e vu no più una putella. Andemo La birba Atto, Scena
41 1, 4 | Poderavio saver con verità~~Chi ? Za semo tutti d'una lega.~~~~~~ 42 2, 2 | romano.~~~~~~CECC.~~~~Vu donca una birba?~~~~~~ORAZ.~~~~ La bottega da caffè Atto, Scena
43 1, 2 | visto nissuna~~Bella come vu: farè fortuna.~~~~~~DOR.~~~~ 44 1, 2 | casa, con maniera,~~Fin che forestiera,~~Col benefizio 45 1, 3 | ran la, la la ran ran.~~ bella, patrona,~~Ma siè 46 3, 1 | domandà ai garzoni si ghe ;~~I ghà dito de sì; el 47 3, 4 | ZAN.~~~~Sì, vita mia, la mia cara mama;~~Ma no 48 3, 4 | la tata;~~Ma gnanca tata, la mia morosa.~~Dasseno, Il bugiardo Atto, Scena
49 1, 1 | parlar.~ ~Quando lontana ,~Quando no me vedè,~Vorria, 50 1, 1 | ben.~ ~Mio primo amor vu ,~E l'ultimo sarè,~E se ho 51 1, 2 | pare ben vestito.~LEL. (da passeggiando) (Arlecchino 52 2, 11 | fèvene dar.~ARL. Sì ben, galantomo. Vago a trovar 53 2, 14 | terrazzino)~BRIG. Pulito! più franco de man, che de 54 3, 5 | PAN. No tre mesi che partio da Napoli?~LEL. Per 55 3, 5 | do putte oneste e civil. arrivà a segno de ingannar 56 3, 5 | Ghe da intender che maridà a Napoli: tirè fuora 57 3, 5 | torto al mio nome.~PAN. Vu un omo tanto sincero...~ Il buon compatriotto Atto, Scena
58 1, 1 | avè ditto in burchiello, bergamasco.~TRACC. (Accorda)~ 59 1, 1 | perché me par che lo meritè. un omo proprio, gh'avè ciera 60 1, 1 | con mi, e feve véder che con mi.~TRACC. (Al signor 61 1, 7 | Poverazza! ghe volè ben, innamorada, nevvero?~ISAB. 62 2, 2 | che sia mi?~COST. So che un galantomo, ma delle volte Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
63 1, 1 | mode che no dura do mesi. vualtri che inventa ste 64 1, 1 | CEC. Oh za, per carìgolo5, carìgolo certo. Ma pur, 65 1, 3 | balza in piedi)~CEC. E ve innamorà cussì presto?~ZAN. 66 1, 3 | Ah cossa diseu, vu che omo, ah? (a Lissandro)~LISS. 67 1, 7 | Digo fin adesso, perché andà via che dormiva e non 68 1, 7 | maniera)~TON. Andè , che un gran baron. (scherzando)~ 69 1, 7 | GASP. Stamattina.~TON. stà da ela donca?~GASP. 70 1, 7 | verità, Tonina, qualche volta bella.~TON. O bella o brutta, 71 1, 7 | adesso ho capio. E vu che una bona muggier, per contentar 72 1, 7 | di Tonina, e parte)~TON. deventà ben economo, sior 73 1, 7 | vegnirogio a levarve?~TON. capace de farme star 74 1, 7 | GASP. Siora no; so chi ; sè capace de vegnir via; 75 1, 7 | GASP. Siora no; so chi sè; capace de vegnir via; vôi 76 1, 7 | quella chiave.~TON. De dia! deventà una bestia, un satiro, 77 1, 9 | il suddetto.~ ~GASP. Oh! vu, sior Lissandro?~LISS. 78 1, 9 | LISS. Per cossa? Perché maridà? Se pol tender a 79 1, 9 | GASP. Ben donca, se me amigo, parlè.~LISS. Ma no 80 1, 14 | comàndela per el deser?~LISS. Vu omo capace; fe tutto quel 81 2, 9 | stamattina, dopo che vu partia, xe vegnù un amigo 82 2, 10 | Gasparo)~GASP. Ve digo che matto da ligar.~OSTE Come? 83 2, 10 | la sarà quella .~GASP. matto, ve digo.~TON. Vardemo, 84 2, 10 | podeva vegnir.~TON. Vardè, se fora de vu, se la passion 85 2, 10 | no xe della nostra porta. vu che me l'ha scambiada. ( 86 3, 6 | smaschera confuso)~TON. Ah, vu , sior Lissandro? (Ho ben 87 3, 6 | via; cossa serve? So che stà anca vu a sto disnar.~ 88 Ult | chiassetti xe fenii;~ ~Se ve divertii,~Tanto meggio per La buona madre Atto, Scena
89 1, 4 | è pericolo.~MARG. Oh sì, furbo. (con ironia)~NICOL. 90 1, 4 | sposasse?~NICOL. Caspita, dretta, patrona62. Ma gnanca 91 2, 4 | Sempre da sior sàntolo stà?~NICOL. Sempre, co so 92 2, 4 | contèghe a sior'Agnese dove che stà.~NICOL. Cossa ghe importa 93 2, 6 | mercanzia.~AGN. Mo andè , che un gran gazabin210.~ROC. 94 2, 16 | bon cuor. Vu almanco no rustega235 co fa siora Giacomina.~ 95 2, 16 | dasseno.~LUN. Se volè, parona.~MARG. Grazie, receverò 96 3, 2 | nostro discorso se vede che zente desperada. Mio fio 97 3, 7 | GIAC. Siora sì, che lo . Vegnì qua. (si baciano, 98 3, 15 | AGN. Perché criarve? se tanto bon. (con ironia)~ 99 3, 16 | BARB. Anca del cortelo ghe andada a dir.~MARG. Oh sì, 100 Ult | novizza.~LUN. Vu, vedèu! una vecchia matta, e in La buona famiglia Atto, Scena
101 3, 9 | queste buone fanciulle? (da )~ ~ ~ ~ La buona moglie Atto, Scena
102 1, 13 | moneta.~PASQUAL. Voleu? paron.~LEL. Sì, datemi qualche 103 1, 17 | copasse.~PANT. Andè , che una gran bona mugier; pecà 104 1, 19 | comprà su le stiore. So che una busiara.~CAT. Coss’è 105 2, 1 | Ve piaselo, Sbrodegona? parona.~SBR. Magari ch’el 106 2, 3 | tuto, savè, e siben che vecchio...~PANT. Via, me 107 2, 4 | alocco.~ARL. Mo andè , che un bel aseno.~PANT. Te compatisso, 108 2, 22 | far sempre sta vita? No gnancora stufo de farme 109 2, 23 | Pasqualino)~PASQUAL. Voleu taser? una petulante (a Bettina)~ 110 2, 25 | che basta. Tegnì da lu. do mati insieme. Fe quel 111 3, 1 | missier Menego, anca vu a tragheto?~MEN. Sì ben, 112 3, 5 | Cossa t’ogio fato?~BETT. causa vu, che m’ho maridà. 113 3, 5 | inamorada co fa una gata.~BETT. stada vu, che m’ha fato 114 3, 9 | sier Nane.~NANE Co mi? in cotego62. (giocano)~ ~ ~ ~ 115 3, 10 | favorir? (fa lo stesso)~NANE patroni.~MEN. Schiavo, siori. ( 116 3, 18 | me racomando a vu.~BETT. el mio caro mario: no ve 117 3, 20 | volè vegnir in casa mia, parona, ma colù no lo vogio.~ La cameriera brillante Atto, Scena
118 1, 4 | me la lascio dare?~PANT. un'insolente.~ARG. Ma sono 119 1, 8 | No stè ben con quel che ?~TRACC. Se mor de fame.~ 120 2, 3 | PANT. A vu, sior, e se matto, andeve a far ligar.~ 121 2, 20 | PANT. Vu all'incontro una mattarella, che facilmente 122 2, 22 | mattazza?~ARG. I m'ha dito che da nozze. Son vegnua a consolarme.~ 123 3, 2 | parlar veneziano.~PANT. Vu vu; mi son mi; e no ghe 124 3, 11 | fate arrossire.~PANT. Sì, bella, e sè le mie raìse.~ 125 3, 11 | arrossire.~PANT. Sì, sè bella, e le mie raìse.~ARG. E questo 126 3, 13 | tutto. Za che anca vualtri contenti, sposeve col nome La casa nova Atto, Scena
127 1, 1 | nissun; e po so, che omo che . De , vedeu, la gh'aveva 128 1, 5 | Anzi, se volè favorir, patron.~Fabrizio: Sì. Ho 129 1, 6 | Coss'è? No la ve piase? No contenta?~Meneghina: No 130 1, 6 | za, per farve voler ben fatta a posta. Come voleu 131 1, 6 | muggier ve tratta con amor, se cussì rustega, cussì malagrazià?~ 132 1, 10 | adesso.~Cecilia: E disè, che cameriera?~Lucietta: Cossa 133 1, 10 | volè che i ve diga, che cameriera, ste cosse no 134 1, 12 | cussì ghe digo.~Cecilia: ben brava de portar le imbassiate. 135 2, 1 | nostra madre e adesso che con mi...~Rosina: Cara sorela, 136 2, 3 | Checca: Se vede, che anca vu una zovene de bon cuor, 137 2, 8 | più. Andè de dove che stà fin'adesso.~Lorenzino: 138 2, 11 | me vede a sgangolir da la . Oh matto, bestia che son 139 3, 3 | sentir!~Checca: Mo za, vu la mare della curiosità.~ 140 3, 8 | che son? Mo andè , che un gran can!~Anzoletto: 141 3, 8 | Oh Mi no certo. ~Cecilia: un gran omo de poco spirito. 142 3, 10 | anca dopo? ~Cristofolo: zoveni, no savè gnente. La castalda Atto, Scena
143 1, 10 | sto modo de villeggiar. Vu una putta savia, una putta 144 1, 10 | La vostra dota xe pronta; in età discreta; ma me despiase 145 1, 14 | Sieu maledetti quanti che . Ghe n’è più? Gh’è altri?~ 146 2, 10 | siete contento?~PANT. Co contenta vu, son contento 147 3, 8 | ristoro.~PANT. Xe sie ore che innamorà? Ve par assae? 148 3, 9 | moglie.~PANT. Sì, cara, mia muggier.~COR. La signora 149 3, 9 | essere nipote mia.~PANT. Vu so àmia, e ghe sè in logo 150 3, 9 | PANT. Vuso àmia, e ghe in logo de mare.~COR. Quando Il contrattempo Atto, Scena
151 1, 18 | rider, el v'ha burlà, perché una sempia. Parecchieve 152 3, 3 | in tel mio negozio, se no franco de sta sorte de conti?~ 153 3, 3 | medesimo, fa cognosser che no omo da manizzar.~OTT. Certo 154 3, 3 | che ve la diga? Vedo che un pezzo de matto, e de 155 3, 4 | Pantalone)~PANT. Sior spenditor, vegnù a tempo.~SPEND. Signore, 156 3, 5 | tasa. Vu, sior Ottavio, che facile de lengua, no lo 157 3, 23 | ROS. Sì, eccola.~PANT. mario e muggier. Vedeu, 158 3, 24 | dei vostri benefizi, che ignorante e ustinà.~BRIGH. 159 3, 24 | via de qua; e za che vu stà quello che me l'ha introdotto, La donna di garbo Atto, Scena
160 1, 1 | crederve, tanto più che ve impegnada de dirme tutto. 161 1, 1 | so cossa dir, avè rason. offesa nell'onor che xe 162 1, 13 | Se volè vegnir con mi, parona.~ROS. Bravo, compare. La donna vendicativa Atto, Scena
163 2, 2 | ma mi no m'importa; no una donna tanto piccola. 164 2, 8 | artifizioso viglietto). (da )~FLOR. Vedo, signor Ottavio, La donna volubile Atto, Scena
165 2 | matrimonio.~PANT. Ve dirò... pare vu anca, e savè che 166 3 | stravaganza che avè visto, ve squasi pentio. Ma mi son 167 3 | ho provà; v’ho cognossù: do bone limòsine; me maltrattè, 168 3 | la più bella; ma vedo che tutte do belle a un modo; Le donne gelose Atto, Scena
169 1, 6 | Lugrezia, no ve scaldè. cognossua, se sa chi sè, 170 1, 6 | Sè cognossua, se sa chi , e mi no son quell’omo che 171 1, 6 | LUG. Consoleve, che no solo. Se savessi quanti 172 1, 6 | No ghe xe sti bisogni; parona.~LUG. Ma zioghei 173 1, 6 | Brava, siora Lugrezia, una donna de garbo.~LUG. 174 1, 7 | Basta, no so cossa dir. parona de tutto. Via, deme 175 1, 8 | gnanca a mi.~BAS. Ma vu un facchin. Cossa v’ala 176 1, 8 | xe quel che la xe, e vu quel che sè.~ARL. Son quel 177 1, 8 | la xe, e vu sè quel che .~ARL. Son quel che son, 178 1, 11 | detto.~ ~LUG. Andè , che fortunà.~BAS. Mo gh’ho ben 179 2, 16 | e detto.~ ~LUG. Oe, qua ? Caro sior Arlecchin, ve 180 2, 16 | chiamar, ma disè miga chi , savè?~ARL. No? Per cossa, 181 2, 19 | credeu de aver da far? Se usa trattar con delle sempie126, 182 2, 19 | LUG. Sì, sì, vago via. No degna de praticar de le 183 2, 19 | Pratico delle persone, che no degna de zolarghe127 le 184 2, 20 | ho dito e ve lo mantegno. andada digando che vostro 185 2, 20 | gh’ho a dirve de sì.~GIU. una bella petulante, siora.~ 186 2, 20 | bella petulante, siora.~LUG. una bella temeraria, patrona.~ 187 2, 20 | vorressi dir?~GIU. Via, che una busiara.~TON. Via, che 188 2, 20 | una busiara.~TON. Via, che una panchiana131.~LUG. Oh 189 2, 21 | patrona; basta dir che campagnola.~CHIAR. Coss190 2, 21 | frascone, pettegole quante che ! Me tolè in mezzo? In tre 191 2, 21 | inspiritae140! Ma saveu perché zelose? Perché se brutte. ( 192 2, 26 | Che torna?~LUG. Za che in ditta149, doveressi tornar.~ 193 2, 29 | LUG. (Eh no no, vecchio, in desditta154! Zogherè 194 2, 33 | portarghela).~LUG. (Bravo! un omo de garbo).~BOL. ( 195 2, 33 | quell’altra mascara.~TON. una busiara; a mio mario 196 2, 33 | che la trovo. (parte)~LUG. una ladra.~TON. Stè zitta, 197 2, 33 | gnente?~ARL. Dormiva.~LUG. un porco; andè via de qua. ( 198 3, 3 | me petuffè.~BOL. Mo se matta, mo se no xe vero 199 3, 3 | notte no me l’avè dito, che stada a Redutto.~GIU. Ve 200 3, 3 | bella cossa! Andè , che una donna de garbo. Cossa 201 3, 8 | Lugrezia.~LUG. Oh bravo! Via, vegnù a tempo.~BAS. qua 202 3, 8 | mia.~LUG. Cussì me piase. un putto de garbo. (guarda 203 3, 8 | strazzariol. Mo co bravo che , andè , che m’avè fatto 204 3, 8 | Magari!~LUG. In verità che paron, sior Baseggio. Se 205 3, 9 | patronazza. (allegro)~LUG. Oe, molto aliegro. Com’èla?~ 206 3, 10 | sedese.~BOL. Andè , che una gran donna!~LUG. Cossa 207 3, 10 | bandoria211. (parte)~BOL. con mi. No ve dubitè gnente. ( 208 3, 16 | l’anello)~BOL. Via bravi! novizzi. La xe fatta, e 209 3, 18 | ben.~TON. In verità che una donna de garbo.~LUG. 210 3, 18 | fatto desperar quante che ; ma adesso i anni passa, I due gemelli veneziani Atto, Scena
211 1, 16 | era caduto?~ZAN. Eh, che matto. Dei, mazzèlo.~FLOR. 212 1, 18 | Il ciel vi benedica.~ZAN. mio pare: ve voggio ben.~ 213 1, 19 | la vien rossa. Lo so che una striga.~BEAT. Son disperata. 214 2, 2 | sé)~TON. Voleu dirme chi ? cossa che volè?~ARL. Diseme: 215 2, 7 | ZAN. Seguro.~ARL. Ma no in casa?~ZAN. Dove?~ARL. 216 2, 7 | osteria)~ARL. Andè , che un gran omo de garbo! (entra 217 2, 10 | Zanetto, mi volete bene?~TON. tanto bella, zentil e graziosa, 218 2, 12 | di garbo.~TON. Ma za che un omo tanto da ben, ve 219 2, 13 | bezzi, la mia roba.~ARL. un pezzo de matto.~ZAN. 220 3, 4 | ne sapete il perché.~ZAN. un busiaro, che no contè 221 3, 11 | qualcossa.~Se fusse dove ,~Voria... se m’intendè,~ 222 3, 18 | TON. Bravo! Vu savè tutto, un omo de garbo. (Adesso 223 3, 22 | vostro male?~ZAN. Vu, che un omo tanto virtuoso, no 224 3, 26 | stravaganze. Son vostro, mia, e tanto basta.~ROS. 225 3, 27 | possa. Ve compatisso, perché stà innamorà, e se sè pentio 226 3, 27 | perché sè stà innamorà, e se pentio della vostra mancanza, 227 3, 28 | ipocrita maledetto! Vu stà, che ha mazzà mio fradello. Il genio buono e il genio cattivo Atto, Scena
228 2, 6 | vu, per esempio, vu che qua per capriccio, per bizzarria, 229 2, 6 | per bizzarria, e che no fatto per viver in sto paese, 230 4, 1 | capanna, e za era per tornar. vegnù vu, m'avè conseggià La figlia obbediente Atto, Scena
231 1, 5 | inclinazione?~PANT. Rosaura, sempre stada ubbidiente; 232 1, 5 | So che al matrimonio no contraria, so che lo preferì 233 2, 16 | Cara siora Beatrice, vu che una donna de proposito, 234 2, 17 | Via, coss’è sto fiffar4? una putta prudente, pensè 235 3, 11 | camicia da mutarmi.~BRIGH. una donna senza giudizio.~ La finta ammalata Atto, Scena
236 2, 3 | io, verrò io.~PANT. Vu no miedego.~AGAP. Che? Non 237 2, 3 | Che? Non son medico?~PANT. spizier.~AGAP. Me n’intendo 238 3, 5 | l’orecchio.~PANT. Mo se sordo. (forte)~AGAP. Io Il frappatore Atto, Scena
239 2, 4 | sala.~ARL. Mo andè , che una donna de garbo! (torna 240 2, 6 | Subito, alla prima. So chi ; la memoria me serve.~BEAT. 241 2, 14 | all’improvviso:~«Cara, vu una nave alla moderna:~Mi 242 3, 2 | vu no vôi altro, perché un frappador, che vol dir 243 3, 2 | ben. El dise cussì, che vu quello... Ma no vu, che 244 3, 2 | un poco de bon, e che vu un galantomo, ma che coi Il giuocatore Atto, Scena
245 1, 13 | vegnimo a un altro tomo. promesso con mia fia, disè 246 1, 13 | mia fia no ghe volè ben. un busiaro, sè un cabalon, 247 1, 13 | volè ben. Sè un busiaro, un cabalon, sè un omo scavezzo 248 1, 13 | busiaro, sè un cabalon, un omo scavezzo che no farà 249 1, 13 | posso negare.~PANT. Donca un discolo, un cabalon.~ 250 1, 13 | posso dire.~PANT. Perché un busiaro.~FLOR. Voi m’ 251 2, 8 | sarà... (Oh maladetto!) (da )~ROS. Tempo lungo?~FLOR. 252 3, 4 | vostra la xe una baronada. ladri, sè furbazzi.~LEL. ( 253 3, 4 | una baronada. Sè ladri, furbazzi.~LEL. (Ma andiamo Il gondoliere veneziano ossia gli sdegni amorosi Parte, Scena
254 2, 2 | Canalazzo.~~Vu certo ve messo, e sè pentio~~Perché 255 2, 2 | Vu certo ve sè messo, e pentio~~Perché forsi ve 256 2, 2 | Compare, a quel che sento, vu franco~~E de barca a menar 257 2, 2 | Scuseme, zenso car, vu un aloco.~~~~~~BUL.~~~~Ah? Lugrezia romana in Costantinopoli Atto, Scena
258 2, 5 | voler.~~~~~~MIRM.~~~~Vu patron.~~~~~~RUSC.~~~~No Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
259 1, 3 | Fiozza, senza gnente in testa ? No gh'avè paura de sfredirve?~ 260 1, 3 | verità, che vualtre done bele; sè bele, da galantomo. 261 1, 3 | che vualtre donebele; bele, da galantomo. Ora 262 1, 14 | siora Polonia.~DOMENICA Sola ?~POLONIA M'ho fato compagnar 263 1, 15 | ben. Ma finalmente, qua ben visto; e in Moscovia, 264 2, 1 | ANZOLETTO Sièu benedeto! Vu un omo onesto. Vu sè un 265 2, 1 | Vu sè un omo onesto. Vu un omo da ben. Ma ghe 266 2, 1 | dei dessegni da dove che ?~ANZOLETTO Perché no? Se 267 2, 3 | mano)~MOMOLO (Mo via, che la mia cara colona). (a 268 2, 3 | voggio.~MOMOLO Co no volè, parona. Co una donna dise 269 2, 3 | busie). (a Marta)~MARTA (Se un putto civil, tratè almanco 270 2, 4 | mandè i dessegni? Co no vu assistente al teler, 271 2, 7 | mon mignon?~DOMENICA Come! innamorada de sior Anzoleto? ( 272 2, 7 | zelosia). Lo sàlo elo, che ghe inamorada?~MADAMA Mademoiselle; 273 3, 5 | ghe anderò. So, che ve protestada de voler scriver 274 3, 7 | brutta? No vero gnente. in bona età, sè pulita, 275 3, 7 | gnente. Sè in bona età, pulita, la vostra fegura.~ 276 3, 12 | de portarme ben?~POLONIA un poco matturlo; ma gh' 277 3, 12 | ma gh'avè de l'abilità, e un zovene pontual.~MOMOLO 278 3, 13 | con vu. Sieu benedetto; mio zenero, sè mio fio.~ 279 3, 13 | benedetto; sè mio zenero, mio fio.~MARTA Evviva, evviva 280 3, 13 | avè favorio; vualtri, che avezzi a gòder de le belissime L'impostore Atto, Scena
281 1, 3 | proposito più de nissun: ma vu un omo comodo, no vorrè La favola de' tre gobbi Parte, Scena
282 2, 4 | MAD.~~~~La sa che tutti do innamorai~~Per éla spasemai.~~ 283 2, 4 | Anca éla la dise~~Che le so raise.~~La ve vuol Il finto principe Opera, Atto, Scena
284 FIN, 3, 3| buon cuor.~~Sì, caro fo,~~ tutto mio,~~Caro el mio Il geloso avaro Atto, Scena
285 1, 10 | sperè un soldo. Andemo. mio bon amigo, no ve voggio 286 2, 7 | che fe vu, xe mal fatto; e una donna senza giudizio, 287 2, 8 | no digo ste bestialità. so pare, la saria bella 288 3, 18 | Andè al diavolo quanti che .~GIS. Questo è l'amore che Le inquietudini di Zelinda Atto, Scena
289 1, 3 | s'amano teneramente). (da , con ironia)~FLAM. Fabrizio.~ 290 2, 3 | che da me si sappia). (Da e passa fra il tavolino 291 3, 13 | datami dall'avvocato). (da , e legge)~PAND. (Un testamento Le massere Atto, Scena
292 1, 1 | MOMOLO:~~~~Via, za che levada, da brava, destrigheve.~~~~~~ 293 1, 5 | polenta conza.~~~~~~GNESE:~~~~ ben onto e bisonto!~~~~~~ 294 1, 7 | d'acqua.~~~~~~ROSEGA:~~~~ paron, caro vecchio,~~Del 295 1, 9 | ANZOLETTO:~~~~Coss'è, che instizzada?~~~~~~ROSEGA:~~~~ 296 2, 5 | Meneghina, steu ben dove che ?~~~~~~MENEGHINA:~~~~Se sta 297 2, 5 | ben quel che fe.~~Quando in casa mia; no vôi che 298 2, 8 | de mal?~~~~~~COSTANZA:~~~~ col piè in te la fossa.~~~~~~ 299 2, 8 | Lo so che de custìa vu el so protettor.~~So qualcossa, 300 2, 8 | Caro mario, disemelo, se stuffo de mi.~~V'anderò 301 3, 1 | cussì.~~~~~~BIASIO:~~~~No in maschera?~~~~~~ZULIAN:~~~~ 302 3, 1 | Sì ben, un bel fagotto vu tra carne e roba;~~Ma no 303 3, 1 | compare.~~~~~~ZULIAN:~~~~Vu bon da brusar.~~~~~~BIASIO:~~~~( 304 3, 9 | ZANETTA:~~~~(Mo se mascherada).~~~~~~GNESE:~~~~( 305 3, 9 | GNESE:~~~~No credo, un busiaro.~~Andemo via 306 4, 1 | No so quel che disè, matto da ligar.~~(Meggio 307 4, 3 | vive suspirando.~~Certo, se innocente, el sospetto xe 308 4, 4 | MENEGHINA:~~~~Xe un'ora che qua, e aspettè adesso a 309 4, 4 | MOMOLO:~~~~Che drettona che !~~~~~~MENEGHINA:~~~~Li voleu? 310 4, 7 | All'ostaria vorressimo, se contenti, andar.~~~~~~ZULIAN:~~~~ 311 5, 5 | adosso.~~~~~~COSTANZA:~~~~ aliegra, e no ghe xe vostro 312 5, 6 | sé.)~~~~~~COSTANZA:~~~~Se un omo de onor, la verità 313 5, 6 | disè.~~~~~~DOROTEA:~~~~Se un omo de garbo, in fazza 314 5, 6 | DOROTEA:~~~~Come! un omo indegno.~~Colle donne 315 5, 8 | impiantarve mi.~~In casa mia stada fina adesso parona;~~ 316 5, 8 | adesso parona;~~Andè, che cattiva. Trovèmene una bona.~~~~~~ 317 5, 8 | n'avè menà in maschera. la rovina nostra.~~~~~~ANZOLETTO:~~~~ 318 5, 8 | desgustar le parone?~~Ma se vu cattive, ghe n'è tante de La mascherata Opera, Atto, Scena
319 MAS, 2, 1| A vu la dretta, perché el mio amor.~~(A vu st'altra 320 MAS, 2, 2| mi ve stramanderò.~~ ~~Vu caro e sè bellin,~~Ma sè 321 MAS, 2, 2| stramanderò.~~ ~~Vucaro e bellin,~~Ma sè tanto scarmolin,~~ 322 MAS, 2, 2| sè caro e sè bellin,~~Ma tanto scarmolin,~~Che una 323 MAS, 2, 2| Che una mumia me parè.~~Vu bello e sè grassetto,~~Sè 324 MAS, 2, 2| me parè.~~Vubello e grassetto,~~Sè ben fatto 325 MAS, 2, 2| sè bello e sè grassetto,~~ ben fatto e sè tondetto,~~ 326 MAS, 2, 2| grassetto,~~Sè ben fatto e tondetto,~~Ma, no so se 327 MAS, 2, 2| Ve podè licar i déi;~~Se bei, - no per mi.~~Vu Monsieur Petition Parte, Scena
328 2, 1 | Putazze, se voggiose~~Vu de maridarve,~~Mi ve conseggio,~~ 329 2, 2 | Son pur de pelle~~Come vu?~~~~~~PETIT.~~~~L’è ver: 330 2, 2 | magnao.~~~~~~LIND.~~~~Vu un papagà~~Che no pronunzia 331 2, 2 | LIND.~~~~E vu za no bon~~Da far altro che inchini 332 2, 3 | confermo,~~Ho ditto che una...~~~~ ~~~~~~PETIT.~~~~ 333 2, 4 | LIND.~~~~A tempo vegnú: via, sior Petronio,~~ 334 2, 4 | via, sior Petronio,~~Se un omo de garbo,~~Castighè Le morbinose Atto, Scena
335 1, 3 | trovar?~~~~~~MARINETTA:~~~~Mo brava dasseno. Me fe strassecolar.~~ 336 1, 3 | strassecolar.~~So che al festin stada assae dopo de mi.~~~~~~ 337 1, 4 | xe un bel matto? Brava, ben curiosa.~~~~~~TONINA:~~~~ 338 1, 7 | Felice.)~~~~~~MARINETTA:~~~~ in maschera a bon'ora.~~~~~~ 339 1, 12 | Credeu che mi v'aspetta? matte, sel credè.~~Vago 340 3, 1 | ZANETTO:~~~~Son maridà. putta...~~~~~~TONINA:~~~~ 341 3, 1 | In verità dasseno, che un gran mamalucco.~~~~~~ 342 3, 1 | diga?~~~~~~TONINA:~~~~Mo un gran bernardon.~~~~~~ 343 3, 2 | diseu, compare? se volè, paron.~~I ha volesto per 344 3, 4 | dice piano:)~~(Netteve, che sporco i lavri da stuffà).~~~~~~ 345 3, 4 | ZANETTO:~~~~Gran diavolo che ! (In atto di partire.)~~~~~~ 346 4, 2 | Via mo.~~~~~~FELICE:~~~~ innamorada.~~~~~~MARINETTA:~~~~ 347 4, 7 | Volévimo chiarirve, e vu ne scampà,~~E el povero sior 348 4, 7 | Brava, Marina, brava una putta valente.~~~~~~ 349 4, 9 | Felice.)~~~~~~FELICE:~~~~ vegnù per criar?~~~~~~ZANETTO:~~~~ 350 4, 11 | gnancora.~~~~~~SILVESTRA:~~~~ ben sordo, fradello. I sona 351 5, 1 | lettere; m'avè ditto chi ~~De vu no gh'ho sospetti; 352 5, 3 | Marinetta.~~~~~~SILVESTRA:~~~~Mo ben ignorante, àmia vol 353 5, 3 | Cossa voleu che diga? So chi , me contento.~~~~~~SILVESTRA:~~~~ 354 5, 3 | MARINETTA:~~~~De diana! paroni.~~~~~~BORTOLO:~~~~ I morbinosi Atto, Scena
355 2, 1 | sto parlar se sente~~Che un puto de garbo, e no perderè 356 2, 6 | Voleu che ve la diga, che i gran morbinosi?~~~~~~AND.~~~~ 357 2, 8 | vu, sior sporco, che ve andà a inventar~~Che l'è 358 3, 5 | Andeve a far squartar, che un pezzo de matto.~~~~~~ 359 4, 3 | parlar?~~~~~~GIA.~~~~Eh, vu volpe vechia.~~~~~~BET.~~~~ 360 4, 3 | parlar de l'età;~~Digo che una dona, che el fato soo 361 4, 3 | co le gh'è, le ghe sta.~~ tuti galantomeni, savè la 362 4, 4 | verità.~~~~~~GIA.~~~~No andada a Venezia?~~~~~~TON.~~~~ 363 4, 5 | TON.~~~~El bel omo che !~~~~~~OTT.~~~~Presto, andémo 364 4, 5 | oltramontani.~~Scoverzive chi , ve prego per favor.~~~~~~ 365 4, 5 | TON.~~~~Oh, co ghe vualtre, ghel fior de 366 5, 1 | vegnirse a solazzar?~~Se un omo d'onor, pensè a la 367 5, 6 | tempo a casa.~~~~~~FEL.~~~~ una gran secatura.~~Una 368 5, 7 | TON.~~~~Eh, so chi , fradelo.~~~~~~GIA.~~~~Cossa 369 5, 7 | songio, patrona?~~~~~~TON.~~~~ pezo de un putelo.~~~  ~ ~ ~ Pamela nubile Atto, Scena
370 1, 3 | Bonfil e detta.~ ~BON. (da in distanza) (Cara Pamela! 371 1, 3 | BON. (legge piano)~PAM. (da ) (Oimè! Sentirà ch'io scrivo 372 1, 3 | leggendo, e ride)~PAM. (da ) (Ride? O di me, o della 373 1, 3 | fa come sopra)~PAM. (da ) (Finalmente non dico che 374 1, 6 | torna da Pamela)~PAM. (da ) (Cielo, ajutami.)~BON. 375 1, 8 | volontà di parlare.~MIL. (da ) (Voglio prenderlo colle 376 1, 9 | prima ch'egli si penta.) (da , e parte)~BON. Questo sforzo 377 1, 11 | non vi dispiace.~LON. (da ) (Ah, se non avessi questi 378 1, 13 | l'animo vostro.~BON. (da ) (Vada Pamela con Miledi.)~ 379 1, 13 | le vostre mire.~BON. (da ) (Anderò alla contea di 380 1, 14 | Artur, una ne prende per , e bevono)~ISAC. (a Bonfil) 381 1, 20 | entra con Jevre)~BON. (da ) (Ah Pamela, sei pur vezzosa!)~ 382 2, 3 | BON. Non ancora.~LON. (da ) (Ah foss'io il fortunato!)~ 383 2, 3 | sapete chi sono.~BON. (da ) (Ah ribaldo! Costui mi 384 2, 3 | quanto possiedo.~BON. (da ) (Sì, sì, con questo matrimonio 385 2, 5 | BON. (Resta pensoso fra )~JEV. (piano a Pamela) ( 386 2, 5 | peneresti a lasciarmi?~JEV. (da ) (L'amico si va riscaldando.)~ 387 2, 5 | dovere non peno mai.~BON. (da ) (È un prodigio, se io non 388 2, 5 | non replicate.~JEV. (da ) (Furia, furia!)~PAM. I 389 2, 11 | costei). (parte)~MIL. (da ) (Non temere, chè non son 390 2, 11 | per pranzare.)~PAM. (da ) (Me n'andrei pur volentieri).~ 391 3, 6 | vera virtù si contenta di medesima.~BON. Pamela non 392 3, 9 | delle commissioni.~PAM. (da ) (Io mi sento morire.)~JEV. 393 3, 9 | cavaliere scozzese.~PAM. (da , sospirando) (Fortunatissima La pelarina Parte, Scena
394 2, 4 | Godè la macchina fin che zoveni,~~Putti galanti,~~ 395 3, 2 | quelle ganassette delicate~~ una bella persona;~~Ma si 396 3, 2 | persona;~~Ma si bella vu , siè mo anca bona.~~~~~~ 397 3, 2 | PEL.~~~~Oibò; adesso vu sior Tascadoro.~~~~~~TASC.~~~~ I pettegolezzi delle donne Atto, Scena
398 1, 2 | zermana! In malora quanti che : pare matto, fia senza cervello, 399 1, 2 | no vôi dottorezzi; che se stada invidada, trattè con 400 1, 2 | Catte - Sì? Me mandè via? No degno d'averme. Oe, ve ne 401 1, 7 | confido a vu, che so che una putta prudente...~ ~ ~ 402 2, 2 | Checchina - Beppo, tanto stà? Cossa volevela siora 403 2, 2 | dito liberamente, che no fia de paron Toni.~Checchina - 404 2, 2 | I dise... i dise, che no legittima.~Checchina - Oh 405 2, 16 | Anzoletta, ve rengrazio. andada a contar tutto quel 406 2, 16 | Donna Catte - Via, che una frasca32.~Anzoletta - 407 2, 17 | Via, pettegole quante che .~Donna Catte - Mi son una 408 3, 1 | dirà che xe la verità che mu...~Checchina - Tolè, 409 3, 17 | mercante onorato.~Beppo - Vu ? Questo xe el pare da Checca? ( 410 3, 17 | Cossa xe stà?~Beppo - Vu pare de Checca? (a Salamina)~ 411 3, ul | Diseu da senno?~Beppo - pettegole, sè male lengue. 412 3, ul | senno?~Beppo - Sè pettegole, male lengue. Checca xe una 413 3, ul | pase.~Checchina - Andè via, pettegole. No ve vôi praticar.~ Il poeta fanatico Atto, Scena
414 1, 8 | in qualche concetto. Vu anca più brava de mi, componè 415 1, 9 | Come stali d’appetito?~TON. qua sempre colle vostre 416 1, 9 | descorso sia el vostro. So che nato omo ordenario, e se 417 1, 9 | co magnè, co dormì e co al licet; el m’ha promesso 418 1, 9 | in qualche impegno.~TON. con vostro mario, cossa 419 3, 16 | che sento e vedo,~~~ Vu , come son mi, bon venezian,~ Componimenti poetici Parte
420 Quar | de’ dannati è il conoscer stessi cagione delle lor 421 SSac | qualcossa.~Se fusse dove ,~Voria... se m’intendè, ~ 422 Dia1 | so parlar.~Quando lontana ,~Quando no me vedè, ~Vorria, 423 Dia1 | quel che sento e vedo, ~Vu , come son mi, bon venezian, ~ 424 Dia1 | E vualtri patroni, che avezzi, ~Sulle povere donne 425 Dia1 | in Parnaso de cantar use.~Ve torave de man le 426 Dia1 | quela casa benedeta,~Dove tute do vegnude al mondo;~ 427 Dia1 | sentio, l’Angelus Domini. ~ vegnua, d’amicizia in testimonio, ~ 428 Dia1 | Voleu che ve la diga, che vago!~De che paese seu? ~ 429 Dia1 | me consolo tanto. ~Donca servitor come son mi.~Co 430 Dia1 | mezz’ora e fursi più.~ ~Se stracco, andè in barca, 431 Dia1 | alto grado.~ ~Subito vu me vegnua in pensier; ~Questo 432 Dia1 | Pasquetta Ma za che una zovene valente, ~Ve 433 Dia1 | Ho capìo. ~Cara Lugrezia, desfortunada; ~A dir da 434 Dia1 | Se vu ve lamenté, donca vu.~Basta, lassemo andar, 435 Dia1 | presto e respondè.~A Parma no in opera, ~Sè qua, sè fresco 436 Dia1 | A Parma no sè in opera, ~ qua, sè fresco e san,~Se 437 Dia1 | no sè in opera, ~Sè qua, fresco e san,~Se me trovessi 438 Dia1 | doveressi intenderme; ~ omo del mistier.~Savè chi 439 Dia1 | per la vena.~Voleu, come solito, ~Far che le rida 440 Dia1 | dise ai Vati: ~Andè , suti mati.~De cercar le 441 Dia1 | Serafina a Dio dileta, ~Vu fora d’intrigo in sto proposito, ~ 442 Dia1 | in sto proposito, ~Perché per costumi un’anzoleta,~ 443 Dia1 | costumi un’anzoleta,~E po per el Ciel messa in deposito. ~ 444 Dia1 | Providenza un ragio. ~Vu un’anema bona, e spero un 445 TLiv | che digo.~Se vu da mi no vegnù gnancora, ~Le strade 446 TLiv | Povertà, Obedienza, e, se omo, ~Deghe quei atributi 447 TLiv | Cupido, ~Da putelo qual , no fe sto chiasso. ~De 448 TLiv | scuse, ~Senza dirme de più, tornà indrio:~Fin qua no 449 TLiv | talento, ~Un’anema da ben come vu, ~Pol esser santa fora 450 TLiv | sesso più devoto, ~Ma perché più cara a Dio Signor.~Nel 451 1 | francese? ~Dopo che deventà cortegian,~V’aveu desmentegà 452 App | perdoni.~Se fe i gonzi, e boni, ~Tutto le fa a strapè Il prodigo Atto, Scena
453 1, 3 | servirla.~MOM. Eh via, che matto! Ve perdè de animo 454 1, 11 | Bravo, sior fradello; vu un omo de garbo. Quanto 455 1, 14 | tratta la causa, e vu che el sollicitador più informà 456 1, 14 | accomodarla un poco.~MOM. Bravo, un omo de garbo. Vederè, 457 1, 14 | no vardo roba. Poverazzo! vegnù a posta per avvisarme!~ 458 2, 1 | quattrini.~MOM. Bravissimo; un omo che capisse per aria, 459 2, 1 | de persone, e po so che de bon gusto; in tutto e 460 3, 3 | cimentarmi.~MOM. Voleu bezzi? patron, comandè.~OTT. Vi 461 3, 18 | MOM. Sior Dottor, za che qua presente, ve prego stender Il raggiratore Atto, Scena
462 Ded | Ah? doveressi intenderme,~ omo del mistier.~Savè chi 463 2, 1 | che si fa la pace.~ARL. Vu una femena ingrata.~JAC. 464 3, 3 | ARL. Vualtri servitori sempre nemici de quella Il tutore Atto, Scena
465 1, 11 | chi sia.~PANT. Compare, un bell’omo.~OTT. Mio cognato 466 1, 11 | che un omo civil, come che vu, abbia da far sta vita La serva amorosa Atto, Scena
467 1, 1 | a lei.~Pantalone: Bravo! un omo de garbo!~Ottavio: 468 1, 9 | sora dei fatti vostri. Ve maridada, i vostri padroni 469 2, 3 | Fia mia, per mi digo che una donna onoratissima, 470 2, 3 | ve dago licenza. Vedo che una donna de garbo, e che 471 2, 3 | Pantalone: No faressi mal: zovene.~Corallina: Non vi 472 2, 3 | non ho dote.~Pantalone: Vu pur stada maridada un altra 473 2, 3 | che spirito!~Pantalone: una bona donna, el cielo Il servitore di due padroni Atto, Scena
474 1, 2 | PANTALONE Voleu dir chi , o voleu andar a far i fatti 475 1, 2 | PANTALONE Andè via, che un pezzo de matto. Sior 476 1, 2 | mio, andè all'ospeal, che matto.~TRUFFALDINO Corpo 477 1, 3 | mal al mondo. Finalmente arriva in tempo. Clarice 478 1, 4 | compagno. Brighella, vu de casa; servilo vu sior 479 1, 18 | dovevi parlar; adesso no più a tempo.~CLARICE La 480 1, 21 | a Pantalone).~PANTALONE mario e muggier (partendo).~ 481 2, 3 | codardo, un plebeo. ~PANTALONE un tocco de temerario. ~ 482 3, 14 | sior compare Brighella. Vu quello che m'ha da intender Sior Todero brontolon Atto, Scena
483 1, 4 | vu.~MARC. Mo andè , che un gran omo de stucco.~PELL. 484 1, 4 | ve par che sia?~MARC. Sì, omo in quelle cosse che 485 1, 4 | cosse che no m'importa; e un pàmpano, co se tratta 486 1, 5 | suppiar.~TOD. Co no ghe vu, che vaga a suppiar la 487 1, 7 | vu le ve la pol far, che un pezzo de giazzo vestio 488 1, 11 | FORT. Zerman, se vede che innamorà.~MENEG. Ghe par 489 2, 4 | man a casa.~NICOL. Oh, se cattiva, mi no ve voggio.~ 490 2, 6 | PELL. Sì, sieu benedetta. sempre stada una donna de 491 2, 6 | parlè da quella donna che . Chi sa? Pol esser che se 492 2, 10 | el m'ha domandà... se in collera; cossa che ghe 493 2, 10 | dir...~MARC. Poverazzo! vu el più bon omo del mondo. 494 2, 10 | l'ha ditto!~MARC. Vedeu? un busiaro.~PELL. Perché 495 3, 4 | a chi volè vu. Sior sì, un frasca, un cabala, una 496 3, 5 | per no darvela a vu, che un putto de garbo; ma perché 497 3, 15 | FORT. Anemo, anemo: ve liberà, no ghe pensè più. Lo scozzese Atto, Scena
498 2, 5 | Scioccherie! si persuaderà). (da , e si mette a leggere)~MARIAN. ( Torquato Tasso Atto, Scena
499 3, 8 | fatto vegnir caldo.~~Se nassù in Sorriento, cossa 500 3, 8 | conclude? gnente.~~Se sa che nato solo per accidente.~~


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License