1-500 | 501-545
La bottega da caffè
    Atto, Scena
1 1, 3| Zanetto e detti.~ ~ ~~~ZAN.~~~~Putti, caffè.~~~ ~~~~~ 2 1, 3| Lustrissimo, la servo.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Fàmelo apposta.~~~ ~~~~~ 3 1, 3| adesso el fava.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Digo ch’el voggio apposta, 4 1, 3| va per il caffè)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Patrona siora maschera, 5 1, 3| Son qua lesto.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Falo per do.~~~ ~~~~~ 6 1, 3| servo presto presto.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Via, mascheretta, no 7 1, 3| Strissimo, sior Zanetto.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Cossa vustu?~~~ ~~~~~ 8 1, 3| par una stella.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~La sa star sulle soe.~~~ ~~~~~ 9 1, 3| altra maniera.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Caro Narciso, dighe 10 1, 3| batta el canariol?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Oh che matto! oh che 11 1, 3| benigna occhiada.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Che l’aspetta un momento;~~ 12 1, 3| La parla natural.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Me maravegio!~~So ben 13 1, 3| Riverito signore...~~~ ~~~~~ZAN.~~~~La me lassa finir. Dunque 14 1, 3| discorso gentil!~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Io sono avvezzo~~Tanto 15 1, 3| xe qua el caffè.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Vorla zuccaro assae? ( 16 1, 3| Poco, pochissimo.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~El dolce fa dormir; 17 1, 3| dolce fa dormir?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Sì, mia signora.~~El 18 1, 3| gran frottole!)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Ho studiato Aristotile,~~ 19 1, 3| Prezioso in verità.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Questo vuol dir~~Saverse 20 1, 3| avanzà gersera).~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Via, Narciso, liogo. ( 21 1, 3| tocchetto). (si ritira)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Sentémose un tantin. 22 1, 3| vuol meco scherzar.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Digo da senno.~~Quel 23 1, 3| modestia. (lo rispinge)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Eh via, la tasa.~~~ ~~~~~ 24 1, 3| le mani a casa.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Ho camminato il mondo: ( 25 1, 3| rispettoso affetto.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Oh, cussì me piasè!~~ 26 1, 3| Eccola pronta.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Eh, la se cava i guanti.~~~ ~~~~~ 27 1, 3| chiave de palco.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~No me romper la testa.~~~ ~~~~~ 28 1, 3| o di commedia?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Così, come diseva... ( 29 1, 3| Ditemi... (a Narciso)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Via quel guanto. (a 30 1, 3| volentieri. (a Zanetto)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Co se tratta~~De servir 31 1, 3| De sie zecchini.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Come! Xestu matto?~~ 32 1, 3| la tiogo indrio.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Sti torti ad un par 33 1, 3| civil come son io.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Quando la xe cussì,~~ 34 1, 3| maniera gentil?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~La m'à copà.~~~ ~~~~~ 35 1, 3| la sia istizzada.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Come se poderave~~Farghe 36 1, 3| con bona grazia.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Co sto anello~~Faremio 37 1, 3| l'è bon e bello.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Come ghe l'oi da dar?~~~ ~~~~~ 38 1, 3| graziosi complimenti.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~E si no la lo vuol?~~~ ~~~~~ 39 1, 3| che la lo tioga.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Caro Narciso, me confido 40 1, 3| de’ fatti miei.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Narciso, cossa distu? ( 41 1, 3| ito). (a Dorilla)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Ma se lei vuol struccare~~ 42 1, 3| io gli perdono.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Vorria, ma non ardisco...~~~ ~~~~~ 43 1, 3| che vorrebbe mai?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Darghe...~~~ ~~~~~DOR.~~~~ 44 1, 3| cosa? (adirata)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Gnente, gnente, patrona.~~~ ~~~~~ 45 1, 3| vuol dar? (placida)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Gnente dasseno.~~~ ~~~~~ 46 1, 3| burlò? (sdegnata)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~No, ma voleva...~~~ ~~~~~ 47 1, 3| DOR.~~~~Che cosa?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Dillo ti, caro fradello. ( 48 1, 3| io non l’accetti?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Mi gh’aveva timor... 49 1, 3| il donatore.~~ ~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Za che fatta xe la pase,~~ 50 1, 3| venirò,~~Ma vorrei...~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Disè su, caro bel viso.~~~ ~~~~~ 51 1, 3| Via, respiro).~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Manco mal;~~Ti ne porterà 52 1, 3| NARC.~~~~Cospetton!~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Xestu matto?~~~ ~~~~~ 53 1, 3| NARC.~~~~Cospetton!~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Eh via, tasi.~~~ ~~~~~ 54 1, 3| Io lo voglio.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Ti è paron de palco 55 1, 3| abbia la man dritta.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Questo è troppo.~~~ ~~~~~ 56 1, 3| Io lo voglio.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~El l’averà.~~E po dopo 57 1, 3| Ma vorrei...~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Comandè, caro bel viso.~~~ ~~~~~ 58 1, 3| Brava, brava!~~~ ~~~~~ZAN.~~~~El vegnirà.~~~ ~~~~~ 59 1, 3| giubilerà.~~~~~~NARC.~~~~~~ZAN.~~~ ~~ ~ ~ ~ ~ ~ ~  ~ ~ ~ 60 2, 2| Zanetto e detto.~ ~ ~~~ZAN.~~~~Oe, Narciso, astu visto~~ 61 2, 2| Lustrissimo, sior no.~~~~~~ZAN.~~~~La m’à pur ditto~~De 62 2, 2| tardi;~~La vegnirà.~~~~~~ZAN.~~~~Sì, sì, ti ghà rason.~~ 63 2, 2| mai donna più bella.~~~~~~ZAN.~~~~Bezzi ghe n’ò pochetti,~~ 64 2, 2| vuol dei bezzi assae.~~~~~~ZAN.~~~~Li spenderò a palae;~~ 65 2, 2| goderò la parte mia).~~~~~~ZAN.~~~~E mai la vien! oh poveretto 66 2, 2| da lezer i foggetti.~~~~~~ZAN.~~~~Sì sì, quel che ti vuol.~~~~~~ 67 2, 2| Col corrier de Milan.~~~~~~ZAN.~~~~Sangue de diana!~~Tanto 68 2, 2| Zanetto!) (va in bottega)~~~~~~ZAN.~~~~Londra... Coss’è sta 69 2, 2| Strissimo no. (di dentro)~~~~~~ZAN.~~~~Che gran pazienza gh 70 2, 2| La comanda. (esce)~~~~~~ZAN.~~~~Èla vegnua?~~~~~~NARC.~~~~ 71 2, 2| NARC.~~~~Strissimo no.~~~~~~ZAN.~~~~(Che mamera monzua!)~~ 72 2, 2| NARC.~~~~Una città.~~~~~~ZAN.~~~~Sono arrivate in porto~~ 73 2, 2| mar, come a Venezia.~~~~~~ZAN.~~~~Ghe xe dell’altro mar?~~ 74 2, 2| Lustrissimo, sior sì.~~~~~~ZAN.~~~~Mi no lo credo,~~Ti 75 2, 2| vardar. (si ritira)~~~~~~ZAN.~~~~Venezia. Oh vôi sentir 76 2, 2| che la vien. (esce)~~~~~~ZAN.~~~~Tiò i to foggetti. ( 77 2, 3| Riverente m’inchino!...~~~~~~ZAN.~~~~Oh ben vegnuda!~~Xe 78 2, 3| De farse voler ben.~~~~~~ZAN.~~~~Ti ghà rason.~~Mia 79 2, 3| io sto benissimo.~~~~~~ZAN.~~~~Oh cossa che la dise! 80 2, 3| dir la so scarsella).~~~~~~ZAN.~~~~Narciso, va in bottega.~~~~~~ 81 2, 3| NARC.~~~~Vorla gnente?~~~~~~ZAN.~~~~Dame un mazzo de carte.~~~~~~ 82 2, 3| NARC.~~~~Eccole qua.~~~~~~ZAN.~~~~Via, làsseme ziogar 83 2, 3| aloco!) (si ritira)~~~~~~ZAN.~~~~Cara siora Dorilla,~~ 84 2, 3| verun cotanto amata.~~~~~~ZAN.~~~~Mo chi mai poderave~~ 85 2, 3| forsi chiamà? (esce)~~~~~~ZAN.~~~~No, va in malora.~~~~~~ 86 2, 3| poco!...) (si ritira)~~~~~~ZAN.~~~~Cussì, come diseva,~~ 87 2, 3| sopra gli altri amato.~~~~~~ZAN.~~~~Donca col cuor averto,~~ 88 2, 3| Lustrissimo, son qua. (esce)~~~~~~ZAN. ~~~~Se no te chiamo!~~Via, 89 2, 3| minchionar). (si ritira)~~~~~~ZAN.~~~~Za so che la me intende,~~ 90 2, 3| quel che non parla.~~~~~~ZAN.~~~~Orsù, sta scatoletta~~ 91 2, 3| bottega del barbier.~~~~~~ZAN.~~~~Dighe che no ghe son.~~~~~~ 92 2, 3| ghò dito el vero.~~~~~~ZAN.~~~~Vaghe a dir che l’aspetta.~~~~~~ 93 2, 3| zecchini, e nol se vede».~~~~~~ZAN.~~~~(Son in t’un gran impegno).~~ 94 2, 5| Zanetto e detti.~ ~ ~~~ZAN.~~~~Dove diavolo xe sto 95 2, 5| fatti soi el sarà andà.~~~~~~ZAN.~~~~Me despiase dei bezzi... 96 2, 5| sarà servida. (parte)~~~~~~ZAN.~~~~La perdona~~Se l’ò fatta 97 2, 5| Cosa dirle di più.~~~~~~ZAN.~~~~Sì, sì capisso:~~A bon 98 2, 5| Lustrissimo, la servo.~~~~~~ZAN.~~~~(Oh che tormento!)~~~~~~ 99 2, 5| Mo no m’ala chiamà?~~~~~~ZAN.~~~~No. (La va longa:~~Cognosso 100 2, 5| parla all’orecchio)~~~~~~ZAN.~~~~Oe, oe, cossa ghe distu?~~~~~~ 101 2, 6| qualche imbroglio).~~~~~~ZAN.~~~~(Gran drettoni~~Certo 102 2, 6| amar non sa qual sia.~~~~~~ZAN.~~~~Se la lizion xe presta,~~ 103 2, 6| chi fido servì.~~ ~~~~~~ZAN.~~~~Questa, la me perdona,~~ 104 2, 6| parlar in guisa tal.~~~~~~ZAN.~~~~Mi no so de civil o 105 2, 7| ringraziato il cielo).~~~ ~~~~~ZAN.~~~~(In che maniera~~M’oggio 106 2, 7| maschera ardita?)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~(Far el bravo vorria, 107 2, 7| Oh che contento!)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~(Ma questo mo xe troppo;~~ 108 2, 7| NARC.~~~~(Ride)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Come, patron, la ride?~~ 109 2, 7| parla nel naso)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Sior sgnanfo riverito,~~ 110 2, 7| Sbusarme el ferariol?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~(El ghà paura).~~Sior 111 2, 7| che ti è morto.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Aiuto, aiuto, aiuto.~~~ ~~~~~ 112 2, 7| Oh che poltrone!)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~La vita, per pietà.~~~ ~~~~~ 113 2, 7| Dame quel stilo.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~La se lo tioga pur.~~~ ~~~~~ 114 2, 7| Furbazzo, infame.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Tutto quel che la vuol.~~( 115 2, 7| De so compagni).~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Co sto spavento~~Me 116 2, 7| cossa~~Vala a finir?~~~~~~ZAN.~~~~~~NARC.~~~~Sior canapiolo,~~ 117 2, 7| trattarve~~A scopelotti~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Questo xe troppo.~~~ ~~~~~ 118 2, 7| Via, che te coppo.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Abbiè pietà. (s’inginocchia)~~~ ~~~~~ 119 2, 7| gran viltà!)~~~~~~DOR.~~~~~~ZAN.~~~~Siora Dorilla,~~Me raccomando;~~ 120 2, 7| potervi~~Nulla giovar.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Vorla lassarme~~Donca 121 2, 7| Le to pretese.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Mi ve la lasso~~Senza 122 2, 7| affetto! (a Zanetto)~~~ ~~~~~ZAN.~~~~No, che l’è mia.~~~ ~~~~~ 123 2, 7| Donca te sbuso~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Ménila via.~~~ ~~~~~ 124 2, 7| gran cucù!~~~~~~NARC.~~~~~~ZAN.~~~~Dalla paura~~No posso 125 3, 2| Zanetto e detto.~ ~ ~~~ZAN.~~~~Oe Narciso, ghe xela?~~~~~~ 126 3, 2| NARC.~~~~No la gh’è.~~~~~~ZAN.~~~~Eh via, che ti me burli.~~~~~~ 127 3, 2| che è nella camera)~~~~~~ZAN.~~~~Ah, t’ho capio; vien 128 3, 2| fatal de stamattina.~~~~~~ZAN.~~~~Mi che colpa ghe n’oggio?~~ 129 3, 2| Questo xe vero amor?~~~~~~ZAN.~~~~Amor un corno.~~Se non 130 3, 2| Che no se fa cussì.~~~~~~ZAN.~~~~Come dovevio~~Contegnirme 131 3, 2| abbandonar la donna.~~~~~~ZAN.~~~~E mi mo te respondo :~~ 132 3, 2| No la intende cussì.~~~~~~ZAN.~~~~Caro Narciso,~~Fàmela 133 3, 2| vuol, senza fattura.~~~~~~ZAN.~~~~So che ti xe perito; ( 134 3, 2| Basta, m’inzegnerò.~~~~~~ZAN.~~~~Come farastu?~~~~~~NARC.~~~~ 135 3, 2| troppa crudeltà ».~~ ~~~~~~ZAN.~~~~Bravo, bravo, m’impegno.~~~~~~ 136 3, 2| camerino, e torna)~~~~~~ZAN.~~~~Sento un gran batticuor! 137 3, 2| Vegnir la m’à promesso.~~~~~~ZAN.~~~~Gnancora no la vien?~~~~~~ 138 3, 3| NARC.~~~~Séntela?~~~~~~ZAN.~~~~Ghe vorave~~Domandar 139 3, 3| per ella sul so viso.~~~~~~ZAN.~~~~Me raccomando a ti, 140 3, 3| Pien de poltronaria...~~~~~~ZAN.~~~~No digo...~~~~~~NARC.~~~~( 141 3, 3| un aseno l’è stà...~~~~~~ZAN.~~~~No digo...~~~~~~NARC.~~~~( 142 3, 3| parlè, la se ne va).~~~~~~ZAN.~~~~Dime, caro Narciso,~~ 143 3, 3| umiltà bisogna usar.~~~~~~ZAN.~~~~Tutto sopporto in pase~~ 144 3, 3| civil non sa qual sia.~~~~~~ZAN.~~~~Ma questo...~~~~~~NARC.~~~~( 145 3, 3| Di buona qualità...~~~~~~ZAN.~~~~Ma questo...~~~~~~NARC.~~~~( 146 3, 3| parlè, la se ne va).~~~~~~ZAN.~~~~Ma cospetto de Bacco!~~ 147 3, 3| NARC.~~~~Lustrissimo.~~~~~~ZAN.~~~~Sì, sì, dame dei titoli,~~ 148 3, 3| Bisogna che finzè...~~~~~~ZAN.~~~~Xela giustada ancora?~~~~~~ 149 3, 3| quando che vedè...~~~~~~ZAN.~~~~Narciso, èla giustada?~~~~~~ 150 3, 3| za ghò parecchiada.~~~~~~ZAN.~~~~Narciso, vala ben?~~~~~~ 151 3, 3| La xe giustada.~~~~~~ZAN.~~~~Bravo, vien qua che 152 3, 3| Grazie al so bon amor.~~~~~~ZAN.~~~~Donca, patrona...~~~~~~ 153 3, 3| Gli volta le spalle)~~~~~~ZAN.~~~~Possio sperar che sia... 154 3, 3| ancora lu el la prega.~~~~~~ZAN.~~~~Ah! sì, xe vero.~~Son 155 3, 3| stato, è stato.~~ ~~~~~~ZAN.~~~~Mi me sento~~Tutto in 156 3, 4| Zanetto e Dorilla~ ~ ~~~ZAN.~~~~(Magari che nol torna 157 3, 4| quel ch’è passato.~~~~~~ZAN.~~~~Ma se la me vedesse 158 3, 4| quanto che mi ama.~~~~~~ZAN.~~~~Sì, vita mia, la 159 3, 4| me si prende spasso.~~~~~~ZAN.~~~~Sentì, ma che la staga 160 3, 5| scondève...~~Oimè...~~~~~~ZAN.~~~~Cossa xe sta?~~~~~~NARC.~~~~ 161 3, 5| Quel sbruffarisi.~~~~~~ZAN.~~~~Chi?~~~~~~NARC.~~~~Quel 162 3, 5| Quel dai mustachi.~~~~~~ZAN.~~~~Oimè!~~~~~~NARC.~~~~ 163 3, 5| sgnanfo dal palosso.~~~~~~ZAN.~~~~Oimè! no posso più.~~ 164 3, 5| questa è una burla).~~~~~~ZAN.~~~~Cossa oggio da far?~~~~~~ 165 3, 5| Sconderse presto.~~~~~~ZAN.~~~~Dove? In tel camerin?~~~~~~ 166 3, 5| drento, el ve cata.~~~~~~ZAN.~~~~Mo via, coss’ôi da far?~~ 167 3, 5| qua, sotto la tola.~~~~~~ZAN.~~~~Come?~~~~~~NARC.~~~~ 168 3, 5| NARC.~~~~Ma presto.~~~~~~ZAN.~~~~E po?~~~~~~NARC.~~~~ 169 3, 5| Quel mustachi xe qua.~~~~~~ZAN.~~~~Me ficco sotto. (va 170 3, 5| come sopra, ed entra)~~~~~~ZAN.~~~~Siora Dorilla,~~Me raccomando 171 3, 5| Usar voglio carità.~~~~~~ZAN.~~~~Per pietà...~~~~~~DOR.~~~~ 172 3, 5| Siete vil; non è così?~~~~~~ZAN.~~~~Siora sì.~~~~~~DOR.~~~~ 173 3, 5| indegno di perdon.~~~~~~ZAN.~~~~Per pietà, per compassion.~~ ~~~~~~ 174 3, 5| mie peae. ( calci)~~~~~~ZAN.~~~~Solita so braura.~~~~~~ 175 3, 5| ch’el vôi coppar.~~~~~~ZAN.~~~~Ah per pietà, la prego 176 3, 5| Voggio menar le man.~~~~~~ZAN.~~~~Ah, son in terra:~~La 177 3, 5| Cossestu vegnù a far?~~~~~~ZAN.~~~~Xe sta l’amor...~~~~~~ 178 3, 5| Ghe vegnirastu più?~~~~~~ZAN.~~~~No, sul mio onor.~~~~~~ 179 3, 5| senti, se ti torni...~~~~~~ZAN.~~~~No vegnirò mai più per 180 3, 6| Zanetto e Dorilla~ ~ ~~~ZAN.~~~~Oh poveretto mi, no 181 3, 6| è, signor Zanetto?~~~~~~ZAN.~~~~Eh che la tasa,~~No 182 3, 6| Siete molto agitato?~~~~~~ZAN.~~~~Ah che me sento~~Andar 183 3, Ult| Come xela passada?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Oimè, Narciso,~~Oimè, 184 3, Ult| in so presenza?~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Cossa mai vustu far? 185 3, Ult| goderò.~~~~~~DOR.~~~~~~ZAN.~~~~Oe, Narciso.~~~ ~~~~~ 186 3, Ult| Mio patron.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Vôi parlarte, ma in 187 3, Ult| NARC.~~~~El saverè.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Vôi l’anello e sie zecchini,~~ 188 3, Ult| cortese el v’à donà.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~No, in malora.~~~ ~~~~~ 189 3, Ult| Obbligatissima.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~No, ghe digo.~~~ ~~~~~ 190 3, Ult| Devotissima.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~No ghe i dono, siora 191 3, Ult| goderò.~~~~~~NARC.~~~~~~ZAN.~~~~Siora, vôi la roba mia.~~~ ~~~~~ 192 3, Ult| mustachi, scampò via.~~~ ~~~~~ZAN.~~~~Dove xelo?~~~ ~~~~~NARC.~~~~} 193 3, Ult| Eccolo qua.~~~~~~DOR.~~~~~~ZAN.~~~~Scampo, corro.~~~ ~~~~~ Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
194 1, 3 | TERZA~ ~Zanetto e detti.~ ~ZAN. (Mascherato in bautta, 195 1, 3 | CEC. Sior Zanetto, patron.~ZAN. (Fa cenno con la testa 196 1, 3 | mascara, che ve cognosso.~ZAN. (Fa dei lazzi, volendo 197 1, 3 | milord che me fa sto onor.~ZAN. (Si consola, e procura 198 1, 3 | anelli, stucchi, relogi.~ZAN. (Fa cenno di no)~CEC. De 199 1, 3 | un). (piano a Lissandro)~ZAN. (Si trova imbrogliato, 200 1, 3 | sior milord, la compra.~ZAN. (Si mette a ridere forte)~ 201 1, 3 | Cossa gh'ala che la ride?~ZAN. (Seguita a ridere)~CEC. 202 1, 3 | qualcossa per ela. (a Zanetto)~ZAN. Noi non vogliamo comprare 203 1, 3 | la me par un bel matto.~ZAN. (Levandosi il volto) Ah 204 1, 3 | cognossù, vedè. (ironica)~ZAN. Patrona, siora Cecilia. 205 1, 3 | sior Zanetto? Stalo ben?~ZAN. Siora no, stago mal. (si 206 1, 3 | sgarbo)~CEC. Cossa gh'alo?~ZAN. Son innamorà. (stendendosi 207 1, 3 | CEC. Poverazzo! quanto xe?~ZAN. Da giersera in qua. (balza 208 1, 3 | innamorà cussì presto?~ZAN. Son cotto, sbasìo, desperà, 209 1, 3 | quella che ve fa spasemar?~ZAN. Una cagna, una sassina, 210 1, 3 | CEC. Cossa v'ala fatto?~ZAN. La m'ha ferìo el cuor.~ 211 1, 3 | cuor.~CEC. Cussì presto?~ZAN. In t'un batter d'occhio.~ 212 1, 3 | ferìo, la ve pol guarir.~ZAN. Siora no. Questo xe el 213 1, 3 | come mai in t'una sera...~ZAN. Vu no gh'intrè, sior; andè 214 1, 3 | se la podesse aiutar...~ZAN. Oh amigo, se vedessi che 215 1, 3 | se pol saver chi la sia?~ZAN. Ghe lo dirò, ma no i diga 216 1, 3 | LISS. No ghpericolo.~ZAN. Conósseli sior Raimondo 217 1, 3 | la siora Cattina so fia?~ZAN.~«Ecco la fonte del mio 218 1, 3 | CEC. Oh bravo! (ridendo)~ZAN. La ride? (a Cecilia, con 219 1, 3 | da rider. (con serietà)~ZAN. Ah cossa diseu, vu che 220 1, 3 | da amigo e da galantomo.~ZAN. Oh magari! Oh siestu benedetto! ( 221 1, 3 | xela stada? Se pol saver?~ZAN. L'ho vista giersera a un 222 1, 3 | a Zanetto, ironicamente)~ZAN. Da putto15, la m'ha refudà, 223 1, 3 | mio fradello? (a Zanetto)~ZAN. Siora sì, el ghe giera 224 1, 3 | i averà ridesto de ela.~ZAN. L'è quel che digo anca 225 1, 3 | passion, el me fa peccà.~ZAN. Amigo, no vardè che sia 226 1, 3 | compagnia de siora Cattina?~ZAN. Oh magari! (balza dalla 227 1, 3 | la fazza disnar con ela?~ZAN. Oh magari!~LISS. M'impegno 228 1, 3 | disnar co siora Cattina.~ZAN. Oh caro! che siestu benedetto! ( 229 1, 3 | d'esser della compagnia.~ZAN. Sì, cara ela.~CEC. Siora 230 1, 3 | Raimondo.~CEC. E dove donca?~ZAN. Dove, dove? Diseme dove.~ 231 1, 3 | Ben donca, giusto elo...~ZAN. Giusto ela. (a Cecilia, 232 1, 3 | lassa far a mi. (a Cecilia)~ZAN. Lassémolo far elo. (a Cecilia)~ 233 1, 3 | Mi passar per so muggier!~ZAN. Sì, sì, cara ela, la prego.~ 234 1, 3 | scoverzirà... (a Lissandro)~ZAN. Saveu che la gh'ha rason? ( 235 1, 3 | so sorella. (a Lissandro)~ZAN. Oh sì, sì, mia sorella.~ 236 1, 3 | testa de voler andar via.~ZAN. Cospetto de diana!~CEC. 237 1, 3 | Lucietta?~CEC. La mia serva.~ZAN. Oh sì sì, la serva.~LISS. 238 1, 3 | rideremo, e se goderemo.~ZAN. E se goderemo. Ma mi no 239 1, 3 | CEC. Anderemo insieme.~ZAN. Ma in mascara no ghe vôi 240 1, 3 | vegnir.~CEC. No? Per cossa?~ZAN. La vede ben; co se xe in 241 1, 3 | i rizzi18, po vegnì qua.~ZAN. Vado subito. Oh caro Lissandro!~ 242 1, 3 | LISS. Oh! songio un omo mi?~ZAN. Vardè po, no me manché.~ 243 1, 3 | una parola, no manco mai.~ZAN. Siora Cecilia, la riverisso. 244 2, 4 | innanz; ch'i s'accumda.~ZAN. Servitor umilissimo al 245 2, 4 | Zanetto, accennando Lucietta)~ZAN. (Senza rispondere lascia 246 2, 4 | Benissimo, per servirla. (seria)~ZAN. (Sala insunià65 de mi stanotte?) ( 247 2, 4 | man? (piano a Lucietta)~ZAN. (Si va aggiustando l'abito 248 2, 4 | consorte de sior Zanetto.~ZAN. (Ci patisce)~RAIM. Me consol 249 2, 4 | Zanett, dla bona scelta.~ZAN. Eh sior sì... Ma... grazie. ( 250 2, 4 | maridà, sala?) (a Cattina)~ZAN. (Gnanca mi). (piano a Cattina)~ 251 2, 4 | mia sorella). (come sopra)~ZAN. (E quella xe la massèra). ( 252 2, 5 | vegnirali?~LISS. I vegnirà.~ZAN. Sentémose a tola, che i 253 2, 5 | saravla una bella creanza?~ZAN. La creanza xe bella e bona, 254 2, 5 | prende per la mano Cattina)~ZAN. Sans façons, sans façons69. ( 255 2, 7 | Siede vicino a Bortolo)~ZAN. E mi qua. (siede vicino 256 2, 7 | ben, e vu . (a Zanetto)~ZAN. E mi qua. (fa un poco il 257 2, 7 | tra Raimondo e Bortolo)~ZAN. Dove vala? (si alza)~CEC. 258 2, 7 | sedere, ed è imbrogliata)~ZAN. (Non vorrebbe vicino Lucietta, 259 2, 7 | CEC. Fermeve qua, ve digo.~ZAN. (Oh poveretto mi!) (da 260 2, 7 | quel che me vien in bocca.~ZAN. (Sior Lissandro). (piano, 261 2, 7 | spinge)~LISS. (Sior). (piano)~ZAN. (M'avè tradio). (come sopra, 262 2, 7 | spinge)~LISS. (Per cossa?)~ZAN. (Songio arente de siora 263 2, 7 | una volta? (spingendolo)~ZAN. Eh, lassème star. (contro 264 2, 7 | vostra muggier. (a Zanetto)~ZAN. (Pazenzia. El finirà sto 265 2, 7 | un pandolo? (a Zanetto)~ZAN. Voggio andar via.~CEC. 266 2, 7 | andar via.~CEC. Per cossa?~ZAN. No gh'ho più fame. Voggio 267 2, 7 | ha fame vostra muggier.~ZAN. Cossa m'importa a mi de 268 2, 7 | Caspita, la la sa longa!)~ZAN. (Taglia un piatto che è 269 2, 7 | CATT. Grazie. (rifiuta)~ZAN. La favorissa.~CATT. No 270 2, 7 | favorissa.~CATT. No dasseno.~ZAN. La se degna. (con più forza)~ 271 2, 7 | son drio sta gallinazza?~ZAN. Co no la vol, la lassa 272 2, 7 | credeu d'esser? Al magazzin?~ZAN. La perdona. Ho fatto mal, 273 2, 7 | a sedere)~TUTTI (Ridono)~ZAN. (Si alza, passeggia e batte 274 2, 7 | bravi e battono le mani)~ZAN. Deme da bever. (torna a 275 2, 8 | anca a mi, son contenta.~ZAN. Me perméttela? (a Cattina, 276 2, 8 | la al Caffettiere)~ZAN. (Sangue de mi! sangue de 277 2, 8 | la mi fiola as n'andarem.~ZAN. Se la me permette, averò 278 2, 8 | RAIM. (Brava la mi fiola!)~ZAN. Muggier? mia muggier?...~ 279 2, 8 | altri discorsi. (a Zanetto)~ZAN. Basta. Averò l'onor de 280 2, 8 | minga, vidla. (a Zanetto)~ZAN. Come? No la me vol? Un 281 2, 8 | gallinazze. (lo saluta con vezzo)~ZAN. Sangue de diana! A mi sto 282 2, 8 | sollecitar i Servitori)~ZAN. No la me vol donca? (a 283 2, 8 | a gh digh po de no, mi.~ZAN. No certo? (con forza)~RAIM. 284 2, 8 | forza)~RAIM. No, sicura.~ZAN. Pazenzia. (patetico)~RAIM. ( 285 2, 8 | fa un gatto. (a Zanetto)~ZAN. Xe vero. Mi no gh'ho giudizio. 286 2, 8 | Bortolo)~BORT. Mi? Percossa?~ZAN. Credeu che no abbia visto 287 2, 8 | Mi? V'inganné, compare...~ZAN. E per farme smattar, i 288 2, 8 | batterghe l'azzalin...78~ZAN. A mi batterme l'azzalin?~ 289 2, 8 | putta, gh'ho parlà per vu.~ZAN. Per mi? (tutto allegro)~ 290 2, 8 | per vu; el so anca mi.~ZAN. Per mi? Contème, contème. ( 291 2, 8 | Zanetto ridendo, e via)~ZAN. Son qua, dolcissimo mio 292 3, 13 | Zanetto e detti, poi Riosa~ ~ZAN. (Senza volto, e colla bautta 293 3, 13 | basta l'ànemo. (a Gasparo)~ZAN. Se le me permette...~RIO. 294 3, 13 | grazia. (a Tonina, correndo)~ZAN. Dove vala? Dove vala? ( 295 3, 13 | bon segno). (da sé, parte)~ZAN. Se le me permette, me cavo 296 3, 14 | maschera... (introducendola)~ZAN. (Corre a prender Lucietta) 297 3, 14 | consorte. (a Zanetto, ridendo)~ZAN. No... (si guarda intorno 298 3, 14 | la patrona? (a Zanetto)~ZAN. Via, fe el vostro debito, 299 3, 14 | stamattina? (a Zanetto)~ZAN. Certo; no v'arecordè?~LUC. 300 3, 14 | per rispetto dei patroni)~ZAN. Me perméttela? (a Tonina)~ 301 3, 14 | un minuetto la se comoda.~ZAN. Sonadori, sonémelo bello 302 3, 14 | bàllelo co la so mascara?~ZAN. La gh'ha rason. Son qua; 303 3, 14 | LUC. Oh, mi no, sior...~ZAN. Anemo, ànemo, digo.~LUC. 304 Ult | la mia serva? (a Zanetto)~ZAN. Se l'ho fatto, l'ho fatto 305 Ult | son qua mi, per obbedirla.~ZAN. E la crede che mi sia maridà?~ 306 Ult | galantom ne doverav mentir.~ZAN. La gh'ha rason, ma no xe 307 Ult | negozio? (con allegria)~ZAN. No xe vero gnente, no i 308 Ult | che dman la sarà maridà.~ZAN. Con chi, patron?~RAIM. 309 Ult | piange forte di consolazione)~ZAN. Sangue de mi! cospetto 310 Ult | sti do zoveni innamorai.~ZAN. E mi?~LISS. E ela l'ha 311 Ult | so bautta. (alla scena)~ZAN. E mi resto senza muggier!~ 312 Ult | muggier!~LISS. E cussì!~ZAN. E anca... I me manderà 313 Ult | Cossa dìsela, sior Raimondo?~ZAN. Grazie, cenemo, ballemo, I due gemelli veneziani Atto, Scena
314 1, 6| ecco il signor Zanetto.~ZAN. Siora novizza1, la reverisso.~ 315 1, 6| gli sono umilissima serva.~ZAN. (Ah, la xe serva! Bondì 316 1, 6| figlia, questa è la sposa.~ZAN. Mo se la m’ha dito che 317 1, 6| complimento, per cerimonia.~ZAN. Ho inteso; scomenzemo mal.~ 318 1, 6| DOTT. Per qual ragione?~ZAN. Perché in tel matrimonio 319 1, 6| la stima ed il rispetto.~ZAN. Tutte cosse che no val 320 1, 6| queste mie espressioni?~ZAN. Siora sì, come che la vol.~ 321 1, 6| occhi vostri il mio volto?~ZAN. Alle curte. Mi son vegnù 322 1, 6| destinata per vostra sposa?~ZAN. Ma che bisogno ghe xe de 323 1, 6| di buona grazia ed amore.~ZAN. Oh sì, disè ben. Son tutto, 324 1, 6| servizio.~DOTT. Cosa comanda?~ZAN. Andè via de qua, perché 325 1, 7| SETTIMA~ ~Rosaura e Zanetto~ ~ZAN. Sioria vostra4. (al Dottore) 326 1, 7| muggier5.~ROS. Così spero.~ZAN. Donca cossa femio qua impalai6?~ 327 1, 7| che cosa vorreste fare?~ZAN. Oh bella! mario e muggier.~ 328 1, 7| matrimonio non è ancora fatto.~ZAN. No? Mo cossa ghe vol per 329 1, 7| molte cerimonie e solennità.~ZAN. Parlemose schietto. Me 330 1, 7| Sì, signore, vi accetto.~ZAN. E mi ve accetto per mia 331 1, 7| pratica in questa guisa.~ZAN. No? Torno a Bergamo. Torno 332 1, 7| vogliono altre solennità.~ZAN. Ma ste solennità quando 333 1, 7| vogliono almeno due giorni.~ZAN. Oh, figureve se aspetto 334 1, 7| ROS. Siete molto furioso.~ZAN. O femo subito, o no femo 335 1, 7| fate della mia persona.~ZAN. Ghe disè desprezzo a voler 336 1, 7| potete aspettar un giorno?~ZAN. Ma disè, cara vu: ste solennità 337 1, 7| prender divertimento di me.~ZAN. Seguro che me vorave devertir, 338 1, 7| Lo farete a suo tempo.~ZAN. Dise el proverbio: chi 339 1, 7| questa poi è un’impertinenza.~ZAN. E via, che cade8!~ROS. 340 1, 7| Abbiate giudizio, vi dico.~ZAN. Siben, giudizio. (vuol 341 1, 7| schiaffo)~ROS. Temerario!~ZAN. (Senza parlare si ferma 342 1, 15| Zanetto da lui creduto Tonino)~ZAN. Servitor umilissimo.~LEL. 343 1, 15| più fatti. Ponete mano.~ZAN. La man? Xe qua la man.~ 344 1, 15| Ponete mano alla spada.~ZAN. Alla spada?~LEL. Sì, alla 345 1, 15| spada?~LEL. Sì, alla spada.~ZAN. Mo perché?~LEL. Perché 346 1, 15| conti una perdita sola.~ZAN. De che paese xela, padron?~ 347 1, 15| Io son romano. Perché?~ZAN. Perché no l’intendo gnente 348 1, 15| pone mano alla spada)~ZAN. Oe, zente, agiuto, el me 349 1, 15| disarmasse. Venite al cimento.~ZAN. (Prima un schiaffo e adesso 350 1, 15| gli una piattonata)~ZAN. Aseo29!~LEL. O difendetevi, 351 1, 16| parlare del creduto Tonino)~ZAN. Sior sì, el dise la verità. ( 352 1, 16| uom valoroso. (a Lelio)~ZAN. (Sto sior me cognosse poco). ( 353 1, 16| dunque meco non si cimenta?~ZAN. (Perché gh’ho paura). ( 354 1, 16| degna di combatter con voi.~ZAN. (Che matto che xe costù). ( 355 1, 16| né di cento. (si battono)~ZAN. Bravi, pulito, animo, dei, 356 1, 16| tua vita è nelle mie mani.~ZAN. Siben, mazzèlo. Ficheghela 357 1, 16| sarebbe azione da cavaliere.~ZAN. Gierela azion da cavalier 358 1, 16| morte, mentre era caduto?~ZAN. Eh, che matto. Dei, 359 1, 17| DICIASSETTESIMA~ ~Florindo e Zanetto~ ~ZAN. Tutto quel che ti vol.~ 360 1, 17| qual capriccio è il vostro?~ZAN. Sior, no finzo gnente. 361 1, 17| d’avervi salvata la vita.~ZAN. Sieu benedio33: lassè che 362 1, 17| io ho salvata la vostra.~ZAN. Mi v’ho salvà la vita?~ 363 1, 17| contro Lelio la prima volta.~ZAN. No me l’arecordo.~FLOR. 364 1, 17| dubito siate conosciuto.~ZAN. Anca mi credo che i m’abbia 365 1, 17| vi conoscono, guai a voi.~ZAN. Sempre de mal in pezo.~ 366 1, 17| aver dato uno schiaffo?~ZAN. Averlo tolto, volè dir.~ 367 1, 17| avete avuto voi lo schiaffo?~ZAN. Sior sì. Mo che credevi... 368 1, 17| mi?~FLOR. Così credeva.~ZAN. Oibò, mi, mi l’ho buo34.~ 369 1, 17| donna non l’avete più vista?~ZAN. Sior no, no l’ho più vista.~ 370 1, 17| ritrovar Beatrice). (da sé)~ZAN. No me curo gnanca35 de 371 1, 17| tornate a casa vostra.~ZAN. Cussì diseva anca mi.~FLOR. 372 1, 17| servirvi in conto alcuno?~ZAN. La so grazia.~FLOR. A rivederci.~ 373 1, 17| grazia.~FLOR. A rivederci.~ZAN. La reverisso.~FLOR. (Pare 374 1, 18| Zanetto, poi Pancrazio~ ~ZAN. Se no vegniva sto sior, 375 1, 18| allontanarsene). (da sé)~ZAN. La m’ha un schiaffo, 376 1, 18| Quel giovine, dove andate?~ZAN. Vago dalla mia novizza.~ 377 1, 18| vi ha dato lo schiaffo?~ZAN. Siben, giusto da quella.~ 378 1, 18| pacificarvi e di sposarla?~ZAN. Bravo, l’avè indovinada.~ 379 1, 18| Vi piace quella giovine?~ZAN. Assae.~PANC. Le volete 380 1, 18| Assae.~PANC. Le volete bene?~ZAN. E come!~PANC. La sposereste 381 1, 18| La sposereste volentieri?~ZAN. Oh magari37!~PANC. Povero 382 1, 18| giovane, quanto vi compatisco!~ZAN. Coss’è stà?~PANC. Siete 383 1, 18| sull’orlo del precipizio.~ZAN. Mo perché?~PANC. Non volete 384 1, 18| Non volete ammogliarvi?~ZAN. Sior sì.~PANC. Povero infelice, 385 1, 18| infelice, siete rovinato.~ZAN. Mo perché?~PANC. Io, che 386 1, 18| pazzia che siete per fare.~ZAN. Mo comòdo38?~PANC. Sapete 387 1, 18| voi cosa sia matrimonio?~ZAN. Matrimonio... sior sì... 388 1, 18| con tanta indifferenza.~ZAN. Mo via, cossa vorlo dir?~ 389 1, 18| lo schiavo alla galera.~ZAN. El matrimonio?~PANC. Il 390 1, 18| matrimonio?~PANC. Il matrimonio.~ZAN. Schienze39!~PANC. Il matrimonio 391 1, 18| borsa e peso alla testa.~ZAN. Gnaccara muso d’oro40!~ 392 1, 18| credete mai che ella sia?~ZAN. Cossèla, caro sior?~PANC. 393 1, 18| ingannare, ed ama per interesse.~ZAN. La donna?~PANC. La donna.~ 394 1, 18| La donna?~PANC. La donna.~ZAN. Aséo!~PANC. Quegli occhi 395 1, 18| accendono e inceneriscono.~ZAN. I occhi... do fiamme de 396 1, 18| insinua al cuore, ed uccide.~ZAN. La bocca... un vaso de 397 1, 18| stregherie, sono incanti.~ZAN. Le ganasse41... strigherie... 398 1, 18| che viene per lacerarvi.~ZAN. Bagatelle per i putei!~ 399 1, 18| vuol tirar all’inferno.~ZAN. Alla larga.~PANC. Pensateci, 400 1, 18| Pensateci, e pensateci bene.~ZAN. Gh’ho bello e pensà.~PANC. 401 1, 18| pensà.~PANC. Mai più donne.~ZAN. Mai più donne.~PANC. Mai 402 1, 18| PANC. Mai più matrimonio.~ZAN. Mai più matrimonio.~PANC. 403 1, 18| benedirete il mio consiglio.~ZAN. El ciel v’ha mandà.~PANC. 404 1, 18| giudizio. Il ciel vi benedica.~ZAN. mio pare: ve voggio 405 1, 18| Prendete, baciatemi la mano.~ZAN. Oh caro! Oh siestu benedio! ( 406 1, 18| la mano)~PANC. Donne...~ZAN. Uh...~PANC. Matrimonio...~ 407 1, 18| Uh...~PANC. Matrimonio...~ZAN. Oh...~PANC. Mai più...~ 408 1, 18| Oh...~PANC. Mai più...~ZAN. Mai più.~PANC. Certo?~ZAN. 409 1, 18| ZAN. Mai più.~PANC. Certo?~ZAN. Seguro.~PANC. Bravo, bravo, 410 1, 19| poi Beatrice col Servo~ ~ZAN. Cancaro! Aveva fatto una 411 1, 19| Zanetto, credendolo Tonino)~ZAN. Via, alla larga.~BEAT. 412 1, 19| stabilire i nostri sponsali?~ZAN. Siben: la caena, come i 413 1, 19| ricordate delle vostre promesse?~ZAN. Promesse? De cossa?~BEAT. 414 1, 19| cossa?~BEAT. Del matrimonio.~ZAN. Seguro, el matrimonio. 415 1, 19| me, che mi fate morire.~ZAN. (Propriamente se ghe vede 416 1, 19| vi renderò soddisfatto.~ZAN. Serrè quella bocca, quella 417 1, 19| fate arrossire senza colpa.~ZAN. Vela , che la vien rossa. 418 1, 19| pietà. (s’accosta a Zanetto)~ZAN. Via furia, che vien per 419 1, 19| fatto? (s’accosta di nuovo)~ZAN. Via diavolo, che me voria 420 2, 7| opposta lo vede per di dietro)~ZAN. Oe53! Arlecchin, Arlecchin. ( 421 2, 7| chiama)~ARL. Sior. (si volta)~ZAN. Quando?~ARL. Come?~ZAN. 422 2, 7| ZAN. Quando?~ARL. Come?~ZAN. Ti qua?~ARL. Vu qua?~ZAN. 423 2, 7| ZAN. Ti qua?~ARL. Vu qua?~ZAN. Seguro.~ARL. Ma no in 424 2, 7| ARL. Ma no in casa?~ZAN. Dove?~ARL. Dell’amiga? ( 425 2, 7| accenna la casa di Rosaura)~ZAN. Oibò.~ARL. (Donca culia 426 2, 7| culia m’ha burlà). (da sé)~ZAN. Dov’è la roba?~ARL. Oh 427 2, 7| Oh bella! all’osteria.~ZAN. Dove?~ARL. Che mamalucco! 428 2, 7| mamalucco! , alle do Torre.~ZAN. Gh’è tutto?~ARL. Tutto.~ 429 2, 7| Gh’è tutto?~ARL. Tutto.~ZAN. I bezzi e le zogie?~ARL. ( 430 2, 7| sé) I bezzi e le zogie.~ZAN. Andemo a veder.~ARL. Andemo.~ 431 2, 7| Andemo a veder.~ARL. Andemo.~ZAN. Ghastu54 la chiave?~ARL. 432 2, 7| la chiave?~ARL. De cossa?~ZAN. Della camera.~ARL. Mi no.~ 433 2, 7| Della camera.~ARL. Mi no.~ZAN. Mo ti lassi cussì i bezzi 434 2, 7| dov’eli i bezzi e le zogie?~ZAN. Dove xeli?~ARL. Oh bella!~ 435 2, 7| Dove xeli?~ARL. Oh bella!~ZAN. Oh bona!~ARL. Ma no v’ho 436 2, 7| a vu i bezzi e le zogie?~ZAN. Mi no gh’ho abù gnente.~ 437 2, 7| conscienza mia). (da sé)~ZAN. Ma dov’ele le zogie de 438 2, 7| portae?~ARL. Le ho portae.~ZAN. Ma dove xele?~ARL. Caro 439 2, 7| debotto me scampa la pazenzia.~ZAN. Mo via, subito ti va in 440 2, 7| Le sarà de su in camera.~ZAN. Mo va , che ti xe un 441 2, 13| altercando con Zanetto)~ZAN. No xe vero gnente. Ti xe 442 2, 13| gola e per el gargato70.~ZAN. Ti è un ladro, ti è un 443 2, 13| ve digo che l’avì avude.~ZAN. Can, traditor, le mie zogie, 444 2, 13| ARL. un pezzo de matto.~ZAN. Ti m’ha robà, ti m’ha sassinà.~ 445 2, 14| il ladro? Chi ha rubato?~ZAN. Colù che xe , l’è el 446 2, 15| Zanetto, poi Beatrice~ ~ZAN. Mi no so gnente cossa che 447 2, 15| caro, abbiate pietà di me.~ZAN. (Occhi de fogo, bocca de 448 2, 15| lacrime. (s’inginocchia)~ZAN. (Accosta una mano agli 449 2, 15| udirete, rimarrete contento.~ZAN. (Quella bocchina l’è tanto 450 2, 15| risico la vita e l’onore.~ZAN. Per mi?~BEAT. Sì, per voi, 451 2, 15| oggetto de’ miei pensieri.~ZAN. La me vol ben?~BEAT. Sì, 452 2, 15| adoro, siete l’anima mia.~ZAN. (Sel fusse un diavolo?... 453 2, 15| datemi la mano di sposo.~ZAN. (Oh questa me piase, senza 454 2, 15| Via, non mi fate penare.~ZAN. Siora sì, son qua. Cossa 455 2, 15| fazza?~BEAT. Datemi la mano.~ZAN. Anca tutte do, se la vol. ( 456 2, 16| servir potesse di testimonio.~ZAN. Quel sior saravelo bon?~ 457 2, 16| servire per testimonio.~ZAN. Sior sì, per testimonio.~ 458 2, 16| parola in grazia. (a Zanetto)~ZAN. Volentiera. No la vaga 459 2, 16| in disparte con Zanetto)~ZAN. Sior sì.~FLOR. Per che 460 2, 16| fare, se è lecito saperlo?~ZAN. Per sposar la fia del sior 461 2, 16| sposar la signora Beatrice?~ZAN. Sior sì.~FLOR. Ma se avete 462 2, 16| impegno colla signora Rosaura.~ZAN. Eh, le sposerò tutte do, 463 2, 16| sentite. Ma voi burlate.~ZAN. Digo dasseno mi. Son capace 464 2, 16| potete sposar che una sola.~ZAN. Donca sposerò questa. Adesso 465 2, 16| né tampoco potete farlo.~ZAN. Mo perché?~FLOR. Perché 466 2, 16| faranno costar assai cara.~ZAN. (Bona!) (da sé) No vegno 467 2, 16| Beatrice)~BEAT. Che dite?~ZAN. No no, no ghe dago altro 468 2, 16| BEAT. Ma io non v’intendo.~ZAN. Intendo, o non intendo. 469 2, 16| Come! Così mi schernite?~ZAN. La compatissa. In preson 470 2, 16| BEAT. Perché in prigione?~ZAN. Do74 no se ghe ne pol sposar. 471 3, 4| ho avute codeste gioje.~ZAN. Zogie? Le mie zogie?~BARG. 472 3, 4| Zanetto, conosce queste gioje?~ZAN. Sior sì, queste xe le zogie 473 3, 4| le ha date. Non è vero?~ZAN. Mi no so gnente, mi no 474 3, 4| nulla? Mi maraviglio di voi.~ZAN. E mi me maraveggio de vu. 475 3, 4| perdere la riputazione?~ZAN. Perdè quel che volè, no 476 3, 4| date e ne sapete il perché.~ZAN. un busiaro, che no contè 477 3, 5| Zanetto e il Bargello~ ~ZAN. Mo via, deme le mie zogie. 478 3, 5| gliele dia, gliele darò.~ZAN. Cossa ghe intra el giudice 479 3, 5| lui non gliele posso dare.~ZAN. E se lu no volesse che 480 3, 5| BARG. Non gliele darei.~ZAN. Mo cossa ghe ne faressi?~ 481 3, 5| che il giudice comandasse.~ZAN. Donca le posso perder?~ 482 3, 5| Sicuramente, senza dubbio.~ZAN. Gera meggio lassarle a 483 3, 5| il giudice gliele rubi?~ZAN. Le xe mie, e per causa 484 3, 5| provveda d’un avvocato.~ZAN. Da che far de un avvocato?~ 485 3, 5| che queste gioje sono sue.~ZAN. E ghe xe bisogno d’un avvocato? 486 3, 5| a lei non sarà creduto.~ZAN. A mi no, e all’avvocato 487 3, 5| le ragioni dei clienti.~ZAN. Ma se paghelo l’avvocato?~ 488 3, 5| gli si la sua paga.~ZAN. E al giudice?~BARG. Anche 489 3, 5| lui tocca la sua sportula.~ZAN. E a vu ve vien gnente?~ 490 3, 5| io e tutti i miei uomini.~ZAN. Sicché donca tra el giudice, 491 3, 5| Ognuno deve avere il suo.~ZAN. Vualtri avè d’aver el vostro, 492 3, 11| finestra della sua casa.~ ~ZAN. Sto amor, sto amor el xe 493 3, 11| venendo alla finestra)~ZAN. Oh, patrona bella. Vorla 494 3, 11| signore, mio padre non vuole.~ZAN. Mo perché?~ROS. Acciò lei 495 3, 11| ch’egli mi fa il mezzano.~ZAN. Come vorla che diga sto 496 3, 11| fatta veder la scrittura.~ZAN. Giusto, la scrittura che 497 3, 11| trattato di matrimonio?~ZAN. Mi no diseva de matrimonio. 498 3, 11| sciocco, ora troppo accorto.~ZAN. E via, la lassa che vegna 499 3, 11| sopra poi non si viene.~ZAN. Donca la vegna zo ella.~ 500 3, 11| a venir sopra la strada!~ZAN. La vuol donca che muora?~


Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License