La bancarotta, o sia il mercante fallito
    Atto, Scena
1 1, 7 | mi de pagarme sui resti.~LEAN. Truffaldino, son disperato.~ 2 1, 7 | per la medesima strada.~LEAN. Mio padre ha consumato 3 1, 7 | consumà anca el me salari.~LEAN. Mia madre, poverina, è 4 1, 7 | che me doggia la testa.~LEAN. E per far sempre peggio, 5 1, 7 | farà morir de desperazion.~LEAN. Ma almanco, già che si 6 1, 7 | xe deventà sempre pezo.~LEAN. Che ho da far io, povero 7 1, 7 | da far, povero pupillo?~LEAN. Mi trovo senza un danaro.~ 8 1, 7 | TRUFF. Semo fradei carnali.~LEAN. Andar a servire non mi 9 1, 7 | mi sfadigar no me piase.~LEAN. Anderò per il mondo pellegrinando.~ 10 1, 7 | mistier che se possa far.~LEAN. Parmi, se non m'inganno... ( 11 1, 7 | TRUFF. Cossa spereu da ella?~LEAN. Spero molto.~TRUFF. E mi 12 1, 8 | Come state, signor Leandro?~LEAN. Male assai, signora, e 13 1, 8 | al vivo di ciascun altro.~LEAN. Oh cieli! sono più fortunato 14 1, 8 | infelice uomo di questo mondo.~LEAN. Ma non sarà mai possibile 15 1, 8 | consorte.~VITT. Perché?~LEAN. Perché vostro padre non 16 1, 8 | o non sarò di nessuno.~LEAN. Oh fedelissima amante! 17 1, 8 | siate certo dell'amor mio.~LEAN. Sì, mia cara, sarò lieto 18 1, 9 | SCENA NONA~ ~Leandro solo.~ ~LEAN. Piacemi l'onesto costume 19 2, 1 | Leandro e Truffaldino~ ~LEAN. Eccoci, per grazia del 20 2, 1 | vederve e de manizarve.~LEAN. Possiamo ringraziare il 21 2, 1 | qualche volta le fa del mal.~LEAN. Le donne buone fanno sempre 22 2, 1 | ghe ne stenta a trovar.~LEAN. No, Truffaldino, non dir 23 2, 1 | cattive quelle che pratica.~LEAN. Né meno questa distinzione 24 2, 1 | madregna ela bona o cattiva?~LEAN. A me non tocca parlar di 25 2, 1 | cattiva, pessima e dolorosa.~LEAN. Orsù, mutiamo discorso. 26 2, 2 | Silvio, poi Brighella~ ~LEAN. E pure, in mezzo alla consolazione 27 2, 2 | signor Leandro, vi riverisco.~LEAN. Servidore di vossignoria 28 2, 2 | di rivedervi in bottega.~LEAN. Grazie alla bontà del signor 29 2, 2 | accomodati i vostri interessi?~LEAN. Per ora si sono accomodati 30 2, 2 | assortito il vostro negozio?~LEAN. Sufficientemente per poter 31 2, 2 | che diconsi peruviane?~LEAN. Di Francia non ne abbiamo, 32 2, 2 | Lasciatemene veder qualche mostra.~LEAN. Appunto, eccone qui tre 33 2, 2 | per farmi un abito intero.~LEAN. M'immagino che il prezzo 34 2, 2 | Quanto ne volete al braccio?~LEAN. (Cattivo segno, se si scorda 35 2, 2 | Tagliatene venti braccia.~LEAN. Permetta ch'io le domandi 36 2, 2 | una cosa.~SILV. Dite pure.~LEAN. Il negozio nostro deve 37 2, 2 | drappo e non ci pensate.~LEAN. La servo subito. (misura 38 2, 2 | mio servitore. (a Leandro)~LEAN. Vuol che facciamo il conto, 39 2, 2 | signore?~SILV. Sì, fatelo.~LEAN. Ecco qui. Braccia ventidue, 40 2, 2 | vuol prendere la stoffa)~LEAN. Aspettate, galantuomo. ( 41 2, 2 | trecento e trenta lire?~LEAN. Quindici zecchini in punto.~ 42 2, 2 | possio tor? (a Leandro)~LEAN. Prendetela.~BRIGH. Non 43 2, 2 | da me, che sarete pagato.~LEAN. Come, signore? Ehi, galantuomo. ( 44 2, 2 | parola? (arrestando Leandro)~LEAN. I nostri patti non sono 45 2, 2 | libro. Venite oggi da me.~LEAN. Mi perdoni; questa non 46 2, 2 | insieme, e poi venite da me.~LEAN. I libri del negozio sono 47 2, 2 | riscuotere il vostro danaro.~LEAN. Mi paghi questo, signore, 48 2, 2 | una memoria sul viso...~LEAN. Così si tratta coi galantuomini?...~ 49 2, 3 | PANT. Coss'è sto strepito?~LEAN. Il signor conte...~SILV. 50 2, 3 | ha perduto il rispetto.~LEAN. Ha preso ventidue braccia 51 2, 7 | Leandro, poi Aurelia~ ~LEAN. Pazienza; non mi è riuscito 52 2, 7 | dall'interno della bottega)~LEAN. Qualcheduno che stia qui, 53 2, 7 | che basti nella bottega?~LEAN. Abbiamo un passabile sortimento 54 2, 7 | ci sono all'ultima moda?~LEAN. Uno fra gli altri mi par 55 2, 7 | Per semplice curiosità.~LEAN. Ma voi, signora, non istate 56 2, 7 | drappo e me ne vado subito.~LEAN. Eccolo qui. Osservate. ( 57 2, 7 | lo venderete al braccio?~LEAN. A me lo mettono cinquanta 58 2, 7 | È bellissimo veramente.~LEAN. Vi piace dunque.~AUR. Sì, 59 2, 7 | voglio un taglio per me.~LEAN. Oh, signora, perdonate, 60 2, 7 | Lo voglio assolutamente.~LEAN. Bel guadagno che farà il 61 2, 7 | mesata di tre zecchini.~LEAN. Da chi avrete questa mesata?~ 62 2, 7 | padre, da voi, dal negozio.~LEAN. Tre zecchini il mese? Mi 63 2, 7 | e poi la discorreremo.~LEAN. Non signora; non l'avrete.~ 64 2, 7 | assicurata la roba della bottega.~LEAN. Colla vostra dote e coll' 65 2, 7 | voglio ora quest'abito.~LEAN. Ed io a proporzione posso 66 2, 8 | Leandro, poi Truffaldino~ ~LEAN. Tutti tendono a consumare, 67 2, 8 | Truffaldino.~TRUFF. Signor.~LEAN. Prendi queste tre pezze 68 2, 8 | Vittoria.~TRUFF. Se fala sposa?~LEAN. Non pensar altro. Portale 69 2, 16 | broccato sotto il braccio)~LEAN. Che fate qui voi?~MARC. 70 2, 16 | roba mia, e me ne vado.~LEAN. Da chi avete avuto quel 71 2, 16 | settantacinque zecchini.~LEAN. Cinquanta braccia di quel 72 2, 17 | Leandro e il Dottore~ ~LEAN. Sentite, signor Dottore? 73 2, 17 | visita alla signora Clarice.~LEAN. Possibile che ciò sia vero?~ 74 2, 17 | uscire mia figlia e la serva.~LEAN. Ora capisco dove voleva 75 2, 17 | per una festa di ballo.~LEAN. Povero me! Sono assassinato.~ 76 2, 17 | povero innocente sagrificato!~LEAN. Venero e rispetto mio padre, 77 3, 12 | DODICESIMA~ ~Leandro e detti.~ ~LEAN. Sì, signora Aurelia, ch' 78 3, 12 | destinerete ch'io vada.~LEAN. Siete padrona di restar 79 3, 12 | avete scelto? (a Leandro)~LEAN. Ecco qui. La figlia del 80 3, 13 | Son qua, son qua anca mi.~LEAN. Ah! signor padre...~PANT. 81 3, 13 | so chi peggio di noi...~LEAN. Non parliamo altro di cose 82 3, 13 | signor Leandro si contenta...~LEAN. Anzi mi farete il maggior 83 3, 14 | tutti i vizi del mondo.~LEAN. Non mi ha dato tempo di 84 3, 14 | succederà l'istesso anca a elo.~LEAN. Convien dire però che Truffaldino 85 3, 15 | BRIGH. Padroni riveriti.~LEAN. Che c'è? Che cosa volete?~ 86 3, 15 | partite del mio padron.~LEAN. Perché?~BRIGH. Perché in 87 3, 15 | corriera e mandada via.~LEAN. Per che cosa lo hanno carcerato?~ 88 3, 16 | ti, dame sta consolazion.~LEAN. Se il signor Dottore si 89 3, 16 | fatelo ora, se ciò v'aggrada.~LEAN. Che ne dite, Vittoria?~ 90 3, 16 | VITT. Per me son pronta.~LEAN. Ecco la mano.~VITT. Eccovi 91 3, 16 | Così è, in coscienza mia.~LEAN. Vedo che la signora Vittoria Il buon compatriotto Atto, Scena
92 1, 2 | e detti; poi Pandolfo.~ ~LEAN. Signora, perché non siete 93 1, 2 | Riflette che ora parla toscano)~LEAN. Perché almeno non ci avete 94 1, 2 | infastidirvi sino a Venezia?~LEAN. Siete tanto allegra e gentile, 95 1, 2 | Co sarà ora, anderemo).~LEAN. È con voi questo giovane?~ 96 1, 2 | avete veduto in burchiello?~LEAN. Sì, l'ho veduto, ma era 97 1, 2 | Credevate ch'io fossi sola?~LEAN. Per dirla, me ne voleva 98 1, 2 | condizione viaggiasse sola.~LEAN. Scusatemi; il vostro grado 99 1, 2 | la contessa di Buffalora.~LEAN. (Si conosce dall'aspetto 100 1, 2 | gnente). (a Traccagnino)~LEAN. Quest'uomo, signora Contessa, 101 1, 2 | passar per un servitore)~LEAN. E che cos'ha, signora Contessa, 102 1, 2 | Stupisce del bel talento)~LEAN. Signora, s'egli si degna, 103 1, 2 | che gli dicano servitore)~LEAN. Che dice, signora, non 104 1, 2 | chi domandar questa roba.~LEAN. Aspettate, darò ordine 105 1, 2 | Pandolfo.~PAND. Comandi?~LEAN. Va qui con quel giovane, 106 1, 2 | TRACC. (Da sé va in collera)~LEAN. Se poi non vuole, lasci 107 1, 2 | riceverà le sue grazie.~LEAN. Va dunque con questo giovane, 108 1, 3 | TERZA~ ~Rosina e Leandro.~ ~LEAN. Questo vostro servitore 109 1, 3 | intraprendere questo viaggio.~LEAN. Venite voi di lontano?~ 110 1, 3 | ROS. Da Milano, signore.~LEAN. Per trattenervi in Venezia?~ 111 1, 3 | Può essere qualche tempo.~LEAN. Per piacere, o per interessi?~ 112 1, 3 | per l'uno e per l'altro.~LEAN. Scusatemi. Siete voi maritata?~ 113 1, 3 | maritata?~ROS. Sono vedova.~LEAN. In Venezia avete amici, 114 1, 3 | saper qualche cosa di voi?~LEAN. Sì signora, è giustissimo, 115 1, 3 | ROS. Siete voi ammogliato?~LEAN. Non lo fui finora: ma si 116 1, 3 | voi nemico del matrimonio?~LEAN. Mi par di no veramente. 117 1, 3 | a chi lo fa senza amore.~LEAN. Per esser io pienamente 118 1, 3 | grazia. (con una riverenza)~LEAN. Mi sarà permesso in Venezia 119 1, 3 | finezza, se verrà a favorirmi.~LEAN. Non son cavaliere; ma ho 120 1, 3 | gentili, come siete voi.~LEAN. Volesse il cielo, ch'io 121 1, 3 | impegnarvi ad un matrimonio.~LEAN. Non mi ci sono ancora impegnato.~ 122 1, 3 | essere da voi obbedito.~LEAN. L'obbedirò fino a un certo 123 1, 3 | E se la sposa vi piace?~LEAN. È difficile, ora che ho 124 1, 3 | potessi creder sincero.~LEAN. Ah Contessa mia, ve lo 125 1, 3 | presto, signor Leandro.~LEAN. Amore sa far prodigi. Mi 126 1, 3 | state a dir d'avvantaggio.~LEAN. Abbiate compassione di 127 1, 3 | burchiello, se vi contentate.~LEAN. Vi servirò, se mel permettete. ( 128 1, 3 | compagnia mi è carissima.~LEAN. (Finalmente è una dama. 129 2, 16 | suo dovere colla sposa)~LEAN. Signora, la riverisco divotamente. ( 130 2, 16 | umilissima. (sostenuta)~LEAN. (Mi sta nel cuor la Contessa).~ 131 2, 16 | qualche cosa di buona grazia)~LEAN. Che dice ella di questo 132 2, 16 | Ha fatto buon viaggio?~LEAN. Buonissimo. (In grazia 133 2, 16 | dol la testa. (al Dottore)~LEAN. Sarà bene che le leviamo 134 2, 16 | mi facesse star peggio.~LEAN. In fatti, quando le medicine 135 2, 16 | Ella parla prudentemente.~LEAN. Credo per altro di aver 136 2, 16 | possa essere il mio rimedio.~LEAN. Lo so benissimo, e desiderando 137 2, 16 | siamo intesi che basta.~LEAN. Ci siamo intesi perfettamente.~ 138 2, 16 | talento, della penetrazione)~LEAN. Andiamo, signor padre. 139 2, 16 | Serva sua divotissima.~LEAN. (Ella si risana s'io parto; 140 3, 1 | Costanza.~ ~Rosina e Leandro~ ~LEAN. Sì, amabile Contessina. 141 3, 1 | voi prendeste in isposa?~LEAN. Colla maggiore facilità 142 3, 1 | lusingarmi che siate mio.~LEAN. Sì, cara, lo voglio essere 143 3, 1 | veduto il mio servitore?~LEAN. Non l'ho veduto.~ROS. Come 144 3, 1 | avete fatto a trovarmi?~LEAN. Ne ho avuto la traccia 145 3, 2 | Me consolo infinitamente.~LEAN. (Mi piace il ripiego. Si 146 3, 2 | resta servida anca ela.~LEAN. Non preme, signora mia, 147 3, 2 | ben una signora de garbo).~LEAN. Signora sorella, deggio 148 3, 2 | nome! El conte Leandro).~LEAN. Spero che abbia tutto d' 149 3, 2 | verità sono contentissima.~LEAN. Signora, con permissione. ( 150 3, 2 | comodi come la comanda.~LEAN. Addio, Contessina.~ROS. 151 3, 2 | Contessina.~ROS. Addio, Contino.~LEAN. (Bravissima. Non ho mai 152 3, 13 | Presenta Rosina a Brighella)~LEAN. (Oh cieli! La Contessina! 153 3, 13 | gran alzadure d'inzegno!)~LEAN. (Vorrei che se ne andasse 154 3, 13 | cognósselo sta signora?~LEAN. Io no, non la conosco. ( 155 3, 13 | Dasseno, nol la cognosse?~LEAN. Se vi dico di no. (La Contessa 156 3, 13 | muggier de quel galantomo...~LEAN. Come! quella signora è 157 3, 13 | diga che son vostro mario?~LEAN. Che imbroglio è questo, 158 3, 13 | Contessa?~BRIGH. Contessa?~LEAN. Sì, la conosco benissimo. 159 3, 13 | el pettolon xe scoverto).~LEAN. Signora, giustificatevi, 160 3, 13 | giustificarmi perfettamente.~LEAN. Ma costui non è il vostro 161 3, 13 | palazzo sul Canal Grando.~LEAN. Sì, Brighella, deridetemi, 162 3, 19 | volerlo maritare per forza)~LEAN. Io mi riporto a quello 163 3, 19 | dire il signor Leandro.~LEAN. Signora, in quanto a me 164 3, 19 | abusassi della vostra bontà.~LEAN. Mio padre mi fa sperare 165 3, 19 | offerendovi la mano ed il cuore.~LEAN. Temo non esser degno di 166 3, 19 | assicurarvi dell'amor mio?~LEAN. Accettare la destra ch' 167 3, 19 | dica anche lui davvero)~LEAN. Mi pare che così non si 168 3, 19 | DOTT. (Gli fa coraggio)~LEAN. La signora Isabella è mia La burla retrocessa nel contraccambio Atto, Scena
169 3, 3 | buono, qualche cosa del suo.~LEAN. Oh, io non ho niente che 170 3, 3 | volentieri la sua virtù.~LEAN. In verità, signori...~ROB. ( 171 3, 3 | accennando a Costanza)~LEAN. (Lo farò per compiacere 172 3, 3 | seguono sempre a sparecchiare)~LEAN. Vi dirò alcune ottave. ( 173 3, 3 | Le sentirò con piacere.~LEAN. L'argomento è una figlia 174 3, 3 | dirvi). (piano a Roberto)~LEAN. Ottave.~«Padre, a voi deggio 175 3, 3 | senso degli ultimi versi.~LEAN. La figlia dice che sarebbe 176 3, 3 | sentire ad una figliuola.~LEAN. Scusatemi; non vi è niente 177 3, 3 | loro con maggior libertà)~LEAN.~«Voi de' segreti di natura 178 3, 3 | sonno, ma poi si addormenta)~LEAN.~«Un cenno vostro in mio 179 3, 3 | dorme».~COST. Bravissimo.~LEAN. Zitto.~ROB. Approfittiamo 180 3, 3 | versi del signor Leandro.~LEAN. Ho io ritrovato delle ottave 181 3, 3 | obbligazione, signor Leandro.~LEAN. Siete due innamorati sì 182 3, 4 | Leandro ha delle altre ottave.~LEAN. Sì, se aveste bisogno di 183 3, 4 | piaciuti infinitamente.~LEAN. Un'altra volta ve li leggerò 184 3, 5 | cose nostre assai bene.~LEAN. Così scherzando, volete 185 3, 6 | Agapito e Servitori.~ ~LEAN. Fate per me, vi prego, 186 3, 6 | stata contenta del pranzo?~LEAN. Contentissimo. Non si può 187 3, 6 | è un uomo generosissimo.~LEAN. Vi riverisco, signor Agapito. ( 188 5, 7 | gusto che mi ho preparato.~LEAN. Si può entrare?~GOTT. Favorisca.~ 189 5, 7 | entrare?~GOTT. Favorisca.~LEAN. Sono molto obbligato alla 190 5, 7 | un tal onore questa sera.~LEAN. Voi mi obbligate infinitamente.~ 191 5, 9 | illuminato, ma voglio andarmene.~LEAN. Favorisca, ho da fargli 192 Ult | obbligazione. (ad Agapito)~LEAN. Ed io egualmente per essere Il contrattempo Atto, Scena
193 2, 12 | amico Leandro, dispensatemi.~LEAN. Avrei piacere che mi diceste 194 2, 12 | sono in caso di giudicare.~LEAN. Un sonetto si legge presto. 195 2, 12 | gran seccatori). (da sé)~LEAN. Può essere che non vi dispiaccia.~ 196 2, 12 | non ho la mente serena.~LEAN. Che cosa avete, che vi 197 2, 12 | sentire il vostro sonetto.~LEAN. Eh, so che altre volte 198 2, 12 | da sé) Sappiate, amico...~LEAN. E le avete compatite.~FLOR. 199 2, 12 | applaudite. Ora sappiate...~LEAN. Questo sonetto non dovrebbe 200 2, 12 | rivederci. (in atto di partire)~LEAN. Come! così mi piantate? 201 2, 12 | ascoltarmi, ve lo dirò.~LEAN. Dite, dite, che se vi trovo 202 2, 12 | FLOR. Che cosa farete?~LEAN. Un sonetto, subito.~FLOR. 203 2, 12 | non basterebbe un canto.~LEAN. Anche un poema, se bisogna. 204 2, 12 | Pantalone de' Bisognosi.~LEAN. Sì, è uno de' miei mecenati.~ 205 2, 12 | che egli ha una figlia.~LEAN. Lo so, le ho fatto il suo 206 2, 12 | Il suo ritratto? Come?~LEAN. In quattordici versi.~FLOR. 207 2, 12 | ed egli me l'ha negata.~LEAN. E per questo vi disperate? 208 2, 12 | Che cosa m'insegnerete?~LEAN. Fatele fare un sonetto.~ 209 2, 12 | inutile. Ella non ascolta..~LEAN. Se resiste a uno de' miei 210 2, 12 | servono a un bell'uffizio.~LEAN. Sentite questo sonetto.~ 211 2, 12 | FLOR. Voi mi tormentate.~LEAN. Sentitelo: può essere ch' 212 2, 12 | FLOR. Via, sentiamolo.~LEAN. Sediamo. Avete bevuto il 213 2, 12 | FLOR. Non ancora. (sedendo)~LEAN. Ordinatelo, che lo beveremo.~ 214 2, 12 | caffè. (al Caffettiere)~LEAN. Eccolo.~Amante tenero a 215 2, 12 | Oh che roba!) (da sé)~LEAN. Avete avuto piacere a sentirlo?~ 216 2, 12 | sentirlo?~FLOR. Sì, molto.~LEAN. Eppure non mi costa che 217 2, 12 | che avete della facilità.~LEAN. Se credeste che presentandolo 218 2, 13 | porta in faccia?) (da sé)~LEAN. Chi è questo? (a Florindo)~ 219 2, 13 | Florindo)~FLOR. Non lo conosco.~LEAN. Ehi. (al Caffettiere) Questo 220 2, 13 | uomo dotto, che parla bene.~LEAN. È dotto sì?~CAFF. Almeno 221 2, 13 | Almeno ho sentito dirlo.~LEAN. Fategli leggere questo 222 2, 13 | io.~CAFF. Sarà servita.~LEAN. Voglio sentire che cosa 223 2, 13 | degli altri. (legge piano)~LEAN. Avete sentito? (a Florindo)~ 224 2, 13 | parta). (da sé, e parte)~LEAN. (Pagherei uno scudo a non 225 2, 13 | far peggio? (legge piano)~LEAN. Signor mio...~OTT. Avete 226 2, 13 | sentito questo sonetto?~LEAN. Sì, l'ho sentito.~OTT. 227 2, 13 | intesa una simile bestialità?~LEAN. Eppure...~OTT. Basta dire 228 2, 13 | somaraccio di Leandro Zucconi.~LEAN. (Or ora gli metto le mani 229 2, 14 | Leandro, vi domando scusa.~LEAN. Non si strapazzano così 230 2, 14 | Non vi aveva conosciuto.~LEAN. E non conoscendomi ancora, 231 2, 14 | dette?~OTT. Compatitemi.~LEAN. Pare a voi che questo sonetto 232 2, 14 | io sarò di cattivo gusto.~LEAN. Io sono un asino?~OTT. 233 2, 14 | sarà vero. Averò fallato.~LEAN. Mi maraviglio di voi, e 234 2, 14 | vendicarmi.~OTT. Fatelo.~LEAN. «Farò co' versi miei giusta Le donne curiose Atto, Scena
235 1, 1 | punto sono arrivato a dama.~LEAN. Ed io non tarderò ad arrivarvi.~ 236 1, 1 | che più loro pena...~LEAN. Soffio la dama.~FLOR. Perché?~ 237 1, 1 | Soffio la dama.~FLOR. Perché?~LEAN. Perché non avete mangiato 238 1, 1 | rimettere la partita. (giocando)~LEAN. Fatelo discorrere, che 239 1, 1 | seguita, di far peggio.~LEAN. Dama. Una gran cosa con 240 1, 2 | stesso)~PANT. Amicizia.~LEAN. Amicizia. (tutti dicono 241 1, 2 | Amicizia. (come sopra)~LEAN. Amicizia.~FLOR. Amicizia. ( 242 1, 2 | Amicizia.~LEL. Amicizia.~LEAN. Amicizia. (Lelio, Ottavio, 243 2, 13 | TREDICESIMA~ ~Leandro e detto.~ ~LEAN. Servo, signor Pantalone.~ 244 2, 13 | Pantalone.~PANT. Amicizia.~LEAN. Amicizia. (si abbracciano)~ 245 2, 13 | No se fa altre cerimonie.~LEAN. Va benissimo. Tutti i complimenti 246 2, 13 | i se degna de praticar.~LEAN. Signor Pantalone, un mio 247 2, 13 | conversazione.~PANT. Xelo galantomo?~LEAN. Certamente.~PANT. A pian 248 2, 13 | che el sia un galantomo?~LEAN. Io l'ho sempre veduto trattare 249 2, 13 | col tempo i se descoverze.~LEAN. È nato bene.~PANT. No xe 250 2, 13 | galantomo, ma le bone azion.~LEAN. È uomo che spende generosamente.~ 251 2, 13 | el spende xe tutto soo.~LEAN. Io poi non so i di lui 252 2, 13 | impegnar che el sia galantomo.~LEAN. In questa maniera, signor 253 2, 13 | aver trovà un bel tesoro.~LEAN. Io questo che vi propongo 254 2, 14 | la ghe averza la porta.~LEAN. Volentieri. (apre)~BRIGH. 255 2, 14 | fatto, spendo volentiera.~LEAN. Signor Pantalone, posso 256 2, 14 | xelo? Cossa gh'alo nome?~LEAN. È un certo Flamminio Malduri.~ 257 2, 14 | cossa che dise i altri.~LEAN. Vorrei condurlo alla cena.~ 258 2, 14 | sul fatto se rissolverà.~LEAN. Vado a ritrovarlo. Spero 259 3, 3 | TERZA~ ~Leandro e detti.~ ~LEAN. Amicizia. (tutti fanno 260 3, 3 | Chi è? Come si chiama?~LEAN. Egli è il signor Flamminio 261 3, 3 | contentissimo.~FLOR. Ed io pure.~LEAN. Posso dunque farlo passare.~ 262 3, 3 | qualcossa. Cossa ghe par?~LEAN. Questi è un uomo generoso, 263 3, 3 | Cossa diseu, sior Leandro?~LEAN. Va benissimo, ed ora con 264 3, 4 | Leandro, Flamminio e detti.~ ~LEAN. Amicizia.~PANT. Amicizia. 265 3, 4 | i ne vorave precipitar.~LEAN. Queste cose gliele ho dette La mascherata Opera, Atto, Scena
266 MAS, 1, 3| Leandro e detti.~ ~ ~~~LEAN.~~~~Cos'è questo rumor? 267 MAS, 1, 3| Io sono disperata.~~~~~~LEAN.~~~~Cos'è stato?~~Sapete 268 MAS, 1, 3| restare svergognato).~~~~~~LEAN.~~~~Se posso in qualche 269 MAS, 1, 3| denari in quantità.~~~~~~LEAN.~~~~Eh non importa, il sarto 270 MAS, 1, 3| non vuole aspettar.~~~~~~LEAN.~~~~Quanto ha d'avere?~~~~~~ 271 MAS, 1, 3| non è poi gran somma.~~~~~~LEAN.~~~~A questa cosa rimediar 272 MAS, 1, 3| lire settecento sole.~~~~~~LEAN.~~~~(Ahi che fiera stoccata!)~~~~~~ 273 MAS, 1, 3| BELT.~~~~Indiscreta!~~~~~~LEAN.~~~~State cheti.~~Se mi 274 MAS, 1, 3| avvezzata sono stato io).~~~~~~LEAN.~~~~(Vederò, se potessi~~ 275 MAS, 1, 3| più bel non ebbi mai.~~~~~~LEAN.~~~~Monsieur, mi conoscete.~~ 276 MAS, 1, 3| reso: aspetti pure).~~~~~~LEAN.~~~~A me basta che siate~~ 277 MAS, 1, 3| BELT.~~~~Affetto?~~~~~~LEAN.~~~~Dir m'intendo~~Onestissimamente.~~~~~~ 278 MAS, 1, 3| ben senza malizia?~~~~~~LEAN.~~~~Orsù, la mascherata~~ 279 MAS, 1, 11| Anzi voi mi onorate.~~~~~~LEAN.~~~~Io sono a parte~~Di 280 MAS, 1, 11| Signor Leandro, e lei?~~~~~~LEAN.~~~~Bene, a' vostri comandi.~~~~~~ 281 MAS, 1, 12| VITT.~~~~(Bravo).~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Ormai,~~Mie signore, 282 MAS, 1, 12| il mio compagno.~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Io ho l'onore~~Di servire 283 MAS, 1, 12| moglie vuò andar io.~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Vossignoria s'accomodi.~~ 284 MAS, 1, 12| dove! fermate.~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Eh, col marito andate.~~ 285 MAS, 2, 1| volemo farve lume.~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Mesieur, mesieur, madames~~ 286 MAS, 2, 1| star mamaluche.~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Madam, donè la main. ( 287 MAS, 2, 1| Dimme, chi songo io?~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Voi siete sposo~~Di 288 MAS, 2, 1| mogliema che buoi?~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Je fer pretendo,~~Monsiur, 289 MAS, 2, 1| a Leandro)~~ ~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Je tutte contante,~~ 290 MAS, 2, 1| sì, sì.~~ ~~~~BELT.~~ ~~~~LEAN.~~~~Allon , . (entrano 291 MAS, 2, 2| Molto voi mi piacete.~~~~~~LEAN.~~~~Veneziana gentil, bella 292 MAS, 2, 2| la burla i me daria.~~~~~~LEAN.~~~~Basta, sembra in Milano~~ 293 MAS, 2, 2| Venezia, benedetta! tiò.~~~~~~LEAN.~~~~Via, lodo che serbiate~~ 294 MAS, 2, 2| qualcun de da Stra.~~~~~~LEAN.~~~~Dite liberamente.~~~~~~ 295 MAS, 2, 3| Gentilissima donna!~~~~~~LEAN.~~~~Ella, a dir vero,~~È 296 MAS, 2, 3| darà più della mia.~~~~~~LEAN.~~~~(Anche questa è gelosa).~~~~~~ 297 MAS, 2, 3| E con ragione.~~~~~~LEAN.~~~~Credetemi, signora,~~ 298 MAS, 2, 4| scaltro i miei sospetti.~~~~~~LEAN.~~~~Infatti non può darsi~~ 299 MAS, 2, 4| A non esser gelosi?~~~~~~LEAN.~~~~Io vel dirò,~~Se ascoltarmi 300 MAS, 2, 4| AUR.~~~~Ascolterò.~~ ~~~~~~LEAN.~~~~Chi crede il bene~~Il 301 MAS, 2, 8| obbligata; non s'incomodi.~~~~~~LEAN.~~~~Io faccio il dover mio.~~~~~~ 302 MAS, 2, 8| Non gli abbadate.~~~~~~LEAN.~~~~Amico,~~Son vostro servitore.~~~~~~ 303 MAS, 2, 8| MEN.~~~~Troppa bontà.~~~~~~LEAN.~~~~(Lucrezia, a rivederci). ( 304 MAS, 2, 8| Foco a vossignoria.~~~~~~LEAN.~~~~Padrone, a voi m'inchino.~~~~~~ 305 MAS, 2, 8| rotto il chitarrino.~~~~~~LEAN.~~~~(Oh che uomo mal nato!~~ 306 MAS, 2, 11| Menichino, Leandro~ ~ ~~~LEAN.~~~~Il povero Beltrame~~ 307 MAS, 2, 11| avria da cavaliere.~~~~~~LEAN.~~~~La sua moglie lo sa?~~~~~~ 308 MAS, 2, 11| VITT.~~~~Credo di no.~~~~~~LEAN.~~~~Eccolo ch'egli viene.~~ 309 MAS, 2, 11| e taccio. (parte)~~~~~~LEAN.~~~~Mascherati fra poco 310 MAS, 2, 12| Gelosa non son io.~~~ ~~~~~LEAN.~~~~} a due~~~~Vittoria 311 MAS, 2, 12| BELT.~~~~Eccolo .~~~ ~~~~~LEAN.~~~~Riverenza.~~~ ~~~~~BELT.~~~~ 312 MAS, 3, 5| Leandro e detti.~ ~ ~~~LEAN.~~~~Signori, mi dispiace~~ 313 MAS, 3, 5| disperata mi vedrete.~~~~~~LEAN.~~~~Mi dispiacciono assai,~~ 314 MAS, 3, 5| LUCR.~~~~Dunque...~~~~~~LEAN.~~~~Vi riverisco.~~Di disturbar 315 MAS, 3, 5| non ci abbandonate.~~~~~~LEAN.~~~~Alla moglie badate,~~ Il Moliere Atto, Scena
316 1, 1 | Moliere e Leandro.~ ~ ~~~LEAN.~~~~Eh via, Moliere, amico, 317 1, 1 | i commedianti miei!~~~~~~LEAN.~~~~Oh bella, oh bella, 318 1, 1 | menardura vita.~~~~~~LEAN.~~~~Ma ditemi, di grazia: 319 1, 1 | dispiacer leggieri?~~~~~~LEAN.~~~~Dir v’intendete forse, 320 1, 1 | lessi il fatal divieto.~~~~~~LEAN.~~~~Ma se vi fu sospeso 321 1, 1 | hanno di me cantato.~~~~~~LEAN.~~~~Ma per dir vero, amico, 322 1, 1 | sappia e si discopra.~~~~~~LEAN.~~~~Basta, vi passo tutto; 323 1, 1 | voi solo è permesso.~~~~~~LEAN.~~~~È tutto il gran pensiere, 324 1, 1 | io quel che ragiono.~~~~~~LEAN.~~~~Viver, viver vogl’io. 325 1, 1 | dee usar moderazione.~~~~~~LEAN.~~~~Chi sente voi, Moliere, 326 1, 1 | non siete la sera.~~~~~~LEAN.~~~~Bevo, eh?~~~~~~MOL.~~~~ 327 1, 1 | Sì, un po’ troppo.~~~~~~LEAN.~~~~E il vin desta allegria.~~~~~~ 328 1, 1 | MOL.~~~~Talvolta...~~~~~~LEAN.~~~~E il vostro latte v’ 329 1, 1 | una sì trista scuola.~~~~~~LEAN.~~~~Né io la vostra imparo; 330 1, 1 | quell’inebriarsi!~~~~~~LEAN.~~~~Ditemi, amico mio,~~ 331 1, 1 | il bene dal difetto.~~~~~~LEAN.~~~~Oh, oh! mi ha inaridito 332 1, 1 | Volete il col latte?~~~~~~LEAN.~~~~No, no, non m’abbisogna:~~ 333 1, 1 | MOL.~~~~A quest’ora?~~~~~~LEAN.~~~~Non bevo, come voi vi 334 1, 1 | fate ch’ella vi dia.~~~~~~LEAN.~~~~Ah! sì sì, la Béjart 335 1, 1 | gentilmente mi fa l’economia.~~~~~~LEAN.~~~~Ehi, per cagion di questa, 336 1, 1 | no, son favolette.~~~~~~LEAN.~~~~Eh taci, malandrino,~~ 337 1, 1 | voi piace il vino.~~~~~~LEAN.~~~~Bada bene, che il vino 338 1, 1 | della Béjart la figlia.~~~~~~LEAN.~~~~Amico, l’occasione che 339 1, 1 | via, siete sboccato.~~~~~~LEAN.~~~~Un comico poeta s’avrà 340 1, 1 | giudizio, chiacchierone.~~~~~~LEAN.~~~~Osserva, se ho giudizio; 341 1, 1 | Dove, signore?~~~~~~LEAN.~~~~A bere una bottiglia,~~ 342 2, 12 | che di me si ricordi.~~~~~~LEAN.~~~~Molier, le tue bottiglie 343 2, 12 | donne indiavolate!)~~~~~~LEAN.~~~~Forte, schiumoso e bianco...~~~~~~ 344 2, 12 | ciel! Voi m’annoiate.~~~~~~LEAN.~~~~Ecco qui; maledetta 345 2, 12 | fareste le gran cose!~~~~~~LEAN.~~~~Eh, s’io compor dovessi, 346 2, 12 | ornare i versi miei.~~~~~~LEAN.~~~~Oh, se a me l’opre vostre 347 2, 12 | che vogl’io. (parte)~~~~~~LEAN.~~~~Che diavolo! quest’oggi, 348 3, 4 | Leandro e detti.~ ~ ~~~LEAN.~~~~Olà, che diavol fate?~~~~~~ 349 3, 4 | all’opre di Moliere?~~~~~~LEAN.~~~~Sunt bona mixta malis, 350 3, 4 | VAL.~~~~Io so...~~~~~~LEAN.~~~~Zitto. (a Valerio)~~~~~~ 351 3, 4 | Lasciate ch’ei parli.~~~~~~LEAN.~~~~State cheto. (al Conte)~~~~~~ 352 3, 4 | CON.~~~~M’offese.~~~~~~LEAN.~~~~D’aggiustarla io troverò 353 3, 4 | ma salvo l’onor mio.~~~~~~LEAN.~~~~Seguite i passi miei. 354 3, 4 | VAL.~~~~Signor...~~~~~~LEAN.~~~~Non si ripete.~~~~~~ 355 3, 4 | CON.~~~~Ma io...~~~~~~LEAN.~~~~Non v’è risposta.~~Per 356 3, 4 | di Moliere. (parte)~~~~~~LEAN.~~~~Venite voi? (a Valerio)~~~~~~ 357 3, 4 | il teatro io sono.~~~~~~LEAN.~~~~Restate. Abil non siete 358 4, 9 | conte Lasca e detti.~ ~ ~~~LEAN.~~~~Viva Molier millanni, 359 4, 9 | Signor, troppa bontà...~~~~~~LEAN.~~~~Più vivamente espresso~~ 360 4, 9 | Cortese cavaliere...~~~~~~LEAN.~~~~Celebre, egregio autore!~~~~~~ 361 4, 9 | sempre a seconda).~~~~~~LEAN.~~~~Moliere, a voi vicina 362 4, 9 | vin troppo bestiale.~~~~~~LEAN.~~~~Il Conte non sa bere.~~~~~~ 363 4, 9 | voi siete brutale.~~~~~~LEAN.~~~~Venne al teatro meco, 364 4, 9 | Parla con fondamento).~~~~~~LEAN.~~~~Fec’io quel che far 365 4, 9 | basta il principio.~~~~~~LEAN.~~~~Ed a me basta il fine.~~~~~~ 366 4, 9 | vedute anche di volo.~~~~~~LEAN.~~~~Il pubblico v’applaude, 367 4, 9 | ridire i frizzi, i sali.~~~~~~LEAN.~~~~Un sarto ha registrati 368 4, 9 | cui tremo e pavento).~~~~~~LEAN.~~~~Dopo essere noi stati 369 4, 9 | altro passeggiando.~~~~~~LEAN.~~~~Via, via, siam vostri 370 4, 9 | sostener m’impegno.~~~~~~LEAN.~~~~Che uomo singolare!~~~~~~ 371 4, 9 | molto vorrebbe avere.~~~~~~LEAN.~~~~Conte, a bere vi sfido.~~~~~~ 372 4, 9 | la disfida accetto.~~~~~~LEAN.~~~~Voi non andate a casa.~~~~~~ Il prodigo Atto, Scena
373 1, 9 | desmonta. (verso il burchiello)~LEAN. La riverisco divotamente. ( 374 1, 9 | xela, signor? (sospeso)~LEAN. Sono un cugino del fu marito 375 1, 9 | parentela xe un poco lontana.~LEAN. Son io quello che l'assiste 376 1, 9 | desmonta siora Clarice?~LEAN. Sta accomodandosi un poco 377 1, 9 | darghe man a desmontar.~LEAN. Non v'incomodate; anderò 378 1, 9 | vuol darle il braccio)~LEAN. Non s'incomodi. (le 379 1, 10 | Clarice, Leandro, Ottavio~ ~LEAN. Cugina carissima, permettetemi 380 1, 10 | vedova che non ha gran dote?~LEAN. Il negozio non sarebbe 381 1, 10 | qual fondamento lo dite?~LEAN. Non avete sentito quello 382 1, 10 | per dove siamo venuti.~LEAN. Ma intanto si dirà che 383 1, 10 | Momolo, e ci regoleremo.~LEAN. Dicono che il signor Momolo, 384 1, 10 | che barzellette pel capo.~LEAN. La signora Clarice merita 385 1, 10 | vi conosco negli occhi.~LEAN. Il partito non è lontano, 386 1, 10 | da vero, signor Leandro?~LEAN. Non ardirei su tal proposito 387 1, 10 | stringere la parentela.~LEAN. Signore astrologo...~CLAR. 388 1, 11 | a Leandro ed Ottavio)~LEAN. Non ancora; ma lo vedremo.~ 389 1, 11 | più delizioso del mondo.~LEAN. Dopo pranzo lo goderemo, 390 1, 11 | zoga, che i se deverta.~LEAN. Al trucco io non ci so 391 1, 11 | quattro partide a picchetto.~LEAN. Signore, con sua buona 392 1, 11 | manca altro che una novizza.~LEAN. Vi manca una sposa, eh? 393 1, 11 | maridà, no farò miga cussì.~LEAN. Chi è prodigo per natura, 394 1, 11 | da latte co la so mama.~LEAN. S'io fossi donna, non vi 395 1, 11 | renderme degno della so grazia.~LEAN. Mia cugina non vi ha esibito 396 1, 11 | cossa disela? (a Clarice)~LEAN. Non è questo il tempo per 397 1, 11 | pregasse de permetterme che...~LEAN. Alle donne civili non si 398 1, 11 | tavarnelle ai galantomeni.~LEAN. Che son queste tavarnelle? ( 399 1, 11 | per alterarci di tutto.~LEAN. Sono in compagnia di mia 400 1, 11 | tutti)~MOM. Bravissima.~LEAN. Bene, accomodatevi come 401 1, 11 | amicizia, ma non per questo...~LEAN. È inutile che diciate di 402 2, 6 | SESTA~ ~Leandro e detti.~ ~LEAN. È permesso avanzarmi?~OTT. 403 2, 6 | superfluo che lo domandiate.~LEAN. Non vorrei interrompere 404 2, 6 | di un domestico affare.~LEAN. Partirò dunque...~OTT. 405 2, 6 | discorso nostro era già finito.~LEAN. Pare che la signora Clarice 406 2, 6 | quella stima che meritate.~LEAN. Che voi lo diciate, è un 407 2, 6 | l'interno delle persone.~LEAN. Dai segni esterni si conosce 408 2, 6 | vostra buona intenzione?~LEAN. Altre volte, signora, quand' 409 2, 6 | fossero diventati amari.~LEAN. Deridetemi, che ben lo 410 2, 6 | qualche volta bizzarre.~LEAN. Dello spirito della signora 411 2, 6 | essere né l'uno, né l'altro.~LEAN. Appunto perché non siete 412 2, 6 | pacificati? (a Leandro)~LEAN. Ve l'ho detto, e ve lo 413 2, 6 | strapazzando un uomo civile.~LEAN. Perdoni, signora, non mi 414 2, 6 | si perdesse il rispetto.~LEAN. Anche questo rimprovero 415 2, 7 | fratello; non dirà di no.~LEAN. Resterà il signor Ottavio, 416 2, 7 | trattegnir. (a Leandro)~LEAN. Certamente ho degli affari 417 2, 7 | La se comoda co la vol.~LEAN. Profitterò dei buoni consigli 418 2, 7 | le ha più dite). (da sé)~LEAN. La signora Clarice non 419 2, 7 | viaggio riesce meno noioso.~LEAN. Perché la compagnia non 420 2, 7 | Se dilettela de ballar?~LEAN. La signora Clarice si diverte 421 2, 7 | cosa lo rende inquieto.~LEAN. Il confronto del signor 422 2, 7 | oracolo il signor Leandro.~LEAN. Ho principiato a rendermi 423 2, 7 | xe capità un'occasion...~LEAN. Sì, certo; il generosissimo 424 2, 10 | Camera~ ~Clarice e Leandro~ ~LEAN. Il proverbio non falla; 425 2, 10 | attaccato al signor Leandro.~LEAN. Signora, questa è un espressione 426 2, 10 | niente meno della vostra.~LEAN. Se parlo così rispetto 427 2, 10 | interessarvi la mia persona.~LEAN. Siete voi persuasa ch'egli 428 2, 10 | necessario che voi lo sappiate.~LEAN. Da quando in qua, signora 429 2, 10 | scoperto il vostro carattere.~LEAN. Che mai avete in me scoperto 430 2, 10 | insidiosa, una falsa amicizia.~LEAN. V'ingannate, signora; ho 431 2, 10 | lo dite senza arrossire.~LEAN. Ho da vergognarmi, se vi 432 2, 10 | era lecito di coltivarlo.~LEAN. Voi non sapete come io 433 2, 10 | resa lecita per accidente.~LEAN. Che argomentar sofistico! 434 2, 10 | comparisca ai vostri occhi.~LEAN. Vi ho sempre conosciuto 435 2, 10 | sentirete mai confessare.~LEAN. Ma senza che lo confessiate, 436 2, 10 | Potreste anche ingannarvi.~LEAN. Dunque il signor Momolo 437 2, 10 | una simile conseguenza?~LEAN. Giusto cielo! l'amate, 438 2, 10 | necessario che a voi lo dica.~LEAN. Ditemi almeno, se posso 439 2, 10 | corrispondenza perfetta.~LEAN. In amore, m'intendo.~CLAR. 440 2, 10 | me li nascondeste finora.~LEAN. Intendo, voi vi lagnate, 441 2, 10 | ora me lo avete scoperto.~LEAN. Non vi capisco, signora.~ 442 2, 10 | mi capirete più di così.~LEAN. Parmi per altro d'indovinare 443 2, 10 | nascondere i miei pensieri.~LEAN. Voi vi prendete spasso 444 2, 10 | ho cuore di divertirmi.~LEAN. Potrebbe darsi che voi 445 2, 10 | Sempre più lontano dal vero.~LEAN. Dunque mi odiate.~CLAR. 446 2, 10 | mi odiate.~CLAR. Nemmeno.~LEAN. Avete per me dell'indifferenza?~ 447 2, 10 | principiate ad indovinare.~LEAN. Per causa del signor Momolo.~ 448 2, 10 | Momolo.~CLAR. Non è vero.~LEAN. Per mio destino adunque.~ 449 2, 10 | adunque.~CLAR. Potrebbe darsi.~LEAN. Eh, che il destino in simili 450 2, 10 | qualche cosa di equivalente.~LEAN. Sarà un'ingratitudine manifesta.~ 451 2, 10 | tutto quello che voi volete.~LEAN. Per me dunque non vi è 452 2, 10 | essere, ma senza frutto.~LEAN. E pure, ad onta di tutto 453 3, 4 | soffra almanco stassera.~LEAN. La signora Clarice vuol 454 3, 4 | all'onor che i m'ha fatto.~LEAN. Vi rendiamo grazie, ma 455 3, 4 | allestiscano per il ritorno.~LEAN. Subito, signora. Sarete 456 3, 4 | el me ne renderà conto.~LEAN. Io non penso che ad obbedire 457 3, 4 | con vu la discorreremo.~LEAN. Da me che pretendereste?~ 458 3, 4 | Pazenzia! son sfortunà.~LEAN. Sentite? La signora Clarice 459 3, 21 | VENTUNESIMA~ ~LEANDRO e detti.~ ~LEAN. Signora Clarice, il burchiello 460 3, 21 | dovendo dipendere dallo sposo.~LEAN. Dallo sposo? E chi è questi?~ 461 3, 21 | per servirla. (a Leandro)~LEAN. Questo è un affare condotto 462 3, 21 | sapete già... (a Leandro)~LEAN. So quel che volete dirmi.
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License