L'amante di sé medesimo
    Atto, Scena
1 4, 5| poderave;~~Ma mi, se fusse in elo, so che responderave.~~~~~~ 2 4, 5| piaso.~~Diria, se fusse in elo: padrona reverita,~~La parla 3 5, 7| ALB.~~~~L'ha da vegnir qua elo.~~El xe tutto contento. Gli amanti timidi Atto, Scena
4 3, 1 | no lo pol aver tegnù per elo. Certo, seguro, Camilla L'avvocato veneziano Atto, Scena
5 1, 9 | tutte). (da sé)~ALB. (Chi elo quel signor?) (a Lelio)~ 6 1, 9 | poco). (ad Alberto)~ALB. (Elo conte, contin o contadin?)~ 7 3, 2 | ela sta gran causa? Qual elo sto gran ponto de rason13? La bancarotta, o sia il mercante fallito Atto, Scena
8 1, 1| Cossa vorla far? È pezo per elo: ma intanto, scodendo dove 9 1, 2| principal?~TRUFF. I va mal per elo e pezo per mi. A sto vecchio 10 1, 4| buono.~TRUFF. Perché anca elo l'è senza bezzi.~SMER. No, 11 1, 6| con ironia)~TRUFF. E chi elo, se la domanda è lecita?~ 12 1, 10| serve? L'ha godesto anca elo; el xe zovene, che el se 13 1, 10| agiuterà, e se el ghe n'averà elo, bisognerà che el me ne 14 2, 4| rabbia de no aver podesto far elo quello che ho fatto mi. 15 3, 1| fio? Varda ben che anca elo el xe to patron. Ti no ti 16 3, 1| nostro bisogno, senza che elo se n'accorzesse?~TRUFF. 17 3, 1| costa un ducato.~PANT. Chi elo quel favro che te l'ha fatta?~ 18 3, 14| succederà l'istesso anca a elo.~LEAN. Convien dire però Le baruffe chiozzotte Atto, Scena
19 1, 3 | laorare. ~ORS. Che el se varda elo, sior Tòffolo Marmottina. ~ 20 2, 2 | LUC. Se el me lo farà elo, ghe lo farò anca . ~PAS. 21 2, 8 | innocente? L'ha tratto anca elo de le pieràe. ~ISI Tanto 22 2, 12 | ingrugna) Oh! certo, anca elo me vôl minchionare. ~ISI. 23 2, 12 | a Tòffolo Marmottina, e elo ghe trava de le pieràe. ~ 24 2, 13 | con de le arme contra de elo?~ORS. Sior sì. ~ISI. Chi 25 2, 13 | gh'àlo nissùn soranome, elo?~ISI. (scrivendo) Via, via, 26 2, 16 | parte)~PAS. Oh! giusto elo. ~LUC. Anderemo da elo. ~ 27 2, 16 | giusto elo. ~LUC. Anderemo da elo. ~ISI. Andé dove diavolo 28 3, 12 | l'anno, e co nol ghe elo, el me lassa le chiave a 29 3, 13 | persuaso a vegnire. ~ISI. Dov'elo?~VIC. El de fuora; che 30 3, 18 | VIC. No'l la gh'ha co elo, lustrissimo; el la gh'ha 31 3, 18 | dubitare. ~ISI. Via, va con elo; e fa quel che te dise paron 32 3, ul | qualcòssa, el m'ha dito de pèzo elo. Ma ghe vòggio ben e 33 3, ul | ben e gh'ho perdonà; e se elo no me vol perdonare, La bottega da caffè Atto, Scena
34 3, 3| via).~~El cognosse anca elo~~Che un aseno l’è stà...~~~~~~ Il bugiardo Atto, Scena
35 1, 16 | relazion ch'ho avude de elo, l'è un zovene de proposito, 36 1, 18 | andare.)~PAN. (Che el fusse elo mio fio?)~LEL. Vetturini! 37 2, 10 | tanto ingordo.~ARL. Com'elo fatto sto vostro padre, 38 2, 11 | Oh, che caro matto! Chi elo costù?~LEL. È un mio servitore, 39 3, 3 | ho una lettera anca per elo.~PAN. Demela a mi, che son 40 3, 4 | Signor mio riveritissimo. Chi elo questo che scrive? Masaniello 41 3, 4 | da sta lettera, diretta a elo, se pol rilevar qualcossa. ( 42 3, 5 | padre gli scrivesse.)~PAN. Elo un omo de garbo? Un omo Il buon compatriotto Atto, Scena
43 1, 7 | impegno a mi; lassè che con elo me destriga mi.~ISAB. Ah 44 1, 7 | quell'amor che gh'avè per elo?~ISAB. Non crederei ch'egli 45 2, 1 | me minchiona, poveretto elo. Alo mai provà che bestia 46 2, 2 | signor, e son contenta de elo, e spero che elo sarà contento 47 2, 2 | contenta de elo, e spero che elo sarà contento de mi.~MUSES. 48 2, 2 | sior Musestre. El xe stà elo che m'ha messo in casa sior 49 2, 2 | el me sposa, gh'averò a elo l'obligazion. Bisognerà 50 2, 2 | tre zorni el starà anca elo come ch'el poderà. (parte)~ ~ ~ ~ 51 2, 6 | Ridolfo carissimo; che se elo xe cortesan, gnanca mi no 52 2, 6 | son vegnua a Venezia per elo.~RID. Aspettate, aspettate 53 2, 10 | speranza che gh'ho sora de elo, me fa sopportar i torti 54 3, 4 | che nol lo savesse gnanca elo. Vardè quando che i dise; Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
55 1, 2 | magari! Vardè, e se el xe elo, fe ch'el vegna avanti.~ 56 1, 2 | avanti.~LUC. E se nol xe elo?~CEC. Sappième dir chi xe.~ 57 1, 2 | avè da far, che se el xe elo conosserè un capo d'opera.~ 58 1, 2 | siestu malignazo12! el xe elo, el xe elo. (guardando verso 59 1, 2 | malignazo12! el xe elo, el xe elo. (guardando verso la scena).~ ~ ~ ~ 60 1, 3 | che non è lui)~CEC. Nol xe elo, via, nol xe elo. (toccando 61 1, 3 | Nol xe elo, via, nol xe elo. (toccando col gomito Lissandro) 62 1, 3 | Siora sì, el ghe giera anca elo, e come ch'el xe mio amigo, 63 1, 3 | LISS. Ben donca, giusto elo...~ZAN. Giusto ela. (a Cecilia, 64 1, 3 | Cecilia)~ZAN. Lassémolo far elo. (a Cecilia)~LISS. E la 65 1, 5 | scene che s'ha fatto sora de elo!~CEC. El me l'ha ditto. 66 1, 6 | interrompendola)~RIO. La me lassa dir; elo no gh'ha casin...~TON. No 67 1, 6 | sicura de gnente, poveretto elo. Ch'el varda ben... che 68 1, 6 | tasa, che credo ch'el sia elo.~TON. Da che banda? (guardando 69 1, 6 | manco). (da sé) E cussì xelo elo?~ ~ ~ ~ 70 1, 7 | compare Bernardin. Ghe xe da elo dei Bolognesi, che gh'ha 71 1, 7 | bisogna che vaga a disnar da elo.~TON. Per cossa mo a disnar?~ 72 1, 9 | che gh'ho, lo riconosso da elo, e no finirò mai de pagar 73 1, 9 | vegnir ancuo a disnar da vu, elo e siora Cattina, so fia.~ 74 1, 9 | mezzozorno el me aspetta da elo, montaremo in gondola, e 75 1, 13 | osto xe avisà, e el vien elo in persona.~LISS. Gh'astu 76 2, 1 | Bortolo vol vegnir anca elo a disnar. La cossa se fa 77 2, 2 | confidenza.~CATT. Mo za, elo el vorave sempre che andasse 78 2, 2 | CATT. Mo una gran cossa de elo che el vol sempre pensar 79 2, 2 | Sior sì, el vegnirà anca elo co so muggier.~CATT. (Oh 80 2, 2 | Oh poveretta mi! Anca elo xe maridà? Gran busiari 81 2, 2 | vegna mal. Andemo via, caro elo.~LISS. Vorla una scuela 82 2, 3 | CATT. Andemo via, caro elo.~RAIM. I batt. An gh'è la 83 2, 7 | donna)~CEC. E mi arente de elo; e arente de mi mio mario. ( 84 2, 11 | Lissandro. Ch'el m'abbia fatto elo sta baronada? No l'è baronada, 85 3, 2 | malora, el se vuol precipitar elo, e el me vuol precipitar 86 3, 2 | mi no ghe son intrada. Elo, elo s'ha fatto st'onor.~ 87 3, 2 | no ghe son intrada. Elo, elo s'ha fatto st'onor.~LISS. 88 3, 2 | ìntrio mi? Domandèghela a elo.~LISS. (Son intrigà morto). ( 89 3, 4 | tanto da caro! In verità per elo, ch'el xe el più bon paron 90 3, 4 | lontano) Riosa.~RIO. Ah el xe elo. (prende coraggio)~GASP. 91 3, 6 | Ho ben gusto ch'el sia elo). (da sé, ridendo) Cossa 92 3, 6 | sior Gasparo l'abbia avuda elo.~TON. Via, via, no v'inquietè; 93 3, 6 | inquietè; se el la gh'averà elo, el ve la darà.~LISS. Nol 94 3, 6 | nissun dubbio. El xe stà elo che n'ha fatta sta burla. 95 3, 6 | semo, le xe burle che a elo no ghe convien, el xe un 96 3, 6 | Gasparo mo coss'alo ditto elo a proposito de sto disnar?~ 97 3, 6 | de sto disnar?~TON. Oh, elo el l'ha ditto subito che 98 3, 6 | el m'ha invidà a cenar da elo.~TON. Oh bravo, bravo! Gh' 99 3, 11 | Qua, qua, ch'el senta anca elo. (sono tutti tre a sedere 100 3, 11 | conterò. Gh'ho da parlar de elo. (piano a Raimondo)~RAIM. La buona madre Atto, Scena
101 1, 4 | che cognosse; el m'ha menà elo. Da resto, mi? figurève. 102 1, 8 | poveretta mi se nol gh'avesse elo. Lu me scuode, lu va, lu 103 1, 8 | védela, el gh'ha so fio con elo, no ghe xe caso.~BARB. De 104 1, 8 | BARB. Oh care le mie raìse! elo pute? elo pratiche? Se la 105 1, 8 | le mie raìse! elo pute? elo pratiche? Se la savesse, 106 1, 8 | no ghe vol mal gnanca a elo, che ela xe vedoa, che lu 107 1, 8 | piasa per forza. Anca a elo la ghe piaserà. Basta che 108 1, 8 | el cuor. Xélo qua? Xélo elo? Oh no, xe la dona de sior' 109 1, 9 | importa a mi? El l'ha menà elo132 in casa. El doveva lassar 110 1, 10 | DAN. E ben, magnerolo elo? magnerò anca mi. (parte)~ 111 2, 1 | sior'Agnese fusse fatta per elo.~AGN. Tanto el sta a vegnir 112 2, 1 | sàntolo l'abbia menà con elo. El xe proprio innamorà 113 2, 1 | maneghetti la li fa per elo. Ma el ghe tanto poco.~ 114 2, 1 | anca mi qualche volta da elo.~BARB. Oh, in pochi ani 115 2, 2 | mi i occhi adosso; e anca elo, me par, me par che el ghe 116 2, 4 | Seu stà fora de casa con elo?~NICOL. Siora sì.~BARB. 117 2, 4 | le busie.~BARB. Poveretto elo, se el disesse busie!~AGN. 118 2, 8 | Caspita! la lassa far a elo.~NICOL. (Se ghe podesse 119 2, 9 | Adesso, adesso, vôi mandar da elo, e vôi che sora sto marcà 120 2, 10 | de diana, me fiderave de elo, se ghe n'avesse diese pute, 121 2, 12 | contentà de patir mi per elo, che ho magnà più lagreme 122 2, 17 | remediémoghe, se se pol; anca elo, sior compare, in tel caso 123 2, 17 | mondo.~MARG. (Ma gnanca a elo no le gh'incende242).~BARB. 124 3, 1 | Oh, no sta né a vu, né a elo, patrona. Bisogna veder 125 3, 1 | tute le vie259; e anca con elo la sarave stada da regina. 126 3, 2 | sposarla, e l'ha lassà per elo dei altri partii, e tuti 127 3, 3 | agiùtelo sto galantomo, che elo te pol far del ben. Se el 128 3, 5 | ele.~LOD. Sior no, prima elo. Fa ti, Daniela, che ti 129 3, 5 | DAN. Che el diga, caro elo, per cossa xelo vegnù qua 130 3, 5 | Daniela...~LOD. Gh'alo monea elo?~LUN. Oh in verità dasseno, 131 3, 6 | LOD. Vegnirémio a star con elo?~LUN. Ela sì, e vu no. ( 132 3, 7 | dito. Ma no me fa caso de elo, me dago de maraveggia de 133 3, 9 | puto! Ho amirà una cossa in elo; col m'ha compagnà a casa, 134 3, 10 | sior Nicoletto?~MARG. Anca elo. Sbasìo275, fio mio, se 135 3, 11 | sior Nicoletto?~GIAC. Anca elo.~BARB. Oh qua, sior'Agnese?~ 136 Ult | zoppicando)~BARB. Xélo elo, sior compare, el novizzo?~ La buona moglie Atto, Scena
137 1, 1 | BETT. Sì ben, ho parlà con elo, co so stada in stato da 138 1, 3 | Lelio.~BETT. Sì ben, giusto elo, che sielo impalao. Ma senti, 139 1, 3 | ti m’intendi, altri che elo? Oh! ch’el m’ha fato trar 140 1, 5 | consolazion; e véderme senza de elo, me sento morir. (piange)~ 141 1, 5 | da magnar, e se nol fusse elo, morirave da la fame.~CAT. 142 1, 5 | missier?~BETT. El voria elo che ghandasse, ma mi no 143 1, 5 | pagia, purché fusse con elo.~CAT. Varda come ch’el te 144 1, 17 | per grazia del cielo. E elo?~PANT. Cussì da vecchio. 145 1, 17 | certo.~BETT. Se nol vien elo, gnanca mi seguro.~PANT. 146 1, 17 | mario, bisogna che staga con elo.~PANT. Anca se nol ve dasse 147 1, 20 | abandona mi, mi no l’abandonerò elo.~CAT. I bezzi xe andai.~ 148 1, 20 | ti lo saludi col cuor, e elo te farà un prindese co siora 149 2, 4 | mi son stà a disnar con elo.~PANT. Donca avè disnà insieme.~ 150 2, 6 | mi al banco a parlar con elo. Pasqualin, aspeteme qua 151 2, 8 | vita. Bisogna che vaga con elo.~LEL. Come! Pianterete così 152 2, 10 | Disè, quel zovene, dov’elo andà Pasqualin?~CAM. È andato 153 2, 22 | sior. S’el torna, povereto elo.~BETT. Caro Pasqualin, meti 154 2, 25 | Adessadesso el vegnirà a casa anca elo.~PANT. No credo gnente. 155 2, 26 | tioria de bel niovo, e per elo me contenteria de morir. ( 156 3, 5 | Se no ti l’avessi tiolto elo, ti ghe n’averessi tiolto 157 3, 8 | leto co mi. S’el vegnirà elo, ch’el cielo lo vogia, caverò 158 3, 19 | sior pare!~BETT. Oe, el xe elo! Momola gh’ha averto. (osservando 159 3, 21 | manine a domandarghe anca elo pietà. Préghelo el nono, 160 3, 22 | e gnanca a mio mario. Za elo, più ch’el vien vecchio, La cameriera brillante Atto, Scena
161 2, 12 | io non ci sto.~TRACC. Chi elo sto sior, che nol cognosso?~ 162 2, 12 | ci voglio venire.~TRACC. Elo anca vussioria dei invidadi?~ Il campiello Atto, Scena
163 1, 4 | bezzi.~Zior? chiàmelo? El elo~Dazzeno, che me chiama; 164 2, 10 | balar con altri, che con elo. (entra in casa)~ ~ ~ 165 3, 8 | ANZOLETTO Cossa gh'ìntrelo elo?~CAVALIERE Galantuomo,~Io 166 5, 4 | el gh'è? El ghe l'ha menà elo.~ORSOLA Chiama, chiama to 167 5, 4 | Anzoletto?~LUCIETTA Anca elo qua,~In canton del fogher 168 5, 16 | tornemo in pase~Ceneremo con elo.~DONNA PASQUA Sì, fia mia;~ La casa nova Atto, Scena
169 1, 9 | giusto! El ghe vol dormir elo.~Lucietta: Cossa ste 170 1, 11 | Nu no gh'avemo bisogno de elo. Mio mario gh'ha el modo 171 1, 12 | dispetto) Vegniremo a scuola da elo.~Cecilia: (s'alza) Senti 172 1, 14 | luogo di madre? Ghe pare a elo, che una novizza de quindese 173 2, 1 | parlerò; ma nol negozio per elo.~Rosina: Per cossa?~Checca: 174 2, 13 | Lucietta: Orsù, vedo, che anca elo, lustrissimo, el se tòl 175 3, 2 | patrona?~Checca: Sì, giusto elo. una cossa, fia, andè 176 3, 3 | Checca: Co son senza de elo me par de esser persa. No 177 3, 3 | che la me voggia parlar de elo, e gh'ha mancá poco, che 178 3, 3 | maledetta casa, nol stà più elo. No l'ha più fatto conto 179 3, 3 | gh'ha giusto bisogno de elo, lu.~Cristofolo: De mi? 180 3, 3 | troverà.~Checca: El diga, caro elo. Se el gh'avesse una so 181 3, 3 | no.~Checca: El diga, caro elo. E so nezza ghe la daravelo?~ 182 3, 4 | Meneghina: Poveretta mi! Se elo no me agiuta, un de sti 183 3, 4 | m'inzenocchio davanti de elo; son in te le so man.~Cristofolo: ( 184 3, 4 | Cristofolo, la in ti ani; a elo no ghe convien tegnir una 185 3, 4 | veder, voggio parlar con elo.~Checca: Vorla che lo chiamemo?~ 186 3, 4 | chiamemo?~Cristofolo: Dov'elo?~Checca: El sarà de .~ 187 3, 5 | putto! Cossa no faravio per elo? Ghe baserò la man a mio 188 3, 8 | ghe vago, el me scazza da elo co fa un baron. '~Cecilia: 189 3, 12 | Chi donca?~Checca: Caro elo, nol vaga in collera. La 190 3, 13 | persuto.~Cecilia: Mo via, caro elo, nol me mortifica davantazo, 191 3, 13 | fusse andà vestìo co fa elo, averave ditto mal de mio 192 3, 13 | che parla mi, el parla elo, el se sfoga, el se vendica 193 3, 13 | La se fazza dar parola da elo. Co 'l marìo vòl la muggier 194 3, 13 | discorso che incanta.) Dov'elo quel poco de bon?~Cecilia: 195 3, 13 | Cristofolo: (El qua anca elo. Questa la casa de la 196 3, 14 | una cameretta in casa con elo.~Cristofolo: Mi no gh'ho 197 3, 14 | gh'ho logo.~Cecilia: Caro elo, almanco fin che se provedemo.~ 198 3, ul | barba, vegnirà a star con elo. ~Cecilia: E anca mi vegnirà La castalda Atto, Scena
199 2, 10 | ne sia informata?~PANT. Elo m’ha dito tutto.~ROS. La 200 3, 3 | da pretender, se el magna elo, che zuna el so servitor.~ Il contrattempo Atto, Scena
201 3, 3| signore, eccolo qui.~PANT. Elo fatto? (lo prende)~OTT. La donna di garbo Atto, Scena
202 2, 17| mai ghsuccesso?~ARL. Elo stà bianco o negro?~FLOR. ( La donna volubile Atto, Scena
203 1 | despiase. Bisognerà véder mo se elo te vorrà ti.~ROS. Eh, mi 204 1 | lo trovo, lo mando qua. Elo vederà ti, ti ti lo vederà 205 1 | vederà ti, ti ti lo vederà elo, e se el genio s’incontra, 206 2 | el vorria st’altra. Anca elo el xe un pezzo de matto. 207 3 | PANT. La zoggia, el xe elo.~DIA. Egli è la gioja? Oh, Le donne gelose Atto, Scena
208 1, 8| una bella donna? Mo cosselo el facchin? Elo fatto de 209 1, 8| Mo coss’elo el facchin? Elo fatto de carne de aseno?~ 210 2, 7| sé)~CHIAR. El ne averzirà elo. (s’apre la porta di Tonina)~ 211 2, 19| LUG. La ghe lo domanda a elo, che la lo saverà.~TON. 212 2, 28| sior Baseggio?)~GIU. (Dov’elo sior Baseggio?)~CHIAR. ( 213 2, 33| e detti.~ ~GIU. (El xe elo, ve digo). (a Tonina, accennando 214 3, 3| siora Tonina?~BOL. Sì ben, a elo.~GIU. Mo se giersera la 215 3, 3| Todero ghe l’abbia donada elo?~BOL. Mi no cerco i fatti 216 3, 10| schena a mio mario, anca elo me l’ha voltada a mi. Do I due gemelli veneziani Atto, Scena
217 3, 26| in sto ponto.~BRIGH. Com elo sto negozio?~ARL. Adesso, 218 3, 26| del testatore e mia.~TON. Elo quel sior cargadura, che Il genio buono e il genio cattivo Atto, Scena
219 1, 4 | torne sti bezzi, per gòderli elo). (piano a Corallina)~COR. ( Il feudatario Atto, Scena
220 2, 10| maestro di casa?~ARL. No xelo elo quello che regala?~FLOR. 221 3, 2| servo subito. (Poveretto elo, se nol gh'avesse una madre La figlia obbediente Atto, Scena
222 1, 16| asciugatoio. (a Lumaca)~BRIGH. Elo quello coi pizzi de Fiandra? 223 2, 20| un zecchino)~BRIGH. Chi elo sto ladro?~OTT. Lo conosco 224 3, 8| barca.~ARL. El bucintoro dov’elo?~BRIGH. Disìlo a quei della 225 3, 9| sono?~BRIGH. Lumaga dov’elo?~OLIV. Io non l’ho veduto.~ La finta ammalata Atto, Scena
226 1, 7| A vu sarò obbligà. Chi elo sto bravo miedego?~AGAP. 227 2, 4| signor Tarquinio.~PANT. Chi elo sto sior?~TARQ. Non conosce 228 2, 13| a Pantalone)~PANT. (Anca elo? per cossa?)~ONES. (Non 229 2, 15| credo che ghe ne sappia più elo col dorme, che sto sior 230 3, 3| cura no xe fenìa. El fa elo i medicamenti, e ghe basta Il frappatore Atto, Scena
231 1, 2| volete ammogliarvi?~ARL. Elo un mestier difficile el 232 1, 5| Brighella.~BRIGH. Questo elo quel signor venezian?...~ 233 1, 6| lecito, de che condizion elo vussignoria?~TON. Vussignoria. 234 1, 7| quella zovene vestia da omo elo negozio vostro, o del venezian?~ Il giuocatore Atto, Scena
235 2, 4| Florindo. Oh bella! Dov’elo andà? El s’ha stuffà e l’ 236 2, 7| anni un servente. Ma chi elo sto bon omo?~ROS. Un certo 237 3, 14| Tiburzio.~PANT. Sior sì; ghelo in cottego? Gh’ho piaser.~ La donna di testa debole Atto, Scena
238 3, 2 | PANT. Eh, ziradonarlo anca elo sto pezzo de aseno, che Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
239 1, 2 | mio compare. El anca elo de la mia profession; gh' 240 1, 2 | ZAMARIA Siora sì. Anca elo; perché el mercante da 241 1, 2 | ZAMARIA Ah! sì ben. Anca elo.~DOMENICA (Questo giera 242 1, 3 | DOMENICA Eh! via, caro elo; cossa sàlo elo?~ELENETTA 243 1, 3 | via, caro elo; cossa sàlo elo?~ELENETTA Voleva metterme 244 1, 3 | ELENETTA Perché el m'ha conzà elo.~ZAMARIA Oh bella! el v' 245 1, 3 | Oh bella! el v'ha conzà elo? Per cossa?~ELENETTA Perché 246 1, 3 | casa.~ZAMARIA El v'ha conzà elo? Bravo, pulito. Oe, fiozzo, 247 1, 4 | Se stago un'ora senza de elo, me par de esser persa.~ 248 1, 5 | Domenica)~DOMENICA Anca elo, sior Bastian, el me daga 249 1, 6 | a Elena)~ELENETTA Caro elo, el compatissa. So, che 250 1, 6 | dir, che nol qua anca elo, sior Agustin?~ELENETTA 251 1, 6 | fora della porta senza de elo.~BASTIAN E sior Agustin 252 1, 11 | son servitor.~ALBA Anca elo qua?~MOMOLO No sàla? 253 1, 14 | Uh! sìelo malignazo anca elo. Asti omeni no gh'è da creder; 254 1, 14 | Anzoletto?~POLONIA Giusto de elo.~DOMENICA Mo via, parlè.~ 255 1, 14 | DOMENICA Poveretta mi!~MARTA E elo, cossa dìselo?~POLONIA El 256 1, 14 | che la va in Moscovia con elo.~DOMENICA Come! Anca con 257 1, 15 | DOMENICA Basta. Se per elo ha da esser ben, me consolo.~ 258 2, 2 | Mo se mi no so.~MARTA E elo, sior Zamaria, ghe ne sàlo?~ 259 2, 2 | AGUSTIN (Sior santolo, caro elo, el me impresta un da vinti).~ 260 2, 4 | cento volte, che lontana da elo, nol vol assolutamente, 261 2, 4 | ANZOLETTO Sior sì; ghe par a elo, che queste sia carte da 262 2, 4 | da abandonar? Ghe par a elo, che qua no se possa chiapar? 263 2, 7 | madama; se 'l menasse con elo una zovene, no l'anderave 264 2, 7 | me zelosia). Lo sàlo elo, che ghe inamorada?~MADAMA 265 2, 7 | Ciel.~DOMENICA E andar con elo da sola a solo da Venezia 266 2, 7 | voggia menar in Moscovia con elo.~MADAMA Je ne puis pas croire; 267 2, 7 | Venezia, che mal sarave per elo? Za nol ghe n'ha bisogno; 268 2, 7 | Sarave forsi meggio per elo, e per mi, che 'l restasse 269 3, 11 | lasso, che 'l se diverta elo.~ZAMARIA Coss'è? Cossa voréssistu 270 3, 11 | malinconica? El causa elo.~ZAMARIA Mo per cossa?~MARTA 271 3, 11 | DOMENICA Vorlo vegnir qua elo, sior padre? (a Zamaria)~ L'impostore Atto, Scena
272 1, 3| da sé) El patron dov'elo?~ARL. L'è andà per certi 273 1, 3| sia vegnudo.~BRIGH. Dov'elo?~ARL. Son mi, per servirla.~ 274 1, 3| del vivandier?~ARL. Coss'elo mo el vivandier?~BRIGH. 275 2, 12| mio cassiere.~ARL. E chi elo el so cassier?~ORAZ. Il 276 3, 2| soldati? ~ARL. Oh bella! No elo vussioria el cassier? ~DOTT. 277 3, 2| domandi se sa leggere? ~ARL. Elo dottor de leze, o de medesina? ~ 278 3, 13| scoprimento della verità. ~PANT. Elo un furbo? ~DOTT. È un impostore? ~ La famiglia dell’antiquario Atto, Scena
279 2, 19 | fatta la pace?~PANTALONE Dov'elo stà fina adesso? Non l'ha Il geloso avaro Atto, Scena
280 1, 8 | ripone) adesso parla: chi elo colù che xe in camera con Le femmine puntigliose Atto, Scena
281 2, 14 | Florindo ghe voggio ben, e per elo faria de tutto; ma a casa 282 3, 5 | la mugier. Mo cossa xelo elo? La me perdona, un pappagallo?~ La madre amorosa Atto, Scena
283 1, 14 | amor el lo vorave tutto per elo. Olà, cossa vedio? Siora 284 3, 9 | cesso un credito contra de elo de mille ducati, e no podendomeli Le massere Atto, Scena
285 2, 1 | ZANETTA:~~~~Giusto elo da bon.~~~~~~DOROTEA:~~~~ 286 2, 3 | despetto~~La vol parlar, e elo buttela zo del letto.~~La 287 4, 6 | ANZOLETTO:~~~~Sì, dèghelo anca a elo. Trattèlo come va.~~Za semo 288 5, 1 | mario;~~Quando che son con elo, sempre la me vien drio.~~~~~~ 289 5, 4 | vardar. Chi sa che nol sia elo?~~~~~~TITTA:~~~~Sala chi Le morbinose Atto, Scena
290 4, 11 | Eh, ch'el prencipia elo.~~~~~~FERDINANDO~~~~(si I morbinosi Atto, Scena
291 1, 3| GIA.~~~~Lo saverà Lunardo. Elo gh'ha l'incombenza.~~~~~~ 292 1, 4| FEL.~~~~Sì ben, l'è giusto elo.~~~~~~AND.~~~~Andémolo a 293 2, 2| tabaco. La resta qua con elo.~~(Mi no lo voggio perder 294 2, 3| BRI.~~~~Cossa gh'importa a elo?~~~~~~LEL.~~~~Ci ho anch' 295 2, 3| mia ragione.~~~~~~BRI.~~~~Elo, la me perdona, nol gh'ha 296 2, 6| imaginada,~~Che el me dava anca elo la solita secada.~~Ghe son, I pettegolezzi delle donne Atto, Scena
297 1, 6 | Credistu che el spenda elo? Uh, povera matta!~Donna 298 1, 6 | Pantalon?~Donna Catte - Giusto elo.~Donna Sgualda - Mo se no 299 2, 1 | viazi mi son stà sempre co elo, e de mi el se fida più 300 2, 14 | certo motivo... Bisogna che elo sappia qualcossa. Basta, 301 2, 14 | conterò sta bella cossa, e elo me dirà tutto. Oh poveretta 302 2, 20 | cognosso mi. Ho navegà con elo in Levante. Anzi m'arrecordo 303 2, 21 | Musa)~Donna Sgualda - No elo quello che vendeva bagiggi?43~ 304 3, 2 | che fe quel che el vorrà elo.~Checchina - E se nol volesse Il poeta fanatico Atto, Scena
305 2, 12| pazzi. (parte)~BRIGH. Bon! Elo questo el gusto che l’ha Componimenti poetici Parte
306 Dia1 | al mondo, come che el xe elo, ~Ghe ne xe pochi per quel 307 TLiv | Greghi434 che confessa in elo ~Gran saver, gran dolcezza 308 TLiv | col tempo mostrerà anca elo~Che hano bon intendachio445, 309 TLiv | Pasqualin, che tien ~Anca elo in manina el so sorbeto;~ 310 TLiv | Ferisci pur, ma son qua mi per elo. ~Voggio che el dardo sia Il prodigo Atto, Scena
311 1, 6| dei buoni pensieri.~TRUFF. Elo un bon pensier mandar al 312 1, 7| che un solo.~MOM. E chi elo el patron che ti cognossi?~ 313 2, 1| e missier Trappola farà elo el recipe e la ricetta, 314 3, 10| patron.~MOM. Del patron? chi elo el patron?~TRUFF. El fattor.~ 315 3, 10| zelenza, sì, sior.~MOM. (Com'elo sto negozio? Trappola fa 316 3, 11| perché ghe lasso far tutto a elo; e co ghe domando bezzi, 317 3, 11| fe vu, el fasse tutto per elo e gnente per mi.~ ~ ~ ~ Il raggiratore Atto, Scena
318 3, 4| Fazzo mi la sigurtà per elo. Povero diavolo, el me fa 319 3, 14| Arlecchino)~ARL. Domandèghelo a elo.~JAC. Voi siete il padre Il tutore Atto, Scena
320 1, 5| far. E se lassasse far a elo, tutte le cosse le anderia 321 1, 7| mezzo zorno: e po son stà da elo co son vegnù qua. El giera 322 1, 7| qua; se no, vegnirò mi da elo.~COR. Oh, così va bene! 323 2, 8| Arlecchino~ ~ARL. Sior padron, elo contento che desparecchia?~ 324 2, 11| Il tabarro.~BRIGH. Dov’elo?~OTT. Sarà sul letto.~BRIGH. 325 2, 11| BRIGH. El cappello dov’elo?~OTT. È fra il capezzale 326 2, 11| poveretto mi!~BRIGH. Dov’elo?~OTT. L’ho qui, l’ho qui. ( 327 3, 2| Magari che el la volesse elo! So chi l’è; ghe la daria 328 3, 8| Florindo!~PANT. Giusto elo.~BEAT. Io dubito che prendiate I rusteghi Atto, Scena
329 0, aut | ti», «egli», che dicesi «elo». Così è osservabile nella Il servitore di due padroni Atto, Scena
330 1, 1 | fia ghe l'aveva promessa a elo, e no la podeva toccar al 331 1, 1 | sulla botta. ~BRIGHELLA Elo successo a Turin sto fatto? ( 332 1, 2 | morto seguro. Pur troppo per elo. ~TRUFFALDINO (Diavol! Che 333 1, 3 | Rasponi? ~PANTALONE Mo el elo lu. ~CLARICE (Me infelice, 334 1, 5 | BRIGHELLA El so servitor dov'elo? ~BEATRICE Ha detto che 335 2, 14 | che averave da far mi con elo, el fa elo con mi; ma la 336 2, 14 | da far mi con elo, el fa elo con mi; ma la vede ben, 337 2, 15 | di Florindo) E cusì, coss'elo sto negozio? (al Cameriere). ~ 338 2, 17 | un po'per un. Questo non elo un emme?~SMERALDINA Oibò; 339 3, 3 | riscontreremo.~TRUFFALDINO Elo questo? (presenta un libro Sior Todero brontolon Atto, Scena
340 1, 1 | che se fa la ponga per elo, e lo conseggia a esser 341 1, 4 | che ghe lo dirò prima a elo, e farò che elo ghe lo diga 342 1, 4 | prima a elo, e farò che elo ghe lo diga a so pare. Vegnì 343 1, 4 | co mio pare xe contento elo, son contento anca mi.~MARC. 344 1, 4 | la xe una gnegné co fa elo. A mi no la me someggia 345 1, 6 | gramo mi, se nol fusse elo; el xe un omo attento, el 346 1, 6 | voggio miga, per beneficarlo elo, privarme mi: che son vecchio, 347 1, 6 | che gh'abbia bisogno de elo, no vôi che el se insuperbissa. 348 1, 6 | intenzion che mora avanti de elo).~TOD. Tegnirò la dota in 349 1, 10 | sior Pellegrin.~PELL. Chi elo sto sior?~MARC. El novizzo 350 1, 10 | Fortunata)~FORT. Sior sì, giusto elo el xe.~MENEG. La permetta 351 1, 10 | no vol; el la vol maridar elo; el dise che el l'ha promessa, 352 1, 10 | che el daga parola anca elo a sior Meneghetto de darghe 353 1, 11 | mario e mi semo persuasi de elo, della so casa, della so 354 2, 1 | patron.~TOD. El patron? Chi elo el patron?~GREG. Ho fallà; 355 2, 6 | Lassemo che el la marida elo sta putta.~MARC. Se el la 356 2, 6 | Venezia; o che el creparà elo, e che creparò mi.~PELL. 357 2, 8 | Nicoletto me l'ha confidà elo.~MARC. Elo ve l'ha confidà? 358 2, 8 | l'ha confidà elo.~MARC. Elo ve l'ha confidà? Cossa v' 359 2, 12 | casa da mi. Curioso anca elo, gramo, perché la sa... 360 2, 12 | chiama.~FORT. La parlerà con elo, la ghe dirà a elo. Per 361 2, 12 | parlerà con elo, la ghe dirà a elo. Per mi? De diana! no con 362 2, 13 | che me tormenta, alla qual elo solo, volendo, el ghe poderia 363 2, 13 | e la mare ghe la , co elo la vol, se trova do testimoni, 364 2, 13 | FORT. Che el ghe parla elo, sior Meneghetto. Chi vorlo 365 2, 13 | quello che el ghe pol parlar elo? M'impegno che, se el ghe 366 2, 13 | pur).~FORT. (Se el fusse elo, el ghe poderave parlar). ( 367 2, 14 | ZANET. Siora mare voleva, e elo no vol.~MENEG. Voggio quel 368 2, 14 | del mondo. Chi el sente elo, tutti xe cattivi, tutti 369 2, 14 | cielo ghe daga del ben a elo, e me daga pazenzia a mi, 370 3, 5 | in collera co sto putto. Elo no ghe n'ha colpa. Nevvero, 371 3, 5 | FORT. Cossa gh'importa a elo de sposar so fia? Disè la 372 3, 6 | legne, e se serviremo de elo.~MARC. Vegnì qua mo, Gregorio; 373 3, 14 | Todero)~TOD. Cossa gh'ìntrelo elo in ti fatti mii? (a Fortunata)~ Torquato Tasso Atto, Scena
374 3, 6 | TOM.~~~~Voggio parlar con elo.~~~~~~GHE.~~~~Ed io, che L'uomo di mondo Atto, Scena
375 1, 9| no l'ho tirà. El xe stà elo...~MOM. O vu, o elo, quala 376 1, 9| stà elo...~MOM. O vu, o elo, quala xe la question?~LUD. 377 1, 15| Sentève anca vu arente de elo. (porta un'altra sedia)~ 378 2, 6| mantegnirò. Se nol pagherà elo, pagherò mi.~LUD. E po qualchedun 379 2, 7| signora m'ha domandà de elo tre o quattro volte.~MOM. 380 2, 12| l'inviderè a ballar; anca elo, menando i pie, el dirà 381 3, 3| vegnir. Zitto, che el xe elo.~MOM. Seu qua, sior Ludro?~ 382 3, 3| Questi ve li darò doman, se elo no ve pagherà.~LUD. Caro 383 3, 3| farghe scavezzar i brazzi a elo e anca a vu.~LUD. Mi me 384 3, 8| vostro sior padre xe fora de elo per causa vostra. Poverazzo! 385 3, 15| Quello l'intende ben. Per elo no gh'è più speranza, e Il vecchio bizzarro Atto, Scena
386 1, 6 | battere il polso?~TRACC. Dov'elo el polso?~CEL. Non lo trovi?~ La vedova scaltra Atto, Scena
387 2, 4 | gioia che ti darò?~Arl. Elo fursi qualche anello?~Mon. 388 2, 7 | largamente rimunerato.~Arl. Elo questo el tesoro?~Alv. Sì 389 3, 18 | Don Alvaro?~Arl. Giusto a elo.~Con. E in che consiste?~ L'incognita Atto, Scena
390 1, 10| che Florindo la vol per elo, che ti xe stà in cimento 391 2, 1| BEAT. Florindo?~ARL. Giusto elo.~BEAT. E l’hanno i birri 392 2, 12| se nissun vol offenderlo elo, son qua, lo defendo mi. 393 2, 12| Mi ghe domando perdon per elo; ma no permetterò che el La moglie saggia Atto, Scena
394 1, 15| credesto che dovesse in elo durar quella tenerezza che 395 2, 9| credo che lo sappia.~PANT. Elo andà via senza saludarla?~ 396 2, 13| anca qualcossa altro. Ghelo el to patron? (a Brighella)~ La putta onorata Atto, Scena
397 1, 4| el mestier de so pare, ma elo nol gh’ha gnente de genio. 398 1, 9| Giusto adesso disevimo ben de elo. Certo no gh’ho lengua bastante 399 1, 9| so carità. Se nol fusse elo, poverete nu. Mio mario 400 2, 3| el me li ha consumai tuti elo. Vogio andar a trovar mio 401 2, 4| perché el paron el li vol dar elo.~PANT. Megio! Oh che garbato 402 2, 9| TIT. Ghe digo che el xe elo senz’altro.~PANT. Ma quando 403 2, 10| Tute le note m’insonio de elo. Tuti i mi pensieri i xe 404 2, 10| mi pensieri i xe con elo. Senza de elo son in tel 405 2, 10| xe con elo. Senza de elo son in tel fuogo, e col 406 2, 10| in tel fuogo, e col vien elo, me giubila el cuor. No 407 2, 10| PASQUAL. Anzi el me l’ha dito elo. L’ha tacà lite per causa 408 2, 12| mi, e mi ghe ne vogio a elo, e s’avemo anca promesso; 409 2, 12| el saria capace de far elo, quelo che el fio no xe 410 2, 14| ti ghe n’ha più vogia de elo.~PASQUAL. Deme la man.~BETT. 411 2, 18| la veritae; ma per esser elo, e acioché la gh’abbia mia 412 3, 4| vegno in chiaro de tuto. Elo xe sta quelo che m’ha tradio. 413 3, 5| parla come sopra)~BETT. Caro elo, son stufa de star al scuro. 414 3, 5| sopra)~BETT. Che el vaga elo a torla.~OTT. Volentieri; 415 3, 11| el marchese?~BETT. Giusto elo, quel bogia.~CAT. Ghe xe 416 3, 18| ben a mi, mi ghe vôi ben a elo, no so cossa che possa succeder).~
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License