L'adulatore
    Atto, Scena
1 3, 1 | STAFF. bolognese Chi m’lival pan, m’liva la veta, e chi L'amante Cabala Atto, Scena
2 1, 1 | troppo eccessivo;~~Si scordil morto e la consoli ’l vivo.~~ 3 1, 4 | conservà~~La memoria e ’l respetto~~Per so sior pare, 4 2, 2 | Saltar la renegà;~~Vôi che ’l me tratta ben, che ’l me 5 2, 2 | CAT.~~~~(Co rustego che ’l xe!) Cussì rogante~~Parlè 6 2, 2 | vegnirme a trovar. Volesse ’l cielo~~Che la vegnisse almanco 7 2, 3 | perché certo~~Son furbi come ’l diavolo.~~~ ~~~~~FILIB.~~~~ 8 3, 3 | che no son bella,~~E che ’l viso no ghò tutto impiastrà,~~ 9 3, 3 | mio sì che se vede~~Che ’l me ama de cuor.~~Sala lezer?~~~ ~~~~~ 10 3, 3 | diavolo,~~Che ho paura che ’l sia... (Ma vèlo ~~Che ’ 11 3, 3 | sia... (Ma vèlo ~~Che ’l s’avanza bel bello).~~La L'amante di sé medesimo Atto, Scena
12 1, 1 | accordo;~~Quando si cambia 'l vento, far presto a voltar 13 5, 2 | Arriveressi ai trenta, se 'l fusse un bon partio?~~~~~~ L'amante militare Atto, Scena
14 Pre | tempo di guerra viva fra ‘l bollore dell’armi, con un L'amor fa l'uomo cieco Atto, Scena
15 3, 2 | Moderna ed antica.~~Chi 'l prova, lo dica.~~Oh l'uomo Gli amanti timidi Atto, Scena
16 2, 4 | ritratto)~ ARL. (Dov'è 'l mio? Non lo vedo più). ( 17 2, 8 | ritratto?~ ARL. Cossa che 'l m'ha fatto? Tutto el mal 18 3, 3 | facchin me l'ha portà: che 'l sia el diavolo? Oh el diavolo 19 3, 4 | pazienza). (da sé) Che 'l vegna co 'l vol; la roba 20 3, 4 | da sé) Che 'l vegna co 'l vol; la roba xe all'ordene. ( 21 3, 8 | presso; ma vorria saver, se 'l xe amor, bizzaria, o desprezzo). ( Le baruffe chiozzotte Atto, Scena
22 1, 1 | mi ghe parlo? E che co 'l vien in terra, el m'ha promesso 23 1, 5 | gnanca da la cariéga? Co 'l te vederà, el te metterà 24 1, 5 | premerìa sto servizio - ; no'l s'arecorda più dei barboni: 25 1, 5 | arecorda più dei barboni: no'l te gh'ha gnanca in mente; 26 1, 5 | gh'ha gnanca in mente; no'l te cognosse più, né per 27 2, 1 | primo a vegnire; e chi è 'l primo, porta via la bandiera). ~ 28 2, 2 | smara. Me n'accorzo, co 'l gh'ha la smara. ~PAS. No 29 2, 3 | Siora no: vói che ela me'l diga, e che la confessa, 30 2, 9 | galantomo; ma in casa mia no'l ghe bàzzega. Da le mie donne 31 2, 9 | bàzzega. Da le mie donne no'l vien a far careghètta. Sti 32 3, 9 | ISI. (Per dirvela, no'l m'ha dito né sì, né no. 33 3, 12 | volesse vegnire?~ISI. Se no'l vorà vegnir, lo farò porter. 34 3, 15 | ha serao el balcon in te'l muso. Lucietta no vól più 35 3, 16 | conzà co le ceolette. No'l te vol più, ve'. Titta-Nane, 36 3, 16 | Titta-Nane, no, ve', no'l te vól più, ve'. ~LUC. ( 37 3, 18 | de quà, subito. ~VIC. No'l la gh'ha co elo, lustrissimo; 38 3, ul | a Isidoro) Via, che no'l vaga. ~FOR. (a Isidoro) 39 3, ul | Via, lustrissimo, che no'l me mortifica più davantazo. 40 3, ul | sarò mi la desfortunà. No'l me vuol Titta-Nane? pazenzia. 41 3, ul | perdonare, segno che no'l me vôl ben. (piange)~PAS. ( 42 3, ul | che el forèsto, e co'l va via de sto liógo, no La birba Atto, Scena
43 2, 1 | stago a chiappar freddo,~~E 'l primo soldo non ho visto 44 2, Ult | Siori, no ghe credè, che 'l xe un furbazzo;~~Credeme La bottega da caffè Atto, Scena
45 1, 1 | spesa bestial; ma questo è ’l manco.~~Per sticcarla coi 46 1, 3 | NARC.~~~~(Questo è 'l caffè che xe avanzà gersera).~~~ ~~~~~ 47 3, 5 | NARC.~~~~(Adesso è ’l bon.)~~~~~~DOR.~~~~(Io crepo 48 3, Ult | dice?~~~ ~~~~~NARC.~~~~Che ’l ve lassa~~Quell’anello, Il bugiardo Atto, Scena
49 1, 1 | diga più~ ~Peno la notte e 'l ~Per vu sempre cussì.~ Il buon compatriotto Atto, Scena
50 1, 7 | tarderà poco a arivar. Ti 'l vederà, ti sarà contenta. Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
51 1, 7 | GASP. Portèghe la vesta e 'l zendà alla vostra patrona. ( 52 1, 9 | sior Raimondo...~GASP. Co 'l saverà...~LISS. Cossa voleu 53 2, 8 | a Zanetto)~RAIM. Saludè 'l sior Gasper, e ringraziel. ( Amor contadino Atto, Scena
54 1, 12 | cui mi abbandonò.~~Chi 'l crederebbe?~~M'insultò, 55 1, 14 | parola). (da sé)~~Badate se 'l vedete.~~~~~~CIA.~~~~Eh, 56 2, 2 | altero,~~Che Timone me 'l vieta.~~~~~~GHI.~~~~Eh, La buona madre Atto, Scena
57 1, 4 | MARG. Poveretto vu, se la'l savesse.~NICOL. Vardè vedè, 58 3, 12 | ghe dirò a sior'Agnese: la'l toga. Son segura che mal 59 3, 12 | Se el xe pentio? Se la'l vedesse, in verità dasseno La buona moglie Atto, Scena
60 1, 8 | nemmen io.~BRIGH. Co no la ’l sa ela, chi l’ha da saver?~ 61 3, 14 | tropo disè la verità. E se ’l cielo me darà tempo, farò Il cavalier di buon gusto Atto, Scena
62 Ded | vicino, non essendo fra ’l numero degli attuali suoi Il cavaliere giocondo Atto, Scena
63 3, 2 | FAB.~~~~Chi è che 'l padron domanda?~~~~~~GIAN.~~~~ 64 3, 3 | donerò uno scudo; mi par che 'l meritate.~~~~~~GIAN.~~~~ 65 3, 11 | ALES.~~~~La sedia e 'l tavolino, ov'ella vuol, La calamita de' cuori Atto, Scena
66 3, Ult | Non fo torto a nessun se 'l fo mio sposo.~~~ ~~~~~ALB.~~~~ Il campiello Atto, Scena
67 3, 2 | Che fassa i fatti mii, la 'l saverà.~Vòi comprarghe un 68 4, 4 | LUCIETTA Sior compare, ghe 'l femo. (col bicchiere in La casa nova Atto, Scena
69 3, 13 | viazo fa mal. Mio marìo, la 'l cognosse meggio de mi, poverazzo, 70 3, 13 | fazza dar parola da elo. Co 'l marìo vòl la muggier gh' La castalda Atto, Scena
71 Ded | ma lo sarò assai meno, se l ‘E. V. mi farà degno dell’ Il conte Chicchera Atto, Scena
72 1, 1 | Di volerla servir, ve ’l dico chiaro,~~Il signor 73 1, 6 | sai; te lo dissi, e te ’l ridico:~~Di quanti son non La contessina Atto, Scena
74 1, 7 | vuoi?~~~~~~GAZZ.~~~~Gh'è 'l sior Pancrazio~~Che inchinar De gustibus non est disputandum Atto, Scena
75 1, 2 | un amante sospiri; e se 'l vedessi~~Una lacrima trar La diavolessa Atto, Scena
76 2, 2 | indegno,~~State certi che 'l mio sdegno~~Sue vendette 77 3, 3 | Nel patrio nido,~~Ché 'l dubbio amaro~~Che siate La donna di garbo Atto, Scena
78 Ded | nel 1732, nel tempo che 'l medesimo Eccellentissimo 79 1, 9 | bondì, mia caretta, te dono 'l mio cuor. (parte)~ ~ ~ ~ Lo scozzese Atto, Scena
80 3, 9 | anticipato oltre l'occorrente pe 'l viaggio.~PROP. (Non sentendo La donna vendicativa Atto, Scena
81 Ded | porpora Cardinalizia, e 'l Patriarcale seggio più e La figlia obbediente Atto, Scena
82 2, 17 | conte?~PANT. Adessadesso la ’l saverà anca ella. (legge Il gondoliere veneziano ossia gli sdegni amorosi Parte, Scena
83 2, 2 | feral de barca;~~Che se 'l paron lo sa, el me manda 84 2, 2 | che in bocca al gatto è 'l sorze.~~~~~~BETT.~~~~Compare, 85 2, 2 | vu gh'avè el primo;~~Ma 'l pensier de regata no me 86 2, 2 | cuor che lo trafize,~~Gh'ò 'l ziogo e gh'ò l'amor che 87 2, 2 | più; anzi ò zurao.~~E po 'l diavol infame per gabarme~~ 88 2, 2 | a due~~~~Tutto too sarà 'l mio cuor.~~~  ~Fine dell' La guerra Atto, Scena
89 Ded | l'ho dimandato, e se ve 'l chiedessi, siete troppo Lugrezia romana in Costantinopoli Atto, Scena
90 1, 10 | LUGR.~~~~Ei solo è 'l mio contento,~~E non cerco 91 2, 4 | genti ingrate!~~Mariti, se 'l provate,~~Ditelo voi per 92 2, 8 | momento~~Tra l'ancuzene e 'l martello;~~Vorrìa esser Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
93 1, 3 | Mettè zoso el tabaro, e 'l capelo. (a Agustin)~AGUSTIN ( 94 1, 3 | AGUSTIN Mi? De diana! che la 'l diga ela, se ghe voggio 95 1, 5 | el me daga el tabaro, e 'l capelo.~BASTIAN Eh! anderò 96 1, 6 | ELENETTA Siora sì, che 'l ghe . El andà de suso 97 1, 6 | le ongie.~ELENETTA Che 'l se consola, che so muggier 98 1, 7 | ELENETTA (Sarave ora, che 'l fusse nato).~BASTIAN La 99 1, 7 | padre l'aveva invidà, e 'l gh'ha dito, che nol podeva 100 1, 7 | MARTA Fermo de tutto, che 'l staga qua stassera.~DOMENICA 101 1, 8 | una certa signora, che 'l so sangue no se confà col 102 1, 9 | DOMENICA Meriteressi, che 'l ve disesse...~MOMOLO Va' 103 1, 9 | oracolo.~BASTIAN Stimo, che 'l sempre de sto bon umor.~ 104 1, 9 | cussì; el nato cussì, e 'l morirà cussì.~MARTA vero, 105 1, 9 | che la ghe tenderia se 'l disesse dasseno.~BASTIAN 106 1, 13 | sì. Co l'occasion, che 'l vien qua...~MARTA Ho capio; 107 1, 14 | italiani, che vol, che 'l vaga a far el dessegnador.~ 108 1, 14 | POLONIA Ma siora sì, lu, che 'l va.~DOMENICA Lo saveu de 109 1, 14 | dirò... No vorave, che 'l me sentisse.~DOMENICA Eh! 110 1, 14 | no. E chi sa gnanca, se 'l vien.~POLONIA Eh! el vien, 111 1, 14 | Eh! el vien, el vien; e 'l pol esser poco lontan. Co 112 1, 14 | digo mo ben la verità, che 'l me despiase assae, ma assae.~ 113 1, 14 | DOMENICA Eh! cara ela, la me 'l lassa dir a mi, che me despiase.~ 114 1, 15 | DOMENICA (E co allegro, che 'l !)~ANZOLETTO Son qua anca 115 1, 15 | mastega del reobarbaro, che 'l ghe farà ben. La manda alla 116 1, 15 | Sior sì. No vero, che 'l meggio reobarbaro de 117 1, 15 | comprarlo?~POLONIA Sior sì. Che 'l me ne daga una presa.~ANZOLETTO 118 1, 15 | onza.~MARTA Credeva, che 'l ghe n'avesse comprà do, 119 1, 15 | tanto?~MARTA Credeva, che 'l s'avesse fatto la provision 120 1, 15 | Per el viazo?~POLONIA Che 'l diga, sior Anzoleto...~ANZOLETTO 121 1, 15 | libertà. Vorlo andar? che 'l vaga.~ANZOLETTO La me permetta...~ 122 1, 15 | permetta...~MARTA Ben, che 'l vaga. Nissun ghe lo pol 123 1, 15 | sì. Sperava anca mi, che 'l gh'avesse almanco tanta 124 1, 15 | ch'el parla.~MARTA Che 'l diga pur.~POLONIA (Podeva 125 1, 15 | COSMO Sior Anzoletto, che 'l vegna dessù dal patron, 126 1, 15 | vegna dessù dal patron, che 'l ghe vol parlar.~ANZOLETTO 127 1, 15 | infimo dessegnador, e che 'l progetto bellissimo in 128 1, 18 | gnanca esser causa mi, che 'l perdesse la so fortuna. 129 1, 18 | no sarà mai vero. Che 'l vaga, se l'ha d'andar; patirò, 130 2, 1 | so cossa dir; andè che 'l Cielo ve benediga. Me despiase, 131 2, 1 | fiorisse i bei spiriti, e 'l bon gusto, e le novità. 132 2, 2 | Oh! che zogo sempio che 'l trova fora. Più tosto po 133 2, 2 | zogherà con mio mario, che 'l bravo.~BASTIAN (Cospetto! 134 2, 2 | adesso, no voggio, che 'l se n'incorza, e che 'l m' 135 2, 2 | l se n'incorza, e che 'l m'abbia da criar senza sugo).( 136 2, 2 | ELENETTA (Eh! sior no; che 'l tenda a la so compagna). ( 137 2, 3 | carta in tavola)~MARTA (Che 'l tegna su le so carte. Vorlo, 138 2, 3 | carta)~DOMENICA Via, che 'l responda. (ad Anzoletto)~ 139 2, 3 | Elenetta)~ELENETTA Mi? che 'l fazza el so zogo. (a Momolo, 140 2, 3 | soldi?~ALBA Per mi, che 'l ghe ne metta anca trenta, 141 2, 4 | muschiada.~ALBA Oh! che 'l vaga via, che no posso soffrir 142 2, 4 | Spuzza, ghe disè?~ALBA Che 'l vaga via, che debotto me 143 2, 4 | delle carte)~DOMENICA (Se 'l savesse! gh'ho una paura, 144 2, 4 | savesse! gh'ho una paura, che 'l diga de no mio padre, che 145 2, 4 | voggia dar?)~DOMENICA (Se 'l stasse a Venezia, no gh' 146 2, 4 | m'ha anca promesso, che 'l me manderà dei dessegni; 147 2, 4 | aventori sarà contenti; e che 'l so servitor Anzoleto no 148 2, 4 | persuaso?~LAZARO Mi sì, che 'l manda pur, e che nol se 149 2, 4 | cossa serve? No dìselo, che 'l tornerà?~BASTIAN Oh! mi 150 2, 4 | Chi sa? Co se vol, che 'l torna, so mi quel, che ghe 151 2, 6 | Caro sior Zamaria, che 'l vegna de con mi.~ZAMARIA 152 2, 7 | Disème, cara madama; se 'l menasse con elo una zovene, 153 2, 7 | DOMENICA Ho paura, madama, che 'l v'adorerà poco.~MADAMA Pourquoi 154 2, 7 | el la voggia sposar, che 'l la voggia menar in Moscovia 155 2, 7 | mi ve digo de certo, che 'l amoroso de un'altra, 156 2, 7 | son squasi segura, che 'l la sposerà.~MADAMA Non, 157 2, 7 | che la se lusingava, che 'l gh'avesse da voler ben; 158 2, 7 | anca mi; ma finalmente, se 'l restasse a Venezia, che 159 2, 7 | interesse. Bezzi no credo, che 'l ghe ne voggia avanzar. Lo 160 2, 7 | l'istesso. El dise, che 'l va via per l'onor. Cossa 161 2, 7 | per elo, e per mi, che 'l restasse qua: che se a diese 162 2, 7 | diese ghe despiaseria, che 'l restasse; ghe sarà cento, 163 2, 7 | che gh'averà da caro, che 'l resta.(parte)~ ~ ~ ~ 164 3, 1 | POLONIA E se vede, che la 'l vol zovene.~DOMENICA No 165 3, 1 | e po no m'àla dito, che 'l s'ha dichiarà de volerla 166 3, 1 | ch'esser se voggia; che 'l vaga, o che 'l staga, me 167 3, 1 | voggia; che 'l vaga, o che 'l staga, me basta, che 'l 168 3, 1 | l staga, me basta, che 'l sia mio mario.~POLONIA El 169 3, 1 | No védela, che corlo che 'l ? Come pòssio fidarme?~ 170 3, 1 | Mettèlo alle strette, e che 'l ve resolva; o un bel sì, 171 3, 2 | senta, che intenzion, che 'l gh'ha.~DOMENICA Siora sì; 172 3, 4 | e no ghremedio che 'l se voggia piegar.~DOMENICA 173 3, 4 | e con tanta bontà, che 'l m'ha intenerio. El dise, 174 3, 4 | ha intenerio. El dise, e 'l protesta, che se stasse 175 3, 4 | gh'ha sto cuor, che la 'l fazza, che gnanca per questo 176 3, 4 | sto so ridicolo amor, che 'l un pettegolezzo, che 177 3, 4 | e sarà de mi quel che 'l Cielo destinerà.~MARTA Sior 178 3, 5 | che gh'avè per mi; ma che 'l mio stato presente, e l' 179 3, 5 | spero de andarghe, e se 'l Cielo vol, ghe anderò. So, 180 3, 9 | MARTA Sior sì, dove che 'l comanda.(siede)~ZAMARIA 181 3, 9 | vegnirà sior Momolo, che 'l sa trinzar. Dov'èlo sior 182 3, 9 | Momolo? Vardè, chiamèlo, che 'l vegna; che vegna anca madama 183 3, 9 | comare. (ad Alba)~ALBA Che 'l varda ben, che madama no 184 3, 9 | POLONIA Volentiera, dove che 'l vol. (siede presso a Bastian)~ 185 3, 9 | Anzoleto savè, che putto, che 'l .~AGUSTIN Caro sior santolo, 186 3, 10 | Mo, che caro matto, che 'l !~POLONIA (Gh'àla po dito 187 3, 11 | Cossa distu? Co pochi, che 'l me n'ha ?) (ad Agostino)~ 188 3, 11 | Portèghe un gotto de vin, che 'l fazza un prindese almanco.~ 189 3, 11 | sior padre, mi lasso, che 'l se diverta elo.~ZAMARIA 190 3, 11 | sior Zamaria; so quel, che 'l m'ha dito a mi.(verso Bastian)~ 191 3, 12 | Credème, compare, che 'l più bel studio quelo 192 3, 13 | sarà anca sta volta, se 'l Cielo me concederà de tornar. L'impostore Atto, Scena
193 1, 10 | deventar più matto de quel che 'l xe. ~ORAZ. Signore, compatitemi; Il festino Atto, Scena
194 3, 7 | sarà vero?~~~~~~BAL.~~~~Se 'l dice don Maurizio, verissimo 195 4, 3 | Non so per interesse se 'l faccia, o per amore.~~~~~~ Il filosofo inglese Atto, Scena
196 3, 3 | la pace.~~~~~~GIO.~~~~Se 'l porto, il pagherete?~~~~~~ 197 3, 14 | giustificarmi, signor, se 'l permettete.~~~~~~MIL.~~~~ Le massere Atto, Scena
198 1, 1 | sentì, sto servizio la 'l gh'ha per vu, m'impegno.~~~~~~ 199 2, 6 | mattazza, che un ti 'l troverà. (Parte.)~~~~~~MENEGHINA:~~~~ 200 3, 9 | nissun liogo, se no ghe 'l digo mi.~~~~~~BIASIO:~~~~ Il medico olandese Atto, Scena
201 2, 3 | PAFF~~~~Aspettate che ’l trovi, e poi risponderò. ( Le morbinose Atto, Scena
202 1, 4 | godo.~~~~~~TONINA:~~~~Ghe 'l dirò alla parona.~~~  ~ ~ I morbinosi Atto, Scena
203 3, 4 | taccia.~~Chi l'ha avuto, se 'l goda, e che buon pro gli Ircana in Julfa Atto, Scena
204 1, 4 | lascio in libertà.~Prima che 'l s'avanzi, ritorno alla 205 2, 11 | sconosciuta.~Tutti, fuor che 'l padrone, m'han per uomo 206 2, 11 | ira che concepita avea pe 'l tuo disegno,~Si dileguò 207 3, 3 | signora. ~ZULMIRA Vo' che 'l ricevi. Intendi?~IRCANA La pelarina Parte, Scena
208 1, 1 | mondo.~~Questo, questo è 'l pensiero~~Che tu dovresti 209 2, 4 | cascar el cuor. Questo xe 'l tempo~~De star allegramente,~~ 210 2, 4 | Dite ben: quanto è 'l prezzo?~~~~~~VOLP.~~~~El 211 2, 4 | VOLP.~~~~(Pur in gabbia è 'l merlotto).~~~~~~PEL.~~~~ 212 3, 2 | L'abito per truffar e 'l nolo insieme.~~~~~~TASC.~~~~ Componimenti poetici Parte
213 Giov | lavava~Le mani, il volto, e ‘l vago petto ancora.~Volea 214 Giov | Sesostri~ ~Donna gentil, che ‘l suo fedel diletto ~A sé 215 Giov | fatta gentile.~Mondo, pel ciel ti lascio, e lascio 216 Giov | suo posto in oblio, ~Né ‘l potria venerar sovra gli 217 Quar | PREDICA I~Del ben vivere.~ ~l Più allegramente che si 218 Quar | divino!~Spiccò il gaudio su ‘l volto al Redentore, ~Quando 219 Quar | felice,~Se dice assai chi ‘l molto più non dice.~Ma se 220 Quar | stelle, ~L’età si stenda, e ‘l lungo amor risponda. ~Escan 221 SSac | sol rinvenirla allor che ‘l Vero, ~Come in terso cristallo, 222 SSac | tempo abbiam noi, fuor che ‘l presente.~Noi a nostro piacer 223 SSac | e lo punisce, ~Vuol che ‘l giusto lo tema, e lo percuote: ~ 224 SSac | e da sé scaccia, ~Indi ‘l consola, e gli mille 225 SSac | smarrisce la Grazia, allor che ‘l rio ~Peccato abbraccia, 226 SSac | in Oriente il polo ~Pel ritorno di lui, che il giorno 227 SSac | accesa d’amore il seno e ‘l volto.~Gli Angeli ascolta, 228 SSac | languendo in grembo al suolo,~E’l bel Fior, ch’agli altri 229 Dia1 | fra nu, ~Un gusto che no ‘l ghà mi no so chi.~Ma ziogo 230 Dia1 | che passion se vede che ‘l gh’abbia raffrenà? ~Perché 231 Dia1 | giera innamorà.~Mi vedo che ‘l se inquieta, che ‘l s’agita 232 Dia1 | che ‘l se inquieta, che ‘l s’agita da bon, ~Col far 233 Dia1 | far quella parlada che ‘l par un Ciceron;~Vedo che ‘ 234 Dia1 | par un Ciceron;~Vedo che ‘l s’avvilisse, e vedo che ‘ 235 Dia1 | s’avvilisse, e vedo che ‘l se scusa;~E chi perdon domanda, 236 Dia1 | Commedia xe forse el meggio e ‘l bon.~Ma, come che a un filosofo 237 Dia1 | rissolva ben.~Vorria che ‘l me provasse ne l’attrazion 238 Dia1 | occhi el ne apparisce, ~Che ‘l fa come fa un lampo, che 239 Dia1 | sorprese;~E se a sentirlal mondo correva a squadra, 240 Dia1 | confesso, mi vorria ~Saver se ‘l spiega poco la so filosofia.~ 241 Dia1 | omo che se scalda, quando ‘l motivo è bon,~No come un 242 Dia1 | da dottor?~La scena che ‘l sistema sestien de l’attrazion,~ 243 Dia1 | scambievole,~Conosce che ‘l xe un scherzo ogni omo ragionevole. ~ 244 Dia1 | da fermar,~E quando che ‘l se ascolta, nol se pol più 245 Dia1 | ne lume ~Ironico, e ‘l li burla secondo ‘l so costume.~ 246 Dia1 | e ‘l li burla secondol so costume.~Tra zente più 247 Dia1 | la meggio religion?~E pol protagonista s’à ben da 248 Dia1 | po’ de mal ho ditto.~Mi ‘l compatisso in parte, perché 249 Dia1 | spirito, che no per tutto ‘l resto. ~Per sta rason mi 250 Dia1 | sta rason mi credo che ‘l me ringrazierà,~Perché la 251 Dia1 | De curar la zizania, val frutto in eccellenza.~Sento 252 Dia1 | in eccellenza.~Sento che ‘l se stupisse che mi sia andà 253 Dia1 | volta bandiera:~Disendo che ‘l Filosofo senza comparazion~ 254 Dia1 | za el lo sa anca lu, ma ‘l vol, per sostentar ~La so 255 Dia1 | quei bei discorsi che fa ‘l Padre del Sposo,~Fra i altri 256 Dia1 | Ma questa za se vede che ‘l Padre l’ha istruida,~E che 257 Dia1 | questa xe una schiava che ‘l so paron istesso~De farla 258 Dia1 | Vambert sopporto fin che ‘l sbrufa, ~Perché so che rasen 259 Dia1 | Falo un’azion de rava se ‘l lassa de ferir~Un che no 260 Dia1 | Mostrano di natura il bello e ‘l buono.~Sprezza Angiola le 261 Dia1 | insidie del costume altrui,~E ‘l buon germano le additò il 262 Dia1 | vostri ardori, ~Impegnato pel grande e pe ‘l mendico, ~ 263 Dia1 | Impegnato pe ‘l grande e pel mendico, ~Del vero amante, 264 Dia1 | medica virtute:~Deh, se ‘l frequente medicar vita, ~ 265 Dia1 | volta ebbe terrore, ~Che ‘l Leon vide in solitaria selva! ~ 266 Dia1 | iniquo e fello,~Allor che ‘l Nume fossesi spiegato:~S’ 267 Dia1 | rispose il Nume): ~Vivo è se ‘l brami, e se ‘l vuoi morto, 268 Dia1 | Vivo è se ‘l brami, e se ‘l vuoi morto, ei muore; ~Io, 269 Dia1 | prudente vostra genitrice,~E ‘l vostro genitor, pietoso, 270 Dia1 | Capirebbono il Berni e ‘l Malmantile, ~Perché son 271 Dia1 | e l’ambizione~Fa sì che ‘l Merlo nella rete cade, ~ 272 Dia1 | Trovisi il tempo e ‘l loco. ~Cosa succede poi? 273 Dia1 | Quello solo si vuoi che ‘l Ciel destina.~Destina il 274 Dia1 | parrucca. ~Era a cavallo, e ‘l vento che soffiava ~Scoprir 275 Dia1 | Flavia « E la parola, che ‘l Signore ha detta,~Carne 276 Dia1 | Maria, Madre di Dio, pel peccatore ~Prega adesso 277 Dia1 | navicelli intorno ~Fra ‘l sì ed il no in bilico mi 278 Dia1 | ciel, vizeto belo, ~Te ‘l ve dona un bel putelo ~Te 279 Dia1 | Signor ti appella, ~Ma pel tenero amor Padre ti chiama, ~ 280 Dia1 | avvocato, ~Col Padre e ‘l Figlio eternamente lieto, ~ 281 Dia1 | L’ordine delle sfere e ‘l mortal piano, ~Fa che la 282 Dia1 | languendo in grembo al suolo,~E ‘l bel fior, che agli altri 283 Dia1 | trovar senza aver lume. ~Col Priuli l’ha vista (Dio immortal!), ~ 284 Dia1 | parlar el sentire,~Ma col recita po l’è spiritoso.~ 285 Dia1 | recita po l’è spiritoso.~Col recita vestio da Truffaldin,~ 286 Dia1 | zoga al tavolin la notte e ’l ,~Come fevimo spesso el 287 Dia1 | in t’un canton, ~Che ’l papolava181 formagiella182 288 Dia1 | formagiella182 e pan. ~Sento che ’l dise: Disì ben, patron183, ~ 289 Dia1 | Tu donna illustre sei pel saper profondo,~E per la 290 Dia1 | gran padre.~Quella che ’l mondo misero ~Cognosse, 291 Dia1 | quello ed or di questo: ~Se ’l dicessi, sarei troppo innonesto.~ 292 Dia1 | stuccano poi col canto e ’l suono.~Dico, ma non so ben 293 Dia1 | mugier, gho l’àmia301, e ghol fradelo,~E do nevodi, e 294 Dia1 | menar, gridava; ~Aimè, se ’l picchi, il suo dolor preveggio; ~( 295 Dia1 | gire all’ostel la madre e i l figlio. ~Grida: Olà, dove 296 TLiv | già un bambino.~Indi all’L passando, ebbi da lei ~Adeguata 297 TLiv | di trar l’immagine o ’l mistero ~Che il falso adombri 298 TLiv | Per Minos, Radamanto e ’l can tricerbero, ~E di Medusa 299 TLiv | soffà deh v’assidete, ~E ’l mio fosco talento illuminate, ~ 300 TLiv | Ampia tela dispiega, e ’l grande, invitto ~Eroe mi 301 TLiv | a meditare apprese ~Fra ’l consesso de’ Padri ove fu 302 TLiv | Delo ~Essendo mutolo, ~Me ’l dice il Cielo;~E i vati 303 TLiv | cangiando in rozze lane, ~E ’l falso mondo in penitenti 304 TLiv | alle contrade,~Allor che ’l prode, il fior de’ cavalieri, ~ 305 TLiv | manca il valore, il tempo e ’l modo ~Né dir tutto poss’ 306 TLiv | giocondo,~Gli occhi vivaci, e ’l bel color vermiglio, ~Son 307 TLiv | E l’eccelso Senato, e ’l vasto impero ~Cui sull’acque 308 TLiv | lieta pace; ~Ite giuliva, e ’l Ciel vi benedica.~Signor, 309 TLiv | non vi volea, perch’io ’l facessi, ~Che il divieto 310 TLiv | La vittima più pura, e ’l miglior stelo.~Ed eran care 311 TLiv | con malizia il bello e ’l buono, ~E i peggior frutti 312 TLiv | invita:~E serbando fra ’l duolo il ciglio asciutto, ~ 313 TLiv | ancora il mio mestiere,~E ’l mio nome in Tabella è registrato.~ 314 TLiv | Opportuno mi sembra il tempo e ’l loco, ~E, se lascianla in 315 TLiv | pari al desio, ~Che ’l mio dire ornerei d’alto 316 TLiv | novel dubbioso impegno, ~E ’l cor disvelo a un protettor 317 TLiv | faccia, ~Ma veggio ahimè che ’l mio parlar s’intese~Quel 318 1 | nobiltà ~L’animo generoso e ’l cuor clemente, ~Me piase 319 1 | essere veduti.~Questo pel lor monarca amor non finto ~ 320 1 | Parlo, confesso il ver, pel mio interesse.~Benché lontan 321 App | E gh’ho nome paura che ’l me muora.~Ma vien siora Il povero superbo Atto, Scena
322 3, 8 | serbino~~E fedeltà.~~E 'l dolce e amabile~~Laccio La pupilla Opera, Atto, Scena
323 PUP, 4, 4| balcone affacciomi~~E se 'l veggo, lo chiamo. Quaglia, I rusteghi Atto, Scena
324 3, ul | sta puta, benché no la 'l conossa, o no la lo voggia La serva amorosa Atto, Scena
325 1, 12 | come sopra)~Brighella: La 'l dise per modestia. Ma chi Il servitore di due padroni Atto, Scena
326 1, 13 | Andemo con mi... Oh diavol! L è qua quest'alter padron. Sior Todero brontolon Atto, Scena
327 2, 13 | la putta più che più. Co 'l pare e la mare ghe la , Il signor dottore Atto, Scena
328 3, 5 | l'idea dell'umiltà,~~Pe 'l ritratto d'onestà,~~Ma...: Lo speziale Atto, Scena
329 1, 5 | una donna fu trovato,~~E 'l pover galantuom l'hanno La donna stravagante Atto, Scena
330 1, 7 | RIC.~~~~Chi 'l paragon vuol pingere di 331 1, 7 | pare?~~~~~~RIC.~~~~Chi 'l paragon vuol pingere di Torquato Tasso Atto, Scena
332 1, 6 | D.EL.~~~~Dite, tra 'l Duca e voi li ripetete spesso?~~~~~~ 333 1, 6 | la mezzana vi farò, se 'l bramate.~~Vedova siete voi, 334 1, 7 | leggo anch'io la notte e 'l ;~~Oh, mi piace pur tanto, 335 1, 13 | suoi pensieri;~~Ma so che 'l gradirebbe mia moglie volentieri.~~ 336 2, 2 | un piatto vi darò, se 'l volete;~~Ma se poesie cercate, 337 3, 2 | il barbaro destino;~~E 'l curioso mondo, dopo mia 338 3, 3 | Torquato.)~~~~~~TOR.~~~~Se 'l comandate, io resto.~~~~~~ 339 4, 8 | Don Gherardo rideva, e 'l Duca minacciava;~~E questo 340 4, 9 | motivi onesti.~~Si sa che 'l Duca irato volea la mia 341 4, 11 | Aminta, il Torrismondo e 'l mio Mondo creato,~~Il canzonier, 342 4, 11 | famigliari,~~Le orazioni e 'l trattato diretto ai secretari,~~ 343 5, 10 | da voi penso disciormi e 'l bramo,~~Segn'è che vi son Terenzio Atto, Scena
344 0, pro | eguale,~~Ognor vi fu chi 'l bene cercò coll'altrui male.~~ 345 1, 7 | confortar mie pene,~~È 'l dir: Ti voglio mio, ma voglioti 346 2, 2 | soltanto libero andar, se 'l brama;~~Il merto e la virtute 347 2, 3 | vero: parlo da stolto, e 'l sono.~~Se il mio dover non 348 2, 4 | ricamo intenta! E che facea 'l tuo vago~~Teco, allor che 349 2, 4 | Prestar dee servitute, e se 'l richiede, amore.~~~~~~CRE.~~~~ 350 2, 7 | LIV.~~~~La spiegherò, se 'l brami. Que' due di vario 351 2, 7 | sdegni, vo a chiudermi, se 'l vuoi.~~~~~~LIV.~~~~Resta. 352 2, 8 | vedi.~~Franco sarò, se 'l brami, audace anche, se ' 353 2, 8 | brami, audace anche, se 'l chiedi.~~Che leggesi, permetti 354 3, 1 | fuori d'una sola, di cui 'l destin m'ha privo,~~Penso 355 3, 1 | vo' lagnarmi,~~Fino che 'l giorno arrivi ch'io possa 356 3, 1 | invocar le Muse, Minerva e 'l biondo Apollo;~~E di padella 357 3, 9 | Staccasi da Creusa, se 'l rendo altrui consorte.~~ 358 3, 11 | greca.~~~~~~LUC.~~~~Tu, se 'l mio ben ti cale, se aneli 359 4, 2 | fosse Damone ancora,~~Che 'l numero infelice de' servi 360 4, 2 | Spero cambiarlo affatto, se 'l ciel mi darà vita:~~E se 361 4, 3 | Ma il lungo viaggio e 'l lungo variar delle tempeste~~ 362 5, 5 | tribunale in Roma il console e 'l pretore.~~~~~~DAM.~~~~Quand' 363 5, 5 | Sappia da me Lucano che 'l magistrato arriva.~~~~~~ 364 5, 6 | deposto al Campidoglio;~~E 'l teschio rinvenuto di quello 365 5, 11 | TER.~~~~Andrò, se tu 'l consenti,~~A raccor di Menandro La vedova scaltra Atto, Scena
366 3, 14 | a voi. Cedo Rosaura, se' l comandate. Fatemi il piacere I puntigli domestici Atto, Scena
367 1, 2 | la signora contessina e 'l sior marchese Florindo,
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License