L'adulatore
    Atto, Scena
1 2, 9| come la castagna,~~Bella de fora e drento la magagna.»~~~ 2 3, 1| Stassira l’aspett ch’al vigna fora dcà e ai dagh una schiuptà 3 3, 1| Stassira al aspett, e s’al vin fora, tonfta. (fa l’atto di sparar L'amante Cabala Atto, Scena
4 3, 3| amante?~~(No ghe giera nissun fora che Toni.~~Ghò paura...) L'amante militare Atto, Scena
5 1, 13| el mondo, ve devertirè, e fora de qualche sentinella e 6 2, 3| Bisognerà che manda la putta fora de casa). (da sé, apre colle 7 3, 8| desertor, perché nol s’ha trovà fora della città; ma l’era travestido L'amore paterno Atto, Scena
8 3, Ult | danno la mano)~PANT. Son fora de mi dall'allegrezza. Me Gli amanti timidi Atto, Scena
9 1, 2 | pittore.~ ARL. No la va fora de casa sta mattina?~ ROB. 10 2, 8 | confuso, son stordìo. Son fora de mi.~ ROB. Orsù, vedo 11 3, 6 | altra camera.~ ARL. El xe fora de casa. (raccogliendo)~ L'avvocato veneziano Atto, Scena
12 1, 3 | interesse che malamente e fora de tempo avè avudo ardir 13 2, 1 | baston? Cavalier indegno, fora quella spada. (mette mano)~ 14 2, 7 | tutte le persone del mondo, fora de ella.~ROS. Non crediate 15 2, 7 | compatissa. Stamattina son fora de mi.~BEAT. Sedete , 16 2, 11 | novità. L’aver visto vegnir fora dalla mia camera la so avversaria, 17 2, 13 | zoventù. Da queste vien fora quei grand’omeni, pieni 18 3, 2 | cossa alo dito? Tutte cosse fora del ponto. El vede persa La bancarotta, o sia il mercante fallito Atto, Scena
19 1, 13| No vedo l'ora de andar fora de casa, de farme veder, 20 2, 10| sto drappo el xe vegnù fora dalla mia bottega.~CLAR. 21 2, 12| conto. Farò che la lo metta fora, e ve lo manderò avanti 22 3, 4| vorrebbe condurre.~PANT. Tutti, fora che el conte Silvio.~SERV. 23 3, 7| PANT. Che el ghe ne metta fora altrettanti.~SILV. No, è Le baruffe chiozzotte Atto, Scena
24 1, 2 | Adesso: varé, la vegnua fora de forno. ~TOF. Voléu, Lucietta? ( 25 3, 18 | diana! petto de diana! Arme, fora arme! ~VIC. Va via, matto. 26 3, 18 | qua. Come xéla?~TIT Arme, fora arme!~TOF Mi no so gnente. ( La bottega da caffè Atto, Scena
27 1, 3| parole,~~Pàrleghe come ti, fora dei denti;~~Mi intanto studierò 28 2, 2| altro mar?~~Gh’è delle nave fora de Venezia?~~~~~~NARC.~~~~ Il bugiardo Atto, Scena
29 1, 6 | po la mattina a bon ora fora de casa. L'amor, per quel 30 1, 19 | amor l'amor de pare! Son fora de mi dalla consolazion.) ( 31 3, 5 | impegno.~PAN. Né a Napoli, né fora de Napoli?~LEL. In nessun Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
32 1, 3 | cotto, sbasìo, desperà, fora de mi, fora de logo, fora 33 1, 3 | sbasìo, desperà, fora de mi, fora de logo, fora de sesto, 34 1, 3 | fora de mi, fora de logo, fora de sesto, no posso più. ( 35 1, 4 | no son seguro de tirarla fora pulito. Semo de carneval, 36 1, 6 | che no l'ho visto. Xelo fora de casa sior Gasparo?~TON. 37 1, 6 | ha rason, siora sì. Xelo fora de casa el patron?~TON. 38 1, 6 | patron?~TON. Siguro ch'el xe fora de casa. El s'ha levà su 39 1, 6 | fondamento? El xe tutto el zorno fora de casa.~TON. Cossa sogio 40 1, 7 | con che proposito vegnìu fora co ste freddure?~TON. Ancuo 41 1, 7 | che andessi a spenderli fora de casa.~GASP. Mi a spenderli 42 1, 7 | casa.~GASP. Mi a spenderli fora de casa! Oh fia mia, me 43 1, 9 | impegnà a andar a disnar fora de casa.~LISS. Oh vedeu? 44 1, 9 | savesto che andè a disnar fora de casa.~GASP. Oh bravo! 45 1, 9 | casa?~GASP. Sior sì, se va fora anca per de ; senz'altro 46 2, 2 | Tonina i xe andai tutti do fora de casa per un interesse 47 2, 2 | Lissandro)~LISS. Eh se va fora anca per de qua. La se scurta. ( 48 2, 9 | Vedè ben; mi giera impegnà fora de casa...~TON. No ghe gierio 49 2, 10 | dìsela? (a Gasparo)~GASP. Son fora de mi.~TON. Sior Bernardin?~ 50 2, 10 | vegnir.~TON. Vardè, se fora de vu, se la passion ve 51 2, 10 | sdegno)~GASP. (Xe vero: son fora de mi. Vele qua tutte do). ( 52 3, 1 | ho scoverto, el me vede fora de mi, el sa che son dove 53 3, 2 | e se no l'avesse visto fora de casa, per ancuo no ghe 54 3, 3 | innocente. (allegra) Son fora de mi dalla consolazion. ( 55 3, 6 | TON. Oh no ghe andè, vedè, fora de sta porta. (si mette 56 Ult | gnent; v'assicur che son fora de mi da la consolazion.~ La buona madre Atto, Scena
57 1, 5 | zolar le braghesse71, i va fora de casa, i pratica, i sente, 58 1, 8 | la sa che non vago mai fora de la porta.~AGN. Eh, nualtre 59 1, 8 | la vederà. (Oh la me va fora de carrizada)111.~AGN. Se 60 2, 2 | e presto se dise, e va fora la nomina170, e su le botteghe 61 2, 3 | comanda. (Ogni tanto la vien fora178 con dei discorsi, che 62 2, 4 | ghe péto!)~BARB. Seu stà fora de casa con elo?~NICOL. 63 2, 4 | che otto zorni, che el va fora de casa. (ad Agnese)~AGN. 64 2, 6 | compreria.~BARB. E cussì? vienla fora sta gran bela cossa d'indiana?~ 65 2, 13 | fazza, né quel che diga. Son fora de mi. Prego el cielo che 66 3, 1 | dito cussì. O drento, o fora257.~DAN. O che el dise dasseno, 67 3, 2 | desgrazià, sior poco de bon, fora subito de sta casa.~NICOL. 68 3, 12 | lontan da le pratiche, tanto fora de le occasion, el xe stà 69 3, 14 | siora madre ghe l'ha tolto fora de scarsela.~AGN. A Nicoletto?~ La buona moglie Atto, Scena
70 1, 17 | basta, i ghe ne vol un’altra fora de casa. Ma Pasqualin che 71 1, 19 | fato?~PANT. Via, butèla fora a la prima14: cossalo fato?~ 72 2, 1 | Mi son quelo che trova fora de sta sorte de roba.~LEL. 73 2, 5 | castigo. Lo farò vegnir fora, ghe parlerò da pare, e La cameriera brillante Atto, Scena
74 1, 5 | nissun logo de Italia, e fora d'Italia, una villeggiatura 75 1, 8 | staffier, cogo, lacchè. Tutto, fora che cocchier, perché el Il campiello Atto, Scena
76 1, 1 | mattina.~Semo d'inverno fora de stagion;~Ma za de carneval 77 1, 2 | Cielo son ancora in ton,~E fora de una recchia,~Tutto el 78 2, 8 | Coss'è, patrona?~Seu vegnua fora, perché ghAnzoletto?~ 79 3, 1 | sior Boldo, o drento, o fora.~ANZOLETTO Lassé, che ve 80 4, 2 | piaze ztudiar, e ze vien fora~Zotto el Reloggio qualche La casa nova Atto, Scena
81 1, 1 | una botta al cuor. Gh'ho fora dei bezzi de mia scarsèla, 82 1, 1 | serve me sentiva, le saltava fora anca ele, se chiaccolava, 83 2, 1 | nostro zerman Lorenzin, fora de casa la va col zendà 84 2, 2 | parlar a mi. La caverò ben fora pulito mi.~Rosina: Vèla 85 2, 14 | superba. ~Cecilia: O ela o mi fora de sta casa.(parte) ~Meneghina: 86 3, 3 | poco, che el vegnù fora de collegio.~Cristofolo: 87 3, 4 | Che vòrli tòr la borsa fora de scarsella? Se l'ho fatto, 88 3, 4 | gnanca vesta e zendà d'andar fora della porta.~Checca: Mi 89 3, 13 | citazion, sequestri, cartoline fora, sior barba, cartoline fora. 90 3, 13 | fora, sior barba, cartoline fora. El mio povero marìo no La castalda Atto, Scena
91 1, 10 | istesse occasion. V’ho menà fora anca stanno, perché gieri Il contrattempo Atto, Scena
92 1, 14| siè vegnù, avanti che vaga fora de casa. Me preme de far 93 3, 14| quella che ti ha fatto? Andar fora de casa sola, co fa una 94 3, 25| carità, ve compagnerò mi fora della porta, acciò che chi La donna di garbo Atto, Scena
95 1, 9| de sora, de drento, de fora, de notte, de zorno: co 96 1, 13| Sentì: no saria gnanca fora de proposito.~ROS. Dirò 97 3, 1| gnanca un numero no xe vegnù fora, de quei che ha messo quel La donna vendicativa Atto, Scena
98 3, 27| L'è mêi che me la batta fora de ; ma se vado fora, 99 3, 27| batta fora de ; ma se vado fora, ho paura... e se resto La donna volubile Atto, Scena
100 1 | maridar quell’altra, e po son fora de tutti i intrighi.~ROS. 101 3 | no ghe n’ho, perché son fora del mio paese; onde ho invidà Le donne curiose Atto, Scena
102 1, 3| lontani dai strepiti, e fora della suggizion.~BRIGH. 103 2, 18| negozio? Do mue de chiave fora de man? Ste chiave in man 104 3, 5| più vicini alla porta va fora prima dei altri. Senza complimenti. Le donne gelose Atto, Scena
105 1, 3| Oe, sioràmia, xe vegnù fora el sol.~CHIAR. Oh, che bel 106 1, 3| TON. Un lustrissimo da de fora.~GIU. Caspita! la ghaverà 107 1, 4| Liston26, mi no vegno gnanca fora de casa.~GIU. Cossa voleu 108 1, 5| un pezzo che el cognosso. Fora l’ho praticà; s’avemo fatto 109 1, 6| insonio campanieli, vien fora el 90.~BOL. V’aveu insunià 110 1, 6| zogheli vu a mità, e mettè fora i bezzi, che ve li darò. 111 1, 6| volta che ho abuo le firme fora de man, ho sempre perso.~ 112 1, 9| despiase che donna Sgualda xe fora de casa. Se la vegnirà stasera...~ 113 1, 14| vorave ben andarlo a scaturir fora.~ORS. M’ha dito el zovene, 114 1, 16| i cria, no andemo altro fora de casa.~GIU. Andè , fiozza, 115 1, 17| vendua.~BOL. L’ho vendua fora de bottega.~GIU. Per quanto?~ 116 2, 10| la porta, quando che i va fora de casa?~GIU. Quel che la 117 2, 10| Ghe preme de véder co vien fora so mario). (da sé)~TON. ( 118 2, 14| ela custia? Che la vegna fora.~GIU. Mo via, la gh’abbia 119 2, 16| Voleva da vu un servizio fora de casa.~ARL. La servirò 120 2, 16| che la comanda. In casa, fora de casa, in camera, sui 121 2, 16| Lugrezia?~LUG. Gh’ho lassà fora un codegugno, un tabarro, 122 2, 19| se vedemo.~TON. Vago poco fora de casa.~LUG. Cossa fala 123 2, 26| Oh, questi no i me va più fora de scarsella150!~ ~ ~ ~ 124 2, 33| zente! oh che donne! Torno fora, e da siora santola no ghe 125 3, 3| fio.~BOL. Voleu gnente fora de casa?~GIU. Vegnìu a disnar?~ 126 3, 5| Tonina, patrona. A bonora fora de casa.~TON. Oimei! La 127 3, 5| sentirà. No ghe lasserò fora un ette.~TON. Cara siora 128 3, 7| bisognerà che la la metta fora; ma intanto no paro bon 129 3, 18| Pazenzia! Me mariderò de fora). (da sé)~BAS. Siora Chiaretta, I due gemelli veneziani Atto, Scena
130 2, 9| basta. Anemo, o drento, o fora. Oe, gh’è nissun in casa?~ 131 2, 12| el spenderà sempre più fora de casa che in casa. Se 132 2, 12| consegnarle a vu, acciò, vegnindo fora el patron, ghe le podiè 133 2, 14| ignorante! ma se vegno fora, ti me la pagherà. (parte 134 3, 9| Manco mal che son vegnù fora de caponera92.~TON. Ecco 135 3, 26| maraveggia! Drento morto, e fora vivo.~DOTT. Voglio veder Il genio buono e il genio cattivo Atto, Scena
136 2, 5 | ghe sia zente che scriva fora de qua.~ARL. Vederè, vederè, L'erede fortunata Atto, Scena
137 1, 14| Fiammetta to sorella, che l’è fora de , e me preme de vederla Il feudatario Atto, Scena
138 2, 12| I m'ha dito che l'è andà fora de casa.~BEAT. Con chi?~ La figlia obbediente Atto, Scena
139 1, 13| avri quel baul, e tira fora l’arzentaria.~LUM. La servo. ( 140 1, 13| poi torna)~BRIGH. Presto: fora quelle sottocoppe, quelle 141 1, 13| una cossa simile. Tirè fora el relogio d’oro. (a Lumaca, 142 2, 9| co i la vede; i se butta fora dei palchi. Un sora l’altro; 143 2, 21| Co vien la grazia, tirè fora questo. Scondèlo: ve darò 144 2, 21| parte)~BRIGH. (Se troveremo fora d’Italia). (parte coi ballerini)~ 145 3, 8| BRIGH. Andè, fia, tirè fora le vostre zoggie, che mi 146 3, 8| zoggie, che mi po tirerò fora l’arzentaria.~OLIV. (Sì, 147 3, 15| la ghe ne vol, patrona. Fora del teatro no la tratta La finta ammalata Atto, Scena
148 2, 8| è prodigiosa?~PANT. Son fora de mi dalla contentezza.~ La fondazione di Venezia Azione
149 Pro | oltraggio.~~~~~~MUS.~~~~Fora il tacer più saggio.~~Pensa 150 7 | benedigo.~~~~~~NISO~~~~Son fora, grazie al ciel, d'un gran Il frappatore Atto, Scena
151 1, 6| che me andava le buele fora del corpo.~BRIGH. No l’ 152 1, 6| Mai più. No son mai stà fora de Venezia. Mio lustrissimo 153 1, 10| Fava luser i anelli; tirava fora una scatola da tabacco, 154 2, 7| el dorma, e ghe li roberò fora de scarsella.~BEAT. Volete Il giuocatore Atto, Scena
155 1, 19| BRIGH. Comandela che li toga fora del sacchetto?~FLOR. Signor 156 3, 4| da sé, parte)~PANT. Son fora de mi. Fazzo cento pensieri, 157 3, 5| ferma qua. La farò vegnir fora; drento no voggio che 158 3, 5| la favorissa, la vegna fora.~ ~ ~ ~ La donna di testa debole Atto, Scena
159 1, 14 | qualcossa in casa, che mandarla fora de casa a precipitar.~ELV. 160 2, 2 | La sarà in un qualche prà fora delle porte. Vardemo sel 161 3, 3 | ben andar a spuar latini fora de casa mia; mi no gh'ho 162 3, 4 | PANT. No so cossa dir: son fora de mi.~ ~ ~ ~ 163 3, 8 | voggia che la sia cussì. Fora de ste pazzie, l'è una signora Una delle ultime sere di carnovale Atto, Scena
164 1, 2 | impastar le polpette; ho fora el vin; ho messo fora la 165 1, 2 | fora el vin; ho messo fora la biancaria. No me manca 166 1, 2 | me manca altro che tirar fora le possae, le sottocoppe, 167 1, 6 | ELENETTA Oh! mi no vago fora della porta senza de elo.~ 168 1, 11 | drapi, che st'anno vegnui fora dai mii teleri?~BASTIAN 169 2, 2 | ALBA Per mi, che i me lassa fora.~ZAMARIA Siora no; l'ha 170 2, 2 | zogo sempio che 'l trova fora. Più tosto po a la tondina.~ 171 2, 2 | siora Marta, mi la me lassa fora.~ZAMARIA Coss'è? Farastu 172 2, 3 | ma ghe scometto, che vien fora la meneghella. ( giù la 173 2, 3 | tutto; la meneghela giera fora del mazzo). (a Polonia)~ 174 3, 9 | tasa, cara ela, che son fora de mi). (a Marta)~ZAMARIA 175 3, 11 | falà el scacco. Una pedina fora de logo. (vedendo che Agostino 176 3, 12 | grandissimo.~MOMOLO E se vien fora critiche, voleu che ve le 177 3, 12 | né per altri. Se vegnirà fora de le cosse contra de mi, 178 3, 13 | consolazion.~DOMENICA Son fora de mi da la contentezza.~ L'impostore Atto, Scena
179 2, 5| vede ben, mandar una putta fora del so paese, senza saver Il geloso avaro Atto, Scena
180 2, 7 | veda quel bacil a tornar fora de sta casa; perché el visinato 181 3, 3 | come el vento, che el va fora per tutti i busi). (da sé, Le femmine puntigliose Atto, Scena
182 3, 6 | tutti i servitori che vien fora de sto palazzo.~Bravo - La madre amorosa Atto, Scena
183 2, 4 | Brighella)~BRIGH. L'è meio; fora dei strepiti.~OTT. Ma la Le massere Atto, Scena
184 1, 8 | son miga una matta;~~Se va fora de casa, e dopo se se catta.~~ 185 2, 7 | mio,~~Ma no voggio nissun, fora de mio mario.~~~~~~RAIMONDO:~~~~ 186 3, 1 | i fioli,~~La me zerniva fora l'ua passa e i pignoli.~~~~~~ 187 3, 9 | caro.~~~~~~BIASIO:~~~~E vu fora de casa vegnir senza de 188 4, 3 | COSTANZA:~~~~Perso fora de deo che l'abbia sior 189 4, 7 | con mi, che me aspetta de fora.~~Gh'ho dito che ghe xe Monsieur Petition Parte, Scena
190 2, 4| qualche strapazz,~~Tiran fora quei ungiazz,~~Le comenza Le morbinose Atto, Scena
191 3, 1 | cazzada!~~No vago col mio ben fora de carizada.~~Lo amo, come 192 3, 4 | morbin.~~~~~~FELICE:~~~~El xe fora de élo, gramazzo! el xe 193 4, 6 | m'ha fatto sparir el cuor fora dal sen.~~~~~~FERDINANDO:~~~~ 194 4, 7 | qualchedun volesse parlar fora de ton,~~Signor'amia vol I morbinosi Atto, Scena
195 4, 3| ma tute no le vol vegnir fora.~~La festa da Venezia vien Ircana in Ispaan Atto, Scena
196 3, 7 | Che non gradir suoi doni fora protervia insana~Placati, I pettegolezzi delle donne Atto, Scena
197 1, 6 | l'abbia trovà sta putta fora de qua. Chi dise che la 198 2, 14 | fatto gnente. Adesso xe fora per tutto sta bella chiaccola, 199 2, 17 | Donna Sgualda - Ti ha buttà fora tutto, ah, de mia zermana 200 2, 19 | paron Toni?~Paron Toni - Son fora de mi.~Pantalone - Se parla 201 3, 6 | de Abagiggi.~Beppo - Son fora de mi. Vardè che no fallè.~ Il poeta fanatico Atto, Scena
202 3, 16| quando con più d’un la se tra fora,~Crederghe certamente più Componimenti poetici Parte
203 Giov | e con prodigi vari,~Ma fora il merto suo posto in oblio, ~ 204 Dia1 | quando con più d’un la se tra fora, ~Crederghe certamente più 205 Dia1 | col xe in collera, el xe fora de lu,~E la rason allora 206 Dia1 | La collera l’aveva tira fora de lu,~Alla so propria vita 207 Dia1 | un omo tondo. ~— Adasio. Fora occhiali, e sto Milord vardemo:~ 208 Dia1 | Co stidea de bellezze fora del natural,~So che della 209 Dia1 | che gh’è un’occasion ~De fora via69, che vantazar se pol. ~ 210 Dia1 | me vegnìu donca a parlar ~Fora de tempo, e fora de sason83?~ 211 Dia1 | parlar ~Fora de tempo, e fora de sason83?~Pasquetta Cara 212 Dia1 | fursi saverà chi son...~Ma fora son andà de carizada108, ~ 213 Dia1 | Nol va, co se sol dir fora de ton:~Tutti sti altri 214 Dia1 | spada e baston, e sbalzo fora, ~Un certo bisognetto a 215 Dia1 | trappola, ~De qua no me scampè;~Fora le vostre chiaccole, ~Fe 216 Dia1 | fazzo intanto mi.~Salta fora con spirito,~Musa, vôi che 217 Dia1 | Anzi me par che al metodo ~Fora del mio costume, ~Estro 218 Dia1 | no parlo.~Vedo ch’el tira fora un bolettin,~Ch’el me varda 219 Dia1 | ha cavà,~E el ne xe salta fora co st’altra novità.~E per 220 Dia1 | E sotto un’ala el tira fora un quadro ~D’un signor generoso 221 Dia1 | manca, e el cuor te trema.~Fora del to sentier no far un 222 Dia1 | lontan se sentiva a saltar fora,~E a quel canoro dialogo 223 Dia1 | restrenzendo el fato; ~Lassando fora, per vegnir al fin, ~Le 224 Dia1 | che per miracolo de Dio, ~Fora da un crocefisso è scaturio.~ 225 Dia1 | Serafina a Dio dileta, ~Vu fora d’intrigo in sto proposito, ~ 226 Dia1 | comparisse~Bela e stupenda fora de misura,~Molto in tal 227 TLiv | conseggia,~I pensa a tuto, fora che a la morte,~E al mio 228 TLiv | Facilmente podè trovarme fora314.~La cale domandè de le 229 TLiv | Marcheto, come va in insonio~Fora spesso el pensier de carizada,~ 230 TLiv | figura in sta fonzion, ~Fora me caveria de tuti i impegni;~ 231 TLiv | dal mio palchetto ~Metto fora la testa, e a banda dretta ~ 232 TLiv | un certo monsù xe saltà fora, ~Tornemo (ho dito) a chiacchiarar 233 TLiv | col sarà in età de trarse fora,~I saverà chi xe el Baglioni 234 TLiv | ben l’Adria provede.~Se va fora de sala pian pianin,~Se 235 TLiv | Mestre397 i va a trovar fora? mo perché? ~Per poder dir: 236 TLiv | ruzene e vechia. ~Salta fora Imeneo: Fermève, el cria, ~ 237 TLiv | sti boni partii né qua, né fora521. ~No se pol retirar parola 238 TLiv | manco el s’aspetta, el salta fora.~Co le muneghe el sente 239 TLiv | stimol d’onor che degno fora ~Del più felice italïan 240 TLiv | Vestiario novel xe saltà fora.~E no gh’è caso de tirar 241 TLiv | sfogo de passion ~El xe fora de tempo: ché de cuor~Scrivo, 242 TLiv | vu, ~Pol esser santa fora del convento.~Ma la rason 243 TLiv | ore le xe consumae.~Le va fora de casa, o, se vien zente, ~ 244 1 | fate. ~Donca de sto pensier fora me trovo, ~Né scrupolo nissun 245 1 | laorar presentemente? ~Fazzo fora de casa el mio disegno, ~ 246 1 | stile ~Che dell’opra miglior fora la scusa.~Che se un tempo Il prodigo Atto, Scena
247 1, 3| questo l'ho pregada de vegnir fora in tel mio casin. Ah? cossa 248 3, 5| altro). (da sé)~MOM. (Son fora de mi; no gh'ho più coraggio 249 3, 19| perfettamente contenta.~MOM. Son fora de mi dalla contentezza.~ Il raggiratore Atto, Scena
250 1, 15| costui?~ARL. El sarà de fora; l’è vegnù qua con mi. ( 251 3, 7| barà; se volè i maneghetti, fora el scudo.~JAC. Eccolo.~ARL. 252 3, 18| ha montà suso; l’è andà fora della porta della città, Il tutore Atto, Scena
253 1, 5| tante de ste patrone che va fora de casa con una maschera 254 2, 6| BRIGH. Oh, a stora i sarà fora del rio.~BEAT. Ho mandato 255 2, 10| Ottavio, vestive, andemo fora de casa.~OTT. Aspettate I rusteghi Atto, Scena
256 1, 1 | poverazza, che no vago mai fora della porta? E nol vol mo 257 1, 2 | giusta! I avè ben trovai fora del mazzo.~LUNARDO Cossa 258 1, 8 | avemo da andar a disnar fora de casa.~MARINA E mel disé 259 1, 9 | capponi. Ho d'andar a disnar fora de casa senza saver dove? 260 1, 9 | da sior Lunardo? Col fora de casa, che el vegna; lasséme 261 2, 4 | xèla vestìa?~LUNARDO Éla fora de casa, e vu sé in casa.~ 262 2, 7 | vedo l'ora, che la me vaga fora dai occhi).~LUCIETTA E cusì, 263 2, 13 | Cossa gh'aveu?~MAURIZIO Son fora de mi.~LUNARDO Cossstà?~ 264 3, 1 | mondo, i ve la fa tirar fora, e po ancora i ve dise, 265 3, 1 | smatar.14~CANCIANO Mandèla fora.15 Fèla star in campagna.~ 266 3, 2 | la cusì stravagante fora de l'ordinario, che mai 267 3, 4 | Caro vu, compatìme. Son fora de mi.(a Cancian)~MARGARITA ( 268 3, 4 | còlera: l'ha volesto butarla fora42. Da resto el ve scusa, La serva amorosa Atto, Scena
269 1, 1 | sior Florindo xe cazzà fora de casa.~Ottavio: Suo danno. 270 1, 9 | vecchio, s'el l'ha cazzà fora de casa colle brutte?~Corallina: Il servitore di due padroni Atto, Scena
271 1, 13 | altro. Come faroio a trovar fora le soe? Mi no so lezer).~ 272 1, 13 | RUFFALDINO (Se la porto fora netta, l'è un miracolo). 273 2, 10 | ordinar el pranzo, e po el va fora de casa. La roba sarà andada 274 3, 1 | far? El primo patron l'è fora de casa, el segondo dorme; 275 3, 1 | de aria ai abiti; tirarli fora dei bauli, e vardar se i 276 3, 1 | giusto a proposito. Tirerò fora i bauli, e farò pulito. 277 3, 1 | me dessi una man a tirar fora certi bauli da quelle camere, 278 3, 1 | averti tutti do. Tiremo fora ogni cossa (leva gli abiti 279 3, 2 | el diavol fa che el vegna fora, e el veda st'alter baul, 280 3, 2 | che el vegna. Co l'anderà fora de casa, giusterò tutto ( 281 3, 12 | El padron se veste, el va fora de casa, e nol se vede.~ Sior Todero brontolon Atto, Scena
282 1, 3 | zelusia. E el l'ha vista anca fora de casa una mattina a bonora.~ 283 1, 4 | delle difficoltà, parleghe fora dei denti; disè l'animo 284 1, 7 | in sta maniera no dago fora i bezzi della dota. Za la 285 1, 7 | i me servirà. I manderò fora in tei mi loghi, i me servirà 286 1, 8 | Oh! contentissimi. I xe fora de lori dalla contentezza.~ 287 2, 6 | devertimenti? Vaghio mai fora della porta? Gh'oggio visite 288 2, 9 | tutte le cosse del mondo, fora che a questa; ma el descorso 289 2, 10 | no ve fe tirar le parole fora de bocca. Cossa v'alo ditto?~ 290 2, 13 | presto che femo, se cavemo fora da ogni pericolo, da ogni 291 3, 1 | i se sposa, e vôi esser fora de sto pensier.~DESID. Ben, 292 3, 3 | la veda, per de qua se va fora più presto. (mostrandogli 293 3, 3 | xe?~DESID. La xe andada fora de casa.~MENEG. La xe andada 294 3, 3 | casa.~MENEG. La xe andada fora de casa? Bravo. Ho capio. ( 295 3, 4 | vestirà pulito, e anderò fora de casa quando che vorrò 296 3, 7 | voggiemo burlar?~MENEG. (Son fora de mi. No so in che mondo 297 3, 12 | onorata.~TOD. Pare e fio, fora subito de casa mia (a Desiderio)~ 298 3, 12 | tegna. Baroni, canaggia. Fora subito de casa mia. (strillando)~ 299 3, 13 | via de qua. Pare e fio, fora subito de casa mia. (a Desiderio)~ La sposa persiana Atto, Scena
300 4, 10 | La testa di tuo figlio fora al mio piè caduta.~MACHMUT La donna stravagante Atto, Scena
301 5, 1| foglio,~~Giusta ragion non fora, ma pertinace orgoglio.~~ Torquato Tasso Atto, Scena
302 4, 9 | dirò, caro amigo, che siè fora de ton;~~Pensè, parlè pulito; 303 5, 1 | el Duca lo farà vegnir fora.~~Lo pregherò per grazia Il teatro comico Atto, Scena
304 1, 6 | pol aver tutte le virtù, fora d'una.~ORAZIO E qual'è quella 305 2, 6 | ha messi al mondo. Onde fora tutti do desta casa. Mi 306 2, 6 | PANTALONE Animo, digo, fora subito de sta casa. FLORINDO Terenzio Atto, Scena
307 3, 4 | TER.~~~~Stolto Terenzio fora, se cieco a voi credesse~~ Gli uccellatori Atto, Scena
308 2, 15 | qualche strapazz~~Tiran fora quei unghiazz,~~Le comenza L'uomo di mondo Atto, Scena
309 1, 14| Poveretto, i l'ha fatto star de fora quel che sta ben28!~LUC. 310 1, 14| taser, o voleu che ve serra fora de la porta? (a Truffaldino)~ 311 1, 14| no son contento. Animo, fora de sta casa.~LUC. Voi mi 312 1, 16| mesi de lizion, la se butta fora, se no altro, per figurar. 313 2, 5| che ve farà saltar i denti fora de bocca.~OTT. A me?~MOM. 314 2, 12| compagni. Per esempio, vegnirè fora colla rocca filando, o con 315 2, 12| vostro compagno vegnirà fora, o colla carriola a portar 316 2, 12| tanto e tanto, se vien fora a far da contadini o da 317 2, 12| testa, saltar in tempo e fora de tempo, menar i brazzi 318 2, 13| stassera).~TRUFF. Animo, fora de sta casa onorata.~LUC. ( 319 2, 15| pochetto intrigà, ma me caverò fora). (da sé)~SILV. Permetta 320 3, 2| Me fe torto a dubitar. Fora dell'impegno d'un matrimonio, 321 3, 8| che vostro sior padre xe fora de elo per causa vostra. Il vecchio bizzarro Atto, Scena
322 1, 14 | fuori una borsa)~BRIGH. Fora l'anello, patron. (a Martino)~ 323 1, 14 | ben; deme i bezzi.~PANT. Fora l'anello.~MART. Tolè, sior. ( 324 2, 3 | vol batter, che le vaga fora de ste lagune. Qua no se L'incognita Atto, Scena
325 2, 12| Ottavio, la me perdona. Son fora de mi. Sto fio me orba, 326 2, 12| se ti gh’ha arme, tirele fora. (Sior Ottavio, no la vaga 327 2, 12| star. Co ti gh’ha arme, fora arme.~LEL. Io non ho niente.~ 328 2, 12| me fido. Tocco de sassin, fora arme. (Sior Ottavio, la 329 3, 6| Posso arrischiarme de vegnir fora de sti alberi. Se savesse 330 3, 10| poco. Se no m’inzegnasse de fora via, poveromo mi). (da sé, La moglie saggia Atto, Scena
331 2, 1| una mezz’oretta la vegnirà fora del camerin bianca e rossa 332 2, 9| alo vista? Salo che la xe fora de casa?~COR. Egli è partito I puntigli domestici Atto, Scena
333 1, 5| manazzi de lassar la roba fora de casa. Sta cossa no la 334 1, 7| star tre o quattro zorni fora de casa...~COR. Mi vien 335 2, 14| se ti è galantomo, vien fora de qua.~BRIGH. Arlecchin, 336 2, 14| ARL. Sangue de mi, vien fora de qua.~BRIGH. Ti vol che La putta onorata Atto, Scena
337 1, 5| no son de quele che vaga fora de casa, se no gh’avesse 338 1, 5| malinconia. E po qua semo fora dei petegolezzi. In sta 339 2, 18| Mi no so dove la le trova fora76). (da sé)~CAT. Anzi la
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License