L'adulatore
    Atto, Scena
1 3, 1| BRIGH. No, caro amigo, no fe. El cielo ve provvederà. 2 3, 1| ben; e vu alter Fiorentin fe banchett, quand magnè la 3 3, 1| parlar a mi.~STAFF. veneziano Fe pulito; arecordeve de mi; L'amante Cabala Atto, Scena
4 1, 7| FILIB.~~~~No ve fe nasar in piazza. (a Catina)~~~~~ ~~~ 5 2, 2| Aggiustarla se puol,~~Se me fe sto servizio.~~~~~~CAT.~~~~ 6 2, 3| la vuol a tutta moda).~~Fe presto, che xe tardi. (forte L'amante di sé medesimo Atto, Scena
7 2, 5| Via, andemola a trovar; no fe che la zavaria.~~~~~~CON.~~~~ 8 3, 5| andeu signorando?~~No me fe stomeghezzi; molèghe, o 9 5, 1| piena, e la serva imbriaga.~~Fe da omo una volta; pensè, 10 5, 1| Eh, che con do parole fe presto a comodarla.~~~~~~ 11 5, 1| so che sti riflessi no i fe per vanità.~~Co l'amigo Gli amanti timidi Atto, Scena
12 2, 4 | un galantomo... Se lo fe per farme una burla...~ 13 3, Ult | prego tutti per carità, fe che Camilla parla che la L'avvocato veneziano Atto, Scena
14 1, 1 | siete padrone.~ALB. Me fe una finezza, che l’aggradisso 15 1, 1 | bene.~ALB. Via, via, no me fe sto torto. No me credè capace 16 1, 3 | seguitarli. El dubitar che vu fe della mia onestà, della 17 3, 2 | ALB. Basta cussì, che me fe vegnir mal. La gh’aveva La bancarotta, o sia il mercante fallito Atto, Scena
18 1, 11| del mio precipizio.~PANT. Fe cussì: andè in casa de vostro 19 1, 11| in casa de vostro padre e fe che lu ghe rimedia.~AUR. 20 1, 13| PANT. Sì, caro amigo, andè, fe presto, me raccomando alla 21 2, 10| averave perso el mio capital. Fe cussì demela a mi, fideve 22 3, 9| sonadori, licenziè tutti. Fe serrar la porta del casin, 23 3, 9| PANT. Ve conterò tutto. Fe prima quel che v'ho dito.~ 24 3, 9| Io non ho danari.~PANT. Fe una cossa, vu come vu, mostrando 25 3, 9| va bene.~PANT. Mo via, no fe che me despiera più de quello 26 3, 13| vegnì; ma se vegnì, me fe un servizio, se no vegnì, 27 3, 13| servizio, se no vegnì, me ne fe do. Me contenterò de quel 28 3, 13| signor padre...~PANT. No me fe serrar el cuor più de quello La birba Atto, Scena
29 1, 3| Cerchi, ve lasso,~~No fe più per mi.~~~~~~ ~~~~ ~~~~~~ 30 2, 3| LIND.~~~~Via, no ve fe paura,~~Me remetto alle La bottega da caffè Atto, Scena
31 1, 2| qualcun ve vien arente,~~Fe da savia e da prudente;~~ 32 1, 2| il volto.~~~~~~NARC.~~~~Fe ben; quel che vedè~~Xe un 33 1, 3| Via, mascheretta, no fe la retrosa,~~Cavève la moretta;~~ 34 2, 1| Tita, Nane, fe presto,~~Forbì sti taolini,~~ 35 2, 7| sgnanfo riverito,~~No me la fe montar.~~Vedeu sto curarecchie? 36 3, 5| tegnir de fracassarlo.~~Fe che ’l vaga via;~~Se Il bugiardo Atto, Scena
37 1, 10 | incomoda infinitamente.~ARL. Fe cusì, quando volì che segonda, 38 1, 16 | la so casa. Dèghela, che fe un bon negozio.~DOTT. Tanto 39 3, 5 | busiaro per natura, e che fe pezo per l'avegnir.~LEL. Il buon compatriotto Atto, Scena
40 1, 1 | Bravo, sieu benedetto. Me fe crescer tanto de cuor.~TRACC. ( 41 1, 7 | signore?~PANT. Oh via, no me fe la semplice, e no me oblighè Chi la fa l'aspetta Atto, Scena
42 1, 2 | Vardè, e se el xe elo, fe ch'el vegna avanti.~LUC. 43 1, 5 | ma abbiè giudizio, no me fe scene, e no me fe smattar.~ 44 1, 5 | no me fe scene, e no me fe smattar.~BORT. Cossa songio, 45 1, 7 | chiave in terra)~GASP. Me fe da rider in verità.~TON. 46 1, 9 | volta i so boni amici. Vu fe un mestier, compare, che 47 1, 9 | compare Bernardin.~LISS. Fe una cossa: se ve preme, 48 1, 9 | Ma scuseme, sior Gasparo, fe molto mal.~GASP. Oh! i batte.~ 49 1, 14 | LISS. Vu omo capace; fe tutto quel che volè.~OSTO 50 2, 9 | canevi.~TON. Caro vu, no me fe parlar.~GASP. Cossa voressi 51 2, 10 | TON. Cossa serve che ve fe nasar? Paghèlo. (a Gasparo)~ 52 2, 10 | GASP. Zitto, amigo, no fe altro strepito. No so gnente... 53 3, 4 | forte)~GASP. Zitto, no ve fe sentir.~RIO. La xe in tinello, 54 3, 14 | patrona? (a Zanetto)~ZAN. Via, fe el vostro debito, e ringrazieli. ( La buona madre Atto, Scena
55 1, 3 | E via, cara vu, che no fe gnente che staga ben. Anca 56 1, 4 | con ironia)~NICOL. Me fe una rabbia.~MARG. Ma no 57 1, 4 | seguro, vegno rosso. Me fe rabbia. No volè che vegna 58 1, 9 | mia camera.~LOD. Via, no fe scene, stè qua, stè co se 59 2, 4 | véder?~BARB. Ànemo, no me fe andar in colera.~NICOL. ( 60 2, 4 | le voggio assolutamente: fe che la sia la prima e l' 61 2, 10 | salto?~BARB. Sì, andè vu, ma fe presto.~MARG. La diga, ala 62 3, 2 | zitto, creature. No ve fe smattar.~DAN. Col bravo 63 3, 7 | nato!~GIAC. Mo via, no me fe star zo el cuor272.~MARG. 64 3, 7 | GIAC. Mo via po, no me fe pianzer. (come sopra)~MARG. 65 3, 15 | no.~AGN. Anca sì che lo fe per mantegnir la fede a La buona moglie Atto, Scena
66 1, 5 | dir?~BETT. Cara vu, no me fe parlar.~CAT. Me recordo, 67 1, 7 | e no te dubitar.~MOM. Me fe vegnir rossa.~CAT. Ah matazza 68 2, 23 | PASQUAL. Andè via, no me fe andar in colera. (a Bettina)~ 69 2, 25 | lu. do mati insieme. Fe quel che volè, no ghe penso 70 2, 25 | volè, no ghe penso gnente. Fe conto che sia morto. Andeve 71 3, 6 | bevilo.~BETT. Mo via, che me fe voltar el stomego.~CAT. 72 3, 6 | savessi che rabia che me fe.~CAT. Cara ti, fazzo per 73 3, 9 | nu.~NANE Anemo, e no me fe scaleta.~MEN. Mi vegno real, 74 3, 14 | respetè vostro sior pare, fe conto de vostra mugier, 75 3, 18 | Zito, no disè cussì, che me fe cascar le lagreme. (piange)~ La cameriera brillante Atto, Scena
76 2, 24 | vôi destrigar anca mi: e fe presto, perché no posso 77 3, 1 | che sto nostro patron lo fe far a modo vostro.~ARG. 78 3, 11 | c'entra.~PANT. Mo, se me fe star zoso el fià.~ARG. Dirò La castalda Atto, Scena
79 1, 8 | correggerò io.~PANT. Sì, fia, fe vu, crièghe, feve portar 80 1, 11 | vussustrissime.~PANT. Caro amigo, me fe star zoso el fià. Siora 81 2, 12 | PANT. Andè via, ve digo. No fe che ve daga una man in tel Il contrattempo Atto, Scena
82 1, 14| PANT. Non occorr'altro. Fe pulito, e debotto torno. ( La donna vendicativa Atto, Scena
83 2, 2| per le finezze che vu me fe.~COR. Via, se ti ho dato La donna volubile Atto, Scena
84 1 | discorsi. Andè a lavorar. Fe su le vostre camise, le 85 3 | Ma via, no perdemo tempo, fe quel che v’ho dito.~BRIGH. Le donne gelose Atto, Scena
86 1, 6| lire e sedese soldi.~LUG. Fe una cossa, sior Boldo, zogheli 87 1, 7| cuor.~LUG. Poverazzo, me fe peccà. Ve agiuto volentiera. 88 2, 29| volentiera un pollastro).~BAS. (Fe una cossa, aspetteme alla 89 2, 29| Fabia fa moto di sì)~ORS. (Fe presto, savè, che v’aspettemo). ( 90 3, 8| BAS. Siora Lugrezia, me fe vegnir tanto de cuor.~LUG. 91 3, 14| l’averà vendua). (da sé) (Fe una cossa, andè de in 92 3, 18| bottega. E vu, sior Boldo, no fe che sta vincita ve ingolosissa, I due gemelli veneziani Atto, Scena
93 1, 7| aspetta tempo. Via, no me fe più penar. (s’accosta, e 94 1, 13| questo piacere, venite.~TON. Fe conto che sia vegnù. Se 95 2, 6| bene?~ARL. Sì andè, no me fe più penar.~COL. Vado, vado. ( 96 3, 5| deme le mie zogie. No me fe desperar.~BARG. Andiamo 97 3, 11| via, no siè tirana,~No me fe star più qua.~Voria butarme 98 3, 22| sieu benedio. Dèmela, no me fe più penar.~PANC. (Il veleno 99 3, 25| menarlo in casa. Quel zovene, fe anca vu el servizio de aiutarlo Il genio buono e il genio cattivo Atto, Scena
100 2, 6 | renderve ridicolo in Franza; no fe che un omo d'onor, che un La figlia obbediente Atto, Scena
101 1, 12| Al novizzo xe lecito. No fe smorfie.~ROS. Sapete, signor 102 1, 13| della Ballerina.~ ~BRIGH. Fe pian, fe pian con quel baul. 103 1, 13| Ballerina.~ ~BRIGH. Fe pian, fe pian con quel baul. Gh’è 104 1, 13| scrignetto, un bauletto.~BRIGH. Fe conto, una cossa simile. 105 2, 16| con libertà.~PANT. Via, fe pulito. Ma... fermeve. No 106 3, 16| portarse ben. Cara fia, no me fe restar in vergogna.~CAM. Il frappatore Atto, Scena
107 1, 4| Sior Ottavio, per un mese fe conto che mi no ghe sia.~ 108 1, 7| BRIGH. Vardè ben quel che fe. Semo in t’un paese che 109 3, 15| bocconcin de muggier.~ARL. Fe come ho fatto mi, sior Tonin.~ Il gondoliere veneziano ossia gli sdegni amorosi Parte, Scena
110 2, 2| far, se la me riesse).~~Fe una cossa, fradel, lassè La donna di testa debole Atto, Scena
111 1, 15 | se l'occasion no capita, fe cussì: fe metter i bollettini 112 1, 15 | occasion no capita, fe cussì: fe metter i bollettini sulle 113 1, 15 | Pantalon dei Bisognosi. Fe che i vegna da mi, e no L'impostore Atto, Scena
114 2, 6| Questa la xe una cossa che fe per forza, e mi no l'ho 115 2, 10| BRIGH. Sior Orazio, no fe che l'amor ve minchiona.~ Il geloso avaro Atto, Scena
116 2, 7 | PANT. E tutto quel che fe vu, xe mal fatto; e una 117 2, 15 | della vostra salute. No me fe andar in collera.~EUF. Per 118 3, 4 | saver gnente. Voggio che lo fe vu.~EUF. Ma io, compatitemi, 119 3, 4 | da vu.~EUF. Eh via!~PANT. Fe quel che ve digo. No me 120 3, 4 | quel che ve digo. No me fe andar in collera.~EUF. Scriverò. ( Le femmine puntigliose Atto, Scena
121 3, 6 | aver altri.~Brighella - Fe quel che podè. Tolè i vostri Le massere Atto, Scena
122 1, 1 | che ve la impresterà.~~Oe, fe cussì: andè al forno; dove 123 1, 1 | portela.~~Za vualtri forneri fe el pan per le casae;~~Podè 124 1, 5 | Qualche volta dasseno me fe rider de cuor.~~~~~~ANZOLETTO:~~~~ 125 1, 5 | destrighemo.~~~~~~GNESE:~~~~Fe cussì, aspettè qua.~~Più 126 1, 6 | Entra.)~~~~~~ANZOLETTO:~~~~Fe presto, che v'aspetto.~~~~~~ 127 1, 9 | ANZOLETTO:~~~~Via da brava, fe presto. Me inmaschero e 128 2, 2 | Prima de andar in maschera, fe quel che avè da far.~~~~~~ 129 2, 5 | savè, vardè ben quel che fe.~~Quando in casa mia; 130 2, 8 | La serva gh'ha rason.~~Fe pur quel che volè: sentìu? 131 2, 8 | caro sior mario, no ve la fe sui dei.~~So qualcossetta, 132 2, 9 | ROSEGA:~~~~Ma zitto. Fe da omo prudente.~~~~~~RAIMONDO:~~~~ 133 3, 1 | grossi.~~~~~~BIASIO:~~~~Fe el conto, quanti xeli?~~~~~~ 134 3, 2 | Gnese.~~~~~~BIASIO:~~~~No fe el matto, che per mi vago 135 3, 7 | son mi, patron; cussì ve fe aspettar?~~~~~~ANZOLETTO:~~~~ 136 3, 8 | farè per altri, perché la fe per vu.~~~~~~GNESE:~~~~Via, 137 4, 3 | xe?~~La se comoda. Titta, fe subito el caffè.~~~~~~SERVITORE:~~~~( 138 4, 6 | BIASIO:~~~~Fazzo quel che fe vu. (A Zulian.)~~~~~~GNESE:~~~~ 139 4, 6 | ZANETTA:~~~~Via, no ve fe nasar. (A Zulian.)~~~~~~ 140 5, 1 | MENEGHINA:~~~~Mi lasso che fe vu.~~~~~~ZANETTA:~~~~Sì, 141 5, 3 | ela no magnerà.~~Sentì, fe a modo mio. Andè un poco 142 5, 8 | vecchia insensada,~~Cussì fe col paron? Cussì trattè Monsieur Petition Parte, Scena
143 1, 2| in casa vostra.~~No me la fe saltar, che squasi, squasi...~~ 144 2, 4| fermev, (a Graziosa)~~No fe torto alla vostra nobiltà.~~~~ ~~~~~~ ~~~~ 145 2, 4| LIND.~~~~Via, fe complimenti.~~~~ ~~~~~~ ~~~~ Le morbinose Atto, Scena
146 1, 3 | Mo brava dasseno. Me fe strassecolar.~~So che al 147 1, 11 | sia bona da caminar?~~Me fe giusto da rider. Ànemo, 148 3, 4 | Felice.)~~~~~~BORTOLO:~~~~Me fe star in travaggio.~~~~~~ 149 3, 5 | causa mia?~~(Sta vecchia!... Fe de tutto de menarmela via). ( 150 4, 3 | una fame che inspirito; fe metter suso i risi.~~~~~~ 151 4, 7 | LUCIETTA:~~~~Via, no fe che i ve prega.~~~~~~SILVESTRA:~~~~ 152 4, 10 | forza.)~~~~~~FELICE:~~~~Fe a modo delle donne.~~~~~~ 153 4, 11 | Luca non si move):~~Via, fe la reverenza.~~~~~~LUCA:~~~~ 154 5, 3 | so, siore spuzzette, che fe le morbinose.~~~~~~FELICE:~~~~ I morbinosi Atto, Scena
155 2, 1| se son sincera.~~Caro vu, fe de tuto che staga qua sta 156 2, 7| FEL.~~~~Via, no ve fe aspetar. I ha messo suso 157 4, 4| volemo star.~~~~~~TON.~~~~Fe che le vaga via. (a Giacometto)~~~~~~ 158 4, 6| GIA.~~~~Via, no ve fe pregar. (a Catte)~~~~~~CAT.~~~~ 159 5, 6| voria novità.~~~~~~TON.~~~~Fe ben, cussì me piase.~~~~~~ La pelarina Parte, Scena
160 2, 4| VOLP.~~~~Anca sti torti~~Vu fe a sto zentilomo? In so presenzia~~ 161 2, 4| VOLP.~~~~Via, no ve fe nasar.~~~~~~TASC.~~~~(Amor 162 2, 4| xe ben vergogna,~~Che ve fe sfregolar.~~~~~~TASC.~~~~ 163 3, 2| andemo via, caretta:~~No fe più la retrosa.~~~~~~TASC.~~~~ 164 3, 2| PEL.~~~~Poverazzo!~~Me fe pecca, stè su,~~Son qua I pettegolezzi delle donne Atto, Scena
165 1, 7 | sporca! Oro?~Anzoletta - Ve fe maraveggia?~Donna Catte - 166 2, 2 | vel diria; ma ho paura che fe dei pettegolezzi.~Checchina - 167 2, 2 | Oe, vardè ben, savè, no fe pettegolezzi.~Checchina - 168 3, 1 | Pantalone - Via, no ve fe pregar.~Checchina - Ve digo 169 3, 1 | novizzetti, tocchèvela, e fe pase.~Checchina - Can, sassin. ( 170 3, 1 | Pantalone - Via, baroni, me fe vegnir l'acqua in bocca.~ 171 3, 2 | da senno, bisognerà che fe quel che el vorrà elo.~Checchina - 172 3, 4 | Siora Anzoletta, vu me fe morir. Chi v'ha dito sta 173 3, 14 | Catte - Povero putto! Me fe peccà. (parte)~Donna Sgualda - 174 3, 20 | Pantalone - Sior Ottavio, fe una cossa: lassè che i se Il poeta fanatico Atto, Scena
175 1, 9| vualtri do, ho dito che fe versi, co magnè, co dormì Componimenti poetici Parte
176 SSac | via, no siè tirana,~No me fe star più qua. ~Voria butarme 177 Dia1 | magna coi occhi, e se ghe fe ~Cerimonie, chi sia lu apena 178 Dia1 | saverè dir cosa la xe.~ ~ ~Me fe crepar da rider, care Muse, ~ 179 Dia1 | tanto benedeta!~Quel che fe vu, l’avessio anca mi fato! ~ 180 Dia1 | deve al Santuario, ~E vu fe onor a la pietà del pare.~ ~ ~ 181 Dia1 | No basta in Grecia, e le fe sorde un pezzo,~E un pezzo 182 Dia1 | canzon: ~Andè via, no me fe deventar mato!~Ancuo, quando 183 Dia1 | sonà terza; non avè sentìo?~Fe su ste scuffle; destrighève, 184 Dia1 | Lisabetta, ~Tolè ste azze61, e fe quella pietina62. ~Oh vardè 185 Dia1 | tra de nu.~ ~Lugrezia Me fe da rider co sti avvertimenti. ~ 186 Dia1 | muso in sen. ~Gobba, se fe cusì, deventerè.~Suso la 187 Dia1 | disè, cara sorella,~Più me fe vegnir voggia de obbedirla. ~ 188 Dia1 | prova115, ~No dormì, no fe chiasso, e no parlè. ~Quel 189 Dia1 | Fora le vostre chiaccole, ~Fe presto e respondè.~A Parma 190 Dia1 | Coverzerse de lana.~Ma no fe miga el comico, ~Come che 191 Dia1 | el che la professa, ~Fe che la sia nel vostro sen 192 Dia1 | la vostra pia benedizion;~Fe che adesso tra i canti la 193 Dia1 | vostra bontà me racomando: ~Fe qualche volta una preghiera 194 TLiv | canti e col conzier321.~Fe de le done a la fonzion 195 TLiv | so talento ognun lo crea;~Fe un zovene che d’oro abia 196 TLiv | Pazienzia a la cordela327 ~Fe che se taca; Sant’Elia le 197 TLiv | spine depenzeghe un cuor.~Fe nel sofito d’anzoli una 198 TLiv | se despiera.~E finalmente fe una muneghina ~Davanti a 199 TLiv | co le muneghe sentae,~E fe che ghe ne sia più che podè.~ 200 TLiv | spieghè de sta zornada,~Fe vegnir a portar qualcosa 201 TLiv | chi parecchia un drapo.~Fe una golosa che sgrafigna 202 TLiv | forno. Co la pasta è fata, ~Fe che vegna converse a cusinar,~ 203 TLiv | vegna converse a cusinar,~E fe che i buzzolai le se barata.~ 204 TLiv | pastizi, e col deser.~E no fe che se veda ai taolini~La 205 TLiv | a scachi; vogio dir, no fe ~Paregine missiae coi paregini.~ 206 TLiv | Alto (dise la dea), no fe, Cupido, ~Da putelo qual 207 TLiv | Da putelo qual , no fe sto chiasso. ~De le vostre 208 TLiv | Prima de manazzar come che fe, ~Prima de dirghe tanta 209 TLiv | el cria, ~Ascoltème, no fe: la causa è mia.~So dei 210 TLiv | sdegni e contese. ~Via, fe pase, fradei, deve la man.~ 211 TLiv | Usar ste distinzion. Se el fe per lu, ~Perché no, mo, 212 1 | Venezian. ~Cerimonie no fe, no ghe ne fazzo.~Patria, 213 App | uso, visite e perdoni.~Se fe i gonzi, e boni, ~Tutto Il prodigo Atto, Scena
214 1, 3| no ve perdè. Sior fattor, fe che tutto sia pronto, perché 215 1, 3| nasar; penseghe vu, e no me fe parer un minchion.~TRAPP. 216 1, 3| zecchini?~MOM. Caro vecchio, fe vu.~TRAPP. Trenta zecchini 217 1, 3| MOM. Quando che v'ho dito fe vu, fe vu.~TRAPP. Mi darebbe 218 1, 3| Quando che v'ho dito fe vu, fe vu.~TRAPP. Mi darebbe l' 219 1, 3| No ghe badè a costori; fe el fatto vostro e tirè de 220 1, 3| tirare innanzi.~MOM. Ben, fe vu.~TRAPP. Per il trattamento, 221 1, 3| Son in casa mia. Basta, fe pulito, e sora tutto che 222 1, 3| vuole ch'io spenda?~MOM. Fe vu.~TRAPP. Ma se si spendesse 223 1, 3| rompè la testa; co v'ho dito fe vu, fe vu. (parte)~ ~ ~ ~ 224 1, 3| testa; co v'ho dito fe vu, fe vu. (parte)~ ~ ~ ~ 225 1, 9| chiama)~BRIGH. Signor.~MOM. Fe che le donne ghe parecchia 226 1, 9| una donna prudente. Animo, fe portar in terra la so roba, 227 1, 14| in vu, andè a Venezia e fe vu.~DOTT. Mi date la facoltà 228 1, 14| MOM. Sì, caro vecchio; fe vu.~DOTT. Vado a Venezia 229 1, 14| prometto.~MOM. Me consolè, me fe tornar dies'anni più zovene. 230 2, 1| MOM. Per amor del cielo, fe che i tasa, che no i me 231 2, 1| MOM. No vôi veder gnente. Fe vu, ve credo, me rimetto 232 2, 1| credo, me rimetto a quel che fe vu.~TRAPP. Veda dunque, 233 2, 1| ma sta volta bisogna che fe da medico e da spicier.~ 234 2, 1| anno.~MOM. Caro vecchio, fe vu.~TRAPP. E poi, se manca 235 2, 1| venda il grano?~MOM. Sì, fe vu.~TRAPP. Si può vendere, 236 2, 1| avere.~MOM. Co ve digo, fe vu, fe vu.~TRAPP. Benissimo; 237 2, 1| MOM. Co ve digo, fe vu, fe vu.~TRAPP. Benissimo; per 238 2, 15| vuol cavare l'anello)~MOM. (Fe pulito, che siora Clarice 239 3, 1| Stassera faremo sta festa. Fe pulito, vardè quel che manca, 240 3, 1| vuol che si faccia?~MOM. Fe vu; mi no voggio deventar 241 3, 1| no voggio deventar matto; fe vu.~TRAPP. Ma se dice che 242 3, 3| Via, caro amigo, manizeve, fe che la resta, ve devertirè 243 3, 3| siora Clarice; ve prego, fe de tutto perché la resta.~ 244 3, 11| averzer i occhi. Sempre fe vu, sempre fe vu, no la 245 3, 11| occhi. Sempre fe vu, sempre fe vu, no la xe una cossa che 246 3, 11| ben. No vorave che, col fe vu, el fasse tutto per elo Il tutore Atto, Scena
247 2, 10| no ghavè da esser.~ARL. Fe cont che no ghe sia.~PANT. 248 2, 10| sia.~PANT. Sior Ottavio, fe andar via costù.~OTT. Oh!~ 249 2, 19| PANT. Andè , no me fe andar in collera.~ROS. Povera 250 3, 20| sior porco. Compatime, me fe rabbia.~OTT. Eh, dite pure. I rusteghi Atto, Scena
251 1, 2 | se va in maschera? No me fe parlar; le putte35 no ha La serva amorosa Atto, Scena
252 1, 1 | sarà gnente che dir. Co fe tutto a so modo, la taserà. 253 1, 8 | consolar. El dis el patron: Me fe irrabier, son vecchio, morirò 254 1, 9 | maniera, Corallina cara, vu fe una cattiva figura a star 255 2, 3 | Pantalone: Parlè, che me fe servizio.~Corallina: Per Il servitore di due padroni Atto, Scena
256 3, 13 | torneve a toccar la man; fe pase, no pianzè più, consoleve, Sior Todero brontolon Atto, Scena
257 1, 4 | MARC. Destrigheve; no me fe andar in collera che debotto 258 1, 6 | In cossa ve perdeu? No fe gnente.~DESID. La dise che 259 1, 6 | me possa servir, come che fe vu.~DESID. (El gh'ha intenzion 260 1, 7 | xe logada?~TOD. Sior sì; fe conto che la sia maridada.~ 261 2, 10 | maridar.~MARC. Mo via, no ve fe tirar le parole fora de 262 2, 10 | via de qua.~PELL. Mo no me fe desperar.~MARC. Son più 263 3, 13 | Zitto, sior Desiderio. No fe strepito, no ve fe nasar. 264 3, 13 | Desiderio. No fe strepito, no ve fe nasar. Ve conseggio andar Torquato Tasso Atto, Scena
265 4, 9 | TOM.~~~~Vardè ben quel che fe.~~~~~~TOR.~~~~Vuol l'onor 266 4, 9 | rason, più assae che no fe qua.~~El vostro bel poema 267 4, 11 | matto per amor. Donne, me fe spavento. (parte.)~~~  ~ ~ ~ Gli uccellatori Atto, Scena
268 2, 15 | esser carezzà.~~Se a ghe fe qualche strapazz~~Tiran L'uomo di mondo Atto, Scena
269 1, 7| xe quel baron de Ludro. Fe una cossa, meneme mi 270 1, 15| drappi, tendè a vu, e no ve fe svergognar.~SMER. ben 271 1, 16| sior Momolo, che me ne fe vegnir voggia.~MOM. Cossa 272 1, 16| muarve per el secondo, no fe che vegna nissun in tel 273 2, 12| mia.~SMER. Caro Momolo, ve fe molto aspettar. Savè pur 274 3, 2| neghiate il favore.~MOM. Me fe torto a dubitar. Fora dell' 275 3, 9| fodra.~SMER. De botto me fe vegnir suso el mio mal.~ 276 3, 10| ste carezze che adesso me fe, le tende a far l'amor co 277 3, 10| ingratitudine m'avè averto i occhi. Fe conto de no averme mai né Il vecchio bizzarro Atto, Scena
278 1, 15 | che infama i patroni. Ve fe scrupolo qualche volta de 279 3, 9 | ghe sulla testa. No ghe fe troppo mal. Me basta che I puntigli domestici Atto, Scena
280 1, 7| bontà! Vualtri servitori no fe altro che dir mal dei padroni; 281 1, 11| Cara siora Corallina vu me fe restar attonito e stupefatto, La putta onorata Atto, Scena
282 1, 4| Andè da la conzateste, fe che la vegna subito. Animo, 283 1, 6| passerò, subierò. No me fe andar in còlera.~BETT. No, 284 1, 6| parlerò mi con ela.~BETT. Fe quel che volè; ma sentì, 285 2, 1| contenta. Ma se me volè ben, fe contentar missier pare. 286 2, 10| crepa el cuor.~BETT. No me fe pianzer, per carità.~PASQUAL. 287 2, 12| no strenzè tanto, che me fe mal.~MEN. cussì delicata?~ 288 2, 14| compari, né testimoni.~CAT. Fe una cossa, Pasqualin, deghe 289 2, 14| che vegnisse zente.~CAT. Fe una cossa. Se volè, andè 290 2, 15| zitto. paron, comodeve, e fe pulito. (parte)~CAT. Anca 291 2, 17| BETT. No so gnanca mi.~CAT. Fe una cossa. Caleve zoso da 292 2, 21| Via, paron Menego, no ve fe nasar.~MEN. A mi ti me voressi 293 3, 22| anca basar.~MEN. Che cade! Fe vu; aveu paura che sia zeloso?~
Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License