Carlo Goldoni
La buona figliuola maritata

ATTO TERZO

SCENA SECONDA   Il Colonnello, poi il Cavaliere e la Marchesa Lucinda Il Colonnello seguita a fumare, e versa del rosolio nel bicchiere.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SECONDA

 

Il Colonnello, poi il Cavaliere e la Marchesa Lucinda

Il Colonnello seguita a fumare, e versa del rosolio nel bicchiere.

 

CAV.

Signore, io vi presento

Mia moglie e vostra serva,

Che del genero vostro è la germana. (al Colonnello)

LUC.

Per servirla, signor. (Ma alla lontana).

COL.

Untertienigher diener. (cavandosi il cappello, saluta la Marchesa)

CAV.

Se mai a vostra figlia

Avesse dato dispiacere anch'essa,

Amica or si professa

E di voi e di lei sinceramente.

LUC.

Si signor, così è. (Forzatamente).

COL.

Gute nachte, mein herren. (saluta come sopra)

Brandevain foler?(offerisce il rosolio alla Marchesa)

LUC.

Bene obbligata.

Mi permetta, signor, ch'io lo rifiute.

COL.

Tartaifle, beffer je. Per tua salute. (beve)

LUC.

Viva vossignoria.

Mi permetta, signor, deggio andar via.

COL.

Foler bene a tuo sposo?

LUC.

Oh, signor sì.

CAV.

No, gli potreste dir: così e così.

 

LUC.

S'io v'amo, vel dica

La pena ch'io sento:

Geloso tormento

Sol nasce d'amor. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License