Carlo Goldoni
La fiera di Sinigaglia

ATTO PRIMO

SCENA DECIMA   Lesbina sola.

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA DECIMA

 

Lesbina sola.

 

 

Oh avaro malorato,

Che tu sia bastonato: ma chi sa?

Se mi metto all'impegno,

Sottigliare saprò l'arte e l'ingegno.

Non son quella che sono,

Se nol fo delirar. Può darsi ancora

Mi riesca il vederlo,

Ad onta della perfida avarizia,

Non vil trofeo di femminil malizia.

 

Se una donna si mette in puntiglio,

Chi è colui che non deggia cascar?

Dagli strali di un tenero ciglio

Cor non vi è che si possa guardar.

Due parole, due vezzi, un sospiro,

Un risetto, una bella smorfietta

Ogni core più crudo diletta,

Ed un sasso potrebbe spezzar.

Non vo' disperar, Mi voglio provar,

Quell'avaro vo' far disperar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License