Carlo Goldoni
La fiera di Sinigaglia

ATTO PRIMO

SCENA TREDICESIMA   Il Conte, poi Lisaura

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA TREDICESIMA

 

Il Conte, poi Lisaura

 

CON.

Io poi con questa gente

Mi faccio rispettar.

LIS.

Ma che diceva?

Il danaro voleva anticipato?

CON.

A ciò non ho badato:

Se avessi udito simile insolenza,

Alla vostra presenza

L'avrei mortificata.

Basta, le stanze a preparare è andata.

Qui per or resterete,

Qui servita sarete: or or verranno

Mercanti d'ogni sorte

Con panni, e stoffe, e tabacchiere, e astucci;

Tutto quel che vi piace

Prendete pur, valetevi di me.

Ho ordinato il caffè,

Cioccolata, rosolio e zuccherini:

Ad un par mio non mancano quattrini.

LIS.

Signor, ben obbligata.

Vi protesto un sincero aggradimento.

(Fin che la va così, non mi scontento). (da sé)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License