Carlo Goldoni
La buona famiglia

ATTO PRIMO

SCENA OTTAVA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA OTTAVA

 

Lisetta e detti.

 

LIS. Sa ella chi è, signora? (a Costanza)

COST. Chi mai?

LIS. La signor'Angiola, che la vorrebbe riverire. Ha fatto picchiare all'uscio, per vedere se le torna comodo ora o più tardi.

COST. Per me la faccio padrona di venir quando vuole, se il signor suocero o mio marito non hanno niente in contrario.

ANS. Non siete voi la padrona? Ricevetela pure.

FABR. Anzi è meglio che la facciate venir subito, più tardi vi può venir da fare qualche altra faccenda.

COST. Appunto aspetto il tessitore verso il mezzogiorno.

ISAB. Oh, che mi solleciti a dipanare dunque.

COST. Fatele dire che è padrona quando comanda. (a Lisetta)

LIS. Ci avrebbe a essere qualche guaio in casa della signor'Angiola. La serva m'ha fatto de' gesti col capo. In quella casa ci si sta pur male.

COST. Badate a voi.

LIS. Compatisca. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License