Carlo Goldoni
La buona famiglia

ATTO TERZO

SCENA NONA

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

Lisetta, poi Isabella e Franceschino

 

LIS. Nardo è un buonissimo ragazzo; se mi volessi maritare, non lascierei lui per un altro, ma in questo seguito volentieri le insinuazioni della padrona. Non ho mai fatto all'amore, e non mi curo di farlo. Può essere però che un giorno ci pensi per prender stato, e non ridurmi vecchia senza nessuno dal cuore. In tal caso Nardo sarebbe secondo il genio mio; ma quando poi mi fosse marito, vorrei per assoluto ch'egli lasciasse il vizio della curiosità.

ISAB. Lisetta, che vuol dire che oggi non si va a desinare?

FRANC. Per verità, ho fame io pure; e poi, se ho d'andare alla scuola, poco tempo mi resta per desinare.

LIS. Ora è andato Nardo a sentire che cosa dicono. Cioè, che cosa dicono intorno al desinare; non già che ei voglia sentire quello che fra essi parlano.

ISAB. Il signor nonno ci porterà i versi.

FRANC. Io li copierò subito, e darò a voi la parte che vi toccherà dire.

LIS. Li sentirò anch'io, non è egli vero?

ISAB. Li diremo a tutti e chi li vorrà sentire, ci donerà qualche cosa.

LIS. Fatemi un piacere, ditemi la bella canzona della colezione.

FRANC. Non si dice più.

LIS. Perché non la dite più.

ISAB. Non vuole il signor nonno che si dica più?

LIS. Io non so capire il perché.

FRANC. Lo saprà egli il perché; io non ve lo so dire.

LIS. Già ora il signor nonno non c'è; ditemela su, presto presto.

FRANC. Oh, questo poi no. Mi ricordo quello che mi ha insegnato il maestro, che bisogna essere obbedienti, e che l'obbedienza non basta usarla alla presenza di chi comanda, ma in distanza ancora; e bisogna ricordarsi quello che ci è comandato, e farlo sempre, sebbene ci costi del dispiacere.

LIS. (Questo ragazzo mi fa vergognare). (tra sé)

ISAB. Mi ricordo anch'io, che la signora madre m'ha comandato che non mi lasciassi vedere alle finestre che guardano sulla strada, e d'allora in qua non mi ci sono affacciata mai più.

LIS. (Quante se ne ritrovano di queste buone fanciulle? (da )

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License