Carlo Goldoni
La buona figliuola

ATTO PRIMO

SCENA SESTA   Sandrina, poi il Cavaliere Armidoro

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA SESTA

 

Sandrina, poi il Cavaliere Armidoro

 

SAN.

Dille, parlale. Oh certo!

Sì, signore. Affé, non son sì pazza;

Anch'io son tal ragazza

Che può avere l'amor d'un cavaliere,

Né per altri vuò far questo mestiere.

CAV.

Villanella gentil.

SAN.

La riverisco.

CAV.

Siete voi del recinto?

SAN.

Sì, signore.

CAV.

Saper vorrei se la padrona è alzata.

SAN.

Nol so, ché ritornata

Son di lontano or ora

A portar queste frutta alla signora. (accennando i cesti)

CAV.

Si può veder?

SAN.

Chi siete?

CAV.

Il cavaliere

Armidoro son io, cui la Marchesa

Destinata è in isposa, e qui mi sprona

Desio di riverirla.

SAN.

Mi consolo, signor, vado a servirla.

Oh, che la mia padrona

È tanto, è tanto buona.

Con lei certo sarete fortunato,

Ma... vi tocca un gran pessimo cognato.

CAV.

Il Marchese?

SAN.

Signore...

Io non voglio dir mal... Ma se sapeste...

Basta, non vuò parlare,

Perché il vizio non ho di mormorare.

CAV.

Ditemi, in cortesia,

Meco parlar potete.

SAN.

Vel dirò in confidenza; ma tacete.

CAV.

Levatemi di pena.

SAN.

È innamorato

Di certa simoncina

Nominata Cecchina,

Giovane forastiera,

Che fa la giardiniera. Non si sa

Dove sia nata, né di chi sia figlia.

Ed ei non si vergogna,

Non dico sol d'amarla,

Ma si crede che voglia anche sposarla.

CAV.

Possibil che ciò sia?

SAN.

Ve l'assicuro.

CAV.

Ah, se ciò fosse vero,

Pria di porger la mano alla Marchesa

Ci penserei ben bene.

SAN.

È tanto vero,

E con tal fondamento ora vi parlo,

Che anche sull'onor mio posso giurarlo.

 

Sono una giovane,

Che in vita mia

Tacciar non possono

D'una bugia;

E non so fingere,

Non so mentir.

Il mio padrone...

Non vuò parlare.

La giardiniera...

Non vuò ciarlare.

So tutto il resto,

Ma più di questo

Non voglio dir.

(parte con i suoi cesti)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License