Carlo Goldoni
La buona figliuola

ATTO SECONDO

SCENA NONA   La Marchesa Lucinda sola

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA NONA

 

La Marchesa Lucinda sola.

 

 

Che risolvo, che fo? Se vado io stessa,

Mi cimento, lo vedo, a un rio periglio;

Penserò, prenderò miglior consiglio.

Il Cavaliere almeno

Venisse a consolarmi! Ragion d'abbandonarmi

Non può avere per ciò. S'ei meco fosse

barbaro e crudele,

Non avria qual si vanta un cuor fedele.

 

No, non consiste amore

In adorar l'amante

Nelle felicità.

Ma sta la fedeltà

Nell'essere costante

Fra le sventure ancor.

Deh vieni, il rio timor

Che mi tormenta il seno

Almeno - a consolar. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License