Carlo Goldoni
Buovo d'Antona

ATTO SECONDO

SCENA QUATTORDICESIMA Cecchina e detti

Precedente

Successivo

Link alle concordanze:  Normali In evidenza

I link alle concordanze si evidenziano comunque al passaggio

SCENA QUATTORDICESIMA

Cecchina e detti.

 

CECC.

Siete qui?

STR.

Cosa avete?

CECC.

Un'altra nuova.

Drusiana ha incaricato

Capoccio, e gli ha donato

Varie monete, acciò si prenda cura

Di trovare per voi la sepoltura. (a Buovo)

BUO.

Grazie alla sua bontà.

MEN.

Parmi sentire.

Sì, io veggo venire

Mio padre. Eccolo qui.

STR.

Presto, venite:

Andiamoci a celare,

Poi penserem quel che si avrà da fare.

CECC.

Se egli morto lo crede,

Facciam che si spaventi.

MEN.

Facciam che si contenti

Ch'io con Buovo sposar mi possa or ora.

BUO.

Ciò si può dar, ma non l'ho detto ancora. (parte)

MEN.

(Se non lo dici tu, lo dico io:

Mi ha promesso, lo voglio, e sarà mio). (da sé, e parte)

CECC.

E tu, caro mio Striglia,

Quando mi sposerai?

STR.

Quando vuoi tu. (parte)

CECC.

Presto, per carità, non tardar più. (parte)

 

 

 


Precedente

Successivo

Best viewed with any browser at 800x600 or 768x1024 on Tablet PC
IntraText® (VA1) - Some rights reserved by Èulogos SpA - 1996-2009. Content in this page is licensed under a Creative Commons License